FIUMI E LAGHI DELLA SILA

FIUMI E LAGHI DELLA SILA – LE ACQUE SILANE L’acqua ed i boschi sono senza dubbio le componenti più rappresentative del paesaggio geografico silano. Acqua come risorsa per dissetare uomini […]

FIUMI E LAGHI DELLA SILA – LE ACQUE SILANE

L’acqua ed i boschi sono senza dubbio le componenti più rappresentative del paesaggio geografico silano. Acqua come risorsa per dissetare uomini ed animali, come fonte d’irrigazione in agricoltura, come mezzo e via di trasporto, come energia motrice. Acqua come risorsa intorno alla quale si è costruito una costante relazione tra l’uomo e questo fondamentale elemento della natura.

Acqua simbolo di forza:

FIUMI

PESCA IN SILA IL LAGO FIUMI CALABRIA

Alle falde dei monti silani nascono due dei fiumi più importanti della Calabria. Il Crati che sfocia, dopo aver attraversato il territorio dell’altopiano e lambito la città di Cosenza, nel Mar Ionio nei pressi della mitica città magnogreca di Sibari. Il Neto che raccoglie l’acqua di numerosi affluenti prima di attraversare il marchesato crotonese e sfociare nel Mar Ionio. Numerose sorgenti e fonti naturali alimentano questi corsi d’acqua che nel tempo hanno eroso ed inciso il territorio creando grandi e selvagge vallate come l’alta Val di Tacina.

LAGHI

PESCA IN SILA IL LAGO FIUMI CALABRIATra il 1926 ed il 1932 fu realizzato il primo invaso artificiale, il lago Ampollino, e successivamente il lago Arvo ed il Savuto che collegati tra loro alimentano le centrali elettriche del crotonese. Nel 1955 fu terminato il più grande lago della Sila, il Cecita. Oltre 11 kmq di superficie d’acqua, collegato al bacino di Ariamacina per alimentare le centrali elettriche di Bisignano ed Acri. Infine da segnalare anche il lago Votturino nel comune di Serra Pedace, invaso utilizzato per l’irrigazione dell’altopiano silano.

PAESAGGI SILANI

PESCA IN SILA IL LAGO FIUMI CALABRIAI grandi pianori della Sila Grande, come il piano di Macchialonga. Le profonde forre dei torrenti e dei fiumi: Lese, Neto e Garga, Crati e Savuto, Trionto e Calognati, Ciricilla, Tacina e Soleo (Manca del Diavolo). Le ampie pianure coltivate e le aree di sviluppo rurale. I piccoli villaggi rurali dell’altopiano silano. Sono questi, alcuni paesaggi ed ambienti che fanno da contorno agli affascinanti specchi d’acqua dei laghi artificiali della Sila, ormai armoniosamente legati ai boschi, ai monti, all’ambiente ed agli uomini.

CURIOSITÀ

PESCA IN SILA IL LAGO FIUMI CALABRIAIl bacino dell’Ampollino venne creato tra il 1923 e il 1927, sbarrando il fiume alla stretta di Trepidò con una diga a gravità, a pianta arcuata, alta 26 metri. Invaso con una capacità totale di 67 milioni di metri cubi, un perimetro di 26 km e una lunghezza di circa 9 km. Il Lago Arvo, realizzato tra il 1927 e il 1931, copre l’alta valle del fiume, sbarrata a Nocelle Soprana con una diga alta 21,5 metri; ha una capacità totale di 83 milioni di metri cubi, un perimetro di 24 km e una lunghezza di 8,7 km.

PESCA NEI LAGHI FIUMI DELLA SILA

ALTRI ARTICOLI SULLA SILA :

 Aldo Porto (Fly)