DOPO L'APNEA VOGLIO PASSARE UN PO ALLA CANNA

This is a discussion for the topic DOPO L'APNEA VOGLIO PASSARE UN PO ALLA CANNA il the board ROKFISHING & PESCA DALLA SCOGLIERA.

Autore Topic: DOPO L'APNEA VOGLIO PASSARE UN PO ALLA CANNA  (Letto 4294 volte)

ermarga

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
il: Febbraio 15, 2011, 14:14:19
Ciao Ragazzi,
sono qui da poco ma gran bel sito..... numero 1
Ora io vivo a milano e ho deciso di farmi una settimana di ferie e tornarmene a casa, nel Salento.
Io abitualmente faccio pesca in apnea nella parte ionica del Salento, ma siccome ancora per me fa freddo anche con la muta, volevo riprendere in mano dopo tanto tempo la canna da pesca.
Vi volevo chiedere dei consigli sulla tecnica da utilizzare (galleggiante? a lancio? con esca viva? con artificiale?tipo di terminale, di piombo...ecc ecc cioè un po di tutto in pratica) e sulle attrezzature.
La zona di cui parlo ha una scogliera bassa, con un fondale massimo intorno ai 7-8 metri, irregolare e prevalentemente scoglio, con pochissime zone di sabbia (anche dalle escursioni in apnea, ricordo una zona abbastanza estesa di sabbia in un unico punto il resto tutto scoglio).
Quando scendiamo giù ho visto cefali, occhiate, oratine e una volta abbiamo tirato su una spigola da 4,5kg.
Un'altra zona, che ci andavo però un po di tempo fa, è sotto al faro di Santa Maria di Leuca dove a differenza c'è un fondale più profondo, ma come è formato il fondale non ve lo so dire.
A questo punto confido in voi, datemi quanti più consigli possibili per armarci e partire...

 >s<calabria>s<


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #1 il: Febbraio 16, 2011, 17:32:03
Ciao ermarga!
Chiedi una risposta un pò "difficile" o meglio troppo lunga, ne uscirebbe un romanzo!!!! Le tue opzioni infatti (galleggiante? a lancio? con esca viva? con artificiale?tipo di terminale, di piombo...ecc ecc cioè un po di tutto in pratica) includono numerose tecniche quali inglese, bolognese, spinning, pesca a fondo ecc ecc, tutte tecniche relativamente diverse tra loro e che pretendono attrezzi specifici (canne, mulinelli, minuteria, filamenti ecc). Quindi il mio consiglio, prima di poterti dare risposte esaurienti è quello di scegliere la tecnica che più fa per te, o magari, se hai già degli attrezzi in casa, di descriverceli e vediamo come li puoi usare! Un'altro consiglio che posso darti è quello di leggere sul forum i relativi post delle varie tecniche e decidere quella che più ti piace!
Ciao!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


ermarga

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #2 il: Febbraio 17, 2011, 15:27:28
Ciao Draycon,
effettivamente hai ragione...infatti nel frattempo ho dato una sbirciata un po al sito e letto i vari form (molto interessanti complimenti.... numero 1).
Allora a me personalmente piace molto la pesca al lancio dalla scogliera, ma data la mia inesperienza diciamo che ogni volta che lancio 2 su 3 incaglio.
Quella che invece mi sta incuriosendo è quella alla bolognese. Ho sia canna che mulinello (devo verificare i modelli, siccome ce l'ho giù in salento, ho mandato mio padre in perlustrazione e appena pronto te le indico), ma nel frattempo ho fatto un po di acquisti per cercare almeno di farmi qualche lenza per fare pratica e ti dico un po i dubbi che ho.
Allora ricordo che la lenza madre sulla bobina ha, che la blocca sull'ultimo anello, una girella con moschettone. La prima cosa che volevo chiederti è se questo va bene....
Poi ho letto che in virtù della profondità si possono usare o il galleggiante fisso o quello scorrevole. Qui la domanda è....è una regola fissa? oppure a prescindere dalla profondità (ovviamente no se sono un paio di metri) io posso usare quello scorrevole?
Poi, ad entrambi gli estremi rispetto al galleggiante scorrevole inserito nella lenza dai disegni che ho visto occorre inserire gli stopper, ma non sono riuscito a capire se nella costruzione dello stopper si deve utilizzare sempre il filo della lenza o altro tipo...
Riusciresti poi a darmi le misure standard, sia in peso che in distanza, (lo so che ovviamente vanno poi provati in mare) per costruirmi questa lenza con galleggiante scorrevole? Tipo dall'inizio della lenza tot cm e poi primo stopper, poi dopo tot cm il galleggiante, ecc ecc e per i pesi quelli che mi consigli sia per il galleggiante, sia per la piombatura sulla lenza, ecc ecc.

un caro saluto e grazie tanto..... wwwcalabriawww


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #3 il: Febbraio 17, 2011, 16:47:39
Ciao ermarga!
Guarda se fossi un tipo poco sincero e che risponde tanto per vanto e per sbrufoneria come per far vedere davanti a chi ha poca esperienza che ne so, potrei rispondere alle tue domande!! Purtroppo nella pesca con galleggiante, come l'inglese e bolognese non sono un'esperto! Io mi accingo più alla pesca a fondo (praticabile anche dalla scogliera) che a quella con il galleggiante! Quindi, ti prego di scusarmi, non posso rispondere anche se vorrei! Non lo faccio, perchè probabilmente ti darei delle informazioni sbagliate e questo non andrebbe bene! Quindi attendi altri utenti che spero riescano a rispondere alle tue domande!
Una curiosità cosa intendi per pesca al lancio? Non è che per caso intendi una pesca con il piombo, senza galleggiante presentando l'esca sul fondo? Perchè allora si parla di pesca a fondo e li potrei risponderti!
Ciao!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


ermarga

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #4 il: Febbraio 17, 2011, 17:22:36
Si Draycom,
proprio quella...dove vado io generalmente il fondale è molto irregolare, ci ho provato ma erano più le volte che spezzavo tutto (probabilmente dovuto anche al fatto che sbagliavo totalmente lenza).

se hai qualche dritta da darmi magari ci riprovo.... czrx2_


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #5 il: Febbraio 17, 2011, 19:42:48
Allora emarga!
Prima di tutto per poter pescare a fondo su una scogliera bisogna pescare con lenze madri relativamente spesse, almeno uno 0.35 (ci sono pescatori che comunque utilizzano anche uno 0.40-0.45 diretto)! Questo per due motivi: Il primo, una lenza più grossa resiste meglio alle abbrasioni causate dallo sfregamento sugli scogli, una lenza sottile si spezzerebbe quasi subito; secondo, le prede che popolano le scogliere sono generalmente forti, specie se consideriamo gronghi e murene tipiche di questi fondali! Quando queste prede si accorgono dell'inganno la prima cosa che fanno è quella di riffuggiarsi su qualche piccola caverna presente sulle scogliere stesse, motivo per cui, appena ci accorgiamo che la preda ha abboccato, questa deve essere forzata senza lasciargli un minimo di tregua! Questo comporta un'altra serie di cose: le canne devono essere robuste e rigide, canne troppo molli, lasciano troppo movimento alla preda; i mulinelli devono essere potenti (facilmente intuibile il perchè) e capienti (per poter imbobinare almeno 200mt dello 0.40)! I finali, così come la lenza madre, devono essere particolarmente spessi, io consiglierei almeno uno 0.45-0.50 fluorocarbon! Se si utilizzano esche proteiche, come la sardina, il trancio di cefalo, la seppia, il cannolicchio ecc, tentando i predatori come appunto le murene e gronghi, è d'obbligo almeno uno spezzone da 30-40cm di cavetto d'acciaio da 30lb, preparato con due ami del 2/0 o 3/0! Come prepararlo ne è stato parlato qua:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Senza tale accorgimento è facile che queste prede, vista la loro notevole dentatura, riescano a tranciare di netto il finale!
Per quanto riguarda i piombi da utilizzare, secondo un mio modesto parere, è inutile andare ad usarne di sovradimensionati, perché in questi spot è raro andare a cercare la distanza, tranne che il nostro punto strategico si trovi a parecchi metri da noi, come ad esempio uno spiazzo di sabbia! In questo caso l’utilizzo dello shock leader sarebbe inutile! Con almeno uno 0.35 in bobina ci lanci senza problemi anche 80-90gr di piombo!
Hai sottolineato un problema fondamentale di questo tipo di pesca! Gli incagli! Inizio da subito dicendoti che qui la pazienza fa da padrona, cioè l’incaglio con relativa perdita del piombo non deve spaventarti ne tanto meno scoraggiarti, è normale e soprattutto è una circostanza che si presenza molto frequentemente! Quindi dovrai avere la pazienza ogni volta di rimontare il piombo! Il massimo che possiamo fare è quello di ridurre la frequenza di questi avvenimenti e soprattutto ridurne i danni, evitando di perdere tutto il calamento, magari con relativa preda, limitandosi a perdere solo il piombo! Questa soluzione prende proprio il nome di “piombo a perdere“!
Questa ultima “soluzione” può essere messa in pratica in diversi modi:
- La prima legando il piombo al finale, per mezzo di una semplice girella, con uno spezzone di lenza più sottile (0.20-0.22)! In questo modo, in caso di incaglio, questa si spezzerà molto facilmente! Naturalmente devi stare molto attento a non forzare il lancio!
- Altro metodo, uguale al primo, differisce solamente dall’utilizzo dello spezzone di lenza sottile sostituendolo al filo idrosolubile! Quest’ultimo deve essere messo in quantità sufficienti affinchè non si spezzi durante il lancio! Durante la permanenza di questo in acqua, piano piano si scioglierà e in caso di incaglio si spezza facilmente! Naturalmente, ogni volta che lanci dovrai sostituirlo!
- Un terzo metodo è l’utilizzo degli appositi Bulk Braker:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Questo mantiene il carico della lenza al momento del lancio e libera il piombo nell’incaglio!
Esistono nonostante tutto dei metodi che, anche se in parte limitano l’incaglio! Uno di questi è quello di utilizzare piombi di tipo Roccobomb, che grazie alle loro alette, al momento del ritiro si alzano dal fondo! Altro metodo, descritto e sperimentato dal nostro amico Surf master è questo qui:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Ora detto tutto questo vediamo i tipi di calamento da utilizzare! Per i diametri dei fili ne abbiamo già parlato! Tieni presente, per quanto riguarda la lunghezza dei finali, questi devono essere rapportati a seconda dello stato del mare! Più il mare è mosso, più corti devono essere i finali! Naturalmente senza esagerare, ricorda infatti che utilizzando fili spessi come uno 0.50, già di per se questo ti ripara in parte dai fastidiosi garbugli! Le tipologie di calamento che ti posso consigliare sono quelli a monoamo, con finale alto vicino all’attacco con la lenza madre o finale basso vicino al piombo! Rispettivamente quindi, a seconda dello stato del mare, parleremo di Short/Long Arm rovesciato (o alto) e Short/Long Arm basso!
In alternativa a questi potresti utilizzare la soluzione del piombo scorrevole con l’utilizzo di un apposito anti tangle:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Naturalmente il fissaggio del piombo deve essere fatto seguendo gli appositi accorgimenti che ti ho già descritto!

Il calamento deve essere fissato alla lenza madre per mezzo di un’apposita girella con moschettone!
La strategia di pesca che ti posso consigliare, vista la descrizione del post che hai fatto, è quella di puntare a quelle piccole distese di sabbia! Sono punti eccezionali dove è facile trovare molti grufolatori e di conseguenza anche predatori, soprattutto la notte!
Altro consiglio spassionato che posso darti, è quello di fare molta attenzione dove metti i piedi! Le scogliere sono straordinarie per le catture che possono offrire, ma sono anche molto pericolose! Quindi ti consiglio di arrivare a pesca prima che faccia buio e di studiarti per bene una via di fuga prima di metterti a pesca!
Credo sia tutto, se non ti è chiaro qualcosa, non hai che da chiedere! Sono a tua completa disposizione!
Ciao!!!




Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


ermarga

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #6 il: Febbraio 18, 2011, 16:25:10
Grazie Draycon,
molto, molto esaustivo...
ora mi metto al lavoro e preparo l'occorrente, magari mi faccio anche le varie dimensioni in previsione delle diverse condizioni del mare e ti tengo ovviamente aggiornato.
Effettivamente hai ragione in pieno sul fatto che occorre puntare i punti di sabbia, anche perchè come hai giustamente notato, dove vado io ce n'è una abbastanza accessibile e vasta. Quando scendo giù in apnea ci sono branchi interi di cefali nella zone, oltre alle murene (che però mi fanno schifo) come hai giustamente notato tu. DIciamo che questi sono i prevalenti.
Solo un paio di cose.
La dimensione del filo in bobina e della lenza deve comunque essere la stessa?
Altra cosa, qual'è l'orario tipo per poter sperare in una pesca fruttuosa?
Sul tipo di piombo io generalmente utilizzo quello detto antincaglio con il tubo verde, va bene?
Per il tipo di esca, il gruppo di bigattini non va bene?
La pasturatura è possibile ed eventualmente utile?

per i piedi hai ragione, meglio fare attenzione, anche se per fortuna nella zona c'è una piccola insenatura con uno scoglio levigato e piatto, utilizzato d'estate per gli amanti della pennichella.... <<<calabria<<<

un salutone    <xcalabria>x<


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #7 il: Febbraio 18, 2011, 17:41:53
Ciao emarga!!
Allora vediamo di rispondere alle tue domande:
La dimensione del filo in bobina e della lenza deve comunque essere la stessa?

Probabilmente con il termine di lenza ti riferisci al bracciolo (correggimi se sbaglio)! Il diametro di questo deve essere minimo quello della lenza madre! Ma solitamente con il divincolarsi della preda, i suoi tentativi di ritanarsi negli scogli e così via, è la parte più esposta alle abbrasioni per gli scogli! Quindi sempre meglio un diametro maggiore!
Altra cosa, qual'è l'orario tipo per poter sperare in una pesca fruttuosa?

Sicuramente dall'alba al tramonto dove i piccoli pesci si rintanano ed escono quelli più grossi, specie i predatori che prediliggono la notte per andare a caccia!
Sul tipo di piombo io generalmente utilizzo quello detto antincaglio con il tubo verde, va bene?

Tu parli sicuramente del temolino! Guarda ne abbiamo parlato diverse volte nel forum, e molti ne sono rimasti delusi in quanto incagliavano lo stesso! Tu comunque, se questa tipologia di piombo ti interessa, provala! Non è detto che anche tu debba avere problemi!
Per il tipo di esca, il gruppo di bigattini non va bene?
Sulla scogliera vanno bene tutti i tipi di esca, come ti ho già detto sono spot molto fruttuosi! Naturalmente dipende dai tuoi interessi e da cosa vuoi insidiare! Se punti al predatore qualsiasi anellide o larva che usi non sarà catturante, in questo caso meglio le esche di pescheria!
La pasturatura è possibile ed eventualmente utile?
Se le distese di sabbia non sono troppo lontane, e riesci a pasturarle va benissimo!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


ermarga

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #8 il: Febbraio 19, 2011, 08:33:59
bhe....direi che ora non resta che mettersi al lavoro..... *+-xààà*
ti tengo aggiornato e nel caso ho qualche difficoltà mi permetterò di distrurbarti di nuovo..... ]]]àù+


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #9 il: Febbraio 19, 2011, 17:21:45
Ciao emarga!
Non mi disturbi affatto!! Per qualsiasi cosa sono qui!!!  >>calabria>>
Ciao!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!