CALABRIA PESCA ON-LINE FORUM
News:
 
*
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?
Ottobre 26, 2014, 06:05:05


Login con username, password e lunghezza della sessione


Pagine: [1]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: lenza e ami per dentici e altri pesci  (Letto 4550 volte)
rocker
^Member^
*
Offline Offline

Posts: 35

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 0


Guarda Profilo
« il: Giugno 11, 2011, 12:38:17 »

quale marca e diametro di lenza mi conviene e che dimensioni di ami  dato che per questi non si capisce se sono piccoli o grandi semplicemente dicendo 2 3 5 7...

mi potete consigliare qualche marca e dove è conveniente comprare

io ho sentito dell assao e mustad ami ma quali oppure altre marche

Loggato
murena
Member.
^Full Member^
*
Offline Offline

Posts: 161

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 28


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Giugno 12, 2011, 15:55:05 »

il tuo 3d è molto interessante per me: cerco  il dentex  da anni (dalle mie parti, i periodi migliori per insidiarlo  sono quelli primaverili e autunnali), su spot dalle pareti a picco, prossimi a punta campanella (zona c della riserva marittima), dove il fondale va subito da un minimo di -20 m a – 80/100 m.
permettimi, quindi,  di aggiungere alle informazioni che chiedi l’ illustrazione della mia tecnica di pesca, in modo da confrontarmi con te.
non uso la teleferica ma monto sul nylon  in bobina, il sufix tritanium 0,40, un galleggiante piombato per muggini, la cui corsa è fermata da stopper in gomma (quello superiore è posto ad una distanza dalla girella che varia in base alla batimetria).
il finale è fatto da 2 m di mustad ayaka black power  0,60,  su cui monto due jaguar 528 r 3/0, il primo fisso (lo inserisco all’inizio della pinna dorsale del pesce esca).
invece,  non fisso il secondo (inserito alla fine della pinna dorsale), ma lo blocco sul finale col pennel rig.
in questo modo,  posso variarne la distanza dal primo in base alle dimensioni dell’esca, senza dover rifare il finale.
non uso il cavetto d’acciaio, come alcuni fanno, perché  il dentice è un predatore sospettoso, non è istintivo come il serra. questo potrebbe sembrare una contraddizione, se si considera l’uso del finale di colore nero, ma, “per vender cara la pelle”,  il dentex più che sulla vista  fa affidamento sulle sensazioni “tattili”. infatti, saggia più volte l’esca prima di  ingoiarla, un po’ come l’orata.
eccoti in foto i miei materiali e la mia paratura.
tu come ti comporti? 






Loggato

vulesse addeventare 'na bannera, oj nenna ne'...

itala nam tellus Graecia Maior erat (ovidio, fasti, IV)
io capisco e perdono tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi (j. w. goethe, viaggio in italia)
Che cosa sperate di trovare a Londra, a Parigi, a Vienna? Vi troverete Napoli. È il destino dell’Europa di diventare Napoli. (Curzio Malaparte)
Napoli è una città straordinaria e unica, impossibile da spiegare ai leghisti e a chi vive di pregiudizi. Sarebbe come tentare di far comprendere la Magna Grecia a quelli che portavano in testa le corna. (Roberto Vecchioni)
^SURFMASTER76^
Moderatore
^Forum Expert^
*
Offline Offline

Posts: 2387

Complimenti
-Dati: 315
-Ricevuti: 877


Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.

Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Giugno 12, 2011, 17:16:14 »

quale marca e diametro di lenza mi conviene e che dimensioni di ami  dato che per questi non si capisce se sono piccoli o grandi semplicemente dicendo 2 3 5 7...

Ciao rocker,
le misure degli ami si sviluppano (in tutto il mondo tranne in Giappone) con una numerazione inversamente proporzionale alla loro grandezza, vale a dire, più alto è il numero dell'amo e più piccolo questo sarà. Queste misure vanno generalmente dal n. 22, che è il più piccolo, sino al n. 1, per poi passare alle misure "zerate" dal n. 1/0 sino ad arrivare al 10/0 che è il più grande. Per i miei ami mi affido ai Reflex della Tecnofish che sin'ora non mi hanno mai deluso. Per gli ami zerati che utilizzo nella pesca con tranci vari o teleferica, scelgo Mustad o VMC in acciaio a becco d'aquila nella misura del 5/0 e di cui non ricordo il modello perchè il mio negoziante me li vende sfusi. Per il filo della lenza ti consiglio di provare il DIP Chromium Cast nella misura 0,40/0,45 che è economico ed affidabile; sia gli ami che i fili, di nylon o di trecciato, li acquisto presso i negozi della mia zona in quanto ho constatato che su questi articoli non c'è una grossa convenienza ad acquistare on-line.

 buona fortuna
Loggato

dbmaxim
^Sr. Member^
*
Offline Offline

Posts: 338

Complimenti
-Dati: 8
-Ricevuti: 18


Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Giugno 12, 2011, 21:55:27 »

per il terminale nn sarebbe meglio usare il fluorocarbon?Huh
Loggato

dbmaxim    la mia esca preferita e' "l'esca che pesca"
rocker
^Member^
*
Offline Offline

Posts: 35

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 0


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: Giugno 20, 2011, 15:42:27 »

ciao, scusate ma nonmi arrivano le email che qualcuno ha risposto al mio post

 dunque ,secondo me il discorso del cavetto d'acciao è una cavolata  idem 2 ami, ma non perche dico che sia una cavolata cio che viene detto ma credo sia una cavolata perche il dentice mangia lo stesso, intendo dire cavetto o lenza grossa comunque sia se vuole mangiare , si serve lo stesso.
idem il discorso dei 2 ami 1 è meno ingombrante e l'esca è piu mobile, il dentice non richiede grosse esche
 io ho visto dentici pescati a un amo ,e il piombo a perdere non è male certo dipende dai fondali

gli ami proposti sono ottimi in generale come quelli con occhiello piegato sono ottimi

io ho 2 domande, vedere:) qualche foto
e le lenze per gli ami vengono chiuse con rivetti oppure l'unico che si chiude sono solo i cavetti d'acciaio?

scusate il ritardo.

io ho un altra idea più semplice per il terminale.
Loggato
^DRAYCON^
Moderatore
^Forum Expert^
*
Offline Offline

Posts: 2332

Complimenti
-Dati: 474
-Ricevuti: 284


L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini

Guarda Profilo
« Risposta #5 il: Giugno 21, 2011, 03:31:58 »

Ciao rocker!
Allora, molti pescatori, specie chi è alle prime armi, pensano che il cavetto d'acciaio serva esclusivamente per rafforzare il finale, evitando che questo, alla trazione dei pesci si rompa! Niente di più sbagliato!!! Il cavetto d'acciaio, a seconda del diametro, non ha un carico di rottura maggiore al nylon, ma bensì una resistenza ben più alta all'abbrasione, quindi il suo utilizzo serve a far fronte alla dentatura, talvolta particolarmente sviluppata, di alcuni pesci, evitando che questi, una volta che si sono allamati, possano recidere il finale con il loro morso! Ad esempio, visto che tu peschi dalla scogliera, la murena è una delle prede con cui avrai a che fare! Sicuramente conoscerai il tipo di dentatura che possiede! Se si preparano due finali innescati con la sarda, uno totalmente in nylon e l'altro abbinato con 30-40 cm di cavetto, la murena abboccherebbe in entrambi i casi, con la differenza che nel primo caso il finale lo trancia in pochi secondi (qualsiasi sia il diametro), nel secondo caso farebbe molta più fatica! Con prede del genere il cavetto d'acciaio è indispensabile!!! Il discorso di utilizzare uno o più ami è solo questione di gusti personali! Tieni presente però che quando si utilizza un solo amo, per esche corpose come la sardina o il trancio di cefalo, la misura dell'amo deve essere maggiore rispetto a quando se ne usano due! Questo per avere maggior sicurezza al momento dell'abboccata! Utilizzare un solo amo, per giunta di piccole dimensioni, significa dare alla preda maggiori chance di successo! Quando invece, si utilizzano due ami, puoi utilizzare dimensioni minori, anche perchè saranno due ami ad ancorarsi all'apparato boccale del pesce, e non uno solo!
e le lenze per gli ami vengono chiuse con rivetti oppure l'unico che si chiude sono solo i cavetti d'acciaio?
Quando si legano gli ami con del solo nylon, è sempre meglio utilizzare il nodo! Se utilizzi degli ami ad occhiello puoi utilizzare il “nodo palomar“, molto semplice da fare ma allo stesso tempo è uno dei più affidabili in assoluto! Per quanto riguarda i cavetti in acciaio ne esistono di due tipi! Quelli normali e quelli termosaldanti! I primi necessitano sempre e comunque i rivetti, mentre per quanto riguarda i secondi, sono rivestiti da una particolare pellicola plastica che, una volta inserito l’amo e chiusa l’asola avvolgendo il cavetto su se stesso, passando la fiamma di un semplice accendino, la pellicola si squaglia saldando le due parti del filo! In quest’ultimo caso, i rivetti non servono, ma c’è chi come me, li usa ugualmente per una questione di maggior sicurezza!
io ho un altra idea più semplice per il terminale.
Se c’è la esponi la vediamo anche noi e potremo dire la nostra dandoti anche dei suggerimenti!

Un’ultima cosa:
scusate ma non mi arrivano le email che qualcuno ha risposto al mio post
Non ti arriveranno mai le mail a ogni risposta! Le mail arrivano solo quando ti viene mandato un messaggio per MP!
Ciao!!
Loggato



Uploaded with ImageShack.us
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!
^SURFMASTER76^
Moderatore
^Forum Expert^
*
Offline Offline

Posts: 2387

Complimenti
-Dati: 315
-Ricevuti: 877


Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.

Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Giugno 21, 2011, 08:53:37 »

Un’ultima cosa:
scusate ma non mi arrivano le email che qualcuno ha risposto al mio post
Non ti arriveranno mai le mail a ogni risposta! Le mail arrivano solo quando ti viene mandato un messaggio per MP!
Ciao!!

... oppure quando, prima di postare il messaggio che hai appena scritto, clicchi su Opzioni Addizionali... e spunti la casella "Notificami le risposte.".
Loggato

rocker
^Member^
*
Offline Offline

Posts: 35

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 0


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Giugno 21, 2011, 17:30:39 »

la mia versione che comunque non è assolutamente la mia , ma lho vista è:

moschettone da traina inserito un cavetto con amo a occhiello  e inserita la lenza per il piombo a perdere.

semplice ed economica.

 io ho visto i rivetti , ma non so se fosse lenza o cavetto, comunque presentava i rivetti  prima dell amo e alla fine dell occhiello del terminale.

questo tipo di terminale permette di salvare l'amo collegato al moschettone e di perdere il piombo, ma con il dentice Smiley
Loggato
murena
Member.
^Full Member^
*
Offline Offline

Posts: 161

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 28


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Giugno 22, 2011, 06:18:00 »

dunque ,secondo me il discorso del cavetto d'acciao è una cavolata  idem 2 ami, ma non perche dico che sia una cavolata cio che viene detto ma credo sia una cavolata perche il dentice mangia lo stesso, intendo dire cavetto o lenza grossa comunque sia se vuole mangiare , si serve lo stesso.
infatti, ciascuno usa quello che vuole, in base ai risultati ottenuti.
io non userò mai il cavetto per insidiare i dentici.

idem il discorso dei 2 ami 1 è meno ingombrante e l'esca è piu mobile, il dentice non richiede grosse esche
 
usando 1 solo amo, mi dici dove lo impianti sui cefalopodi vivi?
sbaglio io, visto che innesco pesci e cefalopodi vivi da almeno 15 cm

e le lenze per gli ami vengono chiuse con rivetti oppure l'unico che si chiude sono solo i cavetti d'acciaio?
anche sui nylon puoi usare i crimps

la mia versione che comunque non è assolutamente la mia , ma lho vista è:

moschettone da traina inserito un cavetto con amo a occhiello  e inserita la lenza per il piombo a perdere.

semplice ed economica.

 io ho visto i rivetti , ma non so se fosse lenza o cavetto, comunque presentava i rivetti  prima dell amo e alla fine dell occhiello del terminale.

questo tipo di terminale permette di salvare l'amo collegato al moschettone e di perdere il piombo, ma con il dentice Smiley

non uso il piombo a perdere per rispetto verso l'ambiente.
senza offesa:secondo me, non sei  mai  andato a dentici, ma hai mutuato la paratura da qualche video di passarelli sulla pesca dalla barca su ps
Loggato

vulesse addeventare 'na bannera, oj nenna ne'...

itala nam tellus Graecia Maior erat (ovidio, fasti, IV)
io capisco e perdono tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi (j. w. goethe, viaggio in italia)
Che cosa sperate di trovare a Londra, a Parigi, a Vienna? Vi troverete Napoli. È il destino dell’Europa di diventare Napoli. (Curzio Malaparte)
Napoli è una città straordinaria e unica, impossibile da spiegare ai leghisti e a chi vive di pregiudizi. Sarebbe come tentare di far comprendere la Magna Grecia a quelli che portavano in testa le corna. (Roberto Vecchioni)
greybear
FISHING FRIEND
^Hero Member^
*
Offline Offline

Posts: 833

Complimenti
-Dati: 358
-Ricevuti: 117


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Giugno 22, 2011, 08:55:30 »

ciao murena, riprendo qualche tua affermazione non per contraddirle, ma per sottolinearle
...io non userò mai il cavetto per insidiare i dentici.
...anche sui nylon puoi usare i crimps
...senza offesa:secondo me, non sei  mai  andato a dentici, ma hai mutuato la paratura da qualche video di passarelli sulla pesca dalla barca su ps
effettivamente il cavetto é indispensabile nella traina perchè più resistente alle abrasioni sugli scogli, pescando da riva se ne può fare a meno se monti un bracciolo a 'coda di topo' con la parte finale
(quella che sarà nascosta dall'esca) di diametro sostenuto 0,60/0,70 e sarà anche più semplice montare gli ami (2-is-megl-che-1)... io ho provato in passato i crimps sul nylon, non ho mai avuto rotture, ma ho rinunciato ad usarli perchè ho sempre avuto il timore di intaccare il filo, sono più tranquillo con un nodo fatto come si deve... per finire, é evidente che 'rocker' sta raccogliendo informazioni sulla pesca mirata al dentice anche al di fuori del nostro forum, non sappiamo se ha già avuto qualche esperienza, lasciamo che elabori i nostri consigli come meglio può, se sbaglia si renderà conto da solo e si ricrederà, in fondo la pesca é anche questo: imparare e provare, ascoltare e provare, guardare e provare, ecc...
Loggato

l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.
^SURFMASTER76^
Moderatore
^Forum Expert^
*
Offline Offline

Posts: 2387

Complimenti
-Dati: 315
-Ricevuti: 877


Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.

Guarda Profilo
« Risposta #10 il: Giugno 22, 2011, 08:58:12 »

non uso il piombo a perdere per rispetto verso l'ambiente.

Il sistema del piombo a perdere serve per riuscire, in caso di incaglio, a recuperare il calamento con
l'eventuale preda. Utilizzando un aggancio standard (moschettone) infatti rischieremmo di lasciare sul fondo, oltre al piombo, anche il calamento arrecando un danno maggiore all'ambiente.
Perdonami murena, potresti spiegarmi meglio la tua affermazione?
Loggato

murena
Member.
^Full Member^
*
Offline Offline

Posts: 161

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 28


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Guarda Profilo
« Risposta #11 il: Giugno 22, 2011, 18:36:48 »

ciao murena...

ciao, orsogrigio. è sempre un piacere leggerti.
è un po' che non ci incrociamo su un 3d, per cui solo ora mi accorgo che sei entrato a far parte dello staff di calabriapescaonline.
ti faccio i miei complimenti. è il giusto riconoscimento  alla tua modestia e signorilità, prim'ancora che alla tua esperienza alieutica.
ad altiora! semper!

non uso il piombo a perdere per rispetto verso l'ambiente.

Il sistema del piombo a perdere serve per riuscire, in caso di incaglio, a recuperare il calamento con
l'eventuale preda. Utilizzando un aggancio standard (moschettone) infatti rischieremmo di lasciare sul fondo, oltre al piombo, anche il calamento arrecando un danno maggiore all'ambiente.
Perdonami murena, potresti spiegarmi meglio la tua affermazione?

si tratta di due tipi differenti di inquinamento ambientale.
i nylon, gli ami, le girelle, ecc. ne causano essenzialmente uno meccanico: ci si può ferire con un amo; un pesce può morire per aver ingerito o per essere rimasto impigliato in calamenti,ecc.
il piombo, invece, ne provoca uno chimico.
si tratta di un metallo pesante che risente subito degli agenti naturali, entrando nelle catene alimentari. accumulatosi nei tessuti animali, nell'uomo causa una tossicosi, il saturnismo, che nella mia specialità: sono un neuropsichiatra, significa encefalomielopatie e neuropatie.
la perdita involontaria o volontaria (piombo a perdere) di un piombo da parte di ciascuno di noi, quindi,  non è da sottovalutare:ogni volta che ciò accade, contribuiamo ad aggravare l'inquinamento industriale da piombo.
per questo, abitualmente:  non uso il piombo a perdere; uso la teleferica solo su spot fondi e sabbiosi; a rock preferisco usare la paratura che ho illustrato all'inizio del 3d.
come puoi vedere, la corsa verso la girella del galleggiante piombato è  fermato da uno stopper.
in pesca, esso è posizionato  di norma a non meno di 1 m dalla girella, in modo da limitarne la perdita in caso di rottura del nylon madre.
« Ultima modifica: Giugno 24, 2011, 00:07:38 da murena » Loggato

vulesse addeventare 'na bannera, oj nenna ne'...

itala nam tellus Graecia Maior erat (ovidio, fasti, IV)
io capisco e perdono tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi (j. w. goethe, viaggio in italia)
Che cosa sperate di trovare a Londra, a Parigi, a Vienna? Vi troverete Napoli. È il destino dell’Europa di diventare Napoli. (Curzio Malaparte)
Napoli è una città straordinaria e unica, impossibile da spiegare ai leghisti e a chi vive di pregiudizi. Sarebbe come tentare di far comprendere la Magna Grecia a quelli che portavano in testa le corna. (Roberto Vecchioni)
^SURFMASTER76^
Moderatore
^Forum Expert^
*
Offline Offline

Posts: 2387

Complimenti
-Dati: 315
-Ricevuti: 877


Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.

Guarda Profilo
« Risposta #12 il: Giugno 22, 2011, 20:54:48 »

Ciao murena, chiedo venia: non mi ero accorto che utilizzi un galleggiante piombato al posto del piombo ...  naber one
Loggato

rocker
^Member^
*
Offline Offline

Posts: 35

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 0


Guarda Profilo
« Risposta #13 il: Giugno 23, 2011, 12:34:42 »

ciao murena ,la paratura che dici tu è stata vista a pesca con rock fishing vero rock fishing a dentici ,
 se poi chi la usa si è ispirato al bollentino o altro alla traina non so .

so solo che identici vengono presi , le esce non sono molto grandi dato cheil dentice non è una leccia e se affera esce piccole pescando a jigging figuriamoci se mangia pesci grossi.

 ha una bocca piu piccola del barracuda quindi le sue prede non sono grandi come la ricciola e la leccia.

per quanto riguarda il discorso del piombo , è realtivo molto relativo dato che per 30 anni o piu anche 50 si sono fatti amalagame dentarie e ce gente sana senza problemi e altri forse meno ,quindi il discorso del piombo è soggettivo .. a differenza del mercurio ,e tutto questo vale in base alle percentuali introdotte nel corpo e in base al soggetto .

forse è piu dannosa la lenza del piombo  in mare  dato che non gli aderisce nulla a differenza delle incrostazioni naturali che si depositano come substrato.

se per quello puo essere piu dannoso il cloro a alte concetrazioni o la soda ecc

in realta non ce nesun dato scientifico al mondo che attesti che il piombo presente in bocca sia dannoso.

al massimo si sospetta., ma si parla di tolleranza come il nichel ec a differenza del mercurio cheè accertato .

quando vuoi vedere i dentici .. fammi sapere

Loggato
murena
Member.
^Full Member^
*
Offline Offline

Posts: 161

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 28


Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Guarda Profilo
« Risposta #14 il: Giugno 24, 2011, 01:07:37 »

quando vuoi vedere i dentici .. fammi sapere

unicuique suum

per quanto riguarda il discorso del piombo , è realtivo molto relativo dato che per 30 anni o piu anche 50 si sono fatti amalagame dentarie e ce gente sana senza problemi e altri forse meno ,quindi il discorso del piombo è soggettivo .. a differenza del mercurio ,e tutto questo vale in base alle percentuali introdotte nel corpo e in base al soggetto .
forse è piu dannosa la lenza del piombo  in mare  dato che non gli aderisce nulla a differenza delle incrostazioni naturali che si depositano come substrato.
se per quello puo essere piu dannoso il cloro a alte concetrazioni o la soda ecc
in realta non ce nesun dato scientifico al mondo che attesti che il piombo presente in bocca sia dannoso.
al massimo si sospetta., ma si parla di tolleranza come il nichel ec a differenza del mercurio cheè accertato .


non è necessaria l'ingestione, per subire gli effetti tossici del piombo: basta l'inalazione.
senza scomodare i casi descritti in  letteratura  di tossicomani colpiti da saturnismo per aver inalato abitualmente vapori di benzina, ti invito a chiedere consigli sulle precauzioni da adottare quando ci si costruisce i piombi da soli.
la prima cosa che ti verrà detta  è di non effettuare la fusione del piombo in ambiente chiuso, in modo da non  inalarne i vapori, tossici.

ti saluto  buona fortuna
Loggato

vulesse addeventare 'na bannera, oj nenna ne'...

itala nam tellus Graecia Maior erat (ovidio, fasti, IV)
io capisco e perdono tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi (j. w. goethe, viaggio in italia)
Che cosa sperate di trovare a Londra, a Parigi, a Vienna? Vi troverete Napoli. È il destino dell’Europa di diventare Napoli. (Curzio Malaparte)
Napoli è una città straordinaria e unica, impossibile da spiegare ai leghisti e a chi vive di pregiudizi. Sarebbe come tentare di far comprendere la Magna Grecia a quelli che portavano in testa le corna. (Roberto Vecchioni)
rocker
^Member^
*
Offline Offline

Posts: 35

Complimenti
-Dati: 0
-Ricevuti: 0


Guarda Profilo
« Risposta #15 il: Giugno 24, 2011, 14:02:09 »

mi spiace ma stai parlando di vaporizzazione ,e il piombo non è soggetto a vaporizzazione in mare ,si sta parlando di inalazione e il piombo in bocca non è soggetto a vaporizzazione eccetto quando viene rimosso .

ma poi hai parlato di vapori di benzina che è un altra cosa se per questo
anche le canne che usi sono trattate con l'epossidica  "leggeremente" tossica al momento della lavorazione ,e inerte successivamente come il piombo ,
il vero elemento tossico è il mercurio.


se vai in acqua vedrai che il piombo non è soggetto a ossidazione e si puo recuperare con incrostazioni di animali incrostanti , a differenza della lenza che resta li rendendo lambiente inadatto per i pesci oltre a renderlo pericoloso per qualsiasi immersione.

comunque non è la sede adatta per parlare di malattie neurologiche

se proprio non si vuole inquinare allora si possono usare bulloni di ferro , e tagliare i tondini del peso desiderato , eil ferro è soggetto ad ossidazione ed entra a far parte degli elementi presenti nell acqua usitili per la formazione dei gusci e altre formazioni.





Loggato
Calabria pesca online:
Pagine: [1]   Vai Su
  Stampa  

 
Salta a:  


android smartphone app   Android tablet app  Ipad app   iphone app   Windows Phone app

FORUM PESCA CALABRIA PESCA IN CALABRIA FORUM PESCARE IN CALABRIA
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia


Guarda i 25 Posts più Recenti del Forum |  Altre statistiche  |  Tag  |  Note legali  |  sitemap

Sito realizzato da New service e Digistore tutto sull' informatica !!
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido! Dilber MC Theme by HarzeM
Pagina creata in 0.756 secondi con 25 queries.