Pesca a mosca – La coda di topo

Ogni canna da mosca è contrassegnata dal numero della coda di topo adatta alla sua potenza: generalmente col segno # seguito da un numero. A parità di numero ogni tipo […]

Ogni canna da mosca è contrassegnata dal numero della coda di topo adatta alla sua potenza: generalmente col segno # seguito da un numero.
A parità di numero ogni tipo di coda di topo , sia essa a doppio fuso che decentrata , galleggiante o affondante, sia di qualsiasi marca o materiale, corrisponderà una quantità di peso: convenzionalmente il  peso dei primi nove metri circa che sono in media quelli che normalmente agiscono fuori canna in azione di pesca.
Così qualsiasi coda di topo si usi, se di numero corrispondente a quello adatto alla canna ne determina sempre la medesima carica quindi il perfetto equilibrio fra i due componenti.


Tipo                      Peso dei primi 9 metri                               peso totale


DT 3                                        gr. 6,5                                                  gr. 19,5


DT 4                                        gr. 7,8                                                  gr. 23,4


DT 5                                        gr. 9,1                                                  gr. 27,3


DT 6                                        gr.10,4                                                 gr. 31,2


DT 7                                        gr. 12,00                                              gr. 36,00


La lunghezza totale delle code di topo è di 30 yarde, pari a 27metri circa.
Le code di topo possono essere: galleggianti, affondanti, affondanti rapidamente oppure affondanti per i primi tre metri; sono fabbricate in materiale sintetico e hanno generalmente colori chiari e ben visibili al pescatore in condizioni di luce scarsa, le galleggianti; colori scuri, mimetizzate al pesce, le sommerse.
Sono fabbricate in qualità media e in qualità eccellente con prezzi che si adeguano logicamente a queste diversità. La scelta è soggettiva; come si è detto quel che più conta è il perfetto equilibrio tra la coda di topo e la canna.
A titolo informativo si sappia che una volta si usavano code di topo fabbricate in seta, che dovevano essere ingrassate per galleggiare; queste code avevano la particolarità di essere morbidissime e sottili ma ora è difficile trovarle e poi , onestamente, si deve dire che la loro manutenzione le rende poco pratiche.
Riassumiamo i tipi e modelli di code di topo denominandole con il nome inglese che è quello generalmente codificato:


Double taper
: è la classica coda di topo, sottile all’inizio per 2 piedi (1 piede = 30,5 cm), si ingrossa conicamente per dieci piedi, mantiene il diametro più grosso per 66 piedi, quindi decresce conicamente per 10 piedi e ritorna sottile per 2 piedi. La perfetta simmetria ai due estremi permette la reversibilità. La lunghezza totale è di 90 piedi.

Weinght forward
: è una coda di topo decentrata, cioè il peso maggiore è concentrato nella prima parte ed è così distribuito: diametro sottile per 2 piedi, ingrossamento conico per 10 piedi, diametro massimo per 20 piedi, decrescenza conica per 2 piedi, mantenimento del diametro sottile per 17 piedi, poi ancora più sottile per 39 piedi. La lunghezza totale è sempre di 90 piedi. La forma irregolare non permette la reversibilità. La coda decentrata agevola il pescatore nei lanci a lunga distanze nella doppia trazione.

SHooting taper
: è una coda di topo particolare, la sua lunghezza totale è appena 30 piedi; i primi 2 piedi sottili, poi 10 piedi di ingrossamento conico quindi 18 piedi di diametro massimo; a questo diametro massimo si attacca generalmente un nylon di grossa sezione o della trecciola sottile in perlon. Questa coda è usata per raggiungere lunghissime distanze; il lancio è agevolato al massimo; difatti quando questi 30 piedi di coda di topo (circa 9 metri) sono fuori canna dovranno trascinare, nei falsi lanci e nello shooting, del materiale sottilissimo (nylon o perlon) che uscirà fuori canna con estrema facilità dato il minimo attrito e la minore resistenza nello scorrimento fra gli anelli della canna.
Tutte e tre queste versioni valgono per le code galleggianti e per quelle affondanti.

La coda di topo – quale scegliere                ^FLY^