PESCA AI TONNI ALLETTERATI DA RIVA

PESCA AI TONNI ALLETTERATI DA RIVA Euthynnus alletteratus, conosciuto comunemente come tonnetto alletterato, è un pesce marino appartenente alla famiglia Scombridae. Distribuzione e habitat Questa specie è diffusa nel mar […]

PESCA AI TONNI ALLETTERATI DA RIVA

Euthynnus alletteratus, conosciuto comunemente come tonnetto alletterato, è un pesce marino appartenente alla famiglia Scombridae.

Distribuzione e habitat

Questa specie è diffusa nel mar Mediterraneo (dove è comune anche nelle acque costiere italiane ad eccezione dell’Adriatico) e nell’Oceano Atlantico orientale (dal golfo di Guascogna all’Africa tropicale) e occidentale (dal Maine al Brasile).
È una specie pelagica che frequenta acque aperte e costiere.

Descrizione

Simile al tombarello da cui si distingue per le pinne dorsali contigue (nell’Auxis le due pinne sono separate da un largo spazio), per l’occhio proporzionalmente più piccolo ed il corpo meno slanciato, può essere confuso anche con il giovane tonno rosso che però non ha i caratteristici disegni sul dorso o con il tonnetto striato da cui è distinguibile per la diversa colorazione.
La livrea è azzurro scuro sul dorso e bianco madreperlaceo sul ventre. Nel terzo posteriore del corpo, in posizione dorsale ci sono disegni scuri molto simili a quelli del tombarello, inoltre ci sono 4-8 grossi punti neri sotto la pinna pettorale.
Raggiunge 1 m di lunghezza e massimo 15 kg di peso. Le carni sono ottime, simili a quelle del tonno. Misura minima di pesca è la lunghezza di almeno 30 cm.

Pesca Tonno Alletterato dalla costa

Abbocca facilmente alle lenze da traina ma è possibile pescare questo predatore pelagico anche dalla costa, in quei luoghi dove i fondali sin dai primi metri degradano rapidamente e raggiungono profondita’ importanti, ma molte volte, non e’ raro incontrarlo anche su fondali meno profondi. Tra settembre e novembre/dicembre che sono i periodi migliori per questa pesca al Tonno Alletterato , e in alcune stagioni piu’ miti e possibile incontrarlo anche nei mesi primaverili. Di solito e’ facile individuare la loro presenza, guardando dalla spiaggia nei periodi giusti e di prima mattina, scorgere i gabbiani in caccia a pochi metri dalla costa e a portata di canna, sui banchi di alici e sarde, e sotto queste mangianze di solito ci sono i nostri Tonni Alletterati .
Per questa tecnica si useranno canne da lancio, 4,00 mt 4,50 mt, ma molti utilizzano canne da spinning sui 3,00 mt, e’ una tecnica che  comporta di tenere la canna sempre in mano, quindi si dovrà optare per una attrezzatura leggera, ma allo stesso tempo robusta, il mulinello sarà un 4000/5000, su cui imbobbineremo monofili da 030/035 a cui verra’ agganciato , un gallegiante piombato, o bombarda tra i 30/80 gr , pesi che ci serviranno per avere una buona distanza di lancio.

Il finale sara’ tra 1.5/2.00 mt, di fluorcarbon, dello 0’30/40 con un buon carico di rottura, i Tonni alletterati sono dei combattenti tenaci, ed una volta allamati opporrando molta resistenza, regalando al pescatore delle belle emozioni..

anguillina-tonno-alletterato
Come esche si useranno Artificiali tipo angulline siliconiche , raglou, polipetti, piumette, molto catturante sono i mini troll tipo unghietta.

unghietta-tonno-alletterato

Molto importante e’ il movimento dell’ esca in acqua, che deve essere eseguito, verticalmente facendo leva sulla canna, in modo da far saltellare l’esca anche fuori dall’aqua, questo, stimolera’ l’istinto predatorio dei tonni alletterati, che lo indurranno ad abboccare.

montatura-bombarda-unghietta-tonno-alletterato

Un’ altro modo che viene utilizzato, dagli spinner, e la sostituzione del galleggiante o bombarda con un skipping lures, tipo ”saponetta” ”ranger” che recuperato molto velocemente dara’ all’esca il giusto movimento.