ROBERTO PRAGLIOLA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

ROBERTO PRAGLIOLA ROBERTO PRAGLIOLA

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

SOGNI D’INVERNO

SOGNI D'INVERNO

SOGNI D’INVERNO SOGNI D’INVERNO

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

Il mio approccio alla TLT

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

Dressing: Ninfa di stone fly di Antonio Vitolo

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

Loop e Momento Spinta

Il LOOP è quella parte di coda in movimento che si presenta in posizione più avanzata e che assume la forma di una “U” coricata. E’ compreso tra due zone di coda: quella superiore che si muove con una velocità massima e quella inferiore che, essendo vincolata alla canna, è pressoché ferma.
Risulta evidente che tanto più stretto sarà il LOOP, tanto inferiore risulterà l’attrito dovuto alla resistenza dell’aria. Inoltre proprio in questa parte di coda avvengono delle trasformazioni energetiche tali da annullare la velocità della coda sottostante ad opera della rotazione ed è qui che l’energia cinetica della parte superiore, si trasforma in forza di tensione nella parte sottostante. Di conseguenza, se la velocità nel LOOP è bassa, non vi sarà sufficiente energia per mantenere in tensione la parte sottostante con conseguente ampliamento del LOOP e caduta della coda in basso.

Esistono moltissime teorie che descrivono qual è la causa della formazione e quindi della dimensione del LOOP. Non sto qui a descriverle tutte in quanto l’unica che ha un fondamento fisico e quella spiegata dalla tecnica TLT.

La Tecnica Lancio Totale introduce un nuovo elemento nell’esecuzione del lancio: il Momento Spinta (M.S.)

: “il M.S. è quel preciso istante in cui la canna imprime alla coda un repentino aumento di velocità in uno spazio ben preciso, facendola passare in testa e generando la formazione del Loop”. Al di là della tecnica usata cerchiamo di descrivere le operazioni che portano al M.S. In un lancio esistono due Momenti Spinta, rispettivamente nel lancio indietro e in avanti. Se i movimenti finalizzati a mandare avanti e indietro la coda vengono eseguiti con una velocità costante della canna, si avrebbe come risultato una coda molle, piena di pance e senza una precisa direzionalità. Al contrario i movimenti bruschi cioè senza accelerazioni creano le inevitabili “chiusure” di loop che non lasciano pescare. Quindi, il primo concetto da tenere presente, è quello che i movimenti non devono assolutamente essere bruschi e neanche avere una velocità costante. Quindi la velocità della coda deve aumentare costantemente e in maniera Progressiva.

Commenti qui 

Video

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Subscribe RSS

Forum