ROBERTO PRAGLIOLA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

ROBERTO PRAGLIOLA ROBERTO PRAGLIOLA

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

SOGNI D’INVERNO

SOGNI D'INVERNO

SOGNI D’INVERNO SOGNI D’INVERNO

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

Il mio approccio alla TLT

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

Dressing: Ninfa di stone fly di Antonio Vitolo

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

Montaggio col metodo paracross

Questo metodo originale è stato messo a punto da Paolo Salerni ed apparso sil libro di Roberto Pragliola “Trote e Mosche in acque veloci”

PROCEDIMENTO:

Dopo aver costruito il corpo dell’artificiale con il classico procedimento, si prenderà un tratto di nylon dello spessore dello 0,35 e lungo all’incirca 15 cm. e se ne appiattisce (con una pinza a becchi) un piccolissimo tratto. Con un qualsiasi oggetto appuntito si fora la parte appiattita nel centro per inserirvi un secondo spezzone di filo di 5 cm circa.

1.jpg

Dopo di che si ferma la croce ottenuta sul corpo dell’artificiale come in foto.

paracros

Fare attenzione a non stringere inizialmente troppo con il filo di montaggio e fissare a giri incrociati.

Arrivati a questo punto si completa il tutto con 5 giri di filo sotto la croce di nylon in senso orizzontale ed accentuando in maniera decisa la tensione, in modo da formare un valido supporto su cui avvolgere le hackles.

3.jpg

Finita l’operazione si chiude con un nodo a ridosso dell’occhiello dell’amo e si recidono le eccedenze. Recidere il nylon lasciando una croce di lunghezza minima necessaria.

Commenti qui 

Video

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Subscribe RSS

Forum