ROBERTO PRAGLIOLA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

ROBERTO PRAGLIOLA ROBERTO PRAGLIOLA

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

Gli uomini che hanno fatto la pesca nel nostro paese

STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA STANILAO KUCKIEWICZ ROMIKA

SOGNI D’INVERNO

SOGNI D'INVERNO

SOGNI D’INVERNO SOGNI D’INVERNO

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

Il mio approccio alla TLT

IL MIO APPROCCIO ALLA TLT IL MIO APPROCCIO ALLA TLT

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

Dressing: Ninfa di stone fly di Antonio Vitolo

NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo NINFA DI STONE FLY di Antonio Vitolo

LE SCHIUSE DELL’APERTURA

Pesca con la mosca – le schiuse nel periodo d’apertura –

A partire dal mese di febbraio, nelle nostre regioni, si apre la pesca alla trota. In Calabria è fissata per il 15 marzo, mentre nelle vicine Basilicata e Campania un po’ prima. E’ tempo di cominciare ad “affilare le armi”: controllare le code ingrassandole, preparare i finali, dare una controllatina ai mulinelli, ma soprattutto mettersi al morsetto e costruirsi gli artificiali adatti a questo periodo. Lascio a chi è più esperto di me parlare di ninfe ed imitazioni sommerse. Io pesco solo con mosche secche e quindi parliamo di queste.

In questo periodo, le schiuse non sono molte e sono relative solo ad alcune specie. La loro durata sarà sempre breve, limitata al massimo ad un paio d’ore nel momento più caldo della giornata.
A mio parere, contrariamente a quello che comunemente si pensa, questi momenti di schiusa rappresentano, per il pescatore accorto e paziente, delle occasioni molto favorevoli, anche se di breve durata. Infatti, essendo le specie di insetti assai limitate, sono facilmente individuabili, anche per il fatto che la loro taglia è sempre rilevante; la presenza meno intensa rende il pesce meno selettivo. Tutto ciò contribuisce a rendere l’inganno di una imitazione più verosimile.
Vediamo quali sono gli insetti che schiudono in questi periodi, perlomeno quelli che ho sempre notato nelle nostre acque di questi periodi:

Efemenotteri

Tra l’effimere, il primo posto in ordine di schiusa spetta certamente alle Baetidae, in particolare le Baetis scampus, Baetis rhodani e Cleon. A segure troviamo la famiglia delle Paraleptophlebia sub marginata. I nomi latini non devono impressionare poiché si tratta di effimere di medie dimensioni con colorazioni variabili dal verde/beige al grigio scuro. Salvo casi eccezionali, l’attività predatoria sarà rivolta esclusivamente allo stadio di sub-immagine, poiché le temperature rigide difficilmente consentiranno la successiva trasformazione ad imago. Basteranno pertanto poche imitazioni, citando alcuni modelli noti : le Devaux 836 – 837 – 900 – 699 – 700 montati su ami che vanno dal 16 al 12

1

Trcotteri e Plecotteri

Anche tra queste famiglie, alcune specie iniziano a sfarfallare in marzo. Si tratta di timide schiuse che interessano poco il pescatore, in quanto no avvengono durante il giorno. I Tricotteri a sera, mentre i Plecotteri  di notte e per giunta a terrà. Comunque, essendo convinto che sia bene averle nella scatola, cito per i Tricotteri le specie Philopotamus ludificatus, Silo nigricornis ecc.

3

Per i Plecotteri  la Perlodes microcephala e la Neomura cinerea.  Anche in questo sono sufficienti poche imitazioni su ami che vanno dal 14 al 12. Per i Tricotteri nei colori cannella, nero, marrone screziato e grigio screziato. Per i Plecotteri basteranno un paio di imitazioni di piccala taglia su ami dal 16 al 18, colori grigio e giallo.

5

Commenti qui 

Video

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Subscribe RSS

Forum