Esca reperibile sempre e ad ogni costo

Esca reperibile sempre e ad ogni costo

Esca reperibile sempre e ad ogni costo

Tale problema viene affrontato da ogni pescatore in maniera soggettiva e, a volte, anche geniale.
Molti sono soliti congelare una certa quantità di esche per far fronte a tali evenienze.
Solitamente le esche congelate sono rappresentate da gamberi, sardine e alici.

sarda+innesco

Gli anellidi, quindi i vermi, non si prestano bene al congelamento, poichè sebbene essi si conservino ugualmente, una volta scongelati perdono, oltre che il loro odore attrattivo, anche e soprattutto la loro consistenza; in pratica si sfaldano troppo facilmente!

Le esche trattate con sale e zucchero, al pari di quelle “naturali” posso anch’esse essere congelate, ma sarebbe meglio “addolcirle” dopo lo scongelamento, in quest’ultimo caso la loro resa sarà superiore.
Alcuni pescatori, poi, per risolvere il problema della pronta reperibilità dell’esca, hanno addirittura nel loro giardino una vasca per l’allevamento del vivo!!!

Gamberi sardine e calamari

Il primo consiglio che posso dare, è quello di acquistare in pescheria una certa quantità di gamberetti, sardine e calamari anche quando non se ne ha immediato bisogno; questi vanno eviscerati, il carapace dei gamberi va tolto, ei i calamari vanno fatti a tocchetti: dopodichè li si congela, ma NON TUTTI INSIEME, BENSI’ IN TANTE PICCOLE PORZIONI, in modo tale che andremo a scongelare soltanto quelli che ci serviranno di volta in volta.

E’ buona regola acquistare poi, assieme a gamberi, sardine e calamari, qualche etto di bigattini, unirli a segatura e riporli (in un contenitore specifico per la loro conservazione) all’interno del frigo.
Magari non saranno un’esca eccezionale ma, fidatevi, SI MANTERRANNO ANCHE PER DIVERSE SETTIMANE e vi saranno utilissimi nei momenti “di crisi” !!!

Atre soluzioni

Un’altra soluzione è quella di acquistare quei vermi che, nei migliori negozi di pesca sportiva, vendono conservati all’interno di un barattolo in un liquido conservante….
Non dimenticate poi che si può pescare anche col pastone!!!!!!!!!!!!

pastura-mare

La pastura e il  pastone è reperibile, già pronto, in tutti i negozi di pesca, ma potete tranquillamente farlo voi in pochi minuti con ingredienti che sicuramente avrete sempre a disposizione in casa.
Se un giorno, nonostante ciò, vi dovreste ritrovare senza esca, non rinunciate alla vostra battuta di pesca, andateci ugualmente…..come?
semplice!!

Recatevi in una zona rocciosa e raccogliete sugli scogli tutto ciò che trovate e che può essere utile al nostro fine: granchi, paguri, patelle, conchiglie (col mollusco dentro s’intende).
Vi assicuro che anche se sottovalutate, queste sono esche micidiali per molte specie ittiche!!!!!!!!!
Su alcuni lidi è addirittura possibile trovare quei vermetti di sabbia che non hanno nulla da invidiare alla costosissima tremolina…

Se nonostante ciò l’esca scarseggia ugualmente, o si esaurisce, appena catturate il primo pesce lo fate a tocchetti e lo innescate..qualunque esso sia!
Un’ultima soluzione che oserei chiamare “definitiva” è quella di acquistare anche un’attrezzatura da spinning.

Lo spinner non ha mai il problema della reperibilità dell’esca, gli basta aprire la cassetta per avere a disposizione decine di artificiali, in qualunque giorno, a qualunque ora, con qualsiasi condizione meteo!!

Come vedete, se davvero è vostra intenzione andare a pesca una soluzione si trova….SEMPRE!!!!!!!!!!! BY DAVIDE

ALTRI ARTICOLI:

L’ esca giusta al momento giusto 

LE ESCHE DEL SURFCASTING – BEACH LEGERING

E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DEL TESTO CONTENUTO IN QUESTO ARTICOLO SENZA IL CONSENSO DELL’AUTORE.

2 commenti

Lascia un commento