J Braid Daiwa vs Power Pro

This is a discussion for the topic J Braid Daiwa vs Power Pro on the board ACCESSORI SPINNING.

Author Topic: J Braid Daiwa vs Power Pro  (Read 8506 times)

Danyele

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 158
on: March 21, 2016, 13:08:43
Buongiorno ragazzi .


Cosa ne pensate del J Braid Daiwa 8capi !?

Io uso da mesi il Power pro 4 capi a dire il vero mi trovo abbastanza bene anche se a livello di estetica fa schifo , troppo grezzo .

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 2468
  • Fish Responsibly
Reply #1 on: March 24, 2016, 15:44:59
Ciao, direi che il paragone fra un 4 fili e un 8 non si può fare, in quanto sono molti diversi. Il J Braid è nuovo, va testato, al tatto risulta molto morbido, anche se abbiamo riscontrato delle incongruenze nel libbraggio e nel diametro (come al solito nel mercato europeo), per cui direi che strada facendo sarà possibile dare un giudizio. Il Power Pro è un trecciato collaudatissimo, economico, molto rumoroso e, come dici tu, abbastanza grezzo, anche se personalmente, quando lo usavo, non mi ha mai tradito. Bisogna stare attenti però perché circolano diverse bobine contraffatte, specialmente su Ebay. La scelta quindi dipende molto sia dal budget che dalle esigenze di pesca, ossia lanci, scorrevolezza, silenziosità ecc. Se non ti disturba il rumore sugli anelli e se non ti interessa lanciare a grandissime distanze, direi che il PP va più che bene, però onestamente le trecce ad 8 fili sono (parlando in generale) un'altra cosa, sia come morbidezza, come capacità di imbobinamento (sono molto più sottili e rotondi) che come prestazioni (libbraggio reale compreso).


Danyele

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 158
Reply #2 on: March 25, 2016, 22:32:49
Ultimamente si sta andando alla grande il J braid molti lo stanno acquistando .

Io volevo far il confronto in termini di usura , parrucche ecc .
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


SognandoSampei

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Posts: 325
Reply #3 on: March 26, 2016, 12:11:27
Ciao,

Leggendo quà e là sul web e parlando con amici, ci sono pareri molto discordanti su questo nuovo trecciato daiwa, soprattutto in termini di tenuta al nodo e rotture improvvise... Il power pro, come dice dario, è un trecciato che ormai è collaudato e gente con tanta esperienza continua ad usarlo... Io personalmente, quando iniziai, su consigli di Dario ed altri del forum, presi il sufix 832 da 20lb, e, dopo un anno e mezzo, lo sostituisco per il semplice motivo che, a causa dell'inesperienza, ne presi una bobina di 120 metri, e tra errori nei primi nodi tra treccia e fluoro, e tagli che si fanno, mi sono rimasti 70/80 metri.... Se avessi preso la bobina da 250 (come ho appena fatto) a quest'ora avevo ancora il filo di un anno e mezzo fa in condizioni eccellenti.... Sono 35/36 euro spesi veramente bene..... 
"Si può dire che la pesca con la lenza è come la matematica: non la si può mai imparare completamente."

Izaak Walton, Il pescatore perfetto, 1653/76


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 2468
  • Fish Responsibly
Reply #4 on: March 27, 2016, 13:33:50
Concordo sul Sufix, ce l'ho avuto ed è eccellente, solo che è un po' caro, ma è un 8 fili. Scolorisce un po' ma sono dettagli. Come diceva Sanpei, un trecciato nuovo deve essere collaudato e testato, anche perché così la casa produttrice, in base ai feedbacks, potrà fare - se ne ha voglia e interesse - le opportune migliorie. In genere i trecciati Daiwa sono buoni, un mio amico lo ha appena preso e ho avuto modo di tastarlo, molto morbido. Però solo il tempo dirà e visto che lo usa a shore, direi che non servirà molto tempo per testarlo come si deve  calabria


fish59

  • -Member-
  • *
  • Posts: 4
Reply #5 on: March 27, 2016, 16:43:57
Ho testato piu' volte il nuovo trecciato della daiwa - ne ho comprato una bobina di 500 mt dello 0,25 con carico di rottura 17 kg - provando a sollevare gli anelli del bilanciere.
Bene, a 6 kg il filo si e' spezzato e non dal nodo.
Devo dire di essere rimasto veramente deluso, anche in considerazione della pubblicita' fatta dalla daiwa sulla capacita' di tenuta. Ho anche scritto alla daiwa italia lamentando le inesattezze contenute nella pubblicita' e nella descrizione delle caratteristiche stampate sulla confezione.
Ovviamente non ho ricevuto risposta.
E' proprio vero il detto che chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quel che lascia ma non cio' che trova. La mia vecchia strada era lo Spider.



Inviato dal mio GT-P1000 con Tapatalk 2



^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 2468
  • Fish Responsibly
Reply #6 on: March 28, 2016, 02:10:07
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ho testato piu' volte il nuovo trecciato della daiwa - ne ho comprato una bobina di 500 mt dello 0,25 con carico di rottura 17 kg - provando a sollevare gli anelli del bilanciere.
Bene, a 6 kg il filo si e' spezzato e non dal nodo.
Devo dire di essere rimasto veramente deluso, anche in considerazione della pubblicita' fatta dalla daiwa sulla capacita' di tenuta. Ho anche scritto alla daiwa italia lamentando le inesattezze contenute nella pubblicita' e nella descrizione delle caratteristiche stampate sulla confezione.
Ovviamente non ho ricevuto risposta.
E' proprio vero il detto che chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quel che lascia ma non cio' che trova. La mia vecchia strada era lo Spider.









Guarda come al solito qualcuno ci prende in giro. Innanzitutto se vai sul sito della Daiwa Australia, lo 0,25 non esiste, esistono lo 0,23 e lo 0,28. Per cui in realtà i venditori europei dicono bugie e scrivono bugie sulle etichette. Innanzitutto bisogna vedere se è davvero made in Japan, visto che spesso le aziende si basano su laboratori di produzioni che non sono localizzati in Giappone, bensì in Cina. E spesso fabbricano lo stesso trecciato in laboratori diversi, per cui non c'è uniformità. Uno 0,23, secondo il catalogo Daiwa è un PE 2,5 ed ha un carico di rottura di 20 libbre, per cui il carico di rottura riportato di 17 kg non è veritiero. Si tratta di pubblicità ingannevole ed è molto grave che la Daiwa Italia non risponda, davvero inaccettabile.


fish59

  • -Member-
  • *
  • Posts: 4
Reply #7 on: March 28, 2016, 09:52:35
Purtroppo e' cosi'.
Per far capire loro che sbagliano nel fornire indicazioni ingannevoli, gli ho anche scritto di aver acquistato un trecciato di altra marca (spider) made in Taiwan (1000 mt dello dello 0,30 a soli 20,00 euro! )  che si e' spezzato a 6.7 kg.
Ma in questo caso avevo la consapevolezza di cio' che stavo comprando.
Da un marchio mondiale come daiwa non ci si aspettano certe cose.

Inviato dal mio GT-P1000 con Tapatalk 2



Tags: