PESCE BALESTRA (PESCE PORCO)

This is a discussion for the topic PESCE BALESTRA (PESCE PORCO) il the board ALTRE PREDE.

Autore Topic: PESCE BALESTRA (PESCE PORCO)  (Letto 39186 volte)

^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
il: Ottobre 22, 2006, 21:51:41
Nel Mediterraneo, la famiglia è rappresentata da una sola specie che ha una forma inconfondibile. Non è molto comune.

Ha corpo ovale, molto compresso lateralmente e piuttosto alto. E' ricoperto di pelle spessa, cuoiosa e armata interamente di placchette a losanga, che formano una specie di corazza. La testa termina con un muso appuntito. Le aperture branchiali sono ridotte a delle fessure inclinate, situate poco al disopra dell'inserzione delle pinne pettorali. L'occhio è piccolo, situato molto in alto verso il profilo superiore della testa e da esso parte un solco diretto in avanti. 


Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Le aperture nasali sono piccolissime, di forma rotonda e situate molto vicine al margine anteriore dell'occhio. La bocca è piccola, con labbra grosse e carnose e porta sulla mascella superiore due file di denti accostate tra loro. Nella mandibola è presente una sola fila di otto denti (centrali più robusti). La linea laterale ha un decorso sinuoso, visibile negli stadi giovanili, non evidente negli adulti, tranne la parte codale.
Le pinne dorsali sono due. L'anteriore è formata da tre spine che si possono ripiegare indietro alloggiandosi in un solco dorsale. La posteriore è ampia e a ventaglio, molto simile alla anale alla quale è opposta. I raggi spinosi della prima dorsale sono articolati tra loro in modo che quando si trovano in posizione eretta, non è possibile abbattere indietro il primo se non si agisce sugli altri due, che formano così come una sicura dì scatto in un grilletto. Da cuiò deriva il nome di pesce Balestra.
La pinna codale varia di forma a secondo la età e negli adulti gli apici si prolungano quasi in filamento. Le pettorali sono piccole e tondeggianti, mentre le ventrali sono trasformate in una placca mobile, rugosa esternamente, unita a una membrana sostenuta da una dozzina di spine, che si congiunge con l'apertura anale.

La colorazione va dal grigio piombo a grigio azzurrastro, con riflessi verdastri sui fianchi e biancastri sul ventre. Sul dorso grigio violaceo.
Vive in vicinanza della costa su fondali scogliosi e su quelli detritici e algosi con sottofondo di sabbia. E' un modesto nuotatore e si lascia avvicinare dai sub. La riproduzione si ha verso la fine di giugno o al principio di luglio. La femmina prepara un nido soffiando sulla sabbia del fondo e asportando boccate di sabbia e ciottoli in modo da creare un infossamento, in cui deposita le uova. Durante l'icubazione (circa 3 giorni) il maschio fa la guardia poco distante. Le uova si schiudono di notte. Le larve sono plantoniche. Si nutre di molluschi e crostacei, spezzando coi denti gusci e conchiglie. Si cattura occasionalmente con reti strascico o con tramagli. Di ottimo sapore e in alcuni luoghi la sua carne è molto apprezzata. Arriva fino a 40 cm. di lunghezza, ma la taglia media è sui 25 cm. Raro in Adriatico settentrionale.
Da riva io personalmente lo pescato  con long-arm composto da monofilo  0.22 con ultimo spezzone di multifibre  0.17 di diametro unito soltanto con due asole. per poi alla fine unire un amo n°5 ad occhiello con innescato un succulento e corposo verme AMERICANO o BIBI.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #1 il: Aprile 22, 2007, 20:48:32
l'ESTATE è ORMAI ALLE PORTE E PRESTO FARANNO COMPARSA, COME OGNI ANNO, I PESCI BALESTRA
.IL PESCE BALESTRA E' COMUNEMENTE DENOMINATO PESCE PORCO IN QUANTO, UNA VOLTA PESCATO, EMETTE UN SUONO CARATTERISTICO, SIMILE AL GRUGNITO DEL MAIALE.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
AMBITA PREDA DI OGNI PESCATORE, IL PESCE PORCO è TUTT'ALTRO FACILE DA CATTURARE.
LE SUE FORTI MASCELLE, INFATTI, RIESCONO A TRONCARE MOLTO FACILMENTE IL NYLON...
PROPRIO PER QUESTO MOTIVO COLORO CHE SI DEDICANO SPECIFICATAMENTE ALLA CATTURA DI QUESTO PESCE UTILIZZANO TERMINALI IN ACCIAIO O MULTIFIBRA....CERTAMENTE PIU' VISIBILI AGLI OCCHI DI QUESTO SOSPETTOSO PINNUTO, MA ASSOLUTAMENTE AFFIDABILI IN CASO DI FERRATA.
LE TECNICE CON CUI SI INSIDIA IL PESCE PORCO SONO DIVERSE: PRINCIPALMENTE IL SURF CASTING..MA NON SONO DIFFICILI LE CATTURE ANCHE COL LEDGERING E COL GALLEGGIANTE.
SPESSO, PESCANDO A BOLENTINO, ABBOCCA ALLE PALATURE PER SURICI ED ALLE VOLTE QUANDO VIENE ALLAMATO A FILO DI LABBRO E' POSSIBILE TIRARLO FUORI ANCHE SE HA ABBOCCATO AD AMI DEL N° 14!!!
ADDIRITTURA C'è CHI LO PESCA COL BARCHINO, IN QUESTO CASO AL POSTO DELLE ANGUILLETTE ANDREMO A MONTARE TERMINALI INNESCATI CON GROSSI BOCCONI DI GAMBERI, CALAMARO, VERMI ECC.
E' PRATICAMENTE ONNIVORO, MANGIA DI TUTTO..DAI VERMI AI TRANCI DI PESCE, DAL CALAMARO ALLA "MARUZZA"...AL RICCIO DI MARE...ANCHE SE LE ESCHE DI CUI VA MAGGIORMENTE GHIOTTO SONO IL GAMBERO E LA COZZA.
SE LO SI VUOLE INSIDIARE DA RIVA BUONA REGOLA E' QUELLA DI MONTARE IL TERMINALE SOPRA IL PIOMBO E NON SOTTO..QUESTO PESCE INFATTI PREFERISCE MANGIARE ESCHE IN SOSPENSIONE E DIFFICILMENTE ABBOCCA AD ESCHE ADAGIATE SUL FONDO.
GLI ESEMPLARI ALLAMATI COMUNEMENTE VARIANO TRA I 500 GR ED IL KILO E MEZZO, TUTTAVIA PUò RAGGIUNGARE DIMENSIONI MOLTO MAGGIORI.
LA FORZA CHE SVILUPPA QUANDO E' ALLAMATO E' NOTEVOLE ED E' ACCENTUATA DALLA RESISTENZA CHE OFFRE IL SUO CORPO, INFATTI APPENA SENTE L'ARDIGLIONE DELL'AMO SI GIRA DI TRAVERSO VOLGENDO LA PARTE PIATTA AL PESCATORE...
PROPRIO PER QUESTO MOTIVO E' BUONA REGOLA  CHE CHI VOLESSE INSIDIARLO NON SCENDA MAI AL DI SOTTO DELLO  0,30/0,35 PER LA LENZA MADRE.
LE CARNI, BIANCHE E SODE, SONO OTTIME ANCHE SE NON SONO APPREZZATE OVUNQUE.


^PEPPINO^

  • "CapoTosta"
  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1930
  • il Mare unisce le terre che gli uomini dividono
Risposta #2 il: Aprile 22, 2007, 21:20:03
Giusto Davide, quoto tutto quello che hai detto.
Vorrei solo aggiungere una cosa. Consiglio ai pescatori di pettini (surici), quando fate una battuta a surici, provate ad innescarne uno.
Terminale a bandiera lungo 50-80 cm, un metro sopra il piombo. 2 ami e 10 cm di cavetto d'acciaio.
Lasciate striciare il piombo sul fondo e continuate a pescare i saporitissimi "surici".
Se il "porco" è nelle vicinanze non esiterà ad attaccare il povero malcapitato.
Sicuramente innescando i surici non finirete l'esca.

A proposito di finir l'esca, se vi dovesse capitare di finir l'esca per pescare i surici, provate ad innescare gli occhi dei surici morti che avete in barca e ad ogni surici che tirate su, l'esca raddoppia!
Provare per credere. peppino.

Ricorda di fare la tua presentazione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di creare un nuovo topic, usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualunque problema o domanda inerente l'utilizzo del forum, puoi chiedere aiuto in Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login sezione, saremo lieti di aiutarti.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua LoginNon sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login  Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login     Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

E' sicuramente importante essere convinti delle proprie idee,
ma bisogna saper cambiare le proprie certezze perché abbiamo sempre da imparare.

Sentirsi strappare la canna dalle mani non ha prezzo!
Per tutto il resto c'è...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


lupe

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
  • Invano si pesca, se l'amo non ha l'esca
Risposta #3 il: Novembre 20, 2008, 11:47:43
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Giusto Zoros, quoto tutto quello che hai detto.
Vorrei solo aggiungere una cosa. Consiglio ai pescatori di pettini (surici), quando fate una battuta a surici, provate ad innescarne uno.
Terminale a bandiera lungo 50-80 cm, un metro sopra il piombo. 2 ami e 10 cm di cavetto d'acciaio.
Lasciate striciare il piombo sul fondo e continuate a pescare i saporitissimi "surici".
Se il "porco" ? nelle vicinanze non esiter? ad attaccare il povero malcapitato.
Sicuramente innescando i surici non finirete l'esca.

A proposito di finir l'esca, se vi dovesse capitare di finir l'esca per pescare i surici, provate ad innescare gli occhi dei surici morti che avete in barca e ad ogni surici che tirate su, l'esca raddoppia!
Provare per credere. peppino.



Caro Peppino non smetti mai di sorprenderci....ma tutte queste scoperte come le fai???non mi resta che ringraziarti per questo consiglio che cerchero' di mettere subito in atto!!! ;D
Se dai del pesce a un uomo, egli si ciberà una volta. Ma se tu gli insegni a pescare egli si nutrirà per tutta la vita.