COSTRUZIONE TERMINALE TELEFERICA (CAVETTO ACCIAIO PESCE SERRA)

This is a discussion for the topic COSTRUZIONE TERMINALE TELEFERICA (CAVETTO ACCIAIO PESCE SERRA) il the board ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI.

Autore Topic: COSTRUZIONE TERMINALE TELEFERICA (CAVETTO ACCIAIO PESCE SERRA)  (Letto 61216 volte)

^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
CAVETTO D'ACCIAO TERMOSALDANTE
(CAVETTO ACCIAIO PESCE SERRA)




Come ogni anno, è mia consuetudine preparare il tutto , in occasione della nuova stagione a venire, che porterà con sè l'avvicinarsi di prede eccezzionali, come Orata di taglia, Pesce Balestra, ma soprattutto il famelico PESCE SERRA.

A parte tutto ciò che si è verificato questo Inverno nei pressi del pontile, con i vari avvenimenti accidentali, che hanno portato Spigole e Orate a quantità,  molti di noi non stiamo aspettando altro che poter catturare prede di un certo spessore Marino, come appunto sopracitato.

La cosa fondamentale, sempre secondo il mio parere è quello di controllare tutti i terminali da Serra che si possiede in cassetina, per vederne le condizioni.
Una volta appurato che le girelline sono arrugginite, mi accingo a sostituirle, ma ciò comporta secondo la mia tecnica sostituire anche il cavetto da 15 lbs, questo perchè una girella arrugginita nn può , in caso di trazione con preda all'amo, che rompersi perchè indebolita dalla ruggine stessa.
Quindi provvedo a munirmi di girelle nichelate che nn arrugginiscono e inizio a divertirmi.



Faccio passare il cavetto nell'occhiello due volte, cosi una volta attorcigliate le spire avremo un asola come in foto da stringere:



Una volta stretta l'asola attorciglio il filo eccedente intorno al cavetto ed inizio con l'accendino a saldarlo:


una volta saldato, chiudo l'estremità con un rivetto in acciaio inox stringendolo, lievemente con una pinza per ottenere il risultato come in foto:


Stesso procedimento si adopera per legare dall'altro capo la girella, ma questa volta si può escludere fare l'asola,vale a dire si passa il cavetto una sola volta ad un estremità della girella saldandolo per poi chiuderlo con un altro rivetto come in foto.



Alla fine otterremo questo:



Queste sono le mie munizioni, come vedete produco cavetti non più di venti centimetri di lunghezza, dopodichè alla girella finale aggiungo uno spezzone da 1,30- 1,50 mt, di 0,40-0,50, che finisce al moschettone che scorre a sua volta sul filo madre.
Molte volte ho visto in commercio terminali da teleferica, lunghi 1,50 o anche più costituiti prevalentemente per tutta la lunghezza solo da cavetto d'acciaio da almeno 30 lbs.
Questo secondo me non è utile, sia perchè diventa molto pesante, compromettendo il movimento del vivo innescato, e sia perchè molto visibile ad eventuali prede.
 
Di conseguenza una volta  aggiunto il nylon, con un doppio nodo sia alla girella del cavetto che allo sgancio rapido, il tutto si unirà al galleggiante.
Quest' ultimo lo faccio anche in modo più artigianale possibile, prima però prendo un moschettone a barile, lo passo in un pezzo di fil di ferro, e lo chiudo come in foto:



una volta chiuso il moschettone, infileremo la pallina galleggiante per poi chiuderla anche:


Una volta strutturato in questo modo, lo possiedo indipendente da ogni forma di terminale, da inserire ogni quando si vuole,  collegando il terminale attraverso lo sgancio rapido, che si stringe, man mano che la preda allamata tira forzatamente.



L'unico inconveniente che con il tempo si riscontra, è che il filo di ferro adoperato tende ad arrugginirsi, infatti io personalmente per evitare questo inconveniente, consiglio di adoperare filo di ferro guainato con plastica (se ne trova in particolare in commercio di colore verde), oppure una volta fatto il tutto come in foto, fare una spruzzatina di Silicone Spray a tutto quanto, sia sul filo, che sul galleggiante.


Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login    

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


cefalaro

  • -Member-
  • *
  • Post: 20
Risposta #1 il: Aprile 30, 2007, 08:03:15
caro nando riguardo al termosaldante io non lo uso piu, mi sto trovando molto bene con un cavetto sempre in acciaio costituito da molti fili sottili il tutto rende questo cavetto molto morbito a tal punto che si riesce a legare come fosse nylon. La casa che lo produce ? americana il prezzo ? un pochino alto tipo 5mt. 11? pero ti assicuro che vale la pena anche perche un 15 lb. di quello equivale a un 10 se no 5lb. di termosaldante comune


^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
Risposta #2 il: Aprile 30, 2007, 23:36:58
Ok Cefalo, non conoscevo prima d'ora l'esistenza di un cavetto dalle caratteristiche che citavi tu.

Io infatti ho sempre adoperato un termosaldante da 15 libbre, dove non ho mai avuto problemi riguardanti le catture, oramai prepararmi il termosaldante ? diventato un rito, sar? la dedizione nella preparazione, oppure la qualit? del materiale adoperato, a far si che fin'ora con tale cavetto , non ho sbagliato un colpo ...........certo che con questo di nuovo materiale composito, la mia curiosit? sale, anzi spero che nelle mie vicinanze sia gi? in commercio, ma ci? non toglie che il vecchio termosaldante, non lo mollo, anche perch? sono d'accordo con il vecchio proverbio "CHI LASCIA LA VIA VECCHIA PER LA NUOVA SA QUEL CHE LASCIA MA NON SA QUEL CHE TROVA".

Credo che l'importante comunque sia prepararci nel migliore dei modi possibili ad affrontare nuove sfide con il FAMELICO, nella prossima Estate a venire, tu che dici!!!!!!!!!

E penso che a noi tutti faccia piacere se ci illumini con una scheda dettagliata in merito a questo nuovo prodotto , io personalmente ripeto di esserne curioso!!!!!!

UN ABBRACCIO


barbista

  • -Member-
  • *
  • Post: 1
Risposta #3 il: Settembre 13, 2007, 12:05:24
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
caro nando riguardo al termosaldante io non lo uso piu, mi sto trovando molto bene con un cavetto sempre in acciaio costituito da molti fili sottili il tutto rende questo cavetto molto morbito a tal punto che si riesce a legare come fosse nylon. La casa che lo produce ? americana il prezzo ? un pochino alto tipo 5mt. 11? pero ti assicuro che vale la pena anche perche un 15 lb. di quello equivale a un 10 se no 5lb. di termosaldante comune

Va bene per la dentatura del serra?
Perdona la domanda ma sono un neofita a riguardo. Dovendo partire la prossima settimana per una tre giorni/tre notti di pesca intensiva proprio in Calabria e sapendo che le nostre mire saranno rivolte verso tale pesce, vorrei attrezzarmi per il meglio, magari preparandomi qualche terminale.




MATLY2

  • -Member-
  • *
  • Post: 10
Risposta #4 il: Luglio 23, 2008, 11:06:14
nandone ti chiedo e ti impreco aiutooooooooo
Ho comprato una discreta bolognese da quattro metri e vorrei andare a pescare in banchina con fondale che varia di 5 ai 12 metri vuoi illustrarmi su quale tipo di ternminale devo montare e per favore puoi farmi vedere anhe in video come



donato

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 692
  • support C&R
Risposta #5 il: Agosto 30, 2008, 20:38:29
grande nandone..ho trovato molto simpatica l'idea del galleggiante fissato con acciaio armonico io lo metto scorrevole sul filo ma ciò comporta un galleggiante per ogni terminale....adesso proverò ;D ;D
sincerità e onestà sono sinonimi di antipatia e temporanee incomprensioni, ma il tempo è  galantuomo. Cit: mio PADRE


predator

  • ^Member^
  • *
  • Post: 71
Risposta #6 il: Settembre 09, 2008, 17:33:30
a serra con un termosaldante così sottile non pescherei, anzi non userei proprio un termosaldante.


^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
Risposta #7 il: Settembre 09, 2008, 17:45:29
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
a serra con un termosaldante così sottile non pescherei, anzi non userei proprio un termosaldante.

Anche io un tempo ero del tuo stesso avviso, poi però nel momento in cui ho visto un 50 libbre sfibbrato come un cordino di seta, ho optato per un 15-18 libbre.
Ho pensato che essendo cosi sottile, il cavetto potrebbe infilarsi in mezzo ai denti, cosi facendo non si dà la possibilità al pesce di serrare cosi come avvenuto con un cavetto da 50 libbre.
Posso dirti che tutti i serra che ho catturato da 1 a 3,5 kg ho sempre utilizzato il 15 libbre che a sua volta non è stato mai danneggiato!!!!!!!!!



predator

  • ^Member^
  • *
  • Post: 71
Risposta #8 il: Settembre 09, 2008, 18:11:26
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Anche io un tempo ero del tuo stesso avviso, poi però nel momento in cui ho visto un 50 libbre sfibbrato come un cordino di seta, ho optato per un 15-18 libbre.
Ho pensato che essendo cosi sottile, il cavetto potrebbe infilarsi in mezzo ai denti, cosi facendo non si dà la possibilità al pesce di serrare cosi come avvenuto con un cavetto da 50 libbre.
Posso dirti che tutti i serra che ho catturato da 1 a 3,5 kg ho sempre utilizzato il 15 libbre che a sua volta non è stato mai danneggiato!!!!!!!!!



La pesca è bella anche perchè ognuno ha una propria tecnica nata dalle proprie esperienze.
Nel tuo caso mi vien da dire: squadra che vince non si cambia!


^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
Risposta #9 il: Settembre 09, 2008, 21:46:01
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
La pesca è bella anche perchè ognuno ha una propria tecnica nata dalle proprie esperienze.
Nel tuo caso mi vien da dire: squadra che vince non si cambia!

Esatto Predator!!!!

Ben detto!!!!

 


Badolato beach

  • -Member-
  • *
  • Post: 4
Risposta #10 il: Novembre 05, 2008, 23:39:04
ma il galleggiante di che materiale è???
 ;D


Badolato beach

  • -Member-
  • *
  • Post: 4
Risposta #11 il: Novembre 05, 2008, 23:43:49
gli ami vanno bene del 3??? la tecnica della teleferica va bene anche in condizioni di mare mosso???  ;D


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #12 il: Novembre 06, 2008, 10:52:56
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
gli ami vanno bene del 3??? la tecnica della teleferica va bene anche in condizioni di mare mosso???  ;D
In riferimento alla tua richiesta spero di esserti d'aiuto anche io, poi magari sarà nandone che ti darà ulteriori chiarimenti, comunque l'amo è in funzione del tipo di esca che usi e vale per tutte le tecniche di pesca. Nella pesca col vivo solitamente gli ami si aggirano dall'1/0 al 4/0 o anche 5/0, tutto dipende dal tipo di pesce esca che usi. Se inneschi una aguglia di piccole dimensioni per non danneggiarla troppo ti converrà usare ami dell' 1/0 o massimo 2/0 se usi invece un cefalo di grosse diemensioni tipo 400/500g ti converrà usare ami del 4/0 o anche 5/0.
Ciao Mino.
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


giovin

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 124
  • citta' dei 2 mari
Risposta #13 il: Novembre 17, 2008, 22:31:55
ciao nandone,ti chiedo una cortesia potresti postare un'immagine di come si collega il terminale al galleggiante e come funziona? scusa l'ignoranza mo non l'ho capito.grazie
Tarantino di nascita, Imolese d'adozione.


^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
Risposta #14 il: Novembre 18, 2008, 21:19:17
Egregio Giovin ti ho evidenziato la parte del terminale attaccato al galleggiante.
ho usato un piccolo moschettone della tecnofish, come in foto.
una volta agganciato il terminale con l'esca viva al galleggiante, attacchi il tutto lungo il filo in bobina, dopo  di che aspetta che la canna si fletta , ed inizia a combattere!!!!!

Infine dai un occhiata cliccando su:Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


giovin

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 124
  • citta' dei 2 mari
Risposta #15 il: Novembre 18, 2008, 22:51:50
grazie Nandone adesso mi è chiaro il concetto,non riuscivo a capire l'utilizzo del galleggiante.Quando vado a Taranto o Trebisacce voglio provare questa tecnica che mi sembra molto affascinante e poi vedo che a voi vi da tante soddisfazioni.ciao
Tarantino di nascita, Imolese d'adozione.


capune

  • ^Member^
  • *
  • Post: 55
Risposta #16 il: Giugno 22, 2009, 15:20:50
leggendo la vostra discussione non capisco signor nandone a cosa serva il galleggiante......ha uno scopo ben preciso????


pinospin

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 137
Risposta #17 il: Giugno 24, 2009, 19:03:10
Serve a tenere la tua esca viva sotto controllo visivo ed evita anche che la stessa vada a rifugiarsi nel fondo dietro qualche scoglio, in caso di attacco.
Io ci metto anche uno starlight quando pesco di notte.


capune

  • ^Member^
  • *
  • Post: 55
Risposta #18 il: Giugno 24, 2009, 19:25:09
si ma così il pesce ha più difficoltà a scorrere il filo soprattutto se il fondale è alto e non usi come esca l aguglia................io ho un problema il cefalo mi rimane sempre vicino riva......come devo fare???


pinospin

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 137
Risposta #19 il: Giugno 24, 2009, 19:27:45
Anche a me è successo col cefalo l'unica volta che l'ho innescato, perchè in genere uso le aguglie.
Per farlo allontanare ho lanciato qualche sasso.


Link sponsorizzati

Tags: