SUPERFILI: come non cadere in tentazione?

This is a discussion for the topic SUPERFILI: come non cadere in tentazione? il the board ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI.

Autore Topic: SUPERFILI: come non cadere in tentazione?  (Letto 32489 volte)

^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
il: Maggio 16, 2009, 14:44:36
Anche i più avversi, come possono fare a resistere al richiamo di questi superfili?
Guardate un pò che caratteristiche hanno:


Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


donato

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 692
  • support C&R
Risposta #1 il: Maggio 16, 2009, 19:24:20
ciao roby devo dire che dei fli indicati ne ho provati diversi con giudizi diversi!

il fireline della berkley è quello che mi ha dato maggiori problemi, molto sottile e morbido, ma molto debole al nodo e soprattutto all'abrasione e dato che pesco da spiagge rocciose, non ti dico quante imprecazioni mi ha fatto fare, per perdite di artificiali e perdite di prede e artificali!

ultracast invisibraid è stato il mio primo trecciato e non sembra niente male, poi uno 017 con un carico dichiarato di 18,8 kg è degno di nota, ma adesso sono passato a trecce che reputo migliori!

trilene berkley è un fluorocarbon con un ottimo rapporto qualità prezzo!
sincerità e onestà sono sinonimi di antipatia e temporanee incomprensioni, ma il tempo è  galantuomo. Cit: mio PADRE


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #2 il: Maggio 16, 2009, 21:06:51
Cavoli, Donato, ed io che pensavo di aver scoperto l'America!
Io non uso i trecciati (se non come shock leader), quindi non ho alcuna esperienza su di essi.
E' quindi evidente che le caratteristiche dichiarate sono una cosa e l'esperienza sul campo è un'altra.
Siccome però vorrei usare anch'io i trecciati, potresti indicarmi i migliori e in che tipo di pesca utilizzarli?
I traslucidi si possono usare come braccioli?
Ti ringrazio.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


rock fish

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 480
Risposta #3 il: Maggio 16, 2009, 21:29:27
ciao a tutti....nonnoroby secondo me  se prendi il whiplash vai sul sicuro,ci puoi pescare  in tutti i modi(logicamente non all inglese) e per qualsiasi preda,calcola che uno 0,10 tiene 14 kg,io ho lo 0,17 ed ha un carico di rottura di 21 kg,e non sono solo dichiarati ma testati davvero....


forza6

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #4 il: Maggio 17, 2009, 10:37:27
Ciao caro nonnino, Berkley è una delle marche leader nella costruzione di filli da pesca. Io ultimamente sto utilizzando il trilene, sez. 0,27, lo impiego molto e sono soddisfatto della riuscita. l'immagine di quel pesciolino che ti ho postato lo ho catturato con quello e c'era sul luogo di pesca una corrente che portava la lenza da destra a sinistra in un secondo .
sono uscito fuori dall'esperienza del Brave, daiwa, con il quale, dopo aver speso molto, molto, ma proprio molto, sempre sez. 27,..., lo ho usato e alla fine maledetto ( a mio avviso!!!!). Un filo, il brave,  rigido che con la corrente, non necessariamente della più forte, si arriccia come una fisarmonica e ha un effetto memoria sconfortante, ti trovi un bracciolo di 1.5 mt lungo 40 cm con tanti riccioli che sembra "Valentino Rossi"; e tu sai che non utilizzo legature pesanti.
whyplash, che ti ha appena consigliato rock fisch, lo utilizza un mio amico che fa molta pesca dalle rocce (il rock fish per l'appunto). Non posso togliere o aggiungere nulla a riguardo ma questa persona abbandona bobine di filo intere se non gli garbano.
Roby, ma che ti sei messo in testa!!!! Vuoi forse tirare fuori dentici e ricciole!! se ciò avviene il vino lo porto io  ;D.
Un abbraccio
Pulisci sempre quando lasci uno spot, rispetta la natura


robyjerk

  • Visitatore
Risposta #5 il: Maggio 17, 2009, 15:33:18
Personalmente i trecciati li uso solo per lo spinning,e alla tua lista aggiungerei il power pro.Il fluorocarbon a mio parere serve solo in acque limpide e con il sole,oppure al posto del cavetto d'acciao nella pesca al serra,in questo caso ci vuole un fluorocarbon con spessore da 0,40 in su.


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #6 il: Maggio 17, 2009, 19:37:41
Ho postato i Superfili per due motivi:
- mi è capitato tra le mani l'ultimo catalogo della "Pure Fishing" (che, come sapete, ha inglobato i marchi Berkley, Mitchell, Abu Garcia, Penn, Irc, Enwick, SpiderWire e Stren), e siccome la sezione dedicata ai Superfili è molto ben fatta, ho scannerizzato quelle pagine;
- nel forum ricorrono spesso domande su trecciati da chi li utilizza poco o niente: mediante il catalogo possiamo farcene un'idea.
E' ovvio che l'argomento sui trecciati non può esaurirsi solo con quelli postati da me, pertanto siamo tutti invitati ad ampliare il tema segnalando altre marche e soprattutto le proprie esperienze personali con determinati fili.
Per quanto mi riguarda, ho già deciso di provare il whiplash diam. 0.17 e appena mi arriva non esiterò ad imbobinarlo.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


ivo

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 748
Risposta #7 il: Maggio 18, 2009, 11:11:52
Ciao Roby, io uso il primo (crystal) che ho subito abbandonato, e l'ultimo (fluorocarbon) per i braccioli ed è ottimo.
Se vuoi un buon trecciato prova il POWER PRO io mi trovo molto bene, e oltretutto, è uno dei "rari" trecciati che rispetta il diametro indicato sulla confezione (ogni nuovo filo che acquisto lo misuro col micrometro).
Ciao a presto


enzo.

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 809
  • Se a pesca non vai.........pesci non ne prendi!
Risposta #8 il: Maggio 18, 2009, 15:19:25
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
whiplash vai sul sicuro,ci puoi pescare  in tutti i modi(logicamente non all inglese)

Il Whiplash pro,versione sinking,e'stato concepito proprio per quel tipo di pesca(inglese);infatti e'affondante ed ha un carico di rottura molto inferiore al Whiplash normale.

Io ho sempre usato Whiplash,Spiderware e Tuf Line e che dire,tutti ottimi con sole differenze di carico di rottura (parere personale)


A presto.

Enzo.
TUTTO CIO'CHE LASCIAMO A RIVA,LA NATURA PRIMA O POI CE LO RESTITUISCE E NON PENSO CHE VORREMO PER I NOSTRI FIGLI UN FUTURO DI SPAZZATURA!!!
RIPARIAMO I DANNI FINCHE'SIAMO IN TEMPO.


TeethR

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #9 il: Luglio 30, 2009, 22:03:26
Nonnoroby GRAZIE.

Non conoscevo questa tipologia di "fili", ho sempre pescato da ignorante, con quello che compravo o mi facevano comprare in negozio...

 ;D


Andrea Burgo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 117
Risposta #10 il: Settembre 07, 2009, 00:33:47
Ciao a tutti!
Sapreste dirmi cosa significa la scritta "Fluoro Coating" sul monofilo Falcon Prestige e che differenza c'e' con il Fluoro Carbon?
Shimano Fireblood Spinning 3.00 m. 15-40 gr. - Shimano Stella 5000SW - Shimano Antares BX TE Surf 430-170gr. + Shimano Ultegra XSB 5500
<img src="Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img228/9633/49708940firehead.gif" alt="Image Hosted by ImageShack.us"/>


massimo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 213
  • vivere per pescare,non pescare per vivere.....
Risposta #11 il: Settembre 07, 2009, 11:52:26
ciao andrea se non erro quella scritta sta ad indicare che e' un ricoperto al flurocarbon, in poche parole e' un nilon con un trattamento esterno al fluorocarbon.il prestig e' un buon filo io lo uso quando vado a trote nei torrenti.
il mare..il dono piu' grande fatto all'umanita'


Ardito

  • FISHING FRIEND
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1002
  • Siamo quelli che siamo.
Risposta #12 il: Settembre 07, 2009, 13:01:12
Come dice massimo, i fluorocoating sono monofili rivestiti al fluoro.


Andrea Burgo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 117
Risposta #13 il: Settembre 07, 2009, 20:51:32
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
ciao andrea se non erro quella scritta sta ad indicare che e' un ricoperto al flurocarbon, in poche parole e' un nilon con un trattamento esterno al fluorocarbon.il prestig e' un buon filo io lo uso quando vado a trote nei torrenti.

Che è un buon filo lo so perche' lo uso anche io sia al mare che in acque interne!
solamente che mi aveva incuriosito la scritta Fluoro Coating!
Shimano Fireblood Spinning 3.00 m. 15-40 gr. - Shimano Stella 5000SW - Shimano Antares BX TE Surf 430-170gr. + Shimano Ultegra XSB 5500
<img src="Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img228/9633/49708940firehead.gif" alt="Image Hosted by ImageShack.us"/>


alvaol

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
Risposta #14 il: Settembre 10, 2009, 00:18:44
Anche se sono un principiante è evidente che i carichi di rottura di questi superfili stravolgono il vecchio concetto, ma in quale uso? Fatemi capire la logica. Che fate li imbobinate sul mulo ? o li usate da shock - terminale e/o braccioli ?  Oppure avete eliminato lo shock e armate direttamente il filo di bobina, se così nel caso di incaglio, quanti metri di filo madre si perdono? Al costo che hanno? Mi sono perso qualcosa ? Non capisco proprio come dovrebbe funzionare. Se gentilmente qualcuno me lo spiega gli sarò grato. Grazie
Alvaro

Scusate mi sono dimenticato di specificare ... nella pratica del surfcasting quindi a un centinaio di metri da riva... .


etfreaky*

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 813
  • Sii il cambiamento che vuoi nel mondo
Risposta #15 il: Settembre 10, 2009, 10:43:22
Per quanto ne so io alcuni lo utilizzano per il parastrappi... non ho mai sentito di surfcasters che imbobinano interi mulinelli con trecciato.
Gli spinner invece, utilizzano tutti il trecciato.
Invece i fluoro carbon che sono citati, vanno benissimo per i terminali.
La pesca è la metafora della vita... stai seduto senza far nulla aspettando che succeda qualcosa.
Ma non succede mai nulla.


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #16 il: Settembre 10, 2009, 11:55:10
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Anche se sono un principiante è evidente che i carichi di rottura di questi superfili stravolgono il vecchio concetto, ma in quale uso? Fatemi capire la logica. Che fate li imbobinate sul mulo ? o li usate da shock - terminale e/o braccioli ?  Oppure avete eliminato lo shock e armate direttamente il filo di bobina, se così nel caso di incaglio, quanti metri di filo madre si perdono? Al costo che hanno? Mi sono perso qualcosa ? Non capisco proprio come dovrebbe funzionare. Se gentilmente qualcuno me lo spiega gli sarò grato. Grazie
Alvaro

Riferendomi un po agli interrogativi che si pone alvaol volevo intervenire nel discorso dei superfili, ormai questi fili stanno contaggiando un po tutte le discipline, anche se in alcune tecniche venivano già da tempo usati non erano quelli che ci sono adesso, ma come non ricordare i vecchi dacron utilizzati nella traina ed anche nel bolentino di profondità. Oggi prevalentemente questi fili vengono usati nello spinning, nel vertical jigging, nel bolentino di profondità, nella traina, viene usato anche nel drifting di sicuro quello rivolto a palamite e lampughe, in quello rivolto al tonno sinceramente non lo so, e c'è qualcuno che inizia ad usarlo anche in altre discipline. E' da un po che non compro riviste quindi non so le evoluzioni degli ultimi mesi, però mi è capitato di vedere dei pescatori di surf e paf imbobinare trecciati, molti lo usano come shock e confesso che l'ho utilizzato anche io ed ha indubbi vantaggi. Addirittura ho visto qualcuno che lo usa anche per la bolognese magari in diametri impercettibili tipo lo 0,04.
Io dico la mia, come parastrappi è ottimo perchè uno 0,21 di questi fili corrisponde ad un 45/50 tradizionale più o meno quindi puoi realizzare dei nodi di giunzione con la lenza madre molto ma molto più piccoli che con un 50, in più essendo più sottili fanno meno attrito in fase di lancio e di sicuro si guadagnano dei metri importanti. Però c'è da dire che per utilizzarli dovete avere canne con anelli di buona qualità altrimenti in poco tempo ve li trovate praticamente segati perchè i trecciati per quanto possono avere una superfice liscia ed omogenea sono molto più abbrasivi dei fili tradizionali. Inoltre sottopongono la canna ad un maggiore stress, avendo elasticità prossima allo zero la canna in fase di lancio si carica molto di più, bisogna proteggersi meglio il dito indice altrimenti lanciando ve lo bruciate e qualche volta può capitare che lanciando si annodino agli anelli e sono dolori, per fortuna capita molto di rado.
Per imbobinarli anche sulle canne da surf....sinceramente non l'ho mai fatto ma ci sono i pro ed i contro, i pro sono diametri molto sottili e lanci lunghissimi e soprattutto scarso attrito in presenza di vento e mare con corrente, i contro sono costo elevato, maggiore manutenzione  ed eccessiva rigidità che nello spinning è un vantaggio perchè si ha il controllo totale dell'artificiale, ma pescando a fondo con finali sottili l'eccessiva rigidità potrebbe sottoporre ad eccessivo stress i finali con conseguente rottura.
Personalmente ancora non mi sono fatto molto contagiare anche perchè se volessi imbobinare tutti i muli con questi fili ci vorrebbe un patrimonio e sinceramente preferisco spenderli in altri tipi di attrezzatura, tanto 10mt in più o in meno nel lancio non mi cambiano certo la vita, anche perchè le spiagge che frequento sono tutte ad alta energia quindi molto profonde e molte volte i pesci si trovano a pochi metri da riva. Certo chi pesca in spiagge a bassa energia con pascolo del pesce ad oltre 100mt da riva, 10/15mt in più possono essere determinanti.
Ciao Mino.
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


alvaol

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
Risposta #17 il: Settembre 10, 2009, 17:16:59
per Minosse:
Le tue conclusioni in linea di massima non fanno una piega. Se in teoria imbobinassi con un superfilo saresti costretto ad avere uno shock-leader più debole, in quanto sacrificheresti solo quello in caso di incaglio o no? Ma in questo caso, veramente, sovvertiresti i normali canoni del surfcasting che esigono uno shock più potente della lenza, vedi le risposte negli interventi più sopra. Oppure sono io che non ho capito niente?

per tutti:
Chi mi può spiegare le due cose da tecnico?
Alvaro.


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #18 il: Settembre 11, 2009, 09:55:21
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
per Minosse:
Le tue conclusioni in linea di massima non fanno una piega. Se in teoria imbobinassi con un superfilo saresti costretto ad avere uno shock-leader più debole, in quanto sacrificheresti solo quello in caso di incaglio o no? Ma in questo caso, veramente, sovvertiresti i normali canoni del surfcasting che esigono uno shock più potente della lenza, vedi le risposte negli interventi più sopra. Oppure sono io che non ho capito niente?

per tutti:
Chi mi può spiegare le due cose da tecnico?
Alvaro.

Caro Alvaro la cosa è molto semplice, se hai deciso di imbobinare un superfilo sicuramente ti orienterai su diametri molto sottili altrimenti non ha senso, diciamo che imbobineresti un 15/17  lo shock lo puoi fare sempre in multifibra con un diametro superiore tipo un 25, stai sicuro che se incagli la parte più debole è sempre il nodo di giunzione quindi nel 99% dei casi e da li che si rompe, del resto come succede quando incagli avendo lenza madre e shock di nylon normale. Se poi tu non vuoi perdere neanche i 7/8 metri di shock dovresti fare un po il contrario ma non mi sembra una buona soluzione.
Per qualsiasi altra cosa chiedi pure ok.
Ciao Mino.


p.s. dato che parli spesso di incaglio, se hai deciso di pescare in zone dove è molto probabile questa eventualità ti consiglio di non imbobinarli sprecheresti solo soldi, anche perchè i trecciati sono resistentissimi, ma se sfregano su qualche roccia si rompono subito, ecco perchè gli spinners usano mettere gli ultimi 70/80cm di fluorocarbon, sia per una minore visibilità del filo, ma anche per evitare questi spiacevoli inconvenienti.
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


alvaol

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
Risposta #19 il: Settembre 11, 2009, 17:39:27
Ok! chiarito un concetto.
Allora vi faccio un esempio di pesca molto pesante (... è solo un esempio per capire a meglio...) :

In bobina superfilo da 0,20 (cr 13kg) + giunzione ad asole con shock da 0,30 (cr 36kg) + terminale da 1.50mt  in acciaio da  60/80lb (melius abundare quam deficere) = possibile preda... (bestiaccia suicida) finoa... 35/40kg ?
Ci sta come calcolo? ...
a me pare una paratura da "guerra", ma, è solo un esempio al limite, per regolarmi !!!
In pratica, vorrei capire come fare il calcolo teorico della paratura in toto ( dal mulinello alla coda del pesce), dal momento che non ci trovo tabelle da applicare.
Grazie della considerazione. Confermo che sono un neofita del surfcasting, ma in oceano.
Alvaro


Link sponsorizzati

Tags: