IMPARIAMO A CONOSCERE GLI INSETTI

This is a discussion for the topic IMPARIAMO A CONOSCERE GLI INSETTI il the board COSTRUZIONE MOSCHE ARTIFICIALI.

Autore Topic: IMPARIAMO A CONOSCERE GLI INSETTI  (Letto 4942 volte)

^FLY^

  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1940
  • Il Maestro
il: Novembre 22, 2008, 15:37:27
Sebbene io non ama tanto "la Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login esatta" perché credo fermamente che sia più importante la presentazione, quindi il lancio, e non i particolari costruttivi, devo dire che è necessario conoscere le famiglie degli insetti che fanno parte della dieta dei nostri amici pinnuti. Se non altro per poter riconoscere le schiuse
che avvengono sul fiume, in quel momento della giornata, e cercare nella nostra scatola l'imitazione appartenente a quella specie.
Spero di fare cosa gradita a qualche neofita che voglia intraprendere la tecnica della pesca a mosca, inserendo alcuni disegni esplicativi degli insetti presenti nei corsi d'acqua.





.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


scazzone

  • -Member-
  • *
  • Post: 10
Risposta #1 il: Agosto 09, 2009, 12:51:00
Una domanda all'esperto! Normalmente, gli insetti che hai brillantemente descritto io li trovavo nel corso di tutto l'anno solare, con delle variazioni stagionali, ovviamente, ad esempio i tricotteri in luglio agosto sfarfallano e poi non li trovi più fino all'anno successivo e così via per altri ainsetti. Peraltro i plecotteri li ho sempre trovati durante tutto l'anno anche dopo lo sfarfallamento, perchè ci sono quelli più giovani che matureranno l'anno successivo e così via. In questa stagione mi piace pescare nel mio fiume (Piave) con gli insetti, ma quest'anno non se ne trova uno. Pochi tricotteri, nessun plecottero e cos' via. Non so spiegarmi il fenomeno. Che sia dipeso dal freddo inverno? dalle frequenti piene primaverili? Che siano fattori ciclici? Mi piacerebbe sapere la causa.
Ciao a tutti
scazzone


^FLY^

  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1940
  • Il Maestro
Risposta #2 il: Agosto 09, 2009, 18:23:10
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Una domanda all'esperto! Normalmente, gli insetti che hai brillantemente descritto io li trovavo nel corso di tutto l'anno solare, con delle variazioni stagionali, ovviamente, ad esempio i tricotteri in luglio agosto sfarfallano e poi non li trovi più fino all'anno successivo e così via per altri ainsetti. Peraltro i plecotteri li ho sempre trovati durante tutto l'anno anche dopo lo sfarfallamento, perchè ci sono quelli più giovani che matureranno l'anno successivo e così via. In questa stagione mi piace pescare nel mio fiume (Piave) con gli insetti, ma quest'anno non se ne trova uno. Pochi tricotteri, nessun plecottero e cos' via. Non so spiegarmi il fenomeno. Che sia dipeso dal freddo inverno? dalle frequenti piene primaverili? Che siano fattori ciclici? Mi piacerebbe sapere la causa.
Ciao a tutti
scazzone

Grazie per l' "esperto" ma non credo di esserlo. In genere tricotteri e plecotteri sono indicatori di acque pulite e non inquinate, potrebbe essere successo qualcosa in questo senso?????
Aldo.
.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


scazzone

  • -Member-
  • *
  • Post: 10
Risposta #3 il: Agosto 10, 2009, 09:46:59
Effettivamente, in primavera c'è stata una frana molto a monte del fiume in un torrentino (il Boite) che è un suo affluente e questo ha comportato l'arrivo nel fiume di parecchio limo. Forse questo limo ha soffocato gli insetti e le loro larve. potrebbe essere la spiegazione del fenomeno che si osserva adesso. ma la mia è solo una mera ipotesi, ci vorrebbero delle analisi specifiche che si guardano bene dal fare; rimane il fatto che attualmente di insetti non ce ne sono più.


giobio

  • ^Member^
  • *
  • Post: 28
Risposta #4 il: Agosto 10, 2009, 10:31:13
Probabilmente come dice FLY ci sarà stato qualche disturbo che ha comportato la scomparsa di plecottri e tricotteri visto che specialmente i primi, insieme agli Efemerotteri Heptagenidi, vivono in acque fredde e ben ossigenate. Essendo organismi che hanno elevate esigenze ecologiche quando c'è un disturbo del loro habitat (come può essere l'apporto di molto limo dovuto ad una frana), impiegano più tempo degli altri organismi per ricolonizzare l'ambiente acquatico. Se fra qualche mese la situazione non migliora vuol dire che ci sono altri fattori di disturbo (es. inquinamento delle acque) che hanno un impatto negativo sulla popolazione di macroinvertebrati.


Link sponsorizzati

Tags: