Spigola all' inglese

This is a discussion for the topic Spigola all' inglese il the board LA SPIGOLA.

Autore Topic: Spigola all' inglese  (Letto 4658 volte)

matteobonomo

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
il: Dicembre 21, 2012, 12:49:13
Inverno inoltrato la spigola incomincia ad avvicinarsi in cerca di cibo e per deporre le uova, vorrei pescarla all' inglese in un piccolo porticiolo della mia città ( Palermo ), caratterizzato dalla presenza di molte piccole imbarcazioni. Il porticciolo ha un fondale " particolare " : subbito sotto il molo fino ad circa 6 metri da esso il fondale e di 5,50 metri circa da lì il fondale andrà degradandosi sino a 12 metri di distanza dallo stesso molo arrivando a una profondità di 8,50 metri circa ( pronfondità massima del porticciolo ).
Disolito io pesco nella prima fascia ( fondale di 5.50 metri circa ), caratterizzata dalla presenza di numerose occhiate, boge e di rari ma bei saraghi, ora mi hanno detto pescatori della zona che d' inverno entrano belle spigole, quindi sabato vorrei andare per la spigola, ora sorgono i miei dubbi:
Dove lanciare il mio galleggiante: nella prima fascia ( 5,50 metri ) dove pesco disoli ma con numerosi peschetti che potrebbero disturbare la mia esca, nell' ultima ( 8,50 metri ) o tra le due ?
Quanto dovrà essere sollevata la mia esca dal fondo ?
Come pasturare ? con la fionda o visto che il fondale è molto profondo è meglio con un pasturatore ? anche perchè i numerosi peschetti non gli darebbero il tempo di arrivare neanche a mezz' acqua al bigattino.
Che montatura fare ? e quidi come piombare la lenza, lunghezza e diametro del finale, amo e che galleginate usare ( 3+2 , 4+1, 3+1, ecc.... ).
Ciao,grazie mille per le vostre tempestive e numerose risposte.  


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #1 il: Dicembre 21, 2012, 16:48:36
Io cercherei di attirare le spigole nel fondale più basso tramite la pasturazione. Per il resto delle domande dai uno sguardo Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


mauro61

  • ^Member^
  • *
  • Post: 81
Risposta #2 il: Dicembre 23, 2012, 22:05:00
Oltre che complimentarmi con NONNOROBY per la padronanza con cui ha trattato l'argomento segno evidente di un esperienza pluriennale vorrei magari al solo scopo di mettere a disposizione un minimo di esperienza dare dei piccoli suggerimenti in merito . Ora come detto nel post al momento di mettere i pallini di piombo per la configurazione della lenza allo scopo di non intaccare la stessa in nessuna maniera è buon uso doppiare il filo nella spaccatura del piombo e una volta stretto sfilare il capo doppiato cosi' che il pallino rimane nella lenza fermo ma  al bisogno  può anche scorrere cosi' da cambiare la configurazione della lenza stessa . Qualcuno usa il sistema della candela ovvero sfrega la candela sulla lenza la dove verranno messi i pallini per aumentare la sezione del filo e una volta stretti i pallini tolgono la cera con uno straccio spostando tutti i pallini cosi' da verificare se la lenza fosse intaccata. Un'altra cosa che posso dire è che a proposito di ami secondo il mio modesta parere , pescando prevalentemente con il bigattino usare ami con l'occhiello non permette di calzare il bigattino sul gambo dell'amo lasciandolo scoperto . Io uso ami a paletta anche di ridotte dimensioni e allora ho fatto delle stecche di 40 cm dove all'estremità ci sono due piccoli chiodi cosi' che sù un lato si fanno delle asole che permettono una veloce sostituzione in caso di rottura e dall'altro c'è l'amo . Questo allo scopo di avere più ami legati .di facile sostituzione  e cosa più importante , senza variare la profondità in quanto l'amo non viene mai legato di nuovo sulla lenza madre accorciando la stessa.
mauro61


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #3 il: Dicembre 24, 2012, 11:04:56
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Un'altra cosa che posso dire è che a proposito di ami secondo il mio modesta parere , pescando prevalentemente con il bigattino usare ami con l'occhiello non permette di calzare il bigattino sul gambo dell'amo lasciandolo scoperto .

Ciao Mauro,
ormai da molti anni io uso esclusivamente ami ad occhiello per innescare il bigattino, selezionando quegli ami il cui occhiello ha addirittura un volume inferiore a quello della paletta, ed anzi il bigattino scivola meglio sul gambo dell'amo sia perché l'occhiello ha, di per se, un volume inferiore a quello della paletta, sia per l'assenza del nodo di legatura sul gambo a paletta, che di fatto 'ingrossa' il gambo stesso (infatti eseguo sull'occhiello il nodo Palomar, che anziché trovarsi sul gambo si trova dietro l'occhiello, con il gambo quindi completamente libero).
Attualmente sto usando gli ami ad occhiello TSUYOI mod. 550 Black Nickel N.14 o N.12, distribuiti dalla Camor, ma esistono tante altre marche che hanno l'occhiello talmente microscopico da avere addirittura lo stesso diametro del gambo. Provali e poi mi dirai...
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Link sponsorizzati

Tags: