REGOLAMENTO F.I.P.S.A.S.

This is a discussion for the topic REGOLAMENTO F.I.P.S.A.S. il the board NORME E LEGGI SULLA PESCA .

Autore Topic: REGOLAMENTO F.I.P.S.A.S.  (Letto 3548 volte)

^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 707
il: Febbraio 09, 2007, 01:18:24
REGOLAMENTO F.I.P.S.A.S. PER SURFCASTING AGONISTICO

Art.10 CONDOTTA DI GARA

Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento e delle disposizioni generali riportate nella Circolare Normativa dell'anno in corso.
In particolare sono tenuti ad osservare le seguenti norme, pena la retrocessione all’ultimo posto della Classifica di Settore:

a) tenere un contegno corretto nei confronti degli Ufficiali di Gara e di tutti gli incaricati della         organizzazione;

b) rispettare gli ordini dati dagli Ufficiali di Gara;

c) mantenere un comportamento tale da non ostacolare l'azione di altri concorrenti;

d) sottoporsi, se richiesto, al controllo preliminare prima dell'inizio della gara ed a eventuali   successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di Gara;

e) Il concorrente deve operare nel posto a lui assegnato, come indicato al successivo punto u. L’azione di pesca può essere applicata esclusivamente nello spazio individuale assegnato senza entrare in acqua. Non deve essere invaso lo spazio assegnato a posti contigui anche se casualmente liberi, né spazi neutri. Nel caso che il pesce allamato richieda l’invasione dello spazio contiguo, la relativa azione di pesca deve essere favorita dai concorrenti dei posti vicini, anche con il ritiro delle proprie attrezzature. E’ consentito l’uso del raffio, del coppo e della fiocina a mano per il recupero delle prede allamate, anche a piede bagnato. Nel caso di necessità per l’uso degli stessi è consentito in forma strettamente personale esclusivamente per il recupero delle prede allamate e non potranno essere dati né ricevuti in prestito;

f) dopo il segnale d’inizio gara e fino al termine della stessa e la consegna del sacchetto con il pescato, il concorrente non può ricevere né prestare aiuto (salvo quando prima indicato), avvicinarsi ad altri concorrenti o estranei, né da questi farsi avvicinare. Il concorrente, che per qualunque motivo deve allontanarsi dal proprio posto, deve preavvertire il proprio Ufficiale
lasciandogli il pescato, contenitore ed attrezzatura e dovrà interromper
l’azione di pesca con il ritiro delle canne/a dall’acqua;

g) a fine gara di ogni singola prova, ogni concorrente resta fermo al proprio posto nell’attesa dell’Ufficiale incaricato al ritiro del pescato. Firma poi il cartellino a convalida delle prede. E’ fatto obbligo di consegnare il sacchetto anche se vuoto o in caso di abbandono prima della fine della gara. Non ottemperando alle predette disposizioni il concorrente sarà considerato assente;
h) al termine della gara i concorrenti devono lasciare in ordine il posto occupato per la competizione. Le rive devono rimanere pulite. La natura deve essere rispettata e non deturpata in alcun modo;

i) gli accompagnatori ed i rappresentati di Società, eventualmente ammessi, devono tenere un contegno corretto nei riguardi degli Ufficiali di Gara e dei concorrenti;

j) il pescato può essere conservato in un contenitore con acqua ma consegnato nel sacchetto asciutto e pulito. Tale sacchetto sarà fornito dall’organizzazione;

k) durante l’azione di pesca è consentito usare una canna dove si possono montare al massimo tre ami. Si può detenere una canna di
riserva aperta ed è possibile collegare a questa solo ed esclusivamente il
piombo terminale senza collegare alcun calamento. E’ consentita la riserva di
calamenti o travi terminali innescati;

l) non è ammessa alcuna forma di pasturazione né l’utilizzo di sostanze chimiche. E’consentito l’uso di perline o similari di qualunque materiale, anche fluorescente o fosforescente, purchè le stesse siano inserite sul bracciolo e non sull’amo (N.B. Il materiale inserito sul bracciolo può anche toccare l’amo purchè non sia inserito sullostesso);

m) non è consentito posizionare alcun tipo di galleggiante su braccioli scorrevoli sul trave e comunque il galleggiante non può essere di dimensioni tali da annullare il peso e la funzione del piombo. (N.B. Il galleggiante può essere inserito: su braccioli bloccati tra due nodi o perline o simili, distanti tra loro pochi mm; su braccioli fissati direttamente
sul trave; su terminali con piombo scorrevole).
E’ consentito l’uso di braccioli eseguiti con cavetti o finali metallici;

n) la misura dell’amo è libera; gli stessi possono essere di qualunque colorazione;

o) al segnale di fine gara, eventuale pesce allamato ancora in acqua non è valido;

p) le esche sono libere ad esclusione degli artificiali, del bigattino o simili (larve o crisalidi) e del sangue. Il pesce utilizzato come esca deve essere decapitato se previsto tra le prede valide;

q) durante le ore notturne il concorrente può essere munito di sorgente luminosa il cui fascio non può essere indirizzato sui concorrenti vicini o in direzione del mare. Coloro che, per motivi diversi, si potranno trovare in difficoltà, lampeggeranno ripetutamente verso l’Ufficiale di settore, il quale tempestivamente accorrerà in soccorso;

r) in caso di variazione della marea è consentito uno spostamento parallelo dei posti
gara in relazione al bagnasciuga;

s) ai fini della classifica non sono validi molluschi, crostacei, cefalopodi, sarde ed acciughe;

t) la piombatura minima deve essere di 50 grammi. Il peso del piombo dovrà essere adeguato, nei limiti possibili, alle condizioni meteo-marine al fine di evitare l’invasione della posizione laterale. Non è consentito l’uso di bombarde o simili, mentre invece è consentito l’uso di temolini;

u) ogni concorrente dovrà operare davanti al picchetto, con le canne nello spazio
compreso 5 metri a sinistra e 5 metri a destra del picchetto indicante il posto
assegnato. Lo spazio tra due picchetti deve essere di minimo 20 metri. Nel caso si utilizzi una sola canna, questa deve essere posta in corrispondenza del picchetto;
v) è assolutamente vietato il lancio pendolare;

w) ogni cattura deve essere segnalata immediatamente all’Ufficiale di Settore o al concorrente più vicino in caso di assenza dell’Ufficiale. Tale atto è obbligatorio anche
se non esclude eventuali reclami. Sul cartellino personale del concorrente deve
riportarsi, a cura dell’Ufficiale di Settore, il tipo e la misura della preda oltre alla convalida dello stesso con la firma.

x) un concorrente che peschi in un posto gara diverso dal proprio, viene considerato assente nel settore dove aveva diritto di pescare e non deve essere classificato nel settore dove invece ha pescato;

y) le catture devono essere effettuate allamando le prede per l’apparato boccale. Le prede catturate agganciando o recuperando parti di montature vaganti, sia proprie che di altri concorrenti, non potranno essere considerate valide.

Il presente regolamento è inserito anche nella sezione Surf-Casting.


Link sponsorizzati

Tags: