Canna PAF/ scaduta

This is a discussion for the topic Canna PAF/ scaduta il the board PESCA A FONDO.

Autore Topic: Canna PAF/ scaduta  (Letto 4123 volte)

olandesevolante

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 322
il: Dicembre 20, 2013, 18:57:06
Qualcuno ha usato questa canna alcedo pride surf? Morbida? Dura? Spiomba? Insomma qualche valutazione? Vi ringrazio!


Xander

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #1 il: Febbraio 17, 2014, 18:58:04
certo, sono ottime canne, considerando il rapporto qualità/preZzo. Hanno la caratteristica di avere una buona tenuta delle mareggiate, ma iil vettino è flessibile concepito anche per la paf, si sentono bene anche le tocche delle marmore piccole. Anellini molto resistenti. Unico difetto: perde un Po nel lancio essendo più flessibile di una canna tipica da surf. La si può usare sia nel surf che nella paf


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #2 il: Febbraio 18, 2014, 01:50:59
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Hanno la caratteristica di avere una buona tenuta delle mareggiate, ma iil vettino è flessibile concepito anche per la paf, si sentono bene anche le tocche delle marmore piccole. Anellini molto resistenti. Unico difetto: perde un Po nel lancio essendo più flessibile di una canna tipica da surf. La si può usare sia nel surf che nella paf

Ciao Xander, vorrei che rileggessi attentamente questo estratto del tuo intervento sperando che anche tu possa rilevare le grosse contraddizioni che ho notato io.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Xander

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #3 il: Febbraio 18, 2014, 08:05:12
 ;D ne ero sicuro del tuo intervenuto  , lo so che la flessibilità eccessiva non è l ideale per il surf e mi verrebbe da dire che è una canna esclusivamente da paf però la utilizzò per entrambe le cose e mi trovo bene certo nel surf non è il massimo, potrebbe svettare parecchio nelle mareggiate


olandesevolante

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 322
Risposta #4 il: Febbraio 18, 2014, 09:01:43
Ragazzi ho già preso altro ahah!!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #5 il: Febbraio 18, 2014, 11:47:27
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
;D ne ero sicuro del tuo intervenuto  , lo so che la flessibilità eccessiva non è l ideale per il surf e mi verrebbe da dire che è una canna esclusivamente da paf però la utilizzò per entrambe le cose e mi trovo bene certo nel surf non è il massimo, potrebbe svettare parecchio nelle mareggiate

A parte che non è specificata la potenza della canna ma, anche intendendo la versione più potente da 200 gr., si tratta sempre e comunque di una telescopica e nemmeno di alto lignaggio per cui, permettetemi, ma il "surf" (e qui bisognerebbe mettersi d'accorso sul concetto) lo vede mooolto da lontano. E' meglio che si limiti al suo mestiere: PAF, predatori e scadute avanzate.
La flessibilità della cima è una "dote" riservata quasi esclusivamente alle canne ripartite, in questo caso, come nella maggior parte delle telescopiche, più che flessibilità possiamo parlare di "bananosità"  ;D

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ragazzi ho già preso altro ahah!!
E meno male!
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Xander

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #6 il: Febbraio 18, 2014, 12:11:38
a me è tripartita, comunque io ho una colmic ardesia 160 4 metri e venti quindi da paf ma in mareggiata è da favola,  con piombi da 200 senza forzare ovviamente. quando lavorerò comprerò anche io una da 400 euro ma per ora con quelle da 130 euro 100 euro anche che sia colmic che sia alcedo mi prendo le mie soddisfazioni certo non è italcanna,  ma posso assicurare che il mio rivenditore italcanna daiwa Etc  ne ha  nassimo una perché nessuno o quasi spende 400  euro per una canna da surf eppure non riscontro nemmeno negli altri difficolta di pesca con queste a basso costo . ad esempio ho un mulinello Shimano da 200 euro è fenomenale però un mulinello di 80 sempre di buona marca mi da lo stesso comunque l importante è che l amico ha risolto il problema  ;D   


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #7 il: Febbraio 18, 2014, 16:06:09
Ciao Xander, quello di dover spendere cifre astronomiche per una canna da surf è un luogo comune. A parte il prezzo d'acquisto, che a volte è veramente contenuto, c'è poi l'usato, quasi sempre molto valido. Se andiamo poi a paragonare valore intrinseco e prestazioni ne vien fuori che costa molto di più una telescopica di buona famiglia che una buona ripartita.
Personalmente non sto a giudicare se tu hai un'Alcedo invece di un'Italcanna, l'importante, come giustamente dici, è divertirsi e prendersi le proprie piccole soddisfazioni.
Il problema che mi sta a cuore è di mettere in chiaro qual'è il vero concetto di surfcasting. Per quanto mi riguarda, continuo a ripetere che le canne che hai citato sono totalmente inidonee a questa specialità, come la stragrande maggioranza delle telescopiche, se poi il tuo concetto di surfcasting è molto lato, allora può andar bene anche una canna da beach.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Xander

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #8 il: Febbraio 18, 2014, 23:21:57
si!  la tua missione è portare Avanti l'  idea giusta del surf ed hai ragione. Se anche una canna da paf fosse giusta per il surf allora le costituirebbero tutte uguali, però le tasche vuote ti spingono anche a questo non tanto per la marca della canna ma se hai una da paf buona che regge bene il mare e non hai soldi per comprarne una da surf,  potrebbe starci,  però ribadisco che tecnicamente sono perfettamente d'accordo con te ma ho fa tto un discorso più populista, lontano dalla essenza sportiva della pesca,  però penso purtroppo molto comune e attuale ;D


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #9 il: Febbraio 18, 2014, 23:54:44
Vedi Xander, il guaio è che spesso non ci si accontenta e non si è soddisfatti di andare a pescare ma si vuole per forza andare a fare surf. Il problema è che il surfcasting non è una moda ma qualcosa di più.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


olandesevolante

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 322
Risposta #10 il: Febbraio 19, 2014, 09:00:29
Personalmente a me piace andare a pesca, al contrario purtroppo, credo che nelle mie zone non si possa fare surfcasting!! In giro molti sono abituati ad adattare la canna desiderata al mare, penso che debba essere il contrario!
P.s. Alla fine ho preso una almira mn 3 pezzi, la sto usando solo per esercitarmi a lanciare in side... Andando a pesca continuamente negli ultimi mesi ho qualche dubbio però sulla reale efficacia della distanza in pesca, ovviamente nel mio mare. L'altra sera mormore di taglia ( 2 di 500 g) e saraghi li ho pescati a 7-8 m dall'onda , tracine, triglie a circa 30 m!! Non posso dire cosa si può pescare lanciando a 100-120 m visto che credo di attestarmi sui 60 m max, ma come dicevo è importante usare la canna giusta ed essa la decide il mare.


Xander

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #11 il: Febbraio 19, 2014, 09:43:36
il surfcasting è una attività meravigliosa,  io ho 2 canne da surf e una da paf che uso anche nelle   mareggiate ottimamente, sarà anche un' eresia ma le prede le catturo. Olandese volante hai scelto una bella canna, non puoi fare surf ma almeno ti diverti,  il mio mare invece è sterile,  c'è solo qualche marmora al plutonio!!! Ahaha. A parte gli scherzi, è desolante come sono riusciti a distruggere il mare, ma questa è un'altra storia


amur87

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 275
Risposta #12 il: Marzo 03, 2014, 11:17:24
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Vedi Xander, il guaio è che spesso non ci si accontenta e non si è soddisfatti di andare a pescare ma si vuole per forza andare a fare surf. Il problema è che il surfcasting non è una moda ma qualcosa di più.

Premetto che non faccio surf ne PAf, al limite beachlegering con canne da legering...il grosso problema nasce nel momento in cui, guardando cataloghi vari e riviste in cui vedi un soggetto qualificato come surfcaster che  prende un'orata con una telescopica e un 8000 e sopra la foto c'è scritto magari "grande surf" o "mitico surf" viene da sè pensare che il surf si possa fare con una telescopica e un 8000 qualsiasi....ho letto diversi tuoi interventi in cui specifichi ampiamente e in maniera documentata cosa sia veramente il surfcasting e da parte degli utenti del forum, prima di parlare di surfcasting, sarebbe opportuno leggere e capire cosa sia il surfcasting in modo da non dire "faccio surf" ma faccio paf o beachlegering..poi ovviamente molte tecniche non sono compartimenti a tenuta stagna, ma le definizioni di base devono rimanere....
non importa la presentazione, l'esca o la canna, l'importante è crederci sempre!!!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #13 il: Marzo 03, 2014, 12:01:23
Hai ragione Amur, un limite di demarcazione netto fra paf e surf non ci può essere se, ad esempio, prendiamo come riferimento una scaduta. Questo stadio di mareggiata si può affrontare con l'assetto tipico delle due specialità.
Quello che tu hai evidenziato non è una questione tecnico-sportiva ma rientra nelle ferree leggi di mercato a cui non sfugge nemmeno il settore delle attrezzature da pesca. E' un fenomeno stranissimo: la maggior parte dei pescatori (o potenziali clienti) non hanno idea di cosa sia realmente il surfcasting eppure si fanno ammaliare da questa parola. Sul fronte opposto produttori ed operatori commerciali (alcuni dei quali ignorano, al pari degli acquirenti, il significato) usano e abusano del termine per far breccia nelle vendite. Succede pertanto che sfogliando i cataloghi di tutte le aziende produttrici e distributrici, tutta la gamma delle canne per la pesca a fondo sia catalogata come "canne da surfcasting" e a questa regola non sfuggono nemmeno le case più rinomate e serie. Un esempio per tutti: la Italcanna inserisce la mitica CLIPPER fra le canne da surfcasting. Possiamo dibattere sulla scaduta....ma su questo assolutamente no.  calabria
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


amur87

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 275
Risposta #14 il: Marzo 09, 2014, 16:05:33
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Hai ragione Amur, un limite di demarcazione netto fra paf e surf non ci può essere se, ad esempio, prendiamo come riferimento una scaduta. Questo stadio di mareggiata si può affrontare con l'assetto tipico delle due specialità.
Quello che tu hai evidenziato non è una questione tecnico-sportiva ma rientra nelle ferree leggi di mercato a cui non sfugge nemmeno il settore delle attrezzature da pesca. E' un fenomeno stranissimo: la maggior parte dei pescatori (o potenziali clienti) non hanno idea di cosa sia realmente il surfcasting eppure si fanno ammaliare da questa parola. Sul fronte opposto produttori ed operatori commerciali (alcuni dei quali ignorano, al pari degli acquirenti, il significato) usano e abusano del termine per far breccia nelle vendite. Succede pertanto che sfogliando i cataloghi di tutte le aziende produttrici e distributrici, tutta la gamma delle canne per la pesca a fondo sia catalogata come "canne da surfcasting" e a questa regola non sfuggono nemmeno le case più rinomate e serie. Un esempio per tutti: la Italcanna inserisce la mitica CLIPPER fra le canne da surfcasting. Possiamo dibattere sulla scaduta....ma su questo assolutamente no.  calabria

Hai capito esattamente cosa volevo dire!
Ho letto i tuoi interventi e quelli di altri esperti sulla materia proprio perché la tecnica del surfcasting è molto interessante e meravigliosa..tuttavia, cercando di capire quali fossero le consizioni per cui fosse stata "creata", mi sono reso conto che non riuscirei mai, per diversi motivi, a praticare relamente il surfcasting, al massimo PAF o la pesca dei predatori..comuque spero un giorno di riuscire a entrare nel meccanismo del surf..così leggerò ancora di più i vostri interventi!!!1
non importa la presentazione, l'esca o la canna, l'importante è crederci sempre!!!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #15 il: Marzo 09, 2014, 19:02:37
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Premetto che non faccio surf ne PAf, al limite beachlegering con canne da legering...il grosso problema nasce nel momento in cui, guardando cataloghi vari e riviste in cui vedi un soggetto qualificato come surfcaster che  prende un'orata con una telescopica e un 8000 e sopra la foto c'è scritto magari "grande surf" o "mitico surf" viene da sè pensare che il surf si possa fare con una telescopica e un 8000 qualsiasi....ho letto diversi tuoi interventi in cui specifichi ampiamente e in maniera documentata cosa sia veramente il surfcasting e da parte degli utenti del forum, prima di parlare di surfcasting, sarebbe opportuno leggere e capire cosa sia il surfcasting in modo da non dire "faccio surf" ma faccio paf o beachlegering..poi ovviamente molte tecniche non sono compartimenti a tenuta stagna, ma le definizioni di base devono rimanere....

Ciao Amur,
riprendo questo tuo interessantissimo concetto per presentare anche un altro aspetto della pesca amatoriale, che se fa storcere il naso ai puristi fa comunque riflettere sul risultato finale, cioè l'appagamento di praticare il meraviglioso passatempo della pesca, che per me resta e resterà sempre la cosa più importante, a prescindere dai risultati.

Per farlo, devo partire da molto lontano, esattamente dagli inizi degli anni '60, quando io stesso ho cominciato a dedicarmi al meraviglioso passatempo della pesca amatoriale, per cui ne ho testimonianza diretta e non riportata.
A quei tempi la pesca in mare era un'opzione: quasi tutti i pescatori amatoriali italiani si dedicavano alla pesca in acque dolci, mentre non erano tanti quelli che la praticavano in mare.

Le attrezzature usate erano molto semplici: una lenza avvolta intorno ad un sughero, con uno o due braccioli ed una zavorra. I tempi erano tali che questa semplicissima attrezzatura dava comunque i suoi ottimi risultati data la massiccia presenza di pesci a poche decine di metri dalla battigia.
C'era un unico inconveniente: questo tipo di pesca si poteva fare solo in condizioni di mare calmo o poco mosso e in presenza di venti molto deboli, per evitare le immancabili parrucche che subiva il filo sulla spiaggia, una volta che veniva recuperato. Era quindi una pesca tipicamente estiva, anche perché il concetto di praticare la pesca amatoriale  anche durante la stagione invernale era di la da venire.

L'inconveniente delle parrucche a causa del vento fu poi risolto con l'utilizzo di canne e mulinelli, che come unico vantaggio davano solo la scomparsa delle parrucche, giacché la loro struttura (fibra di vetro) non è che consentisse di esplorare una zona di mare che andasse oltre i 30/40 metri.
Ci fu poi l'avvento delle canne in fenolico, che consentivano una gittata più ampia. Le lenze utilizzate, oggi farebbero inorridire anche il più sprovveduto dei neofiti, dati i loro diametri da gomena, ma se teniamo presente che la tecnologia allora esistente non consentiva un elevato carico di rottura che non fosse legato ad un grosso diametro, tali gomene venivano comunque utilizzate con profitto data l'elevata presenza di pesce, che per sfamarsi non facevano certo gli schizzinosi, vista la concorrenza...

Erano tempi in cui il computer era un mastodontico mainframe utilizzato dalle più grosse fabbriche per la gestione di alcuni dati, Internet era solo un esperimento della difesa statunitense per collegare alcuni settori dell'esercito, la letteratura sulla pesca era inesistente (se si toglie qualche raro volume pionieristico sulla pesca in acque dolci) e i praticanti della pesca in mare erano veramente pochini ed 'estivi'.

Oggi personal computer ed Internet sono alla portata di tutti: molti neofiti non hanno che da navigare in lungo ed in largo nel Web alla ricerca di notizie sulla pesca amatoriale, e non rimangono certamente delusi dalla scarsità delle medesime, data la pletora di siti dedicati all'argomento.
La letteratura è letteralmente esplosa, tra libri e riviste, ed i negozianti non sono più quelli di una volta che tenevano una scarsa attrezzatura sportiva sommersa dalle reti professionali e rotoloni di cordame.

Ho detto molti neofiti, ma non tutti: sono ancora tantissimi quei pescatori amatoriali, neofiti o meno, che ignorano computer, internet, libri e riviste, che acquistano l'attrezzatura in base alle proprie sensazioni e per i quali la parola surf casting risulta uno dei tanti neologismi stranieri di cui la lingua italiana abusa.
Costoro si ritrovano a pescare in condizioni di 'mare molto mosso' con i loro cannoni, in grado di lanciare zavorre da 300 gr, e ignorando del tutto l'esistenza di una precisa tecnologia che va applicata in queste condizioni per ottenere buoni risultati, o anche solo dei risultati.

Capita così che alcuni di essi, con i loro cannoni, non si accorgano minimamente dell'abboccata e recuperano il pesce solo quando, ad intervalli regolari, fanno il controllo delle condizioni dell'esca. Altri hanno affinato meglio il controllo del cimino e 5 volte su 10 riescono a capire se il suo movimento è dovuto ad una mangiata oppure alla bordata delle onde.
Gli uni e gli altri accettano il concetto, diffusissimo tra i 'comuni' pescatori, 'che oggi il pesce ha mangiato, quindi la giornata è giusta' e che 'oggi il pesce non mangia, quindi la giornata non è adatta'.

Se a questa moltitudine di pescatori che ignorano computer, internet, libri e riviste vai a parlare della tecnologia del surf casting, ti rispondono che a loro non interessano 'queste cineserie giapponesi', che la "giornata non è quella giusta e basta, inutile cercare sotterfugi. Oggi è andata male, magari domani andrà meglio".

Ma quello che ti sconcerta non sono queste risposte, quanto il fatto che questi pescatori si sentono comunque appagati a prescindere da come sono andate le cose, appagati delle loro attrezzature e tecniche personali, appagati della convinzione che un domani andrà meglio. Mai riuscirai a convincerli che attrezzatura e tecnica vanno un momentino riviste, perché per loro va bene così. E sono felicissimi di trascorre una giornata a pesca. 'D'altro canto PeppiAntoni non ha tirato fuori una spigola da 8 kg? Oggi è andata bene a lui, magari domani andrà bene a me...'

Una cosa è certa: non sanno cosa sia l'angoscia del cappotto e sono felicissimi di praticare la pesca come puro divertimento con le 'loro' attrezzature e le 'loro' tecniche, con buona pace di Rip, Rot e altre "cineserie giapponesi"....
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


amur87

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 275
Risposta #16 il: Marzo 09, 2014, 22:58:59
Ottimo intervento, colto e profondo come tutti i tuoi interventi...i miei erano serviti per porre l'accento su come a volte si ecceda nella affannosa ricerca di attrezzature varie, chiedendo magari giustamente a chi è più esperto di chi fa la richiesta, senza sapere che magari l'attrezzatura di cui si richiede non rispecchia le aspettative o non è tagliata per fare veramente quei quello per cui uno ne chiede l'utilizzo; sinceramente, quello che hai messo in mostra tu è una categoria di pescatori che è giusto che stia lontano dai forum, perché limitati da una non curiosità che comunque non gli permette di guardare oltre le loro convinzioni..come anche quelli che dicono (non solo pensano..) che la loro tecnica sia la più figa per chissà quale motivo (ne ho visti molti di inteventi che finivano con "..tutto il resto è noia")..sinceramente quest'altra categoria, quella dei "fatti di una tecnica" mi fa ridere ancora di più di quella degli ottusi, perchè, a differenza di questi che come dici tu non si arrabbiano mai perchè fanno dell'esito di una pescata "un segno del destino", sono invece costantemente arrabbiati e sputano sentenze su questi o su quelli perchè non praticano la loro stessa tecnica...la categoria a cui  m ipiacerebbe appartenere è quella dei "ricercatori", ovvero di quei pescatori che vedono la pesca quasi in modo scientifico, ovvero, oltre al divertimento e alla passione, cercano di capire perchè le cose vadano in determinato modo, quelli che cercano i dati, li raccolgono e li condividono cercando di contestualizzarli...ok, mi sono dilungato un pò troppo...
non importa la presentazione, l'esca o la canna, l'importante è crederci sempre!!!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #17 il: Marzo 09, 2014, 23:06:06
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Hai capito esattamente cosa volevo dire!
Ho letto i tuoi interventi e quelli di altri esperti sulla materia proprio perché la tecnica del surfcasting è molto interessante e meravigliosa..tuttavia, cercando di capire quali fossero le consizioni per cui fosse stata "creata", mi sono reso conto che non riuscirei mai, per diversi motivi, a praticare relamente il surfcasting, al massimo PAF o la pesca dei predatori..comuque spero un giorno di riuscire a entrare nel meccanismo del surf..così leggerò ancora di più i vostri interventi!!!1

Ciao Amur, non ti posso certo biasimare per le tue considerazioni, almeno sei onesto con te stesso ed affermi che il surf non ti provoca grossi stimoli, al contrario di altri che vogliono buttarsi a capofitto nella mischia senza la giusta preparazione ed attrezzatura con il rischio di bruciarsi, anzi, lavarsi alla prima uscita. Tuttavia non capisco quali possano essere le "considerazioni per cui fosse stata creata" e che ti hanno bloccato davanti a questa tecnica, mi piacerebbe continuare il discorso.
Comunque mai dire mai, al surf ci si arriva col tempo, quando le altre tecniche hanno finito di crearci stimoli calabria
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #18 il: Marzo 10, 2014, 00:19:36
Tra noi (intesi come utenti del forum) simili ragionamenti ci fanno sicuramente sorridere e ci fanno compatire quegli ottusi pescatori, che si racchiudono nel loro mondo e non vedono o non voglione vedere al di là del loro naso.
Come hai giustamente messo in evidenza, quel tipo di pescatori è meglio che continuino a stare alla larga da un forum di pesca, e se anche per caso si iscrivessero, non durerebbero a lungo, perché ciò metterebbe in crisi il loro mondo, fatto di cose semplici e non 'sofisticate' come noi utenti ci premuriamo di suggerire ad altri utenti, sviscerando gli argomenti in modo così capillare che persino un argomento su un banalissimo accessorio come il bait clip ci fa riempire pagine e pagine di un topic.
Ma quei pescatori non sentono la necessità di approfondire gli argomenti perché il loro scopo principale lo hanno già raggiunto da tempo, e cioè di godere massimamente della pesca perché vissuta esattamente per quello che dovrebbe essere, e cioè uno dei più sani e appassionanti passatempi del tempo libero. Anziché passare ore dietro un monitor per discernere o meno su quale sia l'attrezzatura più idonea o la strategia più adatta alle varie circostanze, si mettono a tracolla il loro zaino e la sacca portacanne e via a pesca ogni qualvolta si presenta l'occasione, con l'emozione di trascorre un'altra giornata a pesca 'reale', probabilmente senza neanche ricordarsi di quale sia la marca delle loro canne o dei loro mulinelli.
E non sono pochi questi tipi di pescatori, sicuramente sono più numerosi di tutti gli iscritti a tutti i forum sulla pesca messi insieme.
A molti di noi invece piace sofisticare e discernernere tra l'attrezzatura più adatta alla PAF e al surfcasting, e tra surf casting in scaduta e la sue condizioni medie, e ancora tra le sue condizioni medie e quelle massime affrontabili. E, ancora, se sia meglio la tre pezzi della Bad Bass o della Shimano, e così via sino a sviscerare l'argomento così profondamente da valutare se il cimino di tale canna è in grado di rilevare il posarsi di una mosca...
Questa è una cosa giusta per un forum, perché senza dibattito un forum non avrebbe ragione di esistere, ed anche io sono tra quelli che suggeriscono, consigliano, sconsigliano, concordano, discordano  e propongono strafalcioni insieme ad altre cose più giuste. Mi piace andare a fondo sugli argomenti, studiare nuove strategie, dare largo spazio al fai da te, leggere recensioni su nuove attrezzature, e così via sul mondo della pesca, perché anche questo è un modo di goderne.
Però ti confesso che mi capita molte volte, quando partecipo ad un dibattito sul forum, di soffermarmi spesso a pensare a quei pescatori che, senza tanti sofismi, acchiappano zaino e canne e via di corsa a pesca, solo perché si ritrovano qualche ora buca nella giornata. Ed in quei momenti, ottusi o non ottusi, sento di invidiare quei pescatori che non si pongono troppi problemi mentali e vanno a godersi la pesca...
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


amur87

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 275
Risposta #19 il: Marzo 11, 2014, 12:59:47
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Hai capito esattamente cosa volevo dire!
Ho letto i tuoi interventi e quelli di altri esperti sulla materia proprio perché la tecnica del surfcasting è molto interessante e meravigliosa..tuttavia, cercando di capire quali fossero le consizioni per cui fosse stata "creata", mi sono reso conto che non riuscirei mai, per diversi motivi, a praticare relamente il surfcasting, al massimo PAF o la pesca dei predatori..comuque spero un giorno di riuscire a entrare nel meccanismo del surf..così leggerò ancora di più i vostri interventi!!!1

Ciao Amur, non ti posso certo biasimare per le tue considerazioni, almeno sei onesto con te stesso ed affermi che il surf non ti provoca grossi stimoli, al contrario di altri che vogliono buttarsi a capofitto nella mischia senza la giusta preparazione ed attrezzatura con il rischio di bruciarsi, anzi, lavarsi alla prima uscita. Tuttavia non capisco quali possano essere le "considerazioni per cui fosse stata creata" e che ti hanno bloccato davanti a questa tecnica, mi piacerebbe continuare il discorso.
Comunque mai dire mai, al surf ci si arriva col tempo, quando le altre tecniche hanno finito di crearci stimoli calabria

Il surf è una tecnica che non può non stimolare l'"appetito" dei pescatori, e lo stesso vale per me...gli stimolo me li faccio passare per il semplice motivo che adesso, per motivi di natura economica, non posso fare l'attrezzatura idonea per fare surf e ionltre per motivi di studio/lavoro, trovo la possibiltà di pescare in acqua salmastra solo in piena estate...questo non toglie che, per mera curiosità , non vado a leggere i post scritti in merito al surfcasting, ma anche altre tecniche, che trovo quasi tutte interessanti e degne di essere affrontate al meglio..per questo dico che, al fine di migliorare le nostre capacità, bisogna capire quali siano le condizioni e attrezzature "migliori" per quel tipo di tecnica, poi è ovvio che si può fare pesca alla carpa con una zipplex e rotante così come si può lanciare in mare con una carprod da 13 piedi e 3,5 libbre un'amo innescato con la sarda alla ricerca dei serra, ma senza dubbio sarebbe meglio fare le cose con i rispettivi "attrezzi del mestiere"...detto questo spero mi capirai quando dico che posso fare surf, nonpostante tale tecnica sia molto affascinante... ùùooiuuy
non importa la presentazione, l'esca o la canna, l'importante è crederci sempre!!!


Link sponsorizzati

Tags: