P.A.F. - settori e strategie

This is a discussion for the topic P.A.F. - settori e strategie il the board PESCA A FONDO.

Autore Topic: P.A.F. - settori e strategie  (Letto 12656 volte)

^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6151
Risposta #20 il: Luglio 31, 2011, 16:22:53
Ciò che dici non fa che avvalorare la mia teoria: per la PAF lo spot migliore è quello più vicino al parcheggio della macchina  calabria
Scusa Nicola, anche se non conosco la tua zona, cos'hanno le spiagge di Bari che non vanno bene per il surfcasting?
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #21 il: Luglio 31, 2011, 19:33:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... cos'hanno le spiagge di Bari che non vanno bene per il surfcasting?
costa frastagliata prevalentemente rocciosa con pochissime calette utilizzate quasi interamente per il ricovero di barche e barchette, il fondo per i primi 30/40mt é un misto con prevalenza all'80% di scoglio e batimetrica media 2mt, oltre c'é il il primo gradone, raddoppia la batimetrica e il fondo é solo scoglio con veri e propri canyon consecutivi paralleli alla costa in una fascia che varia fino a 200/500 mt dalla costa...
la prima fascia é quella dei cefali, boghe, occhiate e pescetti da zuppa, la seconda é quella del bolentino leggero con barchette e gommoncini a saraghi, qualche orata e rare spigole, oltre la seconda fascia c'é un'altro gradone (u p'nnisce) che sprofonda dai 10 ai 25mt (secondo le zone) il fondo é mugghia (fango) e si fa bolentino pesante e traina intorno alle secche... rarissimi i lidi sabbiosi (s.francesco all'arena a bari, boccadoro sopra trani e capitolo sotto monopoli), tutti gli altri sono ciottolosi e con ampie colate di cemento per non bucare i piedi dei bagnanti... oltre alle difficoltà logistiche di impiantare una postazione da surfcasting, si dovrebbe lanciare sempre a piombo sollevato (e comunque si incaglia 9 su 10) e ci sono pochissimi accessi al mare presidiati da posteggiatori abusivi d'estate e da tossici e imbriachi nelle altre stagioni... una zona particolare é la scogliera alta di polignano a mare (che ricorda quelle del gargano e del basso salento adriatico) ideale per il rockfishing... come vedi per il SC stiamo messi proprio male, per la PAF invece c'é ancora molto margine perchè sulle due fasce batimetriche dei 2 e dei 4/5mt prossimi alla costa i professionisti non possono strascicare o calare reti...
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6151
Risposta #22 il: Luglio 31, 2011, 21:17:59
Devo ammettere la mia assoluta ignoranza, mai avrei immaginato una situazione simile. Certo è che mi pare un vero paradiso per gli amanti del rockfishing e, perchè no, del galleggiante
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #23 il: Luglio 31, 2011, 21:43:21
effettivamente gli aficionados da riva praticano solo quelle due tecniche
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2620
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #24 il: Agosto 01, 2011, 00:41:11
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... da bari per praticare surfcasting devo spostarmi a nord da barletta a manfredonia o a sud da torre canne a quasi tutto il salento adriatico e jonico...

Nicola, quando decidi di spostarti a Sud, fammi un fischio che ci si organizza ...  calabria


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #25 il: Agosto 01, 2011, 02:13:21
Faccio prima di tutto i complimenti a Nicola per l'interessantissimo report e mi allego al discorso fatto sulla mancanza di pesce e sul numero di cappotti da guinness dei primati!! Mi ha colpito in particolare questa piccola affermazione di Roberto:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Una giornata trascorsa al mare sarà pur rilassante, ma più giornate trascorse con le canne immobili sui picchetti diventano stressanti.
A dir la verità è una situazione che stavo passando, l'ultima cattura risaliva dal Febbraio scorso (una mormora da 20cm), dopo di chè, il nulla più assoluto! Ho provato diverse soluzioni, diverse esche, ma nulla! Mi sarebbe bastato anche vedere un cimino muoversi per rincuorarmi, ma zero! Cinque mesi a guardare le canne immobili, senza poi contare sentir mio padre prendermi in giro: "... insomma canne belle, bei mulinelli, ma pesce zero... Con tutti i soldi che hai speso in attrezzatura ne sarebbe uscito di pesce...!!" Alla fine lo lascio dire, mi sono anche stancato di parlargli di passione, ma a parte questo, passare giorni e giorni di pesca senza vedere neanche una tocca, posso assicurarvi che è davvero frustrante! Ci stà anche la pazienza, "la famosa pazienza del pescatore", ma penso che anche la pazienza del pescatore più paziente abbia un limite (piccolo paradosso: sappiate che di cognome faccio Giobbe)!! Ieri ho dovuto lasciare la spiaggia per affrontare la scogliera, un pò perchè mi mancava farmi una PAF dagli scogli, dall'altra per farmi, diciamo così, una piccola cura! Vista la più alta presenzadi pesce nelle scogliere, finalmente, dopo tanto tempo, ho sentito tocche, ho pescato tante donzelle e sciarrani (tutti rilasciati), fino a quando sono riuscito a catturare una bella occhiata!! Sarà buffo, ma ero felice come un bambino e, per la mia passione peschereccia, è stato un grosso sospiro di sollievo!!
Ciao!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #26 il: Agosto 01, 2011, 09:10:58
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Nicola, quando decidi di spostarti a Sud, fammi un fischio che ci si organizza ...  calabria
contaci, ci manco da anni...
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6151
Risposta #27 il: Agosto 01, 2011, 09:20:30
Prendendo spunto dalla frase di Roberto sono costretto a confessare una cosa e spero di non essere frainteso. L'attacco isterico succede anche a me, come penso a tutti, dopo una serie di insuccessi. Questo pescando a PAF o meglio, a mare calmo. Tutto ciò, stranamente, non mi succede a surfcasting dove i cappotti, percentualmente, sono superiori. Quando ti misuri con le onde, prima di attribuire la colpa dell'insuccesso alla scarsità di pesce, cominci a fare una disanima dove metti al primo posto un eventuale errore nella scelta della postazione, poi la zona in cui hai messo a bagno l'esca, le esche stesse, i travi, i terminali, la marea, il vento, l'orario ecc. e ti riprometti, per la volta successiva di variare questo o quello. Ciò significa che prima di mettere in atto tutte le combinazioni possibili con i suddetti fattori sei arrivato all'età della pensione e non ti sei ancora posto la domanda se sotto quella schiuma ci può essere davvero una spigola o un sarago.  ;D
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


roma79

  • ^Member^
  • *
  • Post: 50
Risposta #28 il: Settembre 27, 2011, 00:34:43
salve ragazzi !
come sempre faccio i complimenti a voi del forum per la realizzazione di questo topic,ma come sempre avrei delle domande anzi piu di una serie di domande legate alla paf,ecco perche mi permetto di scrivere su questo spazio di settori e strategie

siccome potrei essere molto confusionale a esprimermi e vorrei evitare di farvi leggere mille righe per capire il concetto provo a formulare  qualche domanda sull uso del pasturatore in generale e nel mio caso specifico (ovviamente mi riferisco a pasturatori  tra i 60 e 120 gr)

è corretto parlare di paf usando il pasturatore?   (io dico di si)
fa parte di una possibile strategia? 

lanciando dalla spiaggia è altamente consigliato l'antitangle? (me sta antipatico e lo ritengo scomodo)
antitangle  rigido o flessibile?  (spero di non fare gaffe ma mi pare che esistono)

partendo dal presupposto di eliminare l'antitangle (nel mio caso)

meglio il pasturatore scorrevole ?  (sò che dipende dal mare)
meglio quello "fisso"  ?   

perche  non si trovano in commercio (cavolo sto a Roma) pasturatori scorrevoli di dimensioni "normali" ma di peso idoneo per canne range 110-120-ecc  ?

nel caso dello  scorrevole

montature? (la logica mi dice genovese)
i 2 braccioli con ami che arrivano nei pressi del pasturatore  ?  ( a prescindere dalle condizioni marine)
i 2 braccioli con ami che possono distare anche 1,50   2  metri dal pasturatore  ?
lunghezza  trave ?

fisso

montature?
pasturatore=piu chances , sempre paternoster  ?
nel caso di un paternoster il bracciolo "basso"  parte nei pressi del pasturatore e quindi con amo piu distante da esso?
fino a quale distanza puo svolazzare il nostro amo ?
oppure
il bracciolo (o finale  calabria) "basso" termina con l'amo che sfiora il pasturatore  ?
lunghezza trave  ?

Sò bene che in generale le montature sono simili o uguali tra   b.l.  e  paf    e cambiano le dimensioni dei fili (ma quanto piu di tanto? hot) e sò bene anche che potrei essere banale perche il discorso è sempre lo stesso trito e ritrito e che alla fine si parla semplicemente di sostituire il pasturatore col piombo ma gia che ci sono mi piacerebbe fare totale chiarezza  sopratutto per quanto riguarda me

per saperne di piu

se le condizioni del mare ci permettono l utilizzo del pasturatore (paf, no b.l quindi di peso superiore ai classici 50-80gr) è proprio vero che la sua tenuta in acqua sia inferiore a quella di un classico piombo ?

pasturatore maxi ? (ho letto ma mi pare se ne parli poco)
è consigliato? ( me sembra troppo grosso di dimensioni)

pasturatore roccotop 100-120-150 gr?  (mi sembra ottimo)

fine domande

Ovviamente tutte queste mie domande sul pasturatore si riferiscono solo ed esclusivamente a una pesca piu pesante del  b.l.  diciamo quando il mare si muove un po di piu rispetto alla stagione estiva e che quindi è necessario usare un peso di almeno 100 gr
 nel caso rispondeste, e spero vivamente di si ( anche perche non passo inosservato),
 vi chiedo di considerare da subito quest'ultima parte in neretto , qualsiasi vostro consiglio e ragionamento deve partire dal presupposto che ci troviamo in condizioni di   paf 

ps:  mi sa che sono andato un po fuori tema ma all inizio volevo chiedere se poteva essere una strategia ma poi il cervello mi frulla e mi vengono in mente mille cose(sono sempre un novello)e di questo vi chiedo  scusa       anche per le mille  righe  ahahahahahahah        CIAO   

e sempre forza roma   ;D      (  hot  )


















^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #29 il: Settembre 28, 2011, 10:49:50
Ciao Roma,
in generale il pasturatore si può usare in tutte quelle condizioni di mare che te lo consentono.
Oltre una certa soglia, bisogna prendere in considerazione il fatto che il piombo (oltre al suo compito di lanciare l'esca) deve espletare anche l'importante funzione di tenere l'esca nella zona di pascolo, e questo compito non è certo favorito dalla presenza del pasturatore.
Per quanto riguarda un uso proficuo del pasturatore, ti suggerisco di leggerti le Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login, che ha sempre tratto grossi vantaggi dall'uso di questo attrezzo.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


giuseppedelo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 187
  • nel dubbio..ferrare!
Risposta #30 il: Settembre 29, 2011, 15:08:44
Un bel post.. chi pratica la PAF come me, si ritrova spesso a chiedersi, mi metto quà, no forse là è meglio... ok mi metto qua!!! Però praticamente ho scelto in base a gusti personali, che forse non incideranno sulla mia battuta! Quello che penso io è che sia necessario, più che del settore, anche se in molti casi questo è fondamentale, ma se non abbiamo riferimenti difficile da trovare, tentare diverse strategie, faccio alcuni esempi:

-pescare almeno con due canne, se usiamo vermi, flotterarne una, ed una metterla a contatto con il fondo
-pescare con tre canne, due come sopra ed una terza con grosso trancio di sarda e/o altro grosso boccone, ci potrà essere utile per capire se ci sono serra, se ci sono difficilmente gli altri pesci mangeranno con tranquillità.
-pescare con 4 canne, 3 come sopra ed una con il vivo, altri grossi predoni potebbero essere in zona e solo così ce ne potremmo rendere conto.
tenere conto anche di pescare con più ami, ma io non mi trovo bene, preferisco utilizzare un amo a canna.

naturalmente la gestione all'aumento delle canne in acqua diventa sempre più difficile, però, mentre i vermi andranno controllati molto spesso, il trancio molto di meno, ed il vivo per niente, posso tranquillamente affermare che è come se pescassi con tre canne a vermi in totale rispetto alla frequenza di controlli e cambio esca!

detto tutto ciò, a mio avviso è si importante il posto, ma se non conosciamo la conformazione del fondale, per visione diretta (tuffo con maschera) o per intuito e senso dell'acqua, difficilmente beccheremo il posto giusto, però facendo numerose prove durante la sessione si potrebbe trovare l'esca, il terminale o la tecnica giusta, sempre parlando di PAF.

in definitiva credo molto nel darsi da fare e non farsi prendere dalla pigrizia, anche se a volte ci vogliamo solo rilassare, però se siamo scesi in spiaggia per pescare poi è inutile chiedersi perchè non prendo pesci, questi da soli all'amo non ci vengono, bisogna dargli validi motivi, io non sono un grande espeto però adottando questa filosofia porto a casa discreti risultati, forse grazie al mitico fattore "C" però dandogli una grossa pacca!

Nel dubbio...ferrare!!!

Guarda che luna, guarda che leccia! la cattura della mia vita:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Luccoluccion

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 494
  • .....vidi ca tiraaaaaaa!!!!!
Risposta #31 il: Ottobre 27, 2011, 18:59:15
.....salve a tutti!
Devo dire di aver letto anzi divorato questo topic in pochissimi minuti, davvero bello, e confesso che anche io a causa della mia immensa passione/amore per il mare e per gl'impegni di lavoro sono uno di quelli che aspetta il weekend nella speranza di riuscire a ritagliare durante la giornata qualche ora da poter dedicare alla cattura di qualche pinnuto; tutto cio' avviene naturalmente studiando durante la settimana l'evolversi delle condizioni meteo, l'alternarsi delle maree, fasi lunari, eventuali scadute ecc, ma mi capita spessissimo di andare a pesca anche se nessuno dei fattori propizzi ad una buona pescata e' presente affidandomi esclusivamente all'imprevedibilta' del mare e all'ormai famosissimo fattore C...!
In tali circostanze penso che quella affermata da Oltremare sia una " verita' " inconfutabile ed assoluta, e cioe': " nella pesca a fondo, lo spot migliore, e' quello piu' vicino alla macchina che abbiamo parcheggiato e che di solito e' costituito dalla spiaggia che abbiamo sotto casa" ; ed e' proprio questa circostanza che a mio avviso va a caratterizzare e ci permette d' identificare questo specifico stile/tecnica di pesca, all'apparenza semplice ma che presenta tantissime variabili, sfaccettature e situazioni che ci costringono neccessariamente ad aguzzare l' ingegno ed a sperimentare tutto il possibile per riuscire anche in condizioni non propizie a provare l'emozione di una cattura.
Inoltre, ed e' per questo che forse considero la pesca a fondo un mondo a parte, tale tecnica e' una delle poche che ci permette di fare variazioni anche sostanziali andando ad abbracciare ed utilizzare altri stili e tecniche che spesso affianchiamo ed utilizziamo contemporaneamente  mettendo alla prova le nostre capacita' piscatorie a 360 gradi.
Mi spiego meglio: innanzitutto c'e' da dire che l'elemento scatenante che mi spinge ad affrontare una battuta di paf il piu' delle volte e' senzaltro l'astinenza,  quindi senza andare troppo per il sottile prendo tutto e vado sulla spiaggia e quando dico tutto intendo canne, mulinelli, fili, finali, piombi e minuteria varia......in pratica tutto quello che potrebbe essermi utile per affrontare le condizioni meteo marine ( casuali......specie d'inverno! ) che trovero' e che mi permettano anche di adattarmi in caso di repentini e sostanziali mutamenti delle condizioni di partenza ( questo inoltre spiega perche' lo spot migliore e' quello piu' vicino visto l'enorme armamentario al nostro seguito); non e' raro infatti iniziare a pescare utilizzando un finale dallo 0,18 allo 0,22 per poi ritrovarsi dopo alcune ore ad usare uno 0,30 o addirittura uno 0,40 con il piombo che dai 70/80 gr iniziali e' passato a 125/140gr  ; ovviamente il paniere delle mie esche sara' il piu' assortito possibile in modo da poter allestire diversi tipi di calamenti ed avere piu' chance di cattura sempre tenendo in considerazione l'andamento delle condizioni del mare che andranno a condizionare a loro volta ed  inevitabilmente la scelta delle esche da utilizzare in un preciso momento, ad es. se il mare e'  calmo prediligo i vermi e faro' solo qualche' tentativo col trancio di sarda o muggine sperando in qualche serra ; i vermi mi sembrano piu' efficaci in condizioni di calma rispetto ai tranci ai quali invece se il mare e' abbastanza mosso dedico una canna per tutta la pescata..........inoltre, se il mare lo consente, anche io un'altra canna cerco sempre di allestirla col vivo utilizzando qualsiasi pescetto sia riuscito a catturare ( sia a teleferica che con lancio appoggiato dell' esca ) poiche' se c'e' una cosa che' ho imparato in questi anni e' che la cattura con la C maiuscola e' sempre dietro l'angolo.
Quindi una volta allestita una canna col vivo, un'altra alternando tranci e vermi belli panzuti e le altre due con calamenti ed esche piu' leggere (  e qui condivido pienamente quanto detto da Manuspin quando suggerisce una canna a " trainetta ") non resta che rilassarsi, ma nn troppo, e godersi il tutto studiando ed analizzando continuamente la situazione specie se in evoluzione.
Certo capitera' e capita molte volte di stare per ore a guardare le canne immobili, di tornare a casa col secchio vuoto e perdere un po' la fiducia, ma chissa' com'e' al weekend successivo se malauguratamente si presenta un temporale inizio a bestemmiare in tutte le lingue vista l'impossibilita'  di starmene in riva al mare a guardare le stesse canne immobili che solo qualche giorno prima tentavo di maledire.
In conclusione penso di amare molto la pesca a fondo, poiche' e' semplice da praticare ma ci consente anche di sperimentare, perche' si allaccia molto al modo di pescare delle vecchie generazioni ( tipo mio nonno........che nn ho mai conosciuto perche' proprio il mare tanto tempo fa se lo porto' via con se..............ma che a detta di tutti ai suoi tempi era il migliore......) concezione a mio avviso impregnata di grande poesia, esperienza, passione e romanticismo, perche'  se dovesse capitare la grande cattura di certo sara' perche' e' stata premiata la nostra costanza instancabile, la nostra bravura e il nostro amore per il mare.........anche se di certo il fattore C... avra' sicuramente avuto la sua parte!

Ps: vista l'inesistenza di uno specifico forum secondario dedicato alle attrezzature pongo qui una domanda:- " Quanto paghereste al massimo un' Italcanna Coguaro 140 nuova?.......ve lo chiedo perche' ci sto' pensando da un paio di mesi.....
......ringrazio tutti, a presto!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #32 il: Ottobre 27, 2011, 20:26:09
Ciao Luccoluccion,
ho letto con estremo interesse il tuo post perché descrive la condizione tipica di chi deve fare i conti con il proprio tempo libero.
Se si hanno a disposizione solo poche ore nel fine settimana e la passione per la pesca è grande, purtroppo si è costretti a sorvolare sulle condizioni meteomarine ideali pur di fare una battuta di pesca, qualsiasi sia il risultato che si ottiene.
Ho conosciuto tanti pescatori che durante la settimana seguono in modo quasi maniacale l'evolversi delle condizioni meteo per studiare a tavolino le migliori strategie da adottare nel week end, ma non ne ho conosciuto ancora uno che abbia mai rinunciato ad andare a pescare nel fine settimana se quella è l'unica occasione che ha a disposizione, anche se gli studi accurati che ha fatto si sono rivelati esatti nel confermare in pieno un week end poco o per nulla propizio alla pesca: la passione è troppo grande per rinunciarci e poi ci auto-incoraggiamo dicendoci che, forse, adottando qualche particolare strategia, magari qualche pesciolino riusciamo anche a prenderlo.
Per cui, come hai descritto perfettamente nel tuo post, ci stracarichiamo talmente di attrezzature e di esche che se qualcuno ci costringesse a farlo come minimo lo appenderemmo ad un albero e gli accenderemmo un fuocherello sotto i piedi nudi.
Solo una categoria di pescatori ho conosciuto capaci di rinunciare ad andare a pesca se le condizioni meteo marine non erano perfettamente quelle ideali: i guru del surfcasting (ormai in via di estinzione).
Ma non rinunciavano comunque a fare una capatina in spiaggia, con nostro immenso dispiacere perché aggiungevano al nostro malumore di essere incappati in una giornata balorda, un ulteriore malumore con i loro commenti negativi e a volte anche sberleffi. E chissà perché non resistevano alla tentazione di prenderci una delle nostre canne, esaminarne calamenti ed esca ed innondarci dei loro suggerimenti assolutamente non richiesti. Per poi rimanerci di cacca se la nostra seconda canna si piegava nel modo in cui avevamo sognato per l'intera settimana e ci portava a riva una stupenda orata.

Personalmente io suggerisco sempre di non rinunciare mai ad una battuta di pesca anche se la nostra esperienza ci sussurra all'orecchio di dedicarci per quel giorno ad un altro hobby. Solo in un caso possiamo rinunciarci: se dobbiamo sbafarci un lungo tragitto per raggiungere lo spot, che insieme alle esche rappresenta pur sempre una spesa non indifferente.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #33 il: Ottobre 27, 2011, 20:46:26
Ciao Lucco!
Oltre che complimentarmi con te e con Roberto per i bellissimi interventi volevo  rispondere a questa tua domanda, che comunque chiudiamo qui per evitare di andare OT:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ps: vista l'inesistenza di uno specifico forum secondario dedicato alle attrezzature pongo qui una domanda:- " Quanto paghereste al massimo un' Italcanna Coguaro 140 nuova?.......ve lo chiedo perche' ci sto' pensando da un paio di mesi.....
......ringrazio tutti, a presto!
Non è vero che manca la sezione per le attrezzature! Se guardi bene esiste la sezione:
Attrezzature pesca, prove e consigli:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per quanto riguarda la canna in questione, l'ho trovata a 260€ per la 170gr e 270€ per la 200gr!
Ciao!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


Luccoluccion

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 494
  • .....vidi ca tiraaaaaaa!!!!!
Risposta #34 il: Ottobre 27, 2011, 22:55:43
ahahah!!....caro Roby!.....certe cose, come le pesca, non si possono spiegare e non esistono parole per descrivere l'emozione e l'eccitazione che ti assale quando sai che magari fra qualche ora le tue canne saranno piazzate sulla battigia.
Molto brevemente, ti racconto di sabato scorso:
La sera prima, saranno state le 22, sento il mio amico Peppe........si discute un po', del piu' e del meno.......e guarda caso si finisce a parlare del meteo....... porta pioggia ma niente lampi e fulmini............il picco di marea era alle 12 e la giornata molto grigia che si profilava iniziava ad ispirarmi parecchio; e poi avevo tutto il sabato libero ed anche se ancora nn me ne ero reso conto penso che avevo gia da tempo deciso di andare a pesca........in automatico.......solo un' uragano poteva fermarmi e se fosse scaduto in serata avrei organizzato in notturna.
Quindi alle 22:30 ho la macchina gia caricata e pronta per l'indomani, un salto nel mio congelatore dove trovo una ventina di sarde, un bel cefalo di almeno 800gr e un polipo sui 400; bastera' passare domattino per qualche scatola di americano e bibi ed il gioco e' fatto; naturalmente il giorno dopo viene proclamata la temporanea estinzione degl'anelidi ( lo so....colpa mia! ..dovevo pensarci prima...) ....fa niente!!............avevo anche qualche sarda preparata col sale e la voglia di arrivare sulla spiaggia era talmente tanta che nessun intoppo avrebbe scalfito il mio morale.
Quindi 20/30 min di macchina e verso le 08:30 sono sul posto, saluto Peppe che mi guarda un po' strano.....sembravo un venditore ambulante con un'intera bancarella sulle spalle ( pensa che per la prima volta in vita mia ho portato con me insieme a tutto il resto anche la canna da spinning nella speranza di pescarci qualche seppia bella fresca da usare come esca.......alla fine con questa canna dopo qualche lancio ogni tanto ho preso solo una lecciotta sul kg che ho rilasciato dopo qualche carezza.......)....cosi inizio ad allestire, e lancio la prima lenza con un bel salsicciotto di sarda rivoltato e flotterato, amo bello grosso del 4/0......e stavo ancora allestendo la seconda canna quando quella che era in pesca si muove, 3-4 volte, lieve ma netta.......il filo rimane un po' in bando: in pratica nn sono ancora arrivato ed ho gia' le palpitazioni e viste le dimensioni del mio innesco e considerando che spesso  la regina non ama essere dirompente mi paralizzo;....prendo la canna tra le mani molto lentamente e metto in tiro........sento piccole testate.....possibile?.....recupero e tiro fuori una tracina di 30 cm....mi metto a ridere perche' e' riuscita ad ingoiare un' amo che andava bene per i tonni.....e cosi la giornata va' avanti!.......con la pioggia che nel primo pomeriggio e' diventata costante....preparando inneschi super allettanti e talvolta giganteschi sognando una cattura da sogno.....ma si fanno le 18:30 e a parte l' acqua che sentivo fin dentro le mutande a causa del vento teso che si era alzato, sulla mia destra il cielo iniziava a lampeggiare paurosamente di colore giallo fuoco ed illuminava il mio povero secchio che ospitava solo 4 tracine ( ....quella descritta prima era la piu' grossa...ahahah) ed un misero........nn so il nome corretto ma qui da me lo chiamano.....ehmmm....diciamo " pisello di re "........che bottino!.....e sto gia' raccogliendo e piuttosto in fretta tutta l'attrezzatura che e' completamente inzuppata visto che il temporale si avvicina veloce e con uno sforzo immane arrivo in macchina e ci infilo tutto, saluto Peppe e parto in direzione casa, che naturalmente coincide con quella del temporale.....quindi stavolta ci metto almeno 45 di minuti ed una volta arrivato un'ora per lavare ed asciugare l'attrezzatura; cosi' stanco morto mi ripiglio con una doccia calda, e dopo in cucina a pulire il pescato.......ahahahah...mi viene da ridere perche' entrava tutto in una padellina per le uova strapazzate.......ma nel frattempo pero' avevo gia' chiamato Italo per dirgli di prendere una bottiglia di vino bianco, mentre Peppe era gia' per strada ed era quasi arrivato.
........saranno state le 21:30 e gli spaghetti che avevamo appena finito di mangiare avevano vinto il Nobel per la gastronomia.....e nonostante la schiena rotta,la giornata storta, le gambe affaticate e le mani indolenzite..........parlavamo di pesca!

A presto!....e grazie a Draycon per le precisazioni!


Luccoluccion

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 494
  • .....vidi ca tiraaaaaaa!!!!!
Risposta #35 il: Ottobre 27, 2011, 23:57:33
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
  Per poi rimanerci di cacca se la nostra seconda canna si piegava nel modo in cui avevamo sognato per l'intera settimana e ci portava a riva una stupenda orata.

 ;D ........ahahahahaah.....stupenda!


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2620
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #36 il: Ottobre 28, 2011, 00:02:03
Complimenti per il bel racconto Luccoluccion, che lascia trapelare la tua grande passione verso la pesca. Prendere pioggia, riempirsi i vestiti di sabbia trasportata dal vento, perdere nottate intere per poi ritornare a casa, il più delle volte a mani vuote, ma con la voglia di poterci ritornare il prima possibile ...
Nel mio caso, tra una pescata e la successiva, devo attendere otto giorni quando va bene, a volte anche più: meno male che c'è  ;D ...

PS: il pesce che noi chiamiamo "pisello di re" è la donzella.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6151
Risposta #37 il: Ottobre 28, 2011, 09:39:40
Permettetemi anzitutto di esternare il mio personale apprezzamento per i pensieri che avete esposto. Come ho già avuto modo di dire, la PAF per certi versi è più difficilmente interpretabile di altre discipline. Si basa prevalentemente sulla stagionalità, correlata con l'accostamento di certe specie (vedi mormore, orate e serra) per cui altri periodi che possono andare dall'inverno all'inizio della primavera sono pressochè infruttuosi. Ancora più difficile, come si diceva, è far coincidere i momenti propizi con il tempo disponibile per andare a pesca, per cui, personalmente, pochissime volte faccio una preparazione a tavolino della battuta. Far coincidere tempo libero con condizioni meteomarine, previsioni di marea ottimali è pura e semplice utopia. A prescindere che certe condizioni sono più riservate al surfcasting che alla PAF. Il consiglio in definitiva è quello dato da Roberto: non rinunciare comunque al richiamo dell'istinto e non reprimere la voglia di andare a pescare anche se partiamo già con la previsione di un cappottino da aggiungere alla collezione. Vi riferisco a tal proposito di una cattura effettuata alcuni giorni fa da un ragazzo di mia conoscenza in una spiaggia del ponente ligure in condizioni di scaduta avanzatissima e con calamenti assolutamente sottodimensionati: ombrina da circa 6 Kg catturata con il granchio di sabbia.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ps: vista l'inesistenza di uno specifico forum secondario dedicato alle attrezzature pongo qui una domanda:- " Quanto paghereste al massimo un' Italcanna Coguaro 140 nuova?.......ve lo chiedo perche' ci sto' pensando da un paio di mesi.....
......ringrazio tutti, a presto!

Ho una particolare predilezione per i prodotti Italcanna anche se sono consapevole che i prezzi sono altini e si possono trovare attrezzi di pari o superiore qualità a prezzi uguali o inferiori. Il mio consiglio è quello di orientarti sull'usato, valutando bene le condizioni. Personalmente ho una coppia di Coguaro 140 pagate 150 Euro l'una in condizioni eccellenti.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Luccoluccion

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 494
  • .....vidi ca tiraaaaaaa!!!!!
Risposta #38 il: Ottobre 28, 2011, 17:59:06
...confesso che nn solo nn rinuncerei mai ad una pescata anche se tutti i fattori propizi sono assenti, ma che mi e' anche capitato spesso di prendermi una mezza giornata libera dal lavoro per poter piazzare le mie canne in spiaggia pur sapendo che sarebbe stato meglio lasciar perdere visto che le condizioni meteomarine, la marea, la luna e quant'altro suggerivano di starsene a casa...........e naturalmente rimediando un bel cappotto.......ma hai visto mai che capita' una di quelle giornate in cui nonostante le condizioni apparentemente avverse ne viene fuori una pescata memorabile, una di quelle eccezioni che confermano la regola!.......quindi sono daccordissimo, bisogna seguire il proprio istinto e tentare......sempre!.....un cappotto in piu' o in meno nn ti cambia la vita.....e poi, almeno per me, dover rinunciare ad una pescata comporta come immediata conseguenza un peggioramento drastico dell'umore abbinato ad un forte senso di frustrazione che si protrae almeno fino al weekend successivo il quale, se caratterizzato da cattivo tempo, fa scattare la depressione piu' totale......meglio nn rischiare, anche perche' la mancanza di una pescata puo' essere cosi forte che mi e' spesso capitato di rimbambire completamente con i miei discorsi di pesca dei miei amici che della pesca  se ne infischiavano ..............
...quindi, in conclusione, domani pomeriggio penso che tentero' col vivo e trancio di cefalo ( fine Ottobre e prima meta' di novembre tentiamo di dare la caccia ai mostri......) per il tramonto (l' alta marea e' verso le 18 ) e riguardo alla Coguaro 140 mi sembra di capire che andiamo sulle 250 € .......mamma mia!!...devo riflettere!
Grazie e a presto!


oreste86

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Risposta #39 il: Marzo 04, 2012, 14:48:41
RAGAZZI QUALCUNO DI VOI MI SA DIRE CON PRECISIONE UN POSTO DOVE POSSO ANDARMI A DIVERTIRE CON UNA BELLA BATTUTA DI PESCA?? RISPONDETEMI SU QUESTA EMAIL ...OR.@@@@@@@@

Leggere il regolamento


Link sponsorizzati

Tags: