PESCA ALL'INGLESE: Come pesco io

This is a discussion for the topic PESCA ALL'INGLESE: Come pesco io il the board PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE.

Autore Topic: PESCA ALL'INGLESE: Come pesco io  (Letto 21568 volte)

OLTREMARE

  • Visitatore
il: Febbraio 18, 2008, 14:04:47
Ciao a tutti
Siccome non mi diletto solo a Surfcasting e visto che questa bella sezione langue da diverso tempo, volevo vedere se era possibile rinverdire le discussioni su questa tecnica che per me rappresenta la più proficua in termini di catture, partendo dalla mia attrezzatura e l'azione di pesca.
Nella mia sacca portacanne ci sono tre bolognesi: una Italcanna Agadir da 5mt, una italcanna Stargate da 6mt, una Daiwa AW1020 da 7mt oltre ai mulinelli di classe 1000 e 2000 (shimano e daiwa) imbobinati con fili dal 18 al 25. Trovano posto anche un guadino pluri telescopico in carbonio da 4 mt. Un tubetto in plastica con i tappi per contenere i galleggianti (quelli per la spedizione dei disegni) ed un paio di semplici reggicanna con la testa a "V" per appoggiare la canna all'occorrenza, oltre alla minuteria varia. La mia è una classica tecnica a bolognese che mutua dall'inglese i galleggianti e qualche piccolo accessorio. Lascio perdere le uscite in condizioni di mare calmo e acqua trasparente preferendo condizioni di mare mosso e schiumoso o comunque, anche abbastanza calmo ma con acqua torbida/velata in quanto il mio obiettivo sono: saraghi, orate, occhiate e spigole.
La configurazione di pesca è molto semplice: un attacco per galleggianti inglesi (quelli con boccolina di teflon passante e girellina con moschettone) al quale aggancio un galleggiante delle dimensioni rischieste dallo stato del mare e dalla distanza di pesca (preferisco quelli trasparenti, semplici o body normalmente +1 o +2). All'estremità del filo lego una girellina del 20/22 in acciaio e, sempre a questa, lego il terminale costituito da uno spezzone di nylon della misura e lunghezza adeguate (di solito non vado oltre lo 0,16). Uso solo due tipi di filo: Il Falcon Ufo ed il Triana Potenza. Uso solo due tipi di amo: Il Gamakatsu 6314 e dei mini beack della tubertini o Reflex. Blocco il galleggiante con due piccolissimi stopper in gomma e metto quel minimo di piombatura richiesto nel tratto di filo fra il galleggiante e la girella (normalmente due pallini del 3/3,5). Non metto assolutamente piombo sul terminale salvo i casi di forte corrente o quanto voglio pescare sul fondo, nel qual caso attorciglio fra i 30/50cm dall'amo uno spezzone di circa 2cm di filo di piombo sottile. L'azione di pesca è così fatta: prima di cominciare a pescare valuto la forza e direzione della corrente. Poi inserisco in uno spezzone di collant da donna una buona dose di bigattini insieme ad una pietra, faccio qualche foro sulla calza e lancio a monte di corrente ed alla distanza di pesca (mi dispiace insozzare il mare con la calza ma ho provato le retine idrosolubili ed hammo i fori molto larghi). Lancio con 3/4 bigattini e tengo la frizione sempre aperta tenendo sempre l'indice della mano destra sulla bobina per bloccarla in caso di strike.Ogni 15 minuti, o subito dopo aver rilanciato, fiondo un pizzico di bigattini. Ogni tanto recupero leggermente per far sollevare l'amo innescato. Per un'uscita di 4/6 ore prendo non più di 3 euro di bigattini e quando sono pevisti saraghi e occhiate preparo un pò di pastura con sfarinati fondo/mare. Con mare particolarmente mosso uso anche il gambero morto, l'occhio di canna o il cannolicchio. Nella nostra regione le mie uscite si limitano alle zone vicino casa per cui non conosco tanti posti. Buoni risultati ho sempre avuto sulla scogliera antistante il campo sportivo di Pizzo anche se purtoppo con mare un pò grosso ci si lava. La scogliera della marina di pizzo. Le scogliere di Vibo Marina, Bivona e quelle di Briatico.
A voi la parola. Suggerimenti tecnici, astuzie/malizie e hot spot.
Ciao


gianni 67

  • -Member-
  • *
  • Post: 15
Risposta #1 il: Febbraio 20, 2008, 17:46:10
GRAZIE ANCHE A TE..SIETE TUTTI UTILISSIMI..DOVRO' FARNE ORO DI QUESTI CONSIGLI E POI CHISSA'UN GIORNO DIVENTERO' BRAVO ANCH'IO..GRAZIE A VOI..A PRESTO.                                                                                                                                                                                        ;D ;D


Abbiamo le Ali

  • ^Member^
  • *
  • Post: 62
Risposta #2 il: Febbraio 20, 2008, 22:09:39
Ma la calza con i bigattini ce la metti sia se peschi in superficie che sul fondo?


rainbow six

  • -Member-
  • *
  • Post: 1
Risposta #3 il: Febbraio 20, 2008, 23:23:46
Ciao ho visto che peschi a Vibo Marina . Sai se si può pescare nel porto ? Oppure qualche metodo per intrufolarmi? calabria
Fammi sapere al più presto perchè Domenica volevo venirci.Ciao.


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #4 il: Febbraio 21, 2008, 07:59:18
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ma la calza con i bigattini ce la metti sia se peschi in superficie che sul fondo?
Ciao A.l.a. (dimmi il tuo nome che non mi piace chiamarti con il nick)
Con la montatura che faccio io, anche se non ha piombatura, il solo peso dei bigattini porta amo ed esca sul fondo o in prossimit? di esso. Solo una forte corrente pu? portarlo su ma ? difficile che arrivi in superficie. Per una pesca a galla direi che ? da preferire una pastura leggera.
Ciao


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #5 il: Febbraio 21, 2008, 08:07:23
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao ho visto che peschi a Vibo Marina . Sai se si pu? pescare nel porto ?Oppure qualche metodo per intrufolarmi? calabria
Fammi sapere al pi? presto perch? Domenica volevo venirci.Ciao.
Ciao Raimbow
normalmente preferisco le scogliere esterne al porto ma ho visto che all'interno ci sono sempre diversi perscatori. Se vai sulla parte sinistra della scogliera (per intenderci quella verso Bivona) all'inizio del muraglione del porto c'? un varco con un cancello di ferro per lo pi? sempre aperto. Puoi entrare da l? e sei subito sulla banchina.
Ciao


^FLEA^

  • MINANU???
  • Moderatore
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 727
  • Il mare (e la costanza) premia, eccome se premia!
Risposta #6 il: Marzo 27, 2008, 22:46:07
ciao oltremare, anche io sono un ragazzo di pizzo. Ora è da tanto che non pesco ma mi farebbe piacere farti compagnia qualche volta per "apprendere" qualcosa in più sulla pesca!
Io pesco raramente (a causa degli studi) e con scarsi risultati...
Luigi  

Il mare sembra piatto, ma so per certo che nel fondo avvengono continui agguati ed infinite e cruente battaglie....



massy333

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 314
Risposta #7 il: Marzo 28, 2008, 06:33:04
ciao, flea(suoni il basso?)benvenuto su  ;D


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #8 il: Marzo 28, 2008, 07:54:06
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
ciao oltremare, anche io sono un ragazzo di pizzo. Ora è da tanto che non pesco ma mi farebbe piacere farti compagnia qualche volta per "apprendere" qualcosa in più sulla pesca!
Io pesco raramente (a causa degli studi) e con scarsi risultati...
Ciao Flea (sei un patito dei Red Hot ?)
Purtroppo abito in Liguria e haimè, non sono più un ragazzo, ma se continui a frequentare questo Forum, alla prima occasione in cui sarò in Calabria ti garantisco che faremo una bella pescata insieme.
Se sei appassionato di pesca a galleggiante in mare ti consiglio intanto di rileggerti tutti i post nell'area specifica e son sicuro che "apprenderai" senz'altro tante cose. La tua meravigliosa Pizzo ti offre un'infinità di posti validissimi a portata di mano (tanto per incominciare la scogliera della marina) dove poterti divertire.
Non ti far scrupolo a far domande sul Forum, c'è un sacco di gente esperta che può darti consigli e vedrai che i risultati arriveranno.
Ciao


KiKi_83

  • ^Member^
  • *
  • Post: 34
Risposta #9 il: Marzo 28, 2008, 10:18:41
ciao Oltre Mare, abbiamo più o meno la stessa concezione della tacnica con la bolognese,da quanto letto ho notato che per insidiare pesci di fondo nn uitlizzi il collante per i bigattini.ti assicuro che in questi casi e in quelli di forte corrente a mio modesto parere è quasi indispensabile per avere buoni risultati.al diavolo le retine idrosolubili!...un'altra cosa,per 5-6 ore di pesca, compro sempre 1kg di bigattini,ti sembrera strano ma se ti entra sotto pastura qualche spigola di taglia che nn esita a divorare mezzo etto di bigatti in pochi secondi, e necessario avere una buona scorta di larve.immagina se ne  hai 3-4 tutte affamate... La pasturazine in tal caso deve essere un pò più decisa per non incorrere nella più spiacevole delle ipotesi,cioè quella di nn riuscire a mantenerle sotto.Ho preso spigole che avevano nello stomaco un etto di larve fidati!sono spinte dall'istinto predatorio,e quindi più voraci se in frenesia alimentare.
se insidi saraghi le cose cambiano.
 alla prox 
qualsiasi cosa accade al nostro mare,
accade ai figli del mare...


^FLEA^

  • MINANU???
  • Moderatore
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 727
  • Il mare (e la costanza) premia, eccome se premia!
Risposta #10 il: Marzo 28, 2008, 11:57:31
@ Massy: diciamo che qualche anno fa lo suonavo di più...
@ Oltremare: si, sono patito di red hot. Guarda io ho pescato un po' dalla scogliera del campo sportivo ma ho preso solo 2 piccole occhiate (che ho provveduto subito a rimettere in libertà). Scusate se ora vado un pò off topic; A me piace soprattutto lo spinning però ke ho praticato ogni tanto ma con pessimi risultati. Una volta dalla scogliera della nave ho preso 2 "aluzzi" ed una lucertola!!! Tu sai qualche posto buono x lo spinning a pizzo?
Luigi  

Il mare sembra piatto, ma so per certo che nel fondo avvengono continui agguati ed infinite e cruente battaglie....



OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #11 il: Marzo 28, 2008, 13:33:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
ciao Oltre Mare, abbiamo più o meno la stessa concezione della tacnica con la bolognese,da quanto letto ho notato che per insidiare pesci di fondo nn uitlizzi il collante per i bigattini.ti assicuro che in questi casi e in quelli di forte corrente a mio modesto parere è quasi indispensabile per avere buoni risultati.al diavolo le retine idrosolubili!...un'altra cosa,per 5-6 ore di pesca, compro sempre 1kg di bigattini,ti sembrera strano ma se ti entra sotto pastura qualche spigola di taglia che nn esita a divorare mezzo etto di bigatti in pochi secondi, e necessario avere una buona scorta di larve.immagina se ne  hai 3-4 tutte affamate... La pasturazine in tal caso deve essere un pò più decisa per non incorrere nella più spiacevole delle ipotesi,cioè quella di nn riuscire a mantenerle sotto.Ho preso spigole che avevano nello stomaco un etto di larve fidati!sono spinte dall'istinto predatorio,e quindi più voraci se in frenesia alimentare.
se insidi saraghi le cose cambiano.
 alla prox 

Ciao Kiki
Il collante lo uso se non vi è troppa corrente o mare troppo mosso. La sua azione però non è eterna e dopo un pò vedi i gabbiani che si fiondano sull'acqua cento metri più in là ad acchiappare i bigattini che si sono liberati dalla colla. Ergo, ne deduco che anche i pinnuti seguano la stessa scia. Tenendo invece il richiamo fermo sul fondo e racchiuso in un sacchetto dal quale escono a spizzichi, presuppongo che il pesce rimanga in zona a tiro di galleggiante. Per quanto riguarda la quantità di bachini, premetto che il bigattino non mi è molto simpatico anche se riconosco che fa la differenza oltre la facilità di reperimento, d'uso e l'economicità.
Prendo a prestito la semplice teoria del soddisfacimento dei bisogni. Se tu continui a dare quantità copiose di pastura al predatore e non, questo pima o poi si sazierà e si disinteresserà al richiamo. Piccole dosi di pastura contribuiscono invece a mantenerlo in zona essendo l'intensità del bisogno ancora alta. E' vero che di fondo c'è l'istinto predatorio, ma secondo me questo è mosso dal bisogno primario di alimentarsi. Un leone con la pancia piena non ci pensa minimamente ad assalire una gazzella.
Consideriamo inoltre il fattore ecologico. Conosciamo la provenienza del bigattino e quindi sappiamo che è un elemento estraneo al mare, quindi usiamolo con parsimonia anche se si dice che non reca danni ai pinnuti.
Quindi durante l'azione di pesca preferisco lanciare un pizzico di larvette ad intervalli regolari, incollati o amalgamati con della pastura da fondo.
Ciao


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #12 il: Marzo 28, 2008, 13:43:11
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
@ Massy: diciamo che qualche anno fa lo suonavo di più...
@ Oltremare: si, sono patito di red hot. Guarda io ho pescato un po' dalla scogliera del campo sportivo ma ho preso solo 2 piccole occhiate (che ho provveduto subito a rimettere in libertà). Scusate se ora vado un pò off topic; A me piace soprattutto lo spinning però ke ho praticato ogni tanto ma con pessimi risultati. Una volta dalla scogliera della nave ho preso 2 "aluzzi" ed una lucertola!!! Tu sai qualche posto buono x lo spinning a pizzo?
Ciao Flea
La scogliera del campo sportivo mi ha regalato grosse soddisfazioni a galleggiante. E' d'obbligo però mare abbastanza mosso, anche se si corre il rischio di farsi delle docce, o comunque acqua torbida.
Usando della pastura da fondo a base di sfarinati e pescando con i bigattini mi è capitato di tirar fuori occhiate da paura. In prossimità del fondo si catturano saraghi di tutto rispetto.
Per lo spinning ho visto che hai aperto un apposito topic: vedrai che arriveranno i consigli.
Ciao


KiKi_83

  • ^Member^
  • *
  • Post: 34
Risposta #13 il: Marzo 28, 2008, 16:05:20
OltreMare la soluzione della calza a livello di impatto ambintale nn mi sembra ideale anche se deduco che è un ottimo stratagemma con mare  molto mosso...la colla quella di ottima qualità viene utilizzata nei fiumi dove la corrente e spaventosa perchè nn dovrebbe funzionare in mare con forte corrente volendo si può appesantire il gruzzolo con sabbia ad esempio...con la colla ho avuto buoni risultati anche se devo ammettere che in casi di mare agitatissimo nn ho mai provato!
se si appesantisce si puo essere certi che la il gruzzolo incollato arriva sul fondo prima che l'effetto incollante svanisca.
N.B.quando parlo di gruzzolo parlo di 30-40g di roba tra sabbia e bigattino nn credo di saziare il pesce.
Sicuramente sarai più esperto di me cosa pensi a riguardo?
ti prego di nn giudicare il confronto come sfida, purtroppo in giro c'è gente che tende a giudicare questo modo di discutere come cirtica a livello personale.
Personalmente in molti casi ho stretto le migliori amicizie partendo da confronti del genere!!!
aspetto il tuo parere! calabria
qualsiasi cosa accade al nostro mare,
accade ai figli del mare...


alfredo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #14 il: Marzo 28, 2008, 22:51:11

  SALVE gente

   Che ne dite di portarsi dietro una seconda canna da utilizzare per lanciare la calza piena di bigattino

  magari appesantita con della sabbia? si potrebbe cosi' ripetere la pasturazione piu' volte ed alla fine

  della battuta di pesca recuperare la calza e buttarla nei contenitori della spazzatura.

  Io uso questo metodo e mi trovo bene, basta abituarsi.

CIAO alla prossima ;D ;D 

 

 


gogo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 206
  • daiDiamantiNNNasceNiente,DalLetameNasconIFiori
Risposta #15 il: Marzo 28, 2008, 23:53:34
hai ragione alla fine nn pesa nulla e nn da nessun fastidio....si pastura come si deve e nn s inquina l ambiente... grande alfre
.... pesca nn ti fermare...


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #16 il: Marzo 29, 2008, 08:55:21
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
OltreMare la soluzione della calza a livello di impatto ambintale nn mi sembra ideale anche se deduco che è un ottimo stratagemma con mare  molto mosso...la colla quella di ottima qualità viene utilizzata nei fiumi dove la corrente e spaventosa perchè nn dovrebbe funzionare in mare con forte corrente volendo si può appesantire il gruzzolo con sabbia ad esempio...con la colla ho avuto buoni risultati anche se devo ammettere che in casi di mare agitatissimo nn ho mai provato!
se si appesantisce si puo essere certi che la il gruzzolo incollato arriva sul fondo prima che l'effetto incollante svanisca.
N.B.quando parlo di gruzzolo parlo di 30-40g di roba tra sabbia e bigattino nn credo di saziare il pesce.
Sicuramente sarai più esperto di me cosa pensi a riguardo?
ti prego di nn giudicare il confronto come sfida, purtroppo in giro c'è gente che tende a giudicare questo modo di discutere come cirtica a livello personale.
Personalmente in molti casi ho stretto le migliori amicizie partendo da confronti del genere!!!
aspetto il tuo parere! calabria
Ariciao Kiki,
ma quale sfida, come dici giustamente si tratta di un confronto, di uno scambio di idee ed alla fine si può sempre rimanere della propria opinione o provare ed eventualmente adottare i metodi degli altri, se si rivelano migliori.
Nella pesca, come d'altronde in ogni campo, c'è sempre da imparare.
Nel nostro scambio di opinioni, io partivo da un punto fisso che è evitare di disperdere la pastura e di conseguenza il pesce. La fiondata di bigattini liberi purtroppo ha questo inconveniente. I bigattini incollati sono una buonissima soluzione ma secondo me valida nella continuazione del richiamo, un pò meno nel creare un substrato iniziale a mare mosso. Sono convinto, e i risultati finora avuti me lo confermano, che una fonte di richiamo fissa sul fondo (la calza) che continua il suo lento rilascio, garantisca migliori risultati. C'è il problema dell'impatto ambientale anche se minimo se paragonato a tutte le schifezze che la gente butta in mare.
Ho visto la risposta di Alfredo e devo dire che è una buona idea. Qualche volta l'ho utilizzata, usando invece della canna un cordino trasparente per tenere la calza che così può essere recuperata. L'inconveniente è che qualche volta, nonostante la si posizioni a monte della corrente, capita di agganciarsi con il finale.
Sulle quantità che ti devo dire, mi fa ribrezzo vedere pescatori che scaricano chili di bachini in mare. D'altronde anche tu mi confermi di aver catturato spigole piene di bigattini. Io resto fermo sul mio mezzo chilo, integrato magari da pastura.
Tutto ciò sempre e ovviamente IMHO (In my honest opinion)
Ciao


KiKi_83

  • ^Member^
  • *
  • Post: 34
Risposta #17 il: Marzo 29, 2008, 14:18:44
Ariciao oltremare,sono pienamente d'accordo che la fiondata di bigatti con mare mosso e poco efficace.
nei casi più estremi a volte metto sul trave un pasturatore(piccolo) con torpilla all'interno che si ferma sulla girella dove andrò a mettere il terminale.E' un tipo di montatura più greza e più pesante  non adatta in altre situazioni in particoolare quando il pesce è più diffidente ma ti assicuro che in certi casi può fare la differenza.In questo modo il bigattino fuoriesce in prossimita del terminale...mi riferisco a fondali da 5 m e oltre.
tu che dici?  calabria
qualsiasi cosa accade al nostro mare,
accade ai figli del mare...


ETfreaKy

  • ^Member^
  • *
  • Post: 93
Risposta #18 il: Maggio 12, 2009, 16:16:23
A me interessava sapere la distanza che lasci dal galleggiante alla girella dove attacchi il finale.... e volevo sapere se il moschettone dove attacchi il galleggiante lo metti sulla lenza madre... e poi per ultimo volevo sapere come fai per la lunghezza del finale... Il fondale sò calcolarlo (approssimativamente)....  Ma ad esempio, se ho un fondale di due metri.... quanta distanza deve esserci dal galleggiante all'amo?
Che tu possa avere sempre il vento in poppa e che il sole ti risplenda in viso.... e che il vento del destino ti porti in alto…. a danzare con le stelle


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #19 il: Maggio 13, 2009, 08:18:18
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
A me interessava sapere la distanza che lasci dal galleggiante alla girella dove attacchi il finale.... e volevo sapere se il moschettone dove attacchi il galleggiante lo metti sulla lenza madre... e poi per ultimo volevo sapere come fai per la lunghezza del finale... Il fondale sò calcolarlo (approssimativamente)....  Ma ad esempio, se ho un fondale di due metri.... quanta distanza deve esserci dal galleggiante all'amo?
Ciao ET
considerando che uso prevalentemente galleggianti da inglese piombati, quelli cilindrici trasparenti che, a seconda della grammatura, sono lunghi indicativamente dai 20 ai 30 cm. faccio in modo che la girellina, e quindi la piombatura che sta prima, non superi l'astina del galleggiante. Quindi la distanza tra galleggiante e girellina va dai circa 15 a circa 25 cm. a seconda del galleggiante. Questo se voglio un apparato all'insegna della massima leggerezza. Se invece voglio una montatura più pesante faccio salire su il galleggiante in modo che girella e piombatura vadano oltre l'astina dello stesso.
Più che moschettone è un attacco specifico per galleggianti da inglese con un attacco in metallo o teflon passante dentro il quale si fa scorrere la lenza madre da fermare poi con gli stopper.
Il finale con mare calmo lo faccio circa 10/20 cm. inferiore alla profondità del fondale se non ci sono troppi scogli e dislivelli. Quindi se ho 2 metri di fondo e lo spezzone di lenza madre dal galleggiante alla girella è 20 cm. il finalino lo farò di 160/170 cm. Con mare mosso e fondo regolare provo anche a farlo più lungo tanto lo svolazzo da parte della corrente gli impedisce di adagiarsi.
Ciao


Link sponsorizzati

Tags: