Pesca all'inglese con galleggiante fisso

This is a discussion for the topic Pesca all'inglese con galleggiante fisso il the board PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE.

Autore Topic: Pesca all'inglese con galleggiante fisso  (Letto 67928 volte)

nick

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 202
Risposta #20 il: Ottobre 02, 2008, 13:27:21
ciao sampei90, io pesco con una bolognese da 6m, in un molo dove però il fondale è di 8m, per rendere scorrevole il galleggiante, basta spostare il nodino? ma se c'è corrente il terminale senza piombini sta dritto?
13 cappotti consecutivi


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #21 il: Ottobre 02, 2008, 14:08:56
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
.. ma se c'è corrente il terminale senza piombini sta dritto?
Per quello scorrevole devi mettere almeno un po' di peso,qualche grammo a circa 1m dall'amo 


nick

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 202
Risposta #22 il: Ottobre 02, 2008, 20:06:33
ok, una torpilletta da 2 gr non va bene?
13 cappotti consecutivi


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #23 il: Ottobre 02, 2008, 20:43:47
Se tiene la corrente e ti permette di pescare,2 grammi bastano e avanzano 


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #24 il: Ottobre 09, 2008, 10:58:33
Salve a tutti, volevo apportare la mia personale esperienza in relazione alla montatura illustrata da sampei, anche perchè la pesca con la bolognese mi piace molto. Intanto premetto che io pesco all'inglese ma lo faccio con una bolognese da 6mt, quindi non uso canne specifiche. Poi sono convinto che bisogna dare una certa armonia a tutto l'apparato pescante compresa anche la lenza imbobinata sul mulinello, nel senso che se peschiamo con finale dello 0,10 uno 0,18 in bobina non va bene, perchè c'è troppa differenza, di elasticità tra i due fili. In questo modo tutta la trazione del pesce si scarica inevitabilmente solo ed esclusivamente sul finale. Quindi a mio modo di vedere se si usano sempre fili compresi tra lo 0.10 ed uno 0,12 in bobina va più che bene un buon 14.
Per quanto riguarda lo specifico della montatura io la faccio in modo un po diverso, cercherò di spiegarvelo ma senza disegno, intanto la girella che usa sampei io l'ho sostituita con un microaggancio della stonfo misura 1 o anche la misura 0 ma è troppo difficile da maneggiare perchè è piccolissimo. Poi il galleggiante all'inglese o la penna non la metto direttamente sulla lenza madre ma lo aggancio ad una girella infilata sulla lenza madre. La girella che uso è veramente microscopica e dell'azzurro misura n°28. La girella io la fermo come fa oltremare con due stopperini in gomma misura xs. In questo modo posso usare la lenza in molteplici modi, e posso cambiare galleggiante ogni qualvolta lo voglio. Io solitamente uso due galleggianti della trabucco con i quali ho un'intesa perfetta, uno è 2+1 l'altro è 2,5+1, si lanciano benissimo e ho constatato che vanno anche più lontano di tante altre pennette di peso superiore. Non li posso usare solo in presenza di elevata turbolenza, perchè la corrente stessa li porta giù. Poi per la piombatura, pescando su fondali mai superiori ai 3mt di piombo ne uso pochissimo al massimo due pallini n°9, almeno a 1mt dall'amo. Per gli ami uso anche io i 6314 della gamakatsu misura 16/18 ma mi sto trovando molto bene anche con i sasame vintage n°16/18.
Ah.. quasi dimenticavo, il terminale che uso io lo faccio lungo massimo 2 mt.
Se invece volete sempre pescare con in bobina uno 0,18 e non volete avere il problema di portarvi dietro sempre un'altra bobina caricata magari con dello 0,14, o perchè in alcune situazioni è meglio pescare con finali dello 0,14 e più, allora potete ovviare al problema in questo modo. Vi preparate delle parature di 5/6 metri anche a seconda della lunghezza della canna e del fondale che dovete affrontare e con un nodo di quelli che si usa per la congiunzione dello shock leader li congiungete al vostro 0.18.
In questo modo con una sola bobina potete affrontare diverse situazioni, magari ve ne preparate uno col 14 ed uno col 16, ed in questo modo li potete realizzare anche col fluorocarbon cosi la vostra montatura sarà ancora più invisibile.
In questo modo avrete anche un'elasticità progressiva, tipo finale 0,10, 5/6 metri di 0,14 e poi lo 0.18.
Spero di aver arricchito questo bel topic iniziato da sampei.
Ciao!!!
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


rizla7

  • -Member-
  • *
  • Post: 4
Risposta #25 il: Novembre 21, 2008, 02:32:13
salve a tutti,io pesco in un fondale di circa 4,5 m al porto,ma di solito uso parature molto differenti per la spigola,prevalentemente pesco con gamberetto ma utilizzo galleggianti molto piu grossi di quelli ke sono illustrati in questo topic,utilizzo galleggianti scorrevoli da 6 a 10 gr e li piombo prima del finale...da poco mi sto "avvicinando"alla pesca col bigattino e volevo sperimentare queste montature leggerissime e volevo kiedervi se in presenza di corrente "ke dove pesco io è onnipresente"il terminale nn essendo piombato nn venisse portato a galla col solo peso dei bigattini...


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #26 il: Novembre 21, 2008, 07:19:33
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
salve a tutti,io pesco in un fondale di circa 4,5 m al porto,ma di solito uso parature molto differenti per la spigola,prevalentemente pesco con gamberetto ma utilizzo galleggianti molto piu grossi di quelli ke sono illustrati in questo topic,utilizzo galleggianti scorrevoli da 6 a 10 gr e li piombo prima del finale...da poco mi sto "avvicinando"alla pesca col bigattino e volevo sperimentare queste montature leggerissime e volevo kiedervi se in presenza di corrente "ke dove pesco io è onnipresente"il terminale nn essendo piombato nn venisse portato a galla col solo peso dei bigattini...
Guarda ad essere sincero non so se funzionerebbe la montatura da me illustrata...Se c'è molta corrente,non riusciremo neanche a pasturare,perchè i bigattini affonderebbero molto lentamente,cosi facendo non entreremo mai in pesca..Credo che l'unico metodo sia quello di usare una polvere speciale che provoca l'affondamento dei bigattini,e per quanto riguarda la nostra montatura utilizzare un pallino molto piccolo a circa 1 m dall'amo...  ;D


rizla7

  • -Member-
  • *
  • Post: 4
Risposta #27 il: Novembre 21, 2008, 18:05:16
si,naturalmente nn utilizzerei mai la montatura da te consigliata con corrente molto sostenuta anke per la pasturazione naturalmente ke verrebbe portata in africa nel giro di poki minuti!:) in ogni caso ho due bolognesi sempre con me con due diverse parature e sono davvero curioso di provare quella consigliata da te perke ragionandoci su mi sembra molto interessante!per un fondale dai 4 ai 5 m andrebbe bene?


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #28 il: Novembre 21, 2008, 19:12:50
Certo...Basta che utilizzi un finale lungo 4 o 5 m 


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #29 il: Novembre 21, 2008, 19:22:13
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
si,naturalmente nn utilizzerei mai la montatura da te consigliata con corrente molto sostenuta anke per la pasturazione naturalmente ke verrebbe portata in africa nel giro di poki minuti!:) in ogni caso ho due bolognesi sempre con me con due diverse parature e sono davvero curioso di provare quella consigliata da te perke ragionandoci su mi sembra molto interessante!per un fondale dai 4 ai 5 m andrebbe bene?

Caro rizla permettimi di darti anche io un contributo, però prima di farlo ti consiglio nell'esposizione delle tue perplessità e nell'intervenire nei vari topic, di evitare le abbreviazioni tipo telefonino, non vorrei sembrarti un inquisitore, ma per la migliore comprensione e chiarezza dei vari topic i moderatori hanno chiesto espressamente di evitare questo modo di scrivere, io nel mio piccolo cerco di dargli una mano, tutto qua.
Ritornando all'oggetto della tua domanda e dell'interessamento ad usare il calamento proposto da sampei, pur non avendo grande esperienza di pesca nei porti ti dico che una montatura cosi leggera difficilmente su fondali di 4/5 metri potrà darti buoni risultati. Primo perchè la pastura andrebbe inevitabilmente troppo dispersa sotto l'effetto della corrente e a tal proposito puoi utilizzare la colla apposita per bigattini in modo da creare un bel gruzzolo di bigattini che raggiunga il fondo abbastanza velocemente e nel punto da te desiderato. Oppure potresti usare il metodo di Oltremare che è un po meno rispettoso del mare ma è molto efficace. Cioè prendere una calza da donna fare qualche piccolo foro ed inserirvi un buon quantitativo di larvette, il tutto appesantito con qualche piaetra e stai sicuro che avrai una continua pastura sul fondo proprio dove hai deciso di calare la tua lenza. Per quanto riguarda invece la paratura, pur utilizzando il sistema di sampei che poi è simile anche a quello che ho postato io puoi adottare dei galleggianti all'inglese tipo 4+2 5+2, in modo da poter formare una buona spallinatura di piombini scalati ad arte, in modo da far calare la lenza in modo naturale fino al fondo dove intendi pescare tu e dove presumibilmente ci siano le spigole. Il tutto in un tempo ragionevolmente breve in modo da evitare che nella discesa i bigattini siano assaliti da tutti quei pescetti che stazionano a mezz'acqua.
Spero di averti dato qualche dritta e comunque per ogni altra tua perplessità non esitare a chiedere.
Ciao Mino.

 
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


rizla7

  • -Member-
  • *
  • Post: 4
Risposta #30 il: Novembre 22, 2008, 15:28:42
grazie mino,ho utilizzato gia quel tipo di paratura con i pallina a scalare in genere con un galleggiante da 5\6 gr utilizzavo una torpillina e poi a seguire i pallini,mi sapresti dare qualke dritta su come disporre i pallini e la distanza tra l uno e l altro,in genere io tra un pallino e l altro lascio due tre cm per finire a circa un metro dall amo


MINOSSE

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 435
Risposta #31 il: Novembre 27, 2008, 16:11:20
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
grazie mino,ho utilizzato gia quel tipo di paratura con i pallina a scalare in genere con un galleggiante da 5\6 gr utilizzavo una torpillina e poi a seguire i pallini,mi sapresti dare qualke dritta su come disporre i pallini e la distanza tra l uno e l altro,in genere io tra un pallino e l altro lascio due tre cm per finire a circa un metro dall amo

Ciao rizla7, solitamente la spallinatura quando si pesca su fondali di oltre 4 metri e si vuole evitare che l'esca venga addentata a mezz'acqua dai pescetti, ma nello stesso tempo si vuole dare una certa armonia nella discesa per evitare che i pesci che stazionano sul fondo o nei pressi, si insospettiscano per una anomala discesa si fa nel seguente modo: La distanza precisa tra un pallino e l'altro non te la so dire anche perchè dipende dal peso di essi e di conseguenza dalla quantità, solo avendo queste variabili si potrà stabilire più o meno la loro distanza. Io posso darti l'imput giusto secondo il mio modo di vedere,  e solitamente si piomba di più la parte vicino al galleggiante facendolo con i pallini più pesanti e abbastanza ravvicinati, man mano che ci si sposta verso l'amo il peso dei singoli pallini deve diminuire ed allo stesso tempo deve aumentare la distanza tra di loro, per poi fermare l'ultimo pallino a circa 1mt 1,2 dall'amo. In questo modo si ha una discesa abbastanza veloce nel primo tratto e poi la lenza si distenderà pian piano verso il fondo senza insospettire i pesci. E per avere questo effetto nella discesa devi usare tanti pallini molto piccoli e con una differenza di peso l'uno dall'altro poco accentuata, in questo modo la lenza nella discesa assumerà quasi la forma di una parabola rovesciata.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Ciao Mino.
NON LASCIAMO LE SCATOLETTE DEI VERMI SULLA SABBIA,
    QUESTA ABITUDINE E' SEGNO DI GRANDE INCIVILTA'


NinoRC

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 206
Risposta #32 il: Dicembre 12, 2008, 23:06:44
 ;D
Ciao Sampei,

premesso che non ho mai pescato all'inglese sono però incuriosito dalla tecnica.

Ho una perplessità ed un paio di domande.

- il gallegiante non dovrebbe essere libero dalla parte della lenza madre cosi da poter scendere lentamente verso il fondo?
- potresti dare qualche indicazione sulla tecnica di pesca, mi spiego meglio: una volta effettuato il lancio lasci scendele la lenza tenendola canna in mano oppure la poggi?
- pescando da un molo (come un porto) cosa utilizzi per tenere la canna con la cima sotto l'acqua?
- le toccate e l'abboccata immagino la puoi vedere solo dal gallegiante ma comedecidi di effettuare la ferrata?

Grazie per tutte le indicazioni che mi vorrai dare.

Saluti
__________________________
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #33 il: Dicembre 12, 2008, 23:23:09
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- il gallegiante non dovrebbe essere libero dalla parte della lenza madre cosi da poter scendere lentamente verso il fondo?
Questa montatura viene detta fissa proprio per questo,perchè il galleggiante è bloccato sulla lenza madre..Lasciandolo libero(senza stopper) non vedremo neanche la mangiata di un eventuale preda..

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- potresti dare qualche indicazione sulla tecnica di pesca, mi spiego meglio: una volta effettuato il lancio lasci scendele la lenza tenendola canna in mano oppure la poggi?

Non poggio mai la canna,sempre in mano,specialmente perchè la spigola non appena sente un po' di trazione e capisce che è un esca "finta" ,la sputa subito..
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- pescando da un molo (come un porto) cosa utilizzi per tenere la canna con la cima sotto l'acqua?
Abbasso la canna con la cima sotto il pelo dell'acqua solo in presenza di forte vento,altrimenti non ne trovo il bisogno(canna sempre in mano)...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- le toccate e l'abboccata immagino la puoi vedere solo dal gallegiante ma comedecidi di effettuare la ferrata?

Guarda Caro Nino,in base alla mangiata io effettuo un tipo di ferrata...Mi spiego meglio:
-se il galleggiante affonda su se stesso(mangiata a scendere) effettuo una ferrata a canna alta;
-se il galleggiante affonda verso il largo effettuo una ferrata a canna bassa;
-se il galleggiante affonda lateralmente effettuo una ferrata nel senso opposto alla direzione del galleggiante;
-se il galleggiante affonda verso di me(ed è brutto) riavvolgo col mulinello è effettuo una ferrata a canna alta lateralmente;

Io sono abituato ad usare la frizione quasi completamente libera,perchè la spigola appena ferrata effettua una partenza bruschissima e se è di taglia dobbiamo cercare di sforzare il meno possibile il terminale...
Spero di essere stato chiaro ... Saluti e  ;D


NinoRC

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 206
Risposta #34 il: Dicembre 13, 2008, 08:05:07
 ;D

Grazie Sampei.

Adesso ho capito.

Tu utilizzi il galleggiante tipo all'inglese ma non la tecnica all'inglese col la canna su trepiedi affondata in cima, lenza affondante, etc.

- Rispetto alla pesca con galleggiante classico (passante) in polistirolo o plastica c'è molta differenza?
- Pensi che sia difficile da attuare per chi non ha mai utilizzato questa tecnica?
- Nel mio post precedente ti ho chiesto della ferrata perchè credevo che pescassi con la canna su trepiedi ed affondata quindi mi incuriosiva capire come facevi a ferrare oppure se si autoferravano.

Ultima cosa...  non so in quale zona peschi, ma sai se tra Reggio e Scilla questa techica possa essere utilizzata efficacemente?

Saluti

 
__________________________
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


massimo

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 213
  • vivere per pescare,non pescare per vivere.....
Risposta #35 il: Gennaio 04, 2009, 23:24:05
io come galleggiante uso le drennan e mi trovo benissimo siccome nelle mie zone e' molto piu' frequente insidiare i saraghi invece delle spigole volevo un consiglio su qualche piombatura piu' specifica
il mare..il dono piu' grande fatto all'umanita'


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Risposta #36 il: Gennaio 05, 2009, 11:56:29
Nino Scusa se ti rispondo solo ora:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- Rispetto alla pesca con galleggiante classico (passante) in polistirolo o plastica c'è molta differenza?

Guarda io utilizzo il galleggiante all'inglese per una maggiore sensibilita' nell'abboccata poichè scende giù senza far sentire al pesce la resistenza del galleggiante...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- Pensi che sia difficile da attuare per chi non ha mai utilizzato questa tecnica?
Non è una tecnica poi tanto difficile,ci vuole pazienza,buona pasturazione e il solito fattore  calabria

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

- Nel mio post precedente ti ho chiesto della ferrata perchè credevo che pescassi con la canna su trepiedi ed affondata quindi mi incuriosiva capire come facevi a ferrare oppure se si autoferravano.

Non mi è mai capitato di autoferrare,perchè avendo la canna in mano al minimo movimento del galleggiante effettuavo la ferrata..
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login



Ultima cosa...  non so in quale zona peschi, ma sai se tra Reggio e Scilla questa techica possa essere utilizzata efficacemente?

Non conosco quelle zone,pero' foci di fiumi e porti sono luoghi sempre ottimi  ;D 


Massimo:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
io come galleggiante uso le drennan e mi trovo benissimo siccome nelle mie zone e' molto piu' frequente insidiare i saraghi invece delle spigole volevo un consiglio su qualche piombatura piu' specifica
Mi dispiace ma sulla piombatura non so come aiutarti poichè se pesco a saraghi e occhiate utilizzo un galleggiante scorrevole da 15g con pasturatore...  ;D



Fata

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 107
Risposta #37 il: Aprile 04, 2009, 13:09:09
cambia qualcosa se uso magari coreano o tremolina al posto dei bigattini e senza pasturare??


ivo

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 748
Risposta #38 il: Aprile 08, 2009, 17:08:40
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
cambia qualcosa se uso magari coreano o tremolina al posto dei bigattini e senza pasturare??
Ciao Fata, io dal molo ci pesco in Corsica dove il bigattino è severamente vietato............comunque ottengo buoni risultati anche con il coreano, l'unico problema è che senza pasturazione si allungano un pò i tempi.
Ciao alla prossima


enzo.

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 809
  • Se a pesca non vai.........pesci non ne prendi!
Risposta #39 il: Aprile 16, 2009, 11:16:33
Cari amici,rileggendo questi post vecchi,ho notato che usiamo metodi diversi per agganciare i galleggianti.
Spero che nel tempo li usiate anche voi,sempre che nel frattempo non lo abbiate gia'fatto,perche'vi renderete conto della loro straordinaria praticita'.
Bene,premettendo che bene o male le lenze che uso io sono simili alle vostre,vi illustro gli attacchi che uso da tantissimi anni.

Queste due foto riproducono degli attacchi per pescare in modo fisso con penne o bulbi permettendo di modificare l'altezza in un batter d'occhio.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Si vendono in bustine ,in due o tre misure differenti,ognuna delle quali contiene due o tre pezzi compreso di siliconi (da passare per prima sulla lenza madre) o di pezzetti di teflon che vi cosiglio di piu'perche'piu'rigidi quindi piu'resistenti,e non abbiate paura perche'non intaccano minimamente la lenza.Come gia'detto, sono di due o tre misure diverse e quindi anche di peso diverso,pero',se questo non dovesse bastare,perche'es.usate un 3+2 ma il "fermo illustrato" e' 1gr, Milo,svariati anni fa (una quindicna per la precisione),ne produceva alcuni tipi con rondelle intercambiabili (tipo quelle che si svitano sotto alcuni modelli di galleggiante all'inglese) ma non so se li produce ancora perche'ormai ho abbandonato quel settore.

Quest'altro tipo invece,io li uso per lo scorrevole eliminando la cassica "paiette" che usavo prima o le classiche palline forate nel mezzo delle quali ci inserivo il moschettone con girella.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non vi nego pero'che spesso e volentieri,quando pesco solo con lo svolazzo e magari a grandi distanze dove non ci arrivo con i bigattini,uso galleggianti all'inglese aventi alla base il pasturatore incorporato ottimo per la pesca alle lecce stella o alle aguglie.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Questo per quanto riguarda la mia pesca all'inglese.
Per quanto riguarda invece la pesca con la bolognese con galleggiante normale invece,dove necessita l'uso esclusivo dei bigattini e la pasturazione precisa vicino all'amo,uso, invece della classica piombatura,questi pasturatori scorrevoli da applicare sulla lenza.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Esitono sia dei modelli neutri che gia'piombati ,che a me non piacciono e quindi non uso,perche'non li fanno per tutte le grammature.
Per la taratura di quelli neutri,usate un bilancino di precisione,ve li pesate pieni di bigattini e sapete quindi che galleggiante usare ma,essendo neutri e quindi piu'leggeri,vi consiglio di inserirci all'interno una piccola torpilla o pallini a completare il tutto.
Questo metodo lo uso perche'lo ritengo piu'preciso della classica pasturazione,perche'spesso,non percepiamo che tipo di corrente c'e'sul fondale o per altri motivi,tanto,sia per l'uso di finali lunghi,sia per il colore neutro di alcuni,tutto cio'non e'minimamente di intralcio alla nostra pesca.
L'unico handicap e'che dobbiamo spesso "rifocillare"il nostro pasturatore a cui abbiamo precedentemente chiuso ancuni buchi a rallentamento della fuoriuscita dei bigattini, altrimenti...........
Per fare questo,io uso un po' di silicone tasparente che cospargo con le dita ,e che reputo molto meglio del classico scotch.
Non voglio dire con questo che e'migliore della classica piombatura,anzi io la uso spesso,pero'in alcune situazioni preferisco questo espediente.

Spero di essere stato di aiuto a chi non era a conoscenza di questi piccoli espedienti.
Se servono ulteriori chiarimenti sono,come sempre,a vostra disposizione.
Enzo.



TUTTO CIO'CHE LASCIAMO A RIVA,LA NATURA PRIMA O POI CE LO RESTITUISCE E NON PENSO CHE VORREMO PER I NOSTRI FIGLI UN FUTURO DI SPAZZATURA!!!
RIPARIAMO I DANNI FINCHE'SIAMO IN TEMPO.


Link sponsorizzati

Tags: