Terminali per muggini su di una BOLOGNESE mt.6.

This is a discussion for the topic Terminali per muggini su di una BOLOGNESE mt.6. il the board PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE.

Autore Topic: Terminali per muggini su di una BOLOGNESE mt.6.  (Letto 30383 volte)

baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Buona giornata a tutti, desidero porvi questa domanda: Mi potete dire come posso montare il terminale per muggini su di una BOLOGNESE  mt.6. Vi prego di spigarmelo come lo si illustra ad un bambino. diametro del monofilo trave - diametro terminale - come si attacca il terminale alla trave - sequenza dei vari pezzi. girella galleggiante piombi ami ecc. ve ne sarei grato. ciao ciao Mario *+-x*
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #1 il: Marzo 20, 2009, 16:20:35
Ciao Mario...e ciao a tutto il forum! calabria
puoi descrivere le caratteristiche del tuo spot? il fondo, il giro di pesce, l'onda, la corrente?
Shalom
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #2 il: Marzo 20, 2009, 17:14:32
Ciao, allora la mia zona è la Liguria di Ponente, Fondale 5-6 mt. misto sabbia scoglio, pesci Muggini,Mormore
a secondo dell'intensità del mare, canna Bolo mt.6.rigida,pesca leggera, ora se mi vuoi consigliare dei terminali appropriati te ne sarei molto grato, per adesso ti ringrazio e saluto ciao ciao Mario ><;D<
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #3 il: Marzo 20, 2009, 18:07:25
Ok, per i muggini l’azione della canna va bene, va bene anche la lunghezza in relazione al fondo.
Se monti un mulo diciamo taglia 1000 e se a pesca non trovi l’acqua esageratamente calma, puoi iniziare ad imbobinare un filo del 16. 150 m bastano e avanzano….se il mulo è più capiente, magari imbobina prima un po’ di fondo con un filo magari del 20. In merito alla qualità del filo madre (IMHO) io non ho preferenze particolari, mi basta un monofilo decente; preferisco, infatti, dedicare accuratezza ad altri particolari.

Bene, ora i galleggianti; ne esistono di varia foggia e grammatura ma….sensibilità, nel caso di muggini, è la parola d’ordine!
Inizia a realizzare che, soprattutto se sei agli inizi in questo genere di pesca, se vuoi vedere tocche devi prediligere condizioni meteomarine accettabili dal punto di vista del vento e dell’onda, dunque:
acqua calma e zero vento = tappo (galleggiante) dal grammo in giù (fino al tesse 4*x)
minima/media corrente e mare increspato = tappo fino ai 2 grammi
Questi sono solo due esempi indicativi…..starà a te estrapolare.
Inoltre, il muggine è sempre meglio insidiarlo di giorno, quindi elimina tutti i tipi di tappo con portastarlite e munisciti di galleggianti fissi a deriva e astina lunga e stretta….la Trabucco, ad esempio, ne produce di eccellenti, ma anche la Colmic.
Tu, attualmente, che tipo di galleggianti usi?

Piombatura, terminale, ami e fondo.
Qui il discorso inizia a complicarsi perché già parlare della piombatura non può prescindere da come si muove l’acqua nel raggio d’azione della tua canna. Ti prego di specificarlo meglio, perché il muggine non è un pesce facile, anzi…
Intanto una regola è sempre valida e te la anticipo: per quanto puoi, devi tarare al limite il galleggiante…sembra una banalità, ma per il nostro amico muggine è molto importante!!!
Scusa, ora devo scappare!
Shalom
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #4 il: Marzo 20, 2009, 18:26:41
Benissimo, la tua spiegazione è stata perfetta sino al punto quando mi chiedi, come si muove l'acqua nel raggio di azione della mia canna? questo punto non riesco a decifrarlo, Penso che se il mare è in bonaccia ed in mancanza di vento è tutto fermo, mentre con vento e mare leggermente mosso il movimento è abbastanza irregolare dall'alto al basso "il tappo segue il movimento ondoso". Forse non ho capito e quindi scusami, appena puoi illustrami con parole povere. Ti saluto ciao ciao *+-x*
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #5 il: Marzo 20, 2009, 22:23:33
Intendevo chiedere che condizioni rilevi in genere….
Roger, allora confezioniamo una lenza per una condizione intermedia con leggera brezza, leggera onda e corrente minima…..in questo periodo sei ancora in tempo per innescare tranquillamente pane o derivati, inoltre non avrai la necessità di dover “bucare” la minutaglia in calata…..quindi mettiamo da parte piombature secche o raggruppate (salve le condizioni di corrente minima) e attrezziamoci per una piombatura distribuita per circa un metro e mezzo.
Una volta lasciati in cassetta i wagglers, inseriremo il filo madre all’interno dell’anellino del galleggiante fisso (1,5 g parecchio slanciato ma non proprio a fuso), poi in serie 3 scooby doo con i quali fisseremo bene il tappo ed infine andremo a realizzare un’asola semplice di larghezza, diciamo, poco più di mezzo centimetro.
Il terminale viene dopo, ora bisogna piombare…..
se il gallex è di quelli buoni, allora tareremo al limite della sua portata, così:
1 pallino del 4 appena sopra l’asola ed altri sei, del 3, rispettivamente e a risalire:
1 a 35 cm dal pallino del 4
1 a 30 cm dal precedente
1 a 25 cm dal precedente……poi a 20 cm, poi a 15 cm ed infine a 10 centimetros.

Risultato: 1,5 g tondi tondi di piombatura e discesa sufficientemente naturale dell’esca in acqua.

Ora manca il terminale vero e proprio…..qui ci sarebbe da aprire un vero e proprio dibattito sul fluoro o sul nylon ma se ti va ne parleremo un’altra volta, (vorrei anche sentire le opinioni di voi tutti in merito!). Ad ogni modo, procurati un ottimo filo del dieci e inizia a legarci un amo. Che esca vuoi usare? Per il pane o derivati un 14 è perfetto, va bene un modello crystal, ma è indispensabile che abbia un filo fine e sia affilato chimicamente….i muggini li devi ferrare, solo il Calamita abbocca all’amo; gli altri, solo in foce e con un altro tipo di pesca, totalmente differente da quella con la bolognese.

Roger, allora misura circa un metro, poi taglia e lega l’altro amo. Ci sei? Piega a metà lo spezzone, poi sposta un amo più in alto di 5 cm rispetto all’altro, vai di nuovo a cercare la metà dello spezzone tenendo fermi gli ami e quindi crea un altro loop. Se vuoi ultimare la montatura, in successione ti basta:
1 infilare il loop del terminale nell’asola del filo madre facendolo uscire del tutto
2 infilare prima un amo e poi l’altro nel loop del terminale cercando di non ingarbugliarli tra loro
3 con una mano tenere il filo madre, con l’altra il terminale con gli ami e stirare bene…….

Pffffatto!!!   ;D

Shalom!
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #6 il: Marzo 21, 2009, 14:31:37
Ti ringrazio per la spiegazione che mi proponi, è veramente molto chiara, adesso voglio vedere se riesco a metterla in opera, spero di sì, a proposito che tipo di ami mi consigli, gambo lungo - gambo corto - nichelati o bronzati. Per filo madre secondo il tuo parere va bene il mm.16 o mm.14, per il terminale Fluorocarbon del mm.10 o mm.8. quasi tutti mi parlano molto bene del fluorocarbon, e specialmente del Falcon. oggi ad Arenzano chi ha pescato dalla riva a preso cappotto. mare leggermente mosso, leggera brezza da ponente, acqua trasparente, e piuttosto freddo 14 gradi. Ti ringrazio moltissimo, e spero che mi vorrai aiutare a completare l'esperienza sulle montature, Debbo dire con assoluta sincerità, questo Forum di Calabria Pesca onLine, tutte le persone sono estremamente gentili e preparate, insomma da parte mia è il miglio sito che ho provato, scusa questo intermezzo ma volevo dirlo pubblicamente, ora ti saluto ciao ciao Mario ;D 
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #7 il: Marzo 22, 2009, 14:58:20
Ciao Arrow, Ciao Ivo, tutto bene. Vi ringrazio per le vostre spiegazioni sui monofili e sui terminali,sono stati molto esaurienti. Riepilogando Prima Bobina Monofilo per il Filo Madre dovrebbe essere: Trabucco SForce.mm.0.16. - o Daiwa Velvet.mm.014. - Falcon Speciale Mulinelo.mm.16. Mentre per la Seconda Bobina: il monofili della Shimano.mm.020.  Invece per i Terminali: Tubertini Dragon.mm.0.14. - Berkley.mm.12. - Falcon Prestige.mm.010. Gli Ami Gambo Corto: Gamakatsu.n°.14.- Eagle Crew.n°.14. Ormai, giunti a questo punto vi faccio ancora domande, a proposito dei Tappi: di che forma e che grammatura debbo prenderli? I Piombi di che forma e grammatura.  le Girelle di che n° devo prenderle. Dovete scusarmi ma se non faccio le domande a voi, a chi le faccio? Di voi mi fido dei commercianti un po di meno, Se per caso manca qualche suggerimento non esitate, desidero avere un assortimento di materiale di ottima qualità per non ritrovarmi un giorno a dire "se avessi avuto..." Vi saluto ciao ciao.Mario
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #8 il: Marzo 26, 2009, 23:57:23
Roger...
se posso azzardare...io non ho mai visto muggini che si insospettiscono per il filo madre.....il terminale, quello sì che e fondamentale!!!
A) in acque chiare allunga i braccioli, anche fino a 70 cm l'uno, mai sotto i 30
B) il fluorocarbon è ottimo, io lo utilizzo, ma soprattutto per evitare garbugli e tenere un'azione di pesca rapida
C) niente girelle, non rispondono al 100% in ferrata. Usa loop to loop, il muggine lo devi fulminare, ok?
D) piombi..... molla le marche e fatti un assortimento variegato di piombo tenero con misure dall'8 all'1, procurati poi torpille n°6, 7 e 8 e andrai alla grande.
E) ami io direi filo fine, gambo e curva dipendono dall'esca, ma soprattutto...ad alta penetrazione...io ne prediligo un paio di modelli, ma non ti dico nulla....questo perchè se sfogli bene qualche catalogo sforzerai a dovere la fantasia e sono sicuro che troverai quelli adatti alla preda che vuoi insidiare...ma non andare a caso, ok?!!
F) Il sughero deve essere caratterizzato da un'ottima penetrazione in acqua....quindi affusolato (a meno che non imperversi la tempesta perfetta) e tarato alla perfezione. Antenna e deriva lunghe e fini, ti ho detto tutto, vai tu ad escludere tutti gli altri.
G) Amico mio, fidati...fequenta di meno i negozi e di più le scogliere o i porti e cerca di capire dove si radunano e stazionano i muggini e, se qualcuno riesce ad incopparne, vai a vedere a quale specie appartiene il nostro amico pinnuto....
se si tratta di un chelon, ad esempio, dovrai pescare sul fondo; in caso di un dorato, invece, starai appena più alto.....questo è il classico classico esempio di un particolare che veramente, in pesca, farà la differenza...
...'scumprì?
A presto,
Arrows
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


enzo.

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 809
  • Se a pesca non vai.........pesci non ne prendi!
Risposta #9 il: Marzo 27, 2009, 10:01:29
Caro Mario,penso non ci sia nient'altro da aggiungere; ora devi solo prepapare la padella  ;D.
Spero non fai come me che quando mi portarono le prime volte alcuni amici a pesca di muggini,gettai subito la spugna dopo un paio d'ore di pesca.
Innescavo la cosiddetta pastella e 9 volte su 10 andavo sempre a vuoto perche'le mangiate erano velocissime.Poi mi fu spiegato che il cefalo,non morde l'esca ma,dopo essersi strusciato varie volte vicino ad essa,la succhia quindi ti capitera'anche di allamarli non solo dalla bocca.
Io, ignaro di tutto,stavo li'a bestemmiare (si fa per dire) e a sorbirmi le loro risate per le ferrate a vuoto mentre loro.....
Pero',chi la dura la vince,per cui la frequentazione e la pratica mi hanno aiutato col tempo sia a capire l'impasto giusto che le varie montature comprese quelle a 2 braccioli o la "mazzetta"che personalmente non ho mai usato.
In bocca al pesce!
Enzo.
TUTTO CIO'CHE LASCIAMO A RIVA,LA NATURA PRIMA O POI CE LO RESTITUISCE E NON PENSO CHE VORREMO PER I NOSTRI FIGLI UN FUTURO DI SPAZZATURA!!!
RIPARIAMO I DANNI FINCHE'SIAMO IN TEMPO.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #10 il: Marzo 27, 2009, 14:11:45
Ringrazio Arrows per l'estrema precisione con cui mi ha illustrato: sul Piombo tenero, le torpille e lunghezza dei finali, a proposito di galleggianti, mi potete dare ulteriori chiarimenti? ve ne sarei grato, Galleggiante fisso o scorrevole, piombati o no, a pera rovesciata a ciliegia, all'inglese, insomma un'infarinatura di tutto.  . E voglio ringraziare pure Enzo per il di modo espormi nel mondo della pesca al Muggine. Premessa, andavo a pesca negli anni 60 - 70, poi causa il lavoro sempre fuori ho dovuto interrompere, volendo riprendere oggi ho notato che i materiali sono cambiati totalmente in particolar modo, le Canne, i monofili di fluorocarbon non si sapeva niente, Praticamene si andava a pescare i muggini con canne in fibra di vetro da mt 4 - 5. e monofilo sul mulinello da 0,30 mentre per la spigola si usava lo 0,25 ed a voler rischiare lo 0.20, come finali monofili da 0,20 o 0,18 per i muggini mentre per le spigole monofilo dello 0,16 o rischiando dello 0,14, Comunque per fortuna sono una persona molto paziente, Ti racconto questo allora mi divertivo anche  a stare sulla scogliera o sul molo anche senza aver innescato l'amo. Mi bastava rilassarmi e pensare. La pesca è bella anche se si prende capotto, basta che la mente sia rilassata e senza voler la competizione a tutti i costi. Per la competizione allora bisogna prepararsi a superare lo stress che inetavilmente arriva prima della gara. Vi saluto entrambi a presto ciao ciao Mario ;D
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #11 il: Marzo 28, 2009, 12:23:18
Buon Giorno.a tutti, Arenzano: Mare mosso, Vento forte di Scirocco, Pioggia leggera, Temperatura 18 gradi. Dopo le condizioni reali del tempo in Arenzano vi porgo questa domanda: Pesca al muggine e alla Mormora da scogliera bassa mt.1. Dopo il monofilo debbo mettere anche la Trave o inserire subilo il finale? i collegamenti debbo farli asola  con asola o con giralla?  Questo è tutto aspetto da voi le risposte così da poter montare qualche terminale. ciao ciao a tutti e grazie Mario ;D
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #12 il: Aprile 03, 2009, 21:00:55
Presumo tu voglia pescare a galla.....
in tal caso forte vento, ma soprattutto mare mosso non mi sembrano condizioni ideali per insidiare muggini e mormore:
A) muggini per via del vento e del mare (dovrai usare galleggianti che offrano resistenza alla penetrazione in acqua, tipo 2 gr e forma sferica ed esche con buona tenuta sull'amo)
B) mormore per via del mare, che secondo me prediligono piuttosto calmo....
Però prova, e poi fammi sapere!
Quanto al trave e alle girelle, io le ritengo un tantinello superflue, quindi....madre, tappo, torpilla per l'80% della piombat ;Dura, pallini a completare, terminale collegato con loop, amo, esca......e il nostro amico pinnuto, sempre che gradisca l'invito a pranzo!!!!
Shalom
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #13 il: Aprile 06, 2009, 15:52:22
Ciao ArrowsUMask, Ti ringrazio, dimmi se ho capito bene, NIENTE TRAVE, partiamo: 1. Madre da mm.0,16 - 2. Tappo gr 3 -  3. pallino per il 10% gr.O,3  - 4. Torpilla per l'80% della piombatura totale gr.2 - 5. pallino per il 10% gr.0,3. - 6. asola - 7. terminale da mm.0,12 - 8. amo del 16 o 18. Ho capito bene?. dimmi dove ho sbagliato, il terminale lo collego alla madre con una piccola girella o faccio un nodo?. ciao ciao Mario. calabria 3 ;D
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


ArrowsUMask

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #14 il: Aprile 07, 2009, 00:18:38
Duncas......
1) trave (il 16 è un'ottima scelta)
2) sughero rotondeggiante se hai molta onda.....prova prima con un 2 gr che è meglio e usa 3 scoobidoo per fermarlo bene
3) torpilla da n°8 (1,5 gr)
4) 2 pallini n°2, quello superiore a 5 cm dall'asola e quello inferiore appena sopra l'asola
5) terminale a due ami (il 12 va benissimo se l'acqua nn è particolarmente chiara) legato senza girella ma come da mio post precedente. Che te ne fai delle girelle? Dai retta che non servono!!!
6) amo, se stiamo parlando di muggini, 16 o 14....il 18 va bene se usi i bigos.....ma i muggini non ne vanno proprio matti

Riguardo al punto 2...se monti un galleggiante sferico non aspettare l'inabissata per ferrare, ma dai un colpo di polso quando vedi cerchietti concentrici sul pelo dell'acqua o movimenti inconsulti (lo so, è difficile) mentre il tappo surfa sull'onda.
Riguardo al punto 5...con discreta turbolenza in acqua, allora accorcia un tantino i braccioli...diciamo 35 e 40 cm.
Roger?
Shalom!
 ùùooiuuy
Ad un mulo il suo filo, ad un'acqua la sua lenza.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #15 il: Aprile 07, 2009, 15:06:39
ArrowsMask, ti saluto. Finalmente un amico che ha spiegato alla perfezione come si monta un finale per la BOLO. Questa volta ho capito bene, comincio a fare 3 0 4 Finali alternando il diametro Finali e il n°degli Ami Finale n°.1°.FluoroCarbon Milo-Krepton.mm.0,108.Amo Milo-Suèhiro-R303.n°.12. Finale n°.2.FluoroCarbon Milo-Krepton.mm.0.108,cambia l'Amo Milo-Suèhiro-S115.n°.10. Finale n°.3. FluoroCarbon Milo-Krepton-mm.0,128. Amo Milo-Suèhiro-R303.n°.12. Finale n°4. FluoroCarbon Milo-Krepton.mm.0,128. cambia l'Amo Milo-Suèhiro S115.n°.10. Ora cominciamo a vedere la parte del filo Madre, a partire dall'alto. .1. nodo Stopper a circa mt.3. .2. Tappo di gr.2. .3. due nodi Stopper. .4. Torpilla n°.8. gr.1,5. .5. Pallino del n°.2. a 5 cm dall'asola e un altro Pallino del n°.2. appena sopra l'asola. Cosa ne pensi? dove ho sbagliato?. ti saluto e ringrazio Mario. ;D
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


enzo.

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 809
  • Se a pesca non vai.........pesci non ne prendi!
Risposta #16 il: Aprile 08, 2009, 17:27:06
Ciao Mario e...scusa l'intromissione ma penso non vi stiate intendendo.
Tu cosa intendi per "nodi stopper"? Ti dico questo perche'Arrow per " 3 scobidoo per fermare il galleggiante" intende i classici siliconi che si usano inseriti nel filo e a sua volta nel galleggiante per fermarlo sulla lenza.
Io per "nodi stopper" che dici tu invece,intendo i classici nodi che si fanno sulla lenza madre per pescare con i galleggianti scorrevoli.
Ti saluto.
Enzo.
TUTTO CIO'CHE LASCIAMO A RIVA,LA NATURA PRIMA O POI CE LO RESTITUISCE E NON PENSO CHE VORREMO PER I NOSTRI FIGLI UN FUTURO DI SPAZZATURA!!!
RIPARIAMO I DANNI FINCHE'SIAMO IN TEMPO.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #17 il: Aprile 08, 2009, 17:46:23
Grazie Enzo, Si io intendevo il classico nodo in filo di cotone o lana fatto per fermare lo scorrimento del Tappo. Mentre per scoobydoo intendi dire inserire quei tubetti di plastica di vari diametri che si fissano alla antenna del Tappo per bloccarlo? Se si mi debbo nascondere, ma la torpilla essendo scorrevole dove la blocco? verso il basso c'è il pallino ma verso l'alto? altro pallino?.ciao ciao Mario.><;D<
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


enzo.

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 809
  • Se a pesca non vai.........pesci non ne prendi!
Risposta #18 il: Aprile 08, 2009, 18:23:59
Ciao Mario.
La torpilla,scendendo sul filo,va semplicemente a bloccarsi da sola sul pallino.
La parte superiore deve rimanere libera primo perche'il pesce,nell'abboccata sentira'meno peso perche'il filo ci scorre dentro,e secondo perche' se dovessi spostare la piombatura,sposteresti un piombino in meno.
Praticamente Arrow nell'illustrarti correttamente tutta la montatura,lo faceva dando per scontato l'uso del galleggiante fisso dove per fisso intendo quei galleggianti che hanno nella parte superiore un anellino inserito sul loro corpo e nella parte finale solo il gambo su cui metterci il silicone per bloccarlo all'altezza desiderata.
Ti saluto.
Enzo.
TUTTO CIO'CHE LASCIAMO A RIVA,LA NATURA PRIMA O POI CE LO RESTITUISCE E NON PENSO CHE VORREMO PER I NOSTRI FIGLI UN FUTURO DI SPAZZATURA!!!
RIPARIAMO I DANNI FINCHE'SIAMO IN TEMPO.


baronmario

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Ascoltare Sempre. Più Esperienza. Più Sapere.
Risposta #19 il: Aprile 08, 2009, 18:40:34
Grazie enzo, spero proprio di aver capito, adesso provo e poi ti dico, scasami per queste domanda sciocche. ciao ciao ;D Mario
La furia dei marosi sulla scogliera...
La natura... si sfoga... contro di noi.


Link sponsorizzati

Tags: