Uso ottimale di questo galleggiante

This is a discussion for the topic Uso ottimale di questo galleggiante il the board PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE.

Autore Topic: Uso ottimale di questo galleggiante  (Letto 2977 volte)

gennaro

  • ^Member^
  • *
  • Post: 36
il: Ottobre 25, 2008, 16:27:19
Salve ragazzi volevo chiedervi una cosa; giracchiando tra le mie cose di pesca ho trovato  due galleggianti che non ricordavo neanche di avere. Volevo chiedervi, visto che mi sembrano diversi dai comuni galleggianti per bolognese che ho e che vedo in giro dato che hanno alla fine una spirale dove far passare il filo vorrei sapere come utilizzarli al meglio e magari un tipo di montatura per provarli con la bolognese. Di questo tipo così non ne ho mai provati quindi vorrei un consiglio da voi. Grazie. Scusatemi se non posto una foto ma adesso ho la digitale scarica e quindi ho riadattato un disegno che riproduce il tipo di galleggianti che ho trovato. Sono uno da 7 gr e uno da 3 gr.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


gennaro

  • ^Member^
  • *
  • Post: 36
Risposta #1 il: Ottobre 26, 2008, 11:27:02
ho scattato le foto ( ho ricaricato le pile alla digitale  calabria ) . Ragazzi, sapete come capire la grammatura di un galleggiante ? Ho dei galleggianti all'inglese ( le pennette ) però non conosco la grammatura perchè non c'è scritta, preciso che sono spiombati. Devo andare a tentativi ? Comunque spero che mi aiutate nel quesito principale, cioè l'utilizzo ottimale di questi due galleggianti con passaggio del filo in punta. Grazie
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


tornado_del_mare

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 107
  • SEMPER FIDELIS
Risposta #2 il: Ottobre 27, 2008, 15:19:05
ciao, io quando ero piccolo e alle prime armi usavo quei galleggiantili, ne montavo uno da 8 e uno da 4 su due bolognesi da circa 3 metri e pescavo in mare, ma solo se era calmo, il filo lo fissavo facendolo passare nell'asola e lo fermavo cn due piombini piccoli, però poi quei galleggianti lì, li o visti usare nei laghetti con acque ferme, perche i pescatori si allarmavano dal cerchietto tipo bollata che si faceva intorno.
per conoscere la grammatura di un galleggiante attacca 10 cm di filo e poi attacca dei piombini da mezzo grammo, fail la prova in una conca in modo tale che il filo non tocchi terra, poi quando vedi che il galleggiante scende e il cimino rimane a pelo d'acqua vuol dire che il peso e quello dei piombi che hai messo.
io uso questa tecnica ea volte mi trovo con una differenza di grammo, pero almeno so più o meno.
cmnq chiedi a qualkuno di + esperto  calabria calabria

ciao e buona  ;D
quando vi ritirate da una battuta, buttate l'esca a mare, LORO ingrossano e scappottate meglio.


gennaro

  • ^Member^
  • *
  • Post: 36
Risposta #3 il: Ottobre 27, 2008, 18:10:51
grazie dei consigli tornado 


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #4 il: Ottobre 28, 2008, 09:25:29
Ciao Gennaro
I galleggianti della foto direri che sono i classici galleggianti in balsa con l'unica differenza di avere un solo attacco in basso, come gli inglesi, anzichè i due tradizionali (anellino sul corpo e scoubidou sull'asta). Non riesco a capire se sono piombati o meno anche se mi pare di si, ma dovresti capirlo dal peso in quanto, se privi di autopiombatura risultano molto leggeri. Inoltre immergendoli in acqua dovrebbero tendere a raddrizzarsi. L'indicazione sul corpo (3.0g e 7.0g) sta a significare che, se non piombati, riescono a portare una grammatura aggiuntiva rispettivamente di 3 e 7 grammi. Viceversa se fossero piombati i numeri stanno ad indicare il loro peso intrinseco. Il decimale (.0) indica la possibile piombatura aggiuntiva, cioè nulla, che di solito equivale a due piccoli pallini necessari al bilanciamento del galleggiante, mettendone altra il galleggiante sprofonderebbe. Per attaccarli sul filo in bobina puoi usare anche gli appositi agganci per pesca all'inglese fermando poi il galleggiante o con due piombini o con due stopperini minuscoli. Puoi anche far passare il filo direttamente nell'anellino senza l'uso dell'attacco specifico ma in questo caso non puoi sostituire velocemente il galleggiante. Infine quello da 3 gr. è più indicato, vista la forma, per situazioni di mare un pò più mosso,
Ciao


gennaro

  • ^Member^
  • *
  • Post: 36
Risposta #5 il: Ottobre 28, 2008, 13:33:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Gennaro
I galleggianti della foto direri che sono i classici galleggianti in balsa con l'unica differenza di avere un solo attacco in basso, come gli inglesi, anzichè i due tradizionali (anellino sul corpo e scoubidou sull'asta). Non riesco a capire se sono piombati o meno anche se mi pare di si, ma dovresti capirlo dal peso in quanto, se privi di autopiombatura risultano molto leggeri. Inoltre immergendoli in acqua dovrebbero tendere a raddrizzarsi. L'indicazione sul corpo (3.0g e 7.0g) sta a significare che, se non piombati, riescono a portare una grammatura aggiuntiva rispettivamente di 3 e 7 grammi. Viceversa se fossero piombati i numeri stanno ad indicare il loro peso intrinseco. Il decimale (.0) indica la possibile piombatura aggiuntiva, cioè nulla, che di solito equivale a due piccoli pallini necessari al bilanciamento del galleggiante, mettendone altra il galleggiante sprofonderebbe. Per attaccarli sul filo in bobina puoi usare anche gli appositi agganci per pesca all'inglese fermando poi il galleggiante o con due piombini o con due stopperini minuscoli. Puoi anche far passare il filo direttamente nell'anellino senza l'uso dell'attacco specifico ma in questo caso non puoi sostituire velocemente il galleggiante. Infine quello da 3 gr. è più indicato, vista la forma, per situazioni di mare un pò più mosso,
Ciao
Grazie Oltremare, i galleggianti sono ababstanza legegri e quindi non credo siano piombati, magari provo a pesarli così potrò essere più preciso.


Link sponsorizzati

Tags: