La coda di topo - quale scegliere

This is a discussion for the topic La coda di topo - quale scegliere il the board PESCA CON LA MOSCA.

Autore Topic: La coda di topo - quale scegliere  (Letto 14518 volte)

^FLY^

  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1940
  • Il Maestro
il: Aprile 26, 2008, 23:28:03
Ogni canna daNon sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login è contrassegnata dal numero della coda di topo adatta alla sua potenza: generalmente col segno # seguito da un numero.
A parità di numero ogni tipo di coda di topo, sia essa a doppio fuso che decentrata , galleggiante o affondante, sia di qualsiasi marca o materiale, corrisponderà una quantità di peso: convenzionalmente il  peso dei primi nove metri circa che sono in media quelli che normalmente agiscono fuori canna in azione di pesca.
Così qualsiasi coda di topo si usi, se di numero corrispondente a quello adatto alla canna ne determina sempre la medesima carica quindi il perfetto equilibrio fra i due componenti.

Tipo            Peso dei primi 9 metri               peso totale

DT 3                                        gr. 6,5                                                  gr. 19,5

DT 4                                        gr. 7,8                                                  gr. 23,4

DT 5                                        gr. 9,1                                                  gr. 27,3

DT 6                                        gr.10,4                                                 gr. 31,2

DT 7                                        gr. 12,00                                              gr. 36,00




La lunghezza totale delle code di topo è di 30 yarde, pari a 27metri circa.
Le code di topo possono essere: galleggianti, affondanti, affondanti rapidamente oppure affondanti per i primi tre metri; sono fabbricate in materiale sintetico e hanno generalmente colori chiari e ben visibili al pescatore in condizioni di luce scarsa, le galleggianti; colori scuri, mimetizzate al pesce, le sommerse.
Sono fabbricate in qualità media e in qualità eccellente con prezzi che si adeguano logicamente a queste diversità. La scelta è soggettiva; come si è detto quel che più conta è il perfetto equilibrio tra la coda di topo e la canna.
A titolo informativo si sappia che una volta si usavano code di topo fabbricate in seta, che dovevano essere ingrassate per galleggiare; queste code avevano la particolarità di essere morbidissime e sottili ma ora è difficile trovarle e poi , onestamente, si deve dire che la loro manutenzione le rende poco pratiche.
Riassumiamo i tipi e modelli di code di topo denominandole con il nome inglese che è quello generalmente codificato:

Double taper
: è la classica coda di topo, sottile all’inizio per 2 piedi (1 piede = 30,5 cm), si ingrossa conicamente per dieci piedi, mantiene il diametro più grosso per 66 piedi, quindi decresce conicamente per 10 piedi e ritorna sottile per 2 piedi. La perfetta simmetria ai due estremi permette la reversibilità. La lunghezza totale è di 90 piedi.

Weinght forward
: è una coda di topo decentrata, cioè il peso maggiore è concentrato nella prima parte ed è così distribuito: diametro sottile per 2 piedi, ingrossamento conico per 10 piedi, diametro massimo per 20 piedi, decrescenza conica per 2 piedi, mantenimento del diametro sottile per 17 piedi, poi ancora più sottile per 39 piedi. La lunghezza totale è sempre di 90 piedi. La forma irregolare non permette la reversibilità. La coda decentrata agevola il pescatore nei lanci a lunga distanze nella doppia trazione.

SHooting taper
: è una coda di topo particolare, la sua lunghezza totale è appena 30 piedi; i primi 2 piedi sottili, poi 10 piedi di ingrossamento conico quindi 18 piedi di diametro massimo; a questo diametro massimo si attacca generalmente un nylon di grossa sezione o della trecciola sottile in perlon. Questa coda è usata per raggiungere lunghissime distanze; il lancio è agevolato al massimo; difatti quando questi 30 piedi di coda di topo (circa 9 metri) sono fuori canna dovranno trascinare, nei falsi lanci e nello shooting, del materiale sottilissimo (nylon o perlon) che uscirà fuori canna con estrema facilità dato il minimo attrito e la minore resistenza nello scorrimento fra gli anelli della canna.
Tutte e tre queste versioni valgono per le code galleggianti e per quelle affondanti.

.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^GIOVANNI^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2088
  • Catanzaro Lido
Risposta #1 il: Novembre 18, 2009, 15:38:22
i luoghi dove andrò a praticare maggiormente la pesca a mosca secca saranno piccoli fiumi e torrentelli, vi sembra una equilibrata scelta che mi orienti ad acquistare una DT #3 o DT #2 , qualche consiglio in merito
 
inoltre basta dire ad esempio DT #3, oppure a parità di numero esistono code che hanno conicità diverse, quindi da valutare visto che a conicità diverse ho letto corrispondono dinamiche diverse
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^FLY^

  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1940
  • Il Maestro
Risposta #2 il: Novembre 18, 2009, 15:57:09
Io pesco prevalentemente nei torrenti silani e utilizzo una DT3 con cui mi sono sempre trovato bene.

DT3 è la sigla che contraddistinque il peso dei primi 9 metri di coda, logicamente ogni casa costruttrice adotta un suo profilo.
Quello che mi sento di consigliare è che la coda sia buona senza badare tanto alla conicità, specialmente nei torrenti dove si pesca con al massimo 5/6 metri di coda più finale fuori dalla canna.
.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


gvol

  • ^Member^
  • *
  • Post: 83
Risposta #3 il: Novembre 18, 2009, 20:36:13
Giovanni alla sigla DT e il numero va aggiunto anche il tipo di coda se galleggiante con una F (floating) o affondante una S (Sinking). Quindi nel tuo caso una DT #3 F è l'ideale.

 calabria
Gennaro

“Quando il piacere del rilascio sarà pari o superiore al piacere della cattura, allora caro amico, sarai un Pescatore!”


^GIOVANNI^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2088
  • Catanzaro Lido
Risposta #4 il: Dicembre 01, 2010, 18:13:40
un anno fa ho acquistato questa coda DT3 F pagata circa quaranta euro,

a distanza di un anno mi accingo ad invertirla nel mulinello, grande vantaggio delle code DT, avendo notato segni di usura come tante piccole lesioni, sarebbe durata molto di più se non l'avessi maltrattata come ho fatto, ma bisogna pure iniziare e non l'ho risparmiata
ora però volevo già prenderne un’altra di qualità molto superiori come densità, prestazioni, morbidezza, galleggiabilità ecc.
e per questo volevo da voi tutti un consiglio, come marca e modello da scegliere
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


SudFly

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
  • SOLO BAMBOO
Risposta #5 il: Dicembre 01, 2010, 19:09:31
Ciao Giovanni,

recentemente ho acquistato l'ultima nata in casa Rio, si tratta della Rio Trout Light DT3 F (di colore verde)

E' una coda eccellente molto vicina alle esigenze di lancio TLT.

Costa circa 60 euro, purtroppo qualche mese fa ho dovuto ordinarla dalla francia perchè non disponibile in Italia.

Se ti servono maggiori dettagli contattami in MP.

alessandro
Bamboo is pure fly fishing


donatot

  • Il pescatore con la mosca SELE e TANAGRO
  • FISHING FRIEND
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1410
  • Donato Tedesco P.a.M. TECNICA T.L.T.
Risposta #6 il: Dicembre 01, 2010, 19:43:08
Ciao Giovanni, queste sono le migliori marche in assoluto


Le trovi in diverse sezioni sia DT che WF dalla 2 in poi, e si adattano a tutte le temperature



>(((((((((°><°)))))))))<
Molto meglio la riva silenziosa di un fiume in una calda giornata di primavera con gli insetti che ti schiudono tutto intorno e accompagnati solo da qualcuno che è capace di assaporare questa magica atmosfera.


ondulandes

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 227
  • ho una mosca dietro
Risposta #7 il: Dicembre 02, 2010, 08:07:09
ciao giovanni anche le code airflò sono delle migliori e non costano molto  calabria
SONO RESPONSABILE DI CIO CHE SCRIVO,MA NON DI QUELLO CHE VOI VOLETE CAPIRE


Link sponsorizzati