Tripode da materiali di recupero

This is a discussion for the topic Tripode da materiali di recupero il the board PESCA & FAI DA TE AUTOCOSTRUZIONE .

Autore Topic: Tripode da materiali di recupero  (Letto 13282 volte)

^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
il: Novembre 15, 2009, 19:45:28
Tripode da materiale di recupero

Avvertenza.
I disegni non sono in scala, pertanto alcuni elementi potrebbero apparire di dimensioni spropositate rispetto ad altri. Prima di iniziare a fare qualsiasi cosa, dai uno sguardo di insieme a tutte le figure.
Il tripode ha una struttura fissa, ma non è molto ingombrante, per cui è facilmente trasportabile. Se trovi gli snodi appositi, puoi rendere le gambe telescopiche per accorciare il tripode per il trasporto. In ogni caso il suo ingombro è pari a quello di una canna telescopica chiusa.

Aspetto a lavoro finito.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Materiale occorrente.
La costruzione di questo tripode è abbastanza semplice e la struttura principale si base su materiale di recupero:
-   1 vecchio ombrellone da spiaggia con le stecche in acciaio da mm 5 o più grosse. Le parti che servono sono le stecche e le corone di plastica a cui le stecche sono legate (per fare lo snodo del tripode);
-   1 vecchio gazebo da giardino, del tipo semplice col telone in plastica (quelli che vendono nei supermercati e misurano più o meno mt 3x3). Le parti che servono sono le gambe (più sottili) e le traverse (più grosse) in metallo;
-   1 manico tondo di legno di una vecchia scopa;
-   1 pezzo di fil di ferro zincato da 3 mm di diametro;
-   1 pezzo di cordoncino da 5 mm di diametro;
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Se non si hanno disponibili, bisogna acquistare:
-   1 bullone con 2 dadi (mm 6 x 70);
-   1 rondella (diametro foro mm 6, per il diametro esterno vedi fig. 3 più sotto);
-   10 bulloncini con dadi (mm 4 x 60)
-   1  pezzo di tubo in pvc (di quelli arancioni) con diametro mm 50 per fare i bicchieri;
-   2 piccole staffe di metallo ad L con fori per reggere i bicchieri;
-   1 confezione di appendini da muro per manici di scopa, possibilmente in metallo (sono a forma di U, si appendono al muro con una vite e reggono il manico di scopa infilato a pressione nella U). Servono per fare le forcelle reggi-canna del tripode. Va bene qualsiasi altro oggetto a forma di U che riesci a recuperare;
-   1 confezione di Adesivo Strutturale Universale Kostrufiss (digita proprio queste parole per visualizzarlo in internet), che costa 8,50 €. Questo adesivo, che è confezionato come un tubo di silicone, ha la proprietà di “gonfiarsi” come una schiuma quando ci spruzzi sopra alcune gocce d’acqua (vedi nel sito come funziona). Dopo pochi minuti dallo spruzzo dell’acqua si è già espanso e dopo poche ore si è già indurito incollando tenacemente tra loro i materiali su cui è stato spalmato. Dopo l’uso, chiudi bene il tubetto per impedire il contatto con l’aria: siccome ne serve pochissimo, con un tubetto puoi incollare migliaia di cose, ed è un peccato rischiare di perderlo solo perché non è stato sigillato bene dopo l’uso. Si trova presso i rivenditori di materiali edili.

A seconda dei numeri dei pezzi che riesci a recuperare, puoi costruire in breve tempo un gran numero di tripodi che puoi regalare o scambiare con amici: infatti, una volta preparati i pezzi, il montaggio è molto semplice e veloce.

Attrezzatura
-   Tanaglie
-   Seghetto per ferro
-   Piccola morsa da banco
-   Trapano con una punta per ferro da 6 mm ed una da 4 mm
-   Smeriglietto elettrico (opzionale). Serve per fare la punta ai piedi del tripode. Se non ce l’hai, puoi sempre rivolgerti ad un carpentiere. 

Assemblaggio
Smonta completamente il vecchio ombrellone e recupera le stecche e le due corone di plastica che reggono le stecche (devi tagliare con le tanaglie il fil di ferro che le lega alle corone).
Le stecche più lunghe e quelle più corte sono unite tra loro da uno snodo: con le tanaglie apri lo snodo e libera le stecche corte. Adesso hai un buon numero di stecche indipendenti. Sia le stecche lunghe che le corte hanno la testa schiacciata provvista di un foro (oppure, a seconda del modello, sono curvate su se stesse a formare un occhiello). Prendi 3 stecche corte e tagliale col seghetto da ferro alla lunghezza di 15 cm, misurati a partire dalla testa in giù. Adesso prendi la corona superiore ed accorcia il  “tubo” entro cui scorreva il fusto dell’ombrellone: accorcialo in modo che dalla parte superiore e dalla parte inferiore ne sporgano solo 5 mm.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

La corona presenta lungo la sua circonferenza un solco in cui scorreva il fil di ferro che legava le stecche, e tanti tagli verticali quante erano le stecche: questi tagli servono per infilare la testa forata degli spezzoni da 15 cm che hai preparato. Noterai però subito che questi tagli sono distanziati tra loro in modo tale da non consentirti di montare le teste dei 3 spezzoni ad una distanza equivalente tra di loro (cioè non puoi formare una perfetta stella a tre punte), mentre è importante che le tre gambe del tripode siano disposte tra di loro alla stessa distanza, in modo che il tripode aperto stia in equilibrio.
Dovrai quindi fare dei nuovi tagli in modo che le teste dei tre spezzoni vengano a trovarsi alla stessa distanza le une dalle altre. Calcolare la giusta distanza è molto semplice: sulla corona fai un segno col pennarello su uno qualsiasi dei tagli presenti, poi prendi un pezzo di cordoncino grosso e metti un capo del cordoncino esattamente sul taglio che hai segnato col pennarello. Adesso fai fare al cordoncino un giro tutto intorno alla circonferenza della corona fino a quando non arrivi nuovamente al capo del cordoncino che tenevi fermo sul taglio segnato dal pennarello. Taglia il cordoncino esattamente nel punto in cui combacia col capo segnato: avrai che il cordoncino misura adesso esattamente quanto la circonferenza della corona. Stendi il cordoncino bello dritto sul tavolo e con il metro o con un righello graduato misura la lunghezza totale del cordoncino (che sarà esattamente quella della circonferenza). Adesso devi dividere questa lunghezza in 3 parti uguali: se p.e. la lunghezza totale è di 12 cm, con un pennarello farai un primo segno sul cordoncino a 4 cm ed un secondo segno a 8 cm. In questo modo avrai diviso la lunghezza del cordoncino in 3 parti perfettamente uguali (nel nostro caso, di 4 cm ciascuna).
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Riprendi in mano il cordoncino, metti un capo esattamente sul taglio contrassegnato della corona ed avvolgilo lungo la circonferenza: quando i due capi sono uno attaccato all’altro, tienili saldamente in quella posizione con un dito e col pennarello fai un nuovo segno sulla corona in corrispondenza del primo segno sul cordoncino, poi fai un secondo segno sulla corona in corrispondenza del secondo segno sul cordoncino. Quando levi il cordoncino, sulla corona avrai 3 segni col pennarello che si troveranno tra loro alla stessa precisa identica distanza.
Adesso controlla i segni sulla corona: il primo corrisponde ovviamente con un taglio (siamo partiti da li!), gli altri 2 difficilmente corrisponderanno con altri tagli già presenti. Nulla di male, col seghetto da ferro fai 2 nuovi tagli sulla corona esattamente in corrispondenza dei segni di pennarello: questi nuovi tagli devono avere la stessa larghezza e profondità dei tagli originali già presenti. Fai adesso una prova di presentazione: infila le teste degli spezzoni da 15 cm dentro i 3 tagli segnati: a occhio e croce, i 3 spezzoni si trovano tutti equidistanti tra loro. Hai fatto il lavoro più rognoso.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Adesso procurati un pezzo di pelle sottile (la puoi ricavare dalla linguetta di una vecchia scarpa di pelle, una vecchia borsetta o borsello) e ritaglia 3 strisce larghe ciascuna 1 cm. Usando una colla istantanea (Attack) attacca la prima striscia al primo spezzone di acciaio, all’estremità opposta della testa: comincia ad arrotolare la striscia su se stessa, sovrapponendo strettamente  i giri tra di loro in modo da formare un cilindro. Ogni mezzo giro metti una goccia di attack in modo che il cilindro non si disfi ma rimanga bello compatto. Per regolarti su quanti giri devi fare, ogni tanto infila il cilindro nella gamba del tripode: devi interrompere i giri quando il cilindro di pelle entra giusto giusto nella gamba, meglio se con una leggera forzatura ma senza esagerare per evitare che il cilindro si disfi. Quando hai trovato il giusto diametro del cilindro di pelle, taglia la pelle eccedente ed infila con delicatezza questo cilindro nel tubo del gazebo, spingendo lo spezzone di acciaio sino a lasciarne fuori gli ultimi 5 cm.
Prepara allo stesso modo gli altri due spezzoni di acciaio ed infilali nelle altre due gambe. I cilindri di pelle servono per fare in modo che l’ Adesivo Kostrufiss, quando si espande, vada ad espandersi solo verso la parte alta del tubo e non anche verso la parte bassa (e molto più lunga).
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Quando hai infilato tutti e 3 gli spezzoni d’acciaio nei tubi, devi colare l’ Adesivo Kostrufiss all’interno del tubo: centra più che puoi lo spezzone d’acciaio nella gamba, colaci dentro un po’ di Kostrufiss (ne basta poco), spruzzaci sopra un po’ d’acqua ed attendi qualche minuto che Kostrufiss si gonfi e si espanda fuoriuscendo leggermente dalla gamba. Quando questo avviene, metti la gamba in piedi da una parte e procedi a fare lo stesso con le altre 2 gambe. Hai quasi finito di costruire le gambe del tripode. Mettile in piedi da un parte aspettando l’indurimento del Kostrufiss.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Adesso devi preparare i piedi per le gambe del tripode. Ritaglia dalle stecche d’acciaio dell’ombrellone n 3 spezzoni da cm 25 ciascuno (non dalla parte della testa, ma dalla parte opposta). Mediante lo smeriglio devi fare la punta ai 3 spezzoni (non a spillo, ma abbastanza appuntita): ti consiglio di mettere questi piedi appuntiti alle gambe del tripode perché quando ti capiterà di pescare dalle rocce o da terreni duri, la presa su questi tipi di suolo sarà eccezionale. Se non hai lo smeriglio, mettiti una bottiglia di vino sotto il braccio e vai da qualche fabbro o carpentiere e fatti fare la punta da lui (già che ci sei, fatti fare la punta ad un bel po’ di spezzoni, così sono già pronti per futuri lavori). Su questi spezzoni, dalla parte opposta alla punta, incolla 3 striscie di pelle così come hai fatto in precedenza con le “teste” delle gambe. Quando hai finito, prendi le gambe che stavano asciugando, capovolgile, infilaci i piedi (centrandoli il più possibile) lasciandone fuori 15 cm, colaci dentro un po’ di Kostrufiss, spruzza un po’ d’acqua e mettile ad asciugare. Le gambe sono praticamente finite: ti rimarrà solo da verniciarle nel colore che preferisci, con pennello o con bomboletta spray.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

  Quando il Kostrufiss si è bello indurito (bastano poche ore), puoi attaccare le gambe del tripode alla corona per fare lo snodo che ti permette di aprirle per la pesca e chiuderle per il trasporto. Il lavoro è semplicissimo: infila le teste delle gambe nei tagli della corona contrassegnati col pennarello, poi infila uno spezzone di fil di ferro zincato da 3 mm nei fori delle teste e ruota saldamente tra loro con le tanaglie i due capi il fil di ferro, avendo cura di posizionarlo nell’apposita scanalatura della corona. Quando il fil di ferro è ben stretto, taglia la parte eccedente lasciando un piccolo peduncolo che ripiegherai verso il corpo della corona con un martello.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Adesso devi preparare la corona a ricevere il braccio che sosterrà le forcelle reggi canna. Apri e metti il tripode in posizione di “lavoro”, e quindi decidi quale deve essere la gamba principale (cioè quella che reggerà il braccio porta bicchierini). Per sicurezza, contrassegna con un pezzo di carta gommata questa gamba. Ritaglia uno spezzone di 40 cm da un sostegno del gazebo (che è più grosso della gamba) e col trapano ed una punta da ferro da 6 mm foralo esattamente al centro (foro passante da parte a parte). Adesso mettiti di fronte alla gamba principale, appoggia la rondella sul “tubo” inferiore della corona, infila il bullone nel buco centrale della rondella e spingendolo verso l’alto fallo passare nel buco del braccio che avrai posato sul “tubo” superiore della corona. Avvita a mano un dado nel bullone per tenere fermo il braccio. Centra il braccio più che puoi al centro del buco del tubo.  Adesso che il braccio è bloccato, lo devi “centrare” anche rispetto alla gamba principale, cioè lo devi mettere in modo che sia il più perpendicolare possibile alla gamba principale.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
 
Appena hai centrato il braccio in modo perpendicolare alla gamba principale, nel “tubo” superiore in cui è appoggiato il braccio devi ricavare una scanalatura dentro cui metterai il braccio: la scanalatura serve per dare più stabilità al braccio, in modo che non si sposti di un millimetro dalla sua posizione quando, a pesca, ci appoggerai le canne. Con un pennarello segna sul “tubo” della corona i contorni del braccio, in modo che la scanalatura abbia lo stesso diametro del braccio.
Smonta il braccio e col seghetto da ferro ritaglia lungo i contorni segnati per ricavare la scanalatura dentro il “tubo” della corona. Quando hai ricavato la scanalatura e ci metti dentro il braccio, il braccio appare così
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Monta definitivamente il braccio delle forcelle, stringi bene il dado nel bullone e monta anche un secondo dado, in modo che faccia da fermo al primo dado (contro dado).
Adesso devi preparare il braccio inferiore che servirà per reggere i bicchierini del tripode. Ritaglia uno spezzone di 30 cm da un sostegno del gazebo (che è più grosso della gamba) e col trapano ed una punta da ferro da 4 mm foralo esattamente al centro (foro passante da parte a parte). Quindi scava una scanalatura in questo braccio (prima usando il seghetto e poi rifinendolo a semiluna con una lima tonda), in modo che questa scanalatura impedisca al braccio, una volta che lo attaccherai alla gamba, di ruotare a sinistra e a destra
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Monta anche questo secondo braccio forando la gamba con la punta da 4 mm ed usando un bullone da 4 mm. Prima di fare il foro nella gamba, “centra” il braccio in modo che sia perfettamente parallelo al braccio superiore delle forcelle. Se i due bracci non sono paralleli, oltre che a essere poco funzionale, il tripode assume anche un aspetto sgraziato. Come altezza dal suolo, regolati come meglio ti aggrada (in ogni caso non montarlo molto alto).
Adesso devi montare le forcelle ed i bicchierini. Sia le forcelle che i bicchierini devono avere tra di loro un’inclinazione che favorisca la posizione ideale della canna in pesca. Vedi nella fig. 13 la linea di inclinazione ideale
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Dal manico di legno di scopa ritaglia 4 spezzoni di legno lunghi 5 mm. Con una raspa e poi con della carta vetrata arrotonda un capo degli spezzoni (per motivi estetici). Poi infila gli spezzoni di legno alle estremità dei bracci, lasciando fuoriuscire solo la parte arrotondata. Se per caso gli spezzoni di legno sono più sottili del diametro dei bracci, ispessiscili con carta gommata. Gli spezzoni di legno servono per irrobustire le estremità dei bracci quando ci imbullonerai le forcelle ed i bicchierini (ed anche per una questione estetica, in quanto tappano i buchi).
Adesso dallo spezzone di tubo in PVC arancione (diametro 50 mm), ritaglia col seghetto da ferro n. 2 bicchierini alti mm 70 (per fare un taglio dritto, fai un giro completo della circonferenza del tubo con della carta gommata, stendendola con lentezza ed attenzione, poi passa il seghetto rasente la carta ruotando il tubo un poco alla volta). Presenta la staffa ad L al bicchierino, col pennarello segna la corrispondenza dei due fori della staffa sul bicchierino e quindi fora il bicchierino con la punta da 4 mm. Monta le staffe nei bicchierini usando due bulloncini con dado (fai entrare i bulloncini dalla parte interna del bicchierino e dopo aver stretto bene i dadi, taglia col seghetto la parte eccedente del bulloncino). Adesso appoggia un bicchierino sul braccio dei bicchierini ed una forcella sul braccio delle forcelle, quindi calcola visivamente l’inclinazione da dare ad entrambi. Tenendo fermo il bicchierino in quella posizione, col pennarello segna sul braccio il punto corrispondente al foro della staffa, poi con la punta da 4 mm fai un foro passante sul braccio. Quindi con un bulloncino da 4 mm fissa il bicchierino al braccio. Adesso appoggia la forcella nel braccio delle forcelle, calcola visivamente l’inclinazione giusta rispetto al bicchierino, segna col pennarello il punto in cui bucare il braccio e fai un foro passante nel braccio. Fissa la forcella al braccio con un bulloncino da 4 mm.
Fai le stesse operazioni con l’altro bicchierino e l’altra forcella.
Infine dai una bella verniciata a tutto il tripode del colore che vuoi (col pennello o con bomboletta spray).
Per finire, procurati un cubo di polistirolo espanso della misura adeguata che userai come protezione per i piedi acuminati. Come puoi vedere dalla fig. 14, il polistirolo serve anche per mantenere chiuso il tripode.

Buon divertimento.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login




 
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


91°SurfCaster

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 192
  • Al mio segnale......CALATI A PASTA...!!!
Risposta #1 il: Novembre 15, 2009, 20:03:03
grazie infinitamente Nonnoroby.....
per ora ho guardato solo le immagini ma ti assicuro che prima di dmn lo avrò letto tutto...!!!!
mi mancano ancora i soliti tubolari (quelli del gazebo) ma vedrò che posso fare in alternativa......
ancora grazie.....e appena lo avrò costruito ti posterò le foto.....!!!
ciao ciao...e grazie ancora...!! calabria
 
La pesca non è la ricerca del big fish..ma è la ricerca dell'emozione che esso ti sa dare!


etfreaky*

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 813
  • Sii il cambiamento che vuoi nel mondo
Risposta #2 il: Novembre 15, 2009, 20:04:04
MA sbalordisci sempre di più  calabria
Sei un grande Roberto.
La pesca è la metafora della vita... stai seduto senza far nulla aspettando che succeda qualcosa.
Ma non succede mai nulla.


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #3 il: Novembre 22, 2009, 20:38:36
ciao roberto, ho dato una lettura veloce  al tuo post (complimenti!), ma qualcosa mi sfugge e mi incuriosisce
i tubi che formano le gambe hanno una porzione svasata o hai ridotto tu il diametro? quanto sono grandi le staffe per bicchierini?
 ;D
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


carmine

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 129
Risposta #4 il: Novembre 22, 2009, 21:41:38
bravo per linvenzione!!!!!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #5 il: Novembre 23, 2009, 11:48:05
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
ciao roberto, ho dato una lettura veloce  al tuo post (complimenti!), ma qualcosa mi sfugge e mi incuriosisce
i tubi che formano le gambe hanno una porzione svasata o hai ridotto tu il diametro? quanto sono grandi le staffe per bicchierini?
 ;D
No, sono già così. Per le staffe ti regoli in base ai bicchierini (diciamo che come altezza devono essere più o meno la metà di quella del bicchierino). L'importante è che siano in buon acciaio robusto, con due fori per lato.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


donato

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 692
  • support C&R
Risposta #6 il: Novembre 23, 2009, 18:44:07
roberto TI ADORO calabria

con la tua creatività arricchisci ogni volta il nostro forum, è un piacere leggere le tue descrizioni facili da interpretare grazie ai preziosi schemi che ci regali.
la cosa più importante è che condividi la tua genialità con tutti noi...grazie da parte di tutta ;D

la storiella dei galleggianti con la cannuccia ormai ha preso piede tra gli inglesomani della mia zona, mi sa che adesso provo a rifarmi pure un bel preppiedi!
sincerità e onestà sono sinonimi di antipatia e temporanee incomprensioni, ma il tempo è  galantuomo. Cit: mio PADRE


rock fish

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 480
Risposta #7 il: Novembre 23, 2009, 20:58:20
GRANDE ;D ;D


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #8 il: Novembre 24, 2009, 09:03:21
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
roberto TI ADORO calabria

con la tua creatività arricchisci ogni volta il nostro forum, è un piacere leggere le tue descrizioni facili da interpretare grazie ai preziosi schemi che ci regali.
la cosa più importante è che condividi la tua genialità con tutti noi...grazie da parte di tutta ;D

la storiella dei galleggianti con la cannuccia ormai ha preso piede tra gli inglesomani della mia zona, mi sa che adesso provo a rifarmi pure un bel preppiedi!
Ti ringrazio della stima, Donato.
Per quanto riguarda il tripode, ne avevo già postato un altro tipo con lo snodo fatto in modo diverso, che risulta più robusto per il materiale usato (tubi di alluminio di diametro un pò sostenuto). I disegni e le foto non sono un granché, ma mi sto accingendo a fare la revisione. Questo il link:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Se ti interessa anche il segnalatore di abboccata per il tripode (anche qui i disegni non sono un granché, ma farò la revisione anche di questo post), questo il link:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Se infine vuoi trasportare sulla spiaggia tutta la tua attrezzatura, non ti resta che costruirti il carrellino. Vedi qui:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


donato

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 692
  • support C&R
Risposta #9 il: Novembre 24, 2009, 12:01:51
la stima e gli apprezzamenti sono sinceri e te li rinnovo volentieri

devo dire che mi ero perso un pò delle tue diavolerie sulla rubrica auto costruzione, il secondo tripode mi piace particolarmente!
sincerità e onestà sono sinonimi di antipatia e temporanee incomprensioni, ma il tempo è  galantuomo. Cit: mio PADRE


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #10 il: Novembre 24, 2009, 20:29:28
Ciao nonno, sono andato a guardare anche il progetto del tuo tripode precedente, mi pare che ci sia più lavoro (e più preciso) da fare,  mi piace di più l'ultimo.
Altra domanda: ho cercato in rete  l'adesivo KOSTRUFISS e ne ho trovato di 3 tipi (F,R,T) tu quale hai usato?
Ho sottomano due corone di ombrellone di diam. diversi (3,8 e 6 cm) lo spessore praticamente uguale: quale mi consigli di utilizzare? ad essere sincero sono vecchiotti e mi sembrano fragili: c'é un'alternativa o devo cercarne uno + fresco?
Abbi pazienza e scusa
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #11 il: Novembre 24, 2009, 20:45:30
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao nonno, sono andato a guardare anche il progetto del tuo tripode precedente, mi pare che ci sia più lavoro (e più preciso) da fare,  mi piace di più l'ultimo.
Altra domanda: ho cercato in rete  l'adesivo KOSTRUFISS e ne ho trovato di 3 tipi (F,R,T) tu quale hai usato?
Ho sottomano due corone di ombrellone di diam. diversi (3,8 e 6 cm) lo spessore praticamente uguale: quale mi consigli di utilizzare? ad essere sincero sono vecchiotti e mi sembrano fragili: c'é un'alternativa o devo cercarne uno + fresco?
Abbi pazienza e scusa
Ciao Grey,
le corone sono di plastica e se sono state esposte troppo agli agenti atmosferici diventano fragilissime. Per l'ombrellone devi orientarti verso quelli che hanno le stecche più grosse (almeno 5 mm) e quindi usare la corrispondente corona. Per quanto riguarda il Kostrufiss io ho usato quello trasparente confezionato in tubo tipo silicone (quello che si usa con l'apposita pistola per l'estrusione), però ti conviene prendere il tubetto da 80 ml trasparente. Tutti i tipi funzionano allo stesso modo.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #12 il: Novembre 24, 2009, 21:54:14
   ;D
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


forza6

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 102
Risposta #13 il: Novembre 24, 2009, 22:51:55
Caro Roberto,
chi è più forte di te fa uso di anabolizzanti!!!!!  calabria
Se non ci fossi...... ti inventeresti con materiali da recupero       ;D
ciao Roberto, un abbraccio
Antonio
Pulisci sempre quando lasci uno spot, rispetta la natura


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #14 il: Novembre 25, 2009, 11:28:56
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Caro Roberto,
chi è più forte di te fa uso di anabolizzanti!!!!!  calabria
Se non ci fossi...... ti inventeresti con materiali da recupero       ;D
ciao Roberto, un abbraccio
Antonio
Questa è troppo bella, quotata al massimo!
Come si sa, le padrone di casa sono le mogli: l'unica concessione che mi viene data è un piccolo sgabuzzino da lavoro che trabocca talmente tanto di "materiale di recupero" che per trovare un pezzo devo rivoltarlo sotto-sopra. Però quel pezzo di recupero è quello che mi ci vuole in quel momento, altrimenti dovrei farmelo costruire appositamente, e non tutti i carpentieri sono disposti a farlo o, se li convinci, ti fanno pagare un occhio della testa.
Un abbraccio anche da parte mia (ti si sente poco, ultimamente, o sbaglio?)
Ciao
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


nickaname

  • -Member-
  • *
  • Post: 2
Risposta #15 il: Ottobre 24, 2018, 13:05:06
Ciao a tutti volevo cimentarmi nella costruzione di un tripode, questo progetto mi sembrava interessante, si potrebbe ricaricare le immagini che non sono più disponibili. Anche del progetto "tripode alternativo" sempre di NONNOROBY.


^CUCCOSAN^

  • Moderatore
  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 363
  • solo gli imbecilli non si sbagliano mai
Risposta #16 il: Ottobre 24, 2018, 17:35:54
Come già detto in altri post le immagini dei lavori di Nonnoroby non sono più disponibili in quanto erano state caricate con un programma che le ha tolte. L'unica speranza è che Nonnoroby le ricarichi con altro programma gratuito, ma la vedo dura.
Mi dispiace.
Cuccosan


Hannover81

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 234
  • C&R sempre e ovunque
Risposta #17 il: Ieri alle 23:41:30
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Come già detto in altri post le immagini dei lavori di Nonnoroby non sono più disponibili in quanto erano state caricate con un programma che le ha tolte. L'unica speranza è che Nonnoroby le ricarichi con altro programma gratuito, ma la vedo dura.
Mi dispiace.
Ciao Cuccosan.
Mi ripresento perche´ pur essendo vecchio iscritto sono stato lontano moltissimi anni causa della salute.
sono Alfonso da Napoli nick Hannover81.
volevo chiedere le foto della costruzione del"Carrellino da spiaggia"di Nonnoroby.
ma vedo che non e piu attivo da molto.
E come dici tu sarebbe dura avere le foto da Lui.
non si puo fare un appello a tutti gli utenti e chiedere a chi ha salvato le foto di inserirle di nuovo?
tutto quello che costruiva Roberto era super,era fatto benissimo e con passione.
Grazie ciao
Uomo libero, amerai sempre il mare! Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima nel volgersi infinito dell’onda che rotola e il tuo spirito è un abisso altrettanto amaro.

Charles Baudelaire


Link sponsorizzati

Tags: