Attenzione!!! Foce dei Fiumi in Inverno

This is a discussion for the topic Attenzione!!! Foce dei Fiumi in Inverno il the board PESCA NEI PORTI & PESCA IN FOCE.

Autore Topic: Attenzione!!! Foce dei Fiumi in Inverno  (Letto 4894 volte)

Fabrifix

  • ^Member^
  • *
  • Post: 41
il: Ottobre 12, 2012, 21:29:11
Buongiorno a tutti,
vorrei sottoporre a tutti i lettori/spinner la possibilità di riflettere sui  pericoli esistenti nelle  foci dei fiumi. Naturalmente la riflessione è maggiormente mirata soprattutto ai neofiti/spinner  che per inesperienza non conoscono come sono fatte le foci dei fiumi.
Come tutti sappiamo i fiumi d’inverno aumentano la loro “portata” d’acqua  cambiando completamente la loro forma da un giorno all’altro creando delle zone di forte pericolo.
Queste sono nei punti di unione tra fiume e mare, nello specifico in tale area si creano dei punti di facile sprofondamento tali da far scendere un corpo umano anche di 2 metri in un attimo. Questo succede perché alcuni fiumi portano a valle  soprattutto sedimenti sabbiosi che nella zona di reflusso tra mare e fiume creano zone di forte sprofondamento NON VISIBILI
pericolose per gli uomini e nella fattispecie per gli spinner.
Naturalmente non sottovalutare mai la potenza della corrente dei fiumi e la forza di risucchio dell’onda di risacca in situazioni di mare mosso in inverno “nelle maggior parti delle situazioni”. E prima di attraversare un fiume d’inverno contate fino a 100.
La vostra preda non vale la Vostra vita
Mi premeva dare modo di riflettere a tanti spinner inconsapevoli dei pericoli esistenti, essendo io stato vittima per primo più di una volta di questi “scherzi” (in un primo caso fino al “petto”).
Anzi se ci s’imbatte inconsapevolmente in questi pericoli cioè nello sprofondamento  NON PRENDERSI DI PANICO E ALLARGARE LE BRACCIA PER CERCARE DI PORTARSI DA UNA POSIZIONE VERTICALE AD ORIZZONTALE PER QUANTO E’ POSSIBILE, LA CANNA DA PESCA PUO’ ESSERE USATA DA LEVA PER USCIRE.

FACCIAMO SI CHE UN DIVERTIMENTO RIMANGA TALE.

Grazie per la VS attenzione.
Fabrizio Iuli
Fabrifix


^PEPPINO^

  • "CapoTosta"
  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1930
  • il Mare unisce le terre che gli uomini dividono
Risposta #1 il: Ottobre 13, 2012, 09:14:06
Ciao Fabrizio, hai fatto proprio bene a iniziare questo topic.
Serve da "avviso" ai giovani (che magari non ne sono a conoscenza) e di "rinfresco" a noi che magari potremmo abbassare un pò la guardia.
Con i fiumi non si scherza! Ne va della nostra vita!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
CROTONE: MUORE ANNEGATO DURANTE BATTUTA DI PESCA NEL FIUME

Crotone, 2 nov. - (Adnkronos) - Un uomo e' morto durante una battuta di pesca sul fiume Tacina, nel  comune di Cutro, in provincia di Crotone. Secondo i primi rilievi dei carabinieri, Domenico Sergi, 42 anni di Catanzaro, si era calato in acqua quando ha perso l'equilibrio e non e' riuscito a risalire. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che lo hanno portato all'ospedale civile di Crotone nel disperato tentativo di salvarlo ma non c'e' stato nulla da fare.


Stamane ho saputo di questa tragica notizia, penso proprio che stava pescando a spinning.

P.S.: sposto l'argomento nella board: "PESCA NEI PORTI & PESCA IN FOCE" e lo rendo importante in modo che sia più visibile.
Ricorda di fare la tua presentazione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di creare un nuovo topic, usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualunque problema o domanda inerente l'utilizzo del forum, puoi chiedere aiuto in Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login sezione, saremo lieti di aiutarti.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua LoginNon sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login  Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login     Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

E' sicuramente importante essere convinti delle proprie idee,
ma bisogna saper cambiare le proprie certezze perché abbiamo sempre da imparare.

Sentirsi strappare la canna dalle mani non ha prezzo!
Per tutto il resto c'è...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1058
  • Non ducor, duco
Risposta #2 il: Ottobre 13, 2012, 11:08:16
Ottimo lavoro Fabrizio!
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...non sottovalutare mai...la forza di risucchio dell’onda di risacca in situazioni di mare mosso in inverno...
Anche se meno pericoloso di un impantanamento volevo sottolineare questa situazione; spesso l'ultima onda frangendosi scava un gradino abbastanza profondo in cui l'acqua mista a sabbia è come un "frullatore"; in questa situazione, con il vento in faccia che accorcia i lanci, si tende avvicinarsi il più possibile per mandare l'esca oltre il putiferio e farla stare in pesca per qualche metro prima che venga sputata dal mare ma...
Attenzione! L'acqua che sta arrivando a sbattere sugli stinchi la vediamo, ed anche se molto energica l’anticipiamo sfalsando un po’ i piedi e restiamo in equilibrio; ma quando torna indietro, il cosiddetto risucchio, tira verso il mare gli stivali e smuove la sabbia su cui poggiano le suole! E la forza è più forte di quanto ci possiamo aspettare, ma soprattutto ci può cogliere di sorpresa, perché dopo il lancio siamo concentrati a mettere in tiro il filo sperando in qualche spigolona, e dimentichiamo dove siamo. A chi non ha mai provato questa sensazione faccio questa similitudine: proviamo a pensare a qualcuno di fronte a noi che ci tiene per le caviglie e tira, e un altro che tira il tappeto che abbiamo sotto i piedi…è facile perdere l’equilibrio! E in pesca questo vorrebbe dire essere risucchiati nel putiferio con sabbia e alghe, con indosso giubbino e stivali.

Una foto presa dal web giusto per rendere l’idea, anche se questa è fatta d’Estate probabilmente in Oceano:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Sempre attenti, e se l’esca non arriva dove vorremmo…pazienza torniamo domani!
Un saluto
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


orbitante

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 211
Risposta #3 il: Ottobre 13, 2012, 16:56:52
Ottimo post. Ricordiamoci la nostra vita "forse" è più importante di una preda a cui possiamo dare appuntamento ad una prossima volta.

Grazie Fabrifix


Santuzzu

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 460
Risposta #4 il: Ottobre 13, 2012, 20:29:44
A maggior ragione attenzione quando appunto abbiamo stivali, stivali a coscia e peggio ancora scafandro in pvc, scendi sempre giù e non sali più su..

Un mio parente è vivo per miracolo, è stato risucchiato da un onda in acqua, con mare molto formato ( credo onde intorno i 2/3 metri ) e pioggia intensa, l'hanno recuperato dopo 1 ora, in elicottero, se l'è cavata con un ipotermia e acqua nei polmoni.. la colpa principale dello scafandro che incastrandosi con i vestiti non è riuscito a togliere..

Consiglio vivamente un bel coltello tagliente legato addosso stile Pesca Apnea.. in modo da poter affettare lo scafandro se succede un inconveniente di questo.....
Rispetta il mare... lui ti rispetterà!

Crederci sempre, quando meno lo si aspetta, Zac e via di frizione!


salvo901

  • ^Member^
  • *
  • Post: 80
Risposta #5 il: Ottobre 14, 2012, 11:20:17
ciaoo santuzzu, quando ti trovi in quelle situazioni nn ai il tempo di fare, nulla lunica cosa da fare a mio parere e spingerti sul fondo e cacciarti tutto mi e capitato a me con gli stivali a coscia e stata una fortuna uscire,ma un coltello e sempre utile.


Santuzzu

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 460
Risposta #6 il: Ottobre 14, 2012, 13:53:27
A mio parere si rinasce per una seconda volta.. A me non è mai capitata una cosa del genere.. Ma comunque sia è una cosa che non augurerei a nessuno.. Forse perché anche se io amo il mare la mia paura più grande è morire annegato.. Sarà anche una stupidaggine....
Rispetta il mare... lui ti rispetterà!

Crederci sempre, quando meno lo si aspetta, Zac e via di frizione!


maupetrucci

  • -Member-
  • *
  • Post: 9
Risposta #7 il: Aprile 10, 2013, 18:03:47
che ricordo quando per attrafversare il trebbia scivolai e me la vacai piano piano , avevo gli stivali tuttocoscia zuppi di acqua io zuppo di acqua e mi misi su uno scoglio (il primo che trovai ) ad asciugarmi un po . quanti santiii mamma mia :-((  ;D  ;D


Link sponsorizzati

Tags: