Predatore alle porte!!?

This is a discussion for the topic Predatore alle porte!!? on the board PESCE SERRA.

Author Topic: Predatore alle porte!!?  (Read 4743 times)

kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
on: May 02, 2016, 21:08:09
Salve amici del forum, è da un po che non si parla di predatori.!!
Qualcuno ricorderà della mia cattura da sfatare IL PESCE SERRA..Infatti tutt'ora non ho ancora avuto modo di catturarlo premettendo che da principiante per la pesca in mare ho trascorso una sola stagione nel tentativo di insidiarlo avendo avuto comunque svariati attacchi a vuoto oppure per la mia tenacia ho avuto modo di catturare predatori diversi dal serra.
Insomma ci stiamo avvicinando nuovamente alla stagione della sua costante presenza per cui sto iniziando a preparare gli appositi terminali, appunto per questo vorrei qualche consiglio nonostante sappia che ci sono tanti consigli nel forum, ho comunque qualche dubbio e come potete immaginare non vorrei commettere errori.
Premettendo anche che la mia tecnica preferita, la più emozionante è la pesca con il vivo a teleferica: vorrei sapere con certezza se ce ne fosse una, il serra sferza i suoi attacchi prevalentemente da dietro, da sotto, o dalla testa?   Sono informato che il serra quando decide di attaccare non si fa tanti problemi ma potrebbe essere che gli ami che possiedo in acciaio lucido possano essere più riflettenti a tal punto da insospettirlo?  un ultima cosa, mi intriga molto la tecnica con il palloncino quando c'è vento alle spalle: è per vostra esperienza una tecnica valida per il serra?
Spero di non avervi annoiati, anticipatamente vi ringrazio per eventuale risposta.
Salute a tutti!!!        
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1058
  • Non ducor, duco
Reply #1 on: May 03, 2016, 00:14:39
Ciao, ti rispondo per quelle che sono le mie esperienze a teleferica. Gli attacchi avvengono in coda o in pancia, mai capitato un attacco in testa e nemmeno ne ho sentito parlare...il serra morde per tranciare, quindi se metti un amo solo piantalo verso la coda, meglio 2 ami di cui uno verso il centro dell'esca, nella parte superiore e l'altro nel foro anale o sopra un po' prima della coda. L'amo inox non è un problema, casomai aggiunge qualche flash a quelli prodotti dal pesce esca; la tecnica del palloncino va benissimo, è molto redditizia perché consente di tenere sempre sotto controllo l'esca e decidere la distanza a cui farla stazionare. Questo secondo il mio modesto parere, aspettando altre opinioni. Un saluto
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #2 on: May 03, 2016, 13:30:58
Grazie Manuspin gentilissimo, potrebbero sembrare dei dubbi infondati ma sai dopo averci provato e riprovato qualche perplessità è legittima. Per esempio col palloncino essendo una tecnica redditizia come mi confermi non mi ha regalato nessun serra ma per qualche altro predatore invece  è stata l'arma vincente.  Riguardo agli inneschi degli ami per la pesca da riva risulterebbe  inutile la teoria di qualcuno innescare  quello trainante sulla bocca,  sarebbe sprecare un amo?
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #3 on: May 07, 2016, 00:37:32
Ciao Manuspin, scusami se ti ricontatto per qualche altro consiglio. Sempre riguardo al terminale per serra non vorrei lasciare nulla al caso:  si tratta dei nodi del naylon 0,40. Come da esperienza per la pesca nei laghi ho sempre usato il nodo (knot simple) che non mi aveva mai tradito anche con carpe di grossa taglia, fino a quando con la passione della pesca in mare mi capitò un predatore veramente possente.. un maschio di lampuga che con tanta emozione lo trascinai a riva fin sotto il gradino abbastanza accentuato del posto, insomma era quasi fuori col suo bel testone quando effettuó il suo ultimo tentativo di partenza a tal punto da spezzarmi il nodo del naylon vicino alla girella  del cavetto d'acciaio. "Un vero peccato e senso di colpa fino a quando l'amo non si sarebbe corroso e disintegrato". A parte un po più di attenzione con la frizione del mulinello,  da allora uso i salva nodo e come nodi adopero (l'improved clinch) oppure quello che più mi convince anche nei test
Il (clinch knot) "doppio giro nell'occhiello, 4 spire e chiudo nel doppio giro.
Cosa ne pensi? Ci sarebbe per tua esperienza qualche altro nodo più sicuro?
Un saluto a tutti!!!
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1058
  • Non ducor, duco
Reply #4 on: May 07, 2016, 11:24:45
Ciao, non conosco il simple knot ma non penso proprio che sia la causa in sé della rottura, magari il filo era un po' consumato o non era assuccato bene, capita. Puoi fare benissimo il clinch semplice o improved; io per le girelle uso sempre il nodo uni, è sicuro, si fa in una attimo e se acquisti manualità puoi fare anche il doppio passaggio sulla girella per aumentare ancora la tenuta.
Prima avevi chiesto un'altra cosa, non avevo risposto perché speravo intervenisse qualcuno più pratico di me in questo pesca. Comunque, a mio parere l'amo trainante in bocca ha senso solo nella traina, nella pesca da riva l'ho provato ma è solo un fastidio per l'esca che non riesce a nuotare bene...mi ha dato questa impressione; poi se peschi ai serra a maggior ragione è un amo sprecato.
Aspettando altri pareri; un saluto.
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #5 on: May 07, 2016, 19:14:08
Ciao Manuspin, infatti ho sbagliato a scrivere era il (simple clinch) praticamente il clinch semplice. Scusami.
Grazie!!
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #6 on: May 07, 2016, 19:45:20
Comunque come giustamente afferma Manuspin, ogni nodo fatto a regola ha la sua tenuta.
Se può essere utile ho testato vari nodi e quello che sempre ha superato più di tutti è appunto il clinch knot con doppio passaggio nella girella, che in pratica simile all' Improved ma con doppio passaggio nella girella. Forse semplicemente è quello che mi viene meglio in base anche al naylon che sto usando!!!
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #7 on: May 17, 2016, 20:07:45


Ciao amici del forum, come potete constatare "il predatore ha varcato la porta"  calabria
Qualcuno ricorderà che il SERRA era la mia preda da sfatare, finalmente ce l'ho fatta, (chi la dura la vince)
Una giornata indimenticabile, un combattimento strepitoso. Se può essere di vostro gradimento sarei felice condividere con voi come è andato: Domenica mattina, nonostante siamo ad inizio stagione avevo già in pesca due canne con trancio di cefalo ed una canna bella e pronta da usare con il vivo a teleferica in caso mio figlio tirasse fuori a galleggiante una leccia stella,, intanto a fondo tiro fuori una bella mormora di 20 cm circa, immediatamente la innesco, dopo circa mezzora "e paf" un attacco deciso, provo subito a ferrare ma per via della teleferica non sento ferrare gran che, comunque era ancora lì, ferro di nuovo e niente non si allama, tiro fuori la mormora tranciata nettamente in due con l'amo sul dorso ancora innescato,, "non vi dico quanti santi presero il volo" Però non mi persi d'animo consapevole che poteva esserci qualcun'altro in giro e della freschezza della carne, senza tante cerimonie innesco entrambi gli ami sul dorso, così testa e tutto e la rilancio in mare, dato il peso e la mancanza di aerodinamica non supero i 20 mt di distanza.
Non passano 5 minuti ezzanghetee un attacco strepitoso, spettacolare, ferro subito molto energicamente  per almeno 2,3 volte (questa volta non mi scappi,,sei mio)
Momenti indimenticabili!!!
Buona serata a tutti.
     
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1058
  • Non ducor, duco
Reply #8 on: May 18, 2016, 01:30:10
Complimenti, sono contento che il serraccio sia arrivato! Se ho capito bene hai reinnescato la mormora mutilata...quando sono in caccia e in competizione non badano molto alle raffinatezze culinarie :)
p.s. La prossima volta fai volare i fanti e lascia stare i santi ;)
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


Eugenio68

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Posts: 761
  • MARE MARE E... MARE
Reply #9 on: May 19, 2016, 09:08:04
Complimenti! Fantastico! Ci dici che tipo di montatura? Canna? Mulo? Condizioni meteo? Grazie.
Uomo libero, amerai sempre il mare! Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima nel volgersi infinito dell’onda che rotola e il tuo spirito è un abisso altrettanto amaro.
Charles Baudelaire


kimura

  • ^Full Member^
  • *
  • Posts: 111
  • zaanghete!!
Reply #10 on: May 19, 2016, 21:30:52
Ciao Eugenio, allora, la canna adoperata è una trabucco coast master tre pezzi 200 gr, 4,20 mt, "discreta ma soddisfacente, mulinello: Tica scepter 9000, in bobina direttamente naylon 0,40.
Montatura, standard per il serra:(teleferica) piombo 150 gr 2 ami del 3/0 di cui uno scorrevole fermato con guaina termorestringente in modo che diventi quello trainante sul dorso, cavetto acciaio 50 libbre, spezzone in naylon dello 0,40 non fluorocarbon 150 cm circa, fra cavetto e nayoln uso mettere una girella del 6,( mi sembra più sicuro per via di eventuali sfilacciamenti del cavetto)  Per il trancio a fondo, idem, minitrave e sempre piombo da 150 gr il quale, anche con mare calmo è molto utile per un minimo di contraccolpo, in modo che l'amo perfori il labbro robusto  del serra.
Condizioni meteo, "puoi osservare la foto" mare poco mosso, ore 12.30 (Scarsa presenza di pesci in pascolo)    
Soprattutto,,,perseveranza ed un pizzico di fortuna.....
Spero esserti stato di aiuto

P.S  questo è quanto ho appreso studiando il comportamento del serra, queste sono le mie   impressioni, dato la mia poca esperienza sarà molto gradita eventuale correzione da parte di qualche utente con un esperienza maggiore.
Salute a tutti!!!!!  
Quando le circostanze ti suggeriscono di arrenderti : è il momento di perseverare, è allora che tutto avrà inizio.


Tags: