Attenzione Tracine.

This is a discussion for the topic Attenzione Tracine. il the board PESCI & CATTURE.

Autore Topic: Attenzione Tracine.  (Letto 35764 volte)

^PEPPINO^

  • "CapoTosta"
  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1930
  • il Mare unisce le terre che gli uomini dividono
Risposta #40 il: Luglio 26, 2011, 15:56:31
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Questo aiuta a distruggere la tossina ed ad alleviare il dolore......

Esatto!!! 
L'importante è, non ustionarsi!
Ricorda di fare la tua presentazione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di creare un nuovo topic, usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualunque problema o domanda inerente l'utilizzo del forum, puoi chiedere aiuto in Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login sezione, saremo lieti di aiutarti.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua LoginNon sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login  Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login     Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

E' sicuramente importante essere convinti delle proprie idee,
ma bisogna saper cambiare le proprie certezze perché abbiamo sempre da imparare.

Sentirsi strappare la canna dalle mani non ha prezzo!
Per tutto il resto c'è...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


magica

  • ^Member^
  • *
  • Post: 83
  • Calabria pesca on line
Risposta #41 il: Luglio 26, 2011, 17:10:47
parlo per esperienza personale, un po di tempo fa e successo che sono stato punto da questo pesce, mi sono recato in pronto soccorso  calabria si sono messi a ridere dicendomi che nn fa nulla bisogna lavare nel punto ferito con dell acqua calda e di nn preoccuparsi di niente! forse il dottore di turno era un pazzo  ;D


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #42 il: Luglio 26, 2011, 17:26:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
parlo per esperienza personale, un po di tempo fa e successo che sono stato punto da questo pesce, mi sono recato in pronto soccorso si sono messi a ridere dicendomi che nn fa nulla bisogna lavare nel punto ferito con dell acqua calda e di nn preoccuparsi di niente! forse il dottore di turno era un pazzo
No, anche se certi episodi di malasanità ci fanno a volte dubitare sull'operato di certi medici.
Il medico ha semplicemente riscontrato che non erano in atto sintomi allergici (anche se avrebbe dovuto avvisarti di stare all'erta per le prime 24 ore, visto che su alcuni soggetti questi si manino a distanza di ore).
Tu hai fatto benissimo ad andare al pronto soccorso, la pelle è la tua. Meglio la risata di quel medico che correre rischi.
Perlomeno adesso sai di non essere allergico, alla faccia di quella risata.
Dovrai solo preoccuparti di lenire il dolore, con i suggerimenti dati nei post precedenti.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


spaccotutto

  • ^Member^
  • *
  • Post: 70
Risposta #43 il: Luglio 20, 2012, 10:51:45
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
....e di veloci viaggi al prontosoccorso 
..... con immediata puntura di cortisone per evitare il collasso!
Chi soffre di certe allergie, è a rischio come lo sono quelli che non tollerano le punture delle api.

Spaccotutto buon giorno , vorrei dire una cosa in merito alle allergie, ed alle intolleranze, in caso di puntura da tracina, chi soffre di intolleranza all'acido acetilsalicilico, potrebbe avere reazioni gravi, non paragonabili ad un soggetto non intollerante, ( acido contenuto comunemente nei farmaci piu' diffusi es. aspirina )  in questo caso si rechi senza perdere un istante al presidio medico piu' vicino, rischia shock anafilattico.


odla

  • ^Member^
  • *
  • Post: 99
Risposta #44 il: Agosto 31, 2012, 23:57:46
Ne avevo sempre sentito parlare e visto in pescheria e anche mio padre sin da piccolo mi ha sempre detto di fare attenzione a questo pesce, grazie per le foto molto dettagliate!


ZAPPALAND

  • -Member-
  • *
  • Post: 12
Risposta #45 il: Aprile 30, 2013, 02:48:22
salve a tutti! ottime informazioni che possono aiutare i neofiti ad evitare brutti spaventi (ed in caso di allergie anche qualcosa di piu!) . Io l'ho pescate le palasaure (qui in salento le chiamiamo così ;D ), sono ottime da mangiare... quando le vedevo tagliavo il terminale e successivamente tutte le spine facendo sempre attenzione perchè , anche se il pesce è morto, il veleno è sempre in agguato. saluti! 
Dai un pesce ad un uomo e lo sfamerai per un giorno, dagli una canna ed avrà fame a vita...


spaccotutto

  • ^Member^
  • *
  • Post: 70
Risposta #46 il: Aprile 30, 2013, 11:57:04
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
salve a tutti! ottime informazioni che possono aiutare i neofiti ad evitare brutti spaventi (ed in caso di allergie anche qualcosa di piu!) . Io l'ho pescate le palasaure (qui in salento le chiamiamo così ;D ), sono ottime da mangiare... quando le vedevo tagliavo il terminale e successivamente tutte le spine facendo sempre attenzione perchè , anche se il pesce è morto, il veleno è sempre in agguato. saluti! 
E' vero che anche da morta puo' causare stessi effetti la puntura che da viva. Cmq La tossina contenuta negli aculei è termolabile; ovvero sensibile e refrattaria al calore, quindi si consiglia di tenere sotto l'acqua calda sin da subito per lenire gli effetti . Se avvertite strani sintomi anche se tolleranti subito al presidio medico piu' vicino.
Quando ero piccolo molti anni fa un pescatore mi mostro un dito mignolo che sembrava mummificato, restai scioccato... al seguito di puntura con aculei di tracina. Consiglio vivamente di ucciderla se non bravi ed esperti a slamare,e/o tagliare il terminale e rilasciare.
Ho visto troppi infortuni in tal senso.


enzo_66

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
  • mi piego ma non mi spezzo
Risposta #47 il: Maggio 09, 2013, 22:27:35
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Comunissimo abitante dei nostri mari, la tracina costituisce una delle principali catture della pesca a fondo e dello spinning leggero.
Vive semi sepolta o appoggiata sui fondali di sabbia e di fango.
Si tratta di un pesce poco schizzinoso che attacca praticamente tutto ci? che le passa davanti.
Ha carni bianche, sode e gustose che sono molto apprezzate in cucina.
Il corpo ? allungato, basso e schiacciato ai lati. La bocca ? molto grande. Il dorso ? giallo e marroncino, i fianchi hanno una caratteristica striatura diagonale e il ventre ? pi? chiaro.
Pu? raggiungere una lunghezza di diverse decine di centimetri ed il peso di diversi etti, ma gli esemplari allamati da riva in genere hanno una lunghezza compresa tra i 10 ed i 25 cm.
La sua cattura e la sua slamatura merita molta attenzione in quanto sono presenti su di essa tre spine velenifere che, in caso di puntura, causano ferite dolorosissime.
Una spina (o meglio una serie di spine) ? posta sulla parte superiore del corpo, appena dietro la testa, sui raggi della prima pinna dorsale; una spina velenosa ? posta poi su ogni opercolo (sulle branchie).
La puntura provoca un dolore acuto, profondo che aumenta rapidamente ed ? frequentemente irradiato alla parte prossimale dell'arto. La sua durata ? variabile.
L'acme di intensit? ? raggiunto entro 30 minuti dalla puntura e poi lentamente diminuisce, ma una certa dolenzia della parte interessata pu? persistere fino a 24 ore, a volte con residuo di formicolii ed altre alterazioni della sensibilit?
Il veleno non ? mortale, ma, se l'esemplare ? di grandi dimensioni, pu? essere molto pericoloso, perch? ? abbastanza forte da stordire un uomo.
La zona colpita appare inizialmente biancastra, divenendo rapidamente rossa e tumefatta, con un gonfiore che poi si estende alle parti vicine. Talvolta si verificano anche difficolt? di respirazione, febbre, mal di testa, nausea e vomito; nei casi pi? gravi si hanno anche convulsioni.
La ferita va lavata con acqua dolce e detersa dalle eventuali impurit?. Successivamente la parte interessata deve essere immersa per un tempo di 30-60 minuti nell'acqua pi? calda che il paziente pu? sopportare senza ovviamente procurarsi ustioni; la tossina responsabile della sintomatologia dolorosa viene infatti inattivata dal calore, ? quindi tremolabile.
Il consiglio in caso di puntura, comunque, ? naturalmente quello di correre subito al prontosoccorso.



SLAMATURA: ISTRUZIONI D?USO

Questo articolo ? rivolto principalmente ai principianti che si avvicinano per la prima volta a questo bellissimo sport.
Ogni qualvolta si ha una cattura ? indispensabile, prima di afferrare il pesce tra le mani, spiaggiarlo ed accertarsi che non si tratti di una tracina (guardate bene le foto).
Se vi accorgete che si trata di una tracina o se anche avete un minimo dubbio che possa esserlo non dovete assolutamente toccarla.
I pescatori pi? esperti riescono a slamarla con l?aiuto delle pinze senza ucciderla?
Se il pesce ? di taglia sufficiente per essere trattenuto ed avete intenzione di trattenerlo il mio consiglio ? quello di ucciderlo prima di slamarlo; Eviterete sofferenze allo stesso e pericoli per voi.
Bastano due o tre colpi bene assestati sulla testa con un pezzo di legno? occhio che a volte sembra morta ma non lo ??. e si muove appena la toccate?
Se siete davvero sicuri che sia morta afferratela dal labbro inferiore facendo bene attenzione a non toccare le spine velenifere e tagliatele con una forbice facendo molta attenzione a non farle cadere sulla sabbia (qualcuno potrebbe pestarle?)
Tagliate prima le spine poste sulle branchie ed infine quelle pi? pericolose e pi? grandi poste sulla pinna dorsale.



Se la tracina ? troppo piccola per essere trattenuta il mio consiglio ? quello di liberarla.
La slamatura deve essere fatta ESCLUSIVAMENTE da un pescatore pratico?bambini non ci provate assolutamente voi da soli!!!
Se non sapete slamarla senza ucciderla avete due alternative.
1)   ponetela in un secchio con tutto il terminale e rivolgetevi ad un pescatore pi? esperto nelle    vicinanze.
2)   Se nei pressi non c?? nessun pescatore tagliate il terminale e liberatela con tutto l?amo?se ? fortunata si slama sola? almeno ha qualche possibilit? di vivere.


Se ? troppo piccola non uccidetela?.sarebbe un peccato.








davide ok! sono micidiali... a me e capitato dopo tagliato le spine le ho pestate con un piede e non ti dico.............bruciore per ore, io comunque l'afferro con le pinze e le slamo
enzo


dafos

  • -Member-
  • *
  • Post: 9
Risposta #48 il: Settembre 14, 2016, 13:53:17
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Guarda caso proprio ieri sera, alla trasmissione medici in prima linea su la7, hanno parlato del veleno delle tracine...e di altri nostri compagni marini....
In particolare ho appreso che il veleno della tracina è termolabile cioè è neutralizzabile con il calore....
Per chi non è allergico e se non lo si sà è consigliabile non rischiare, ma seguire i consigli di Roberto che mi ha preceduto.....
Si può utilizzare una fonte di calore "attiva" come la sabbia riscaldata dal sole, la carrozzeria dell'auto (che sotto il sole sarà bollente) o se si reperisce dell'acqua caldissima...
Questo aiuta a distruggere la tossina ed ad alleviare il dolore......
Così invece di finire in ospedale per una crisi anafilattica dovuta alla puntura ci si finisce nello stesso stato, ma per un'ustione di terzo grado. A voi la scelta. Io personalmente utilizzo un pinza per camplatura da chirurgo (quelle col becco lunghissimo per intenderci) dove in testa ho saldato due piastrine zigrinate in modo che facciano presa e blocchino il serpent...ehm il pesce e con una forbice da coiffeur che è affilatissima le faccio il contropelo prima di buttarla nel secchio del pescato. Se sono piccoline, a malincuore visto l'odio profondo che nutro verso queste bestioline infernali, le slamo usando sempre la pinza chirurgica ed una pinza a becco da elettricista e le libero. Io sono allergico, ma con un pò di attenzione e gli strumenti adatti di rischi se ne corrono pochi. Soprattutto mai lasciare la tracina a morire sulla spiaggia per tre motivi fondamentali, un motivo ecologico ambientalista (diritti del pesce), uno per il pericolo ipotetico verso terzi per l'attività incognita ed uno per me stesso.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6149
Risposta #49 il: Settembre 15, 2016, 00:08:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...... Se sono piccoline, a malincuore visto l'odio profondo che nutro verso queste bestioline infernali, ....

Mi pare esagerata la definizione, tutto sommato loro se ne stanno nel loro ambiente, magari sepolte sotto la sabbia. Gli odiosi siamo noi umani  calabria
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Link sponsorizzati

Tags: