Visualizza post - ^SHARK^

Welcome to CALABRIA PESCA ONLINE - FISHING COMMUNITY.

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - ^SHARK^

Pagine: [1] 2 3 ... 71
1
SPINNING ATTREZZATURE / Re: consigli al principiante spinning
« il: Febbraio 13, 2018, 08:40:02 »
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Sul'imbobbinamento mi sai dire qualcosa ? ho il terrore delle parrucche ...
Ps ho fatto il nodo di peppino tra il trecciato e il FC ... e tiene benissimo 
Lascia un paio di millimetri dal bordo bobina, controlla che l'imbobinamento sia regolare e presta un po' di attenzione quando effettui il primo lancio dopo aver cambiato artificiale da uno più leggero ad uno più pesante. Recuperando un peso più esiguo le spire vengono imbobinate più larghe, quindi quando vai a sostituire con un artificiale più consistente se lanci in modo forzato esiste la possibilità che le spire si accavallino causando le noiose parrucche.

2
PESCA FORUM BAR / Re: buon compleanno ^SHARK^
« il: Agosto 21, 2017, 11:10:10 »
Leggo solo ora, GRAZIE MILLE!!! :)

3
PESCA FORUM BAR / Re: buon compleanno ^ALFIO^
« il: Agosto 21, 2017, 11:09:39 »
Auguroni Già!

4
- Biomaster 4000 FB/STRADIC CI4+ 4000 FB con rapporto 4.8
- Stradic 4000 FK HG/STRADIC CI4+4000XG FB rapporto 6.2

5
PESCA FORUM BAR / Re: Buon compleanno ^ALFIO^
« il: Agosto 19, 2016, 19:15:59 »
Auguroni Già!

Inviato dal mio SM-N910F utilizzando Tapatalk


6
ITINERARI HOT SPOT DI PESCA / Re: IL PAESAGGIO DEL PESCATORE
« il: Agosto 18, 2016, 15:25:07 »

7
Nella mattinata del 14 agosto un giovane esemplare di Stenella coeruleoalba nuotava pericolosamente in prossimità della riva, i bagnanti hanno prontamente avvertito il Comandante M/llo Pirrello Francesco della  Delegazione di Spiaggia di Melito Porto Salvo che ha attivato la Rete Regionale Spiaggiamento.

La rete di intervento regionale, istituita con DPGR 104/2013 dalla Task-force veterinaria della Regione Calabria, ha garantito la presenza continua del dott. Gurnari Massimo dell’ASP di Reggio, delle biologhe volontarie del Centro Studi Cetacei Onlus sezione operativa Calabria Stefania Giglio, Elena Madeo, Emily Fulgido, del personale veterinario del Centro studi Cetacei Antonella Giglio, Tania Il Grande del Centro Recupero di Brancaleone e del biologo Fausto Plutino che si sono adoperati per recuperare il piccolo delfino.

I biologi hanno tratto in salvo il piccolo e lo hanno trasportato supportandolo in acqua per alcuni chilometri.

Il piccolo Cetaceo è arrivato indenne e poco stressato e i tecnici specializzati dopo essersi assicurati del suo stato di salute e ottenute le dovute autorizzazioni lo hanno posizionato in sosta temporanea presso il Porto di Saline Joniche, attualmente chiuso.

Tutte le operazioni hanno avuto il supporto continuo e straordinario del Comandante M/llo Pirrello Francesco, del Centro Studi Cetacei Onlus e della Task Force Nazionale per l’intervento su spiaggiamenti straordinari di cetacei – “Cetacean stranding Emergency Response Team” – CERT dell’Università di Medicina Veterinaria di Padova, costantemente avvertiti dalle Biologhe del CSC sezione operativa Calabria per tutti gli spiaggiamenti di cetacei della Regione e allertati per il preoccupante fenomeno di spiaggiamenti anomali del mese di agosto, che vede come unico teatro la Calabria ed in prevalenza il litorale ionico.

Tra gli animali spiaggiati gli adulti appaiono defedati e in stato di notevole sofferenza mentre i piccoli, tutti delle stesse dimensioni, appaiono vitali ed in salute, l’analisi del contenuto stomacale degli esemplari giovani deceduti ha evidenziato che non allattano da qualche giorno.

Le cause di abbandono da parte delle mamme sono ancora al vaglio da parte degli esperti e le analisi degli individui morti hanno avuto dei rallentamenti dovuti alle ferie di ferragosto.

Nel pomeriggio del giorno successivo, dopo numerosi tentativi di recuperare il velocissimo cucciolo nel porto,  è stato rilasciato, più in forze che mai anche favorito dalle terapie reidratanti e multivitaminiche effettuate dal personale sanitario. Dopo i dovuti controlli medico veterinari e biologici e dopo il miglioramento delle condizioni del mare l’animale è stato liberato a 3 miglia dalla costa in prossimità del punto di maggior intercettazione di cetacei.

Le speranze sono quelle che venga rintracciato dal primo gruppo di passaggio e venga accolto e allattato dalle femmine come spesso accade in natura. L’evento eccezionale è stato reso possibile e adeguatamente documentato anche grazie agli sforzi di altri volontari che hanno supportato le biologhe nelle fasi precedenti il rilascio.

Le operatrici scientifiche del Centro Studi Cetacei e della Rete Regionale Spiaggiamento della Regione Calabria, rivolgono un accorato appello ai bagnanti che dovessero imbattersi in un cetaceo in prossimità della costa, possono contribuire chiamando prontamente la Guardia Costiera al 1530 e allontanando i curiosi perchè i cetacei sono mammiferi selvatici e possono essere i vettori di una serie di patologie pericolose per l’uomo. Per tale ragione bisogna tenersi distanti dall’esemplare, non tentare per nessun motivo l’approccio con il cetaceo ma monitorarne gli spostamenti fino all’arrivo delle Capitanerie di Porto e del personale tecnico specializzato. Potrebbe verificarsi anche il caso di un avvicinamento alla costa del cetaceo semplicemente per alimentarsi e in questa occasione l’intervento dell’uomo potrebbe causare stress sul cetaceo.

Il personale specializzato insieme alla Capitaneria di Porto valuterà le condizioni dell’esemplare e la reale necessità d’intervento. Con queste semplici e corrette regole di comportamento tutti possono contribuire alla corretta gestione del fenomeno.

Si precisa che cetacei, squali e tartarughe sono animali selvatici possibili portatori di zoonosi e che pertanto la competenza è prettamente sanitaria con il supporto del personale altamente specializzato veterinario e biologico.

La rete di Intervento Regionale Calabrese si sta dimostrando sempre più necessaria, puntuale ed efficace, anche grazie alla disponibilità h24 delle instancabili biologhe volontarie del Centro Studi Cetacei, al lavoro dei Servizi Veterinari delle Aziende Sanitarie Provinciali, delle Capitanerie di Porto e alla collaborazione con la rete nazionale e il CERT.

Fonte: Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

8
SEGNALAZIONI DAL WEB / Re: Video vari dal web
« il: Agosto 11, 2016, 17:41:15 »
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

9
MULINELLI DA SPINNING / Re: Consiglio mulinello 5000/6000
« il: Agosto 10, 2016, 20:30:57 »
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
  Tra il colore verde o rosso c'è qualche differenza?  calabria3
Si consumano e scolorano esattamente allo stesso modo, l'unico che ho notato essere piu' morbido è il bianco, sarà forse per il colore usato.
Se devi imbobinare il power pro, ha già la scatola predisposta per l'imbobinamento.

10
PESCA FORUM BAR / Re: Buon compleanno ^SHARK^
« il: Agosto 03, 2016, 12:28:34 »
Grazie a tutti voi! 

11
CANNE DA SPINNING / Re: [Thread Ufficiale] Shimano Bassterra EV/AX EV
« il: Settembre 29, 2015, 22:59:53 »
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve ragazzi, posto su questo thread perché non avrebbe senso aprine uno ulteriore per chiedere info sul mitico paletto SHIMANO BASSTERRA. Mi è stata consigliata molte volte, e questa sarebbe la mia prima canna, però ho paura che sia eccessivamente rigida e non mi permetta di maneggiare artificiali sui 10-15 (cosa che secondo il catalogo dovrebbe fare). D'altro canto da quello che ho letto questa cannetta non batte ciglio davanti ad esche da anche 60-70g, e questo mi offrirebbe l'occasione di usare dei bei gig o degli skipping lures da sparare a 100m da riva calabria
Nei miei sogni i target delle mie uscite sarebbero serra cuda lecce e qualche spigola so che per quest'ultima servirebbe una canna più morbida ma è fattibile prenderne qualcuna anche con la BASSTERRA? In extremis per avere una canna un po' più all round avevo pensato di fare la pazzia e prendere la speedmaster  calabria
Infine un ultimo dubbio: i miei spot sono spiagge per il 90% e per uno scarso 10% porti quindi quale lunghezza mi conviene prendere?
Grazie a tutti ragazzi
Giulio
Prendi la 6,6"
Io qualche spigola l'ho tirata fuori, anche di dimensioni importanti...
Diciamo che con i 15 gr sei proprio al limite della sensibilità, considera che è una canna da utilizzare maggiormente per i wtd.

12
PESCA FORUM BAR / Re: buon compleanno ^SHARK^
« il: Agosto 04, 2015, 11:12:23 »
Grazie ragazzi!

13
PESCA FORUM BAR / Re: buon compleanno ^SHARK^
« il: Agosto 03, 2015, 18:32:41 »
Grazie mille a tutti voi!!!

14
SEGNALAZIONI DAL WEB / Re: " ATTENZIONE "
« il: Luglio 08, 2015, 14:07:45 »
E' una natrix natrix, non è pericolosa per l'uomo.
Non dovrebbe stare in mare, ne ho viste un paio anche io, arrivano dai corsi d'acqua.



Le Natrix sono serpenti prevalentemente acquatici e si possono rinvenire vicino a raccolte d'acqua dolce di ogni tipo. È possibile comunque trovarli anche a grande distanza dall'acqua. Le N. tessellata, a volte, si avventurano anche in acqua salata.

Si nutrono generalmente di anfibi come il rospo comune e le rane, che ingeriscono vivi senza ucciderli dopo averli immobilizzati, ma anche di pesci e piccoli mammiferi.

Quando si sentono in pericolo, simulano la morte come difesa (tanatosi): si immobilizzano ed espongono il ventre al predatore; contemporaneamente aprono la bocca ed espellono dalla cloaca un fluido nero e maleodorante che imita il fetore di un cadavere.

Le Natrix non sono velenose, ma come molti altri colubri possiedono delle ghiandole particolari (ghiandole di Duvernoy) in grado di secernere delle sostanze che sembrano facilitare la digestione e dotate in alcuni casi, proprio come nelle Natrix, di proprietà tossiche in grado di paralizzare o uccidere la preda. Ad ogni modo sull'uomo queste sostanze, che non sono assolutamente definibili veleni (le ghiandole di Duvernoy sono diverse dalle ghiandole velenifere), non hanno alcun effetto, ma agiscono solo sui piccoli animali di cui questi serpenti si nutrono.

Fonte Wikipedia.

15
PESCI & CATTURE / Re: Che pesce è?
« il: Giugno 27, 2015, 18:08:42 »
Sì è quello senza dubbio.

16
PESCI & CATTURE / Re: Che pesce è?
« il: Giugno 26, 2015, 19:18:49 »
Trovato:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


17
PESCI & CATTURE / Che pesce è?
« il: Giugno 26, 2015, 14:24:07 »
Preso a fondo su fondale abbastanza profondo...




18
SPINNING ATTREZZATURE / Tour all'interno della fabbrica G-Loomis
« il: Giugno 25, 2015, 09:52:33 »
Non sei autorizzato a visualizzare i link. <a href="https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/register/?PHPSESSID=7ra2g4a8m8oj51dgr3iia2bs11">Registati</a>&nbsp;o effettua&nbsp;<a href="https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/login/?PHPSESSID=7ra2g4a8m8oj51dgr3iia2bs11">Login</a>
Non sei autorizzato a visualizzare i link. <a href="https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/register/?PHPSESSID=7ra2g4a8m8oj51dgr3iia2bs11">Registati</a>&nbsp;o effettua&nbsp;<a href="https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/login/?PHPSESSID=7ra2g4a8m8oj51dgr3iia2bs11">Login</a>

19
Ultimamente c'è stata la live bait in offerta a 75 euro, se riesci a trovarla a 15 euro in più rispetto al tuo budget ti ritrovi con una canna con la quale riusciresti (adattandoti) a coprire un po' tutte le situazioni e soprattutto di qualità superiore.

Con un power pro 0,19 ci fai un po' tutto, anche se si parla bene del nuovo Daiwa che a breve dovrebbe arrivare qua in Italia ad un prezzo abbastanza concorrenziale. Se hai fretta e non vuoi spendere un capitale ed avere qualità ottima vai di power pro (ne ho una bobina montata da 3 anni oramai sul Rarenium e di lavoro ne ha fatto abbastanza).

20
PESCA FORUM BAR / Re: buon compleanno ^FLY^
« il: Giugno 22, 2015, 09:16:29 »
Tantissimi auguri Aldo!!!!! 

Pagine: [1] 2 3 ... 71