Visualizza post - TULLIO

Welcome to CALABRIA PESCA ONLINE - FISHING COMMUNITY.

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - TULLIO

Pagine: [1]
1
SPINNING CATTURE / Re: Spigole a spinning.
« il: Febbraio 26, 2009, 16:38:41 »
Grazie a tutti voi per i complimenti,    ;D    ;D    ;D

per quanto riguarda la cotanza, quella non mi manca!  *+-++-
Da quando sono rientrato in Calabria, da circa un anno e mezzo d'assenza il mio unico desiderio è quello di andare a pescare.
Io pesco praticamente da quando sono nato, grazie a mio padre che mi ha trasmesso questa grande passione che ora assieme a tutti voi arricchisco sempre di più con nuovi metodi e tecniche.
Lo spinning per me è una passione nuova, che mi affascina, e poi siccome la pesca la sento nel sangue mi cimento un po in tutte le tecniche, questa era un emozione che mi mancava, alzarsi presto, trovare la spiaggia gelata ed il mare dall'aria troppo fredda fumante dalla differenza di temperatura!
Che spettacolo........!  calabria  ;D
Dopo aver provato diversi artificiali, attorno alle 8:30, ecco che con l'Angel kiss il primo strike!!!!!
Gli attacchi sono avvenuti a distanza di circa 30,40 metri, il filo in bobbina WIPLASH 0,10 di diametro, mulinello SHIMANO Tecnium FA 5000, e canna due pezzi TRABUCCO Ultron PowerSpin HP, 20-80 г, 300 см.
Saluto e ringrazio di nuovo tutti per i complimenti, ma se non avessi pescato nulla sarei stato lo stesso contento per la bella giornata passata al mare.
Ciao a tutti 

2
SPINNING CATTURE / Spigole a spinning.
« il: Febbraio 24, 2009, 18:23:23 »
Doppietta di spigole a spinning,
-artificiale (Angel Kiss della Maria),
-luogo nei pressila del fiume Savuto,
-tempeatura , sole ma attorno ad un grado,
-orario 8:30 del mattino.

 

Sono molto contento, per me sono le mie prime catture a spinning, che dedico a tutti voi di  ;D
che incentivate ed arricchite con i vostri racconti questa passione che è la pesca.
Grazie    ;D  ;D

3
copiare da qui fino in fondo aggiungendo il proprio nome

ADESIONE AL RADUNO SENZA CENA
(per coloro che vogliono comunque partecipare al raduno ma che, per motivi di "rientro", non possono trattenersi)
1 - Rioken + fidanzata
2 -

ADESIONE AL RADUNO CON CENA
Tutti coloro che si autoaggiungono a questa lista sono tenuti a mantenere l'impegno preso, grazie.
1 - ALFIO
2 - DAVIDE
3 - FLY
4 - SAVY
5 - PEPPINO
6 - MENDIX
7 - Gi?
8 - AMARONE
9 - PIOMBO
10- ADMIX
11- NANDONE
12- PINO PESCA IN
13- AIDA
14- FRANCO M.
15- TULLIO
16- ARMANDO
17- VINZMORMORA
18-

4
PESCI & CATTURE / Orate.
« il: Novembre 22, 2007, 23:20:48 »
Orate da Kilo si possono pescare in localita' Ginepri in prossimita' del fiume Amato.
La tecnica a fondo e l'esca arenicola ,i terminali longarm

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

5
PESCI & CATTURE / Pesca con la scaduta.
« il: Novembre 21, 2007, 14:03:10 »
Lunedi notte siamo andati a pescare con il mare in scaduta.
Il mare si presentava ancora molto forte ,pero' qualche cattura siamo riusciti ad effettuarla.







L'esca adoperata Americano, tecnica a fondo e per terminale longarm.
La zona di pesca, localita' Pesci e anguille Gizzeria Lido.

6
PESCI & CATTURE / PESCE PORCO A STRISCIO.
« il: Maggio 28, 2007, 16:37:59 »
RAGAZZI DOMENICA MI TROVAVO A FALERNA AL MARE, E MENTRE FACEVO UN PO' DI STRISCIO GUARDATE COSA HA ABBOCCATO.




7
PESCA A FONDO / Re: PESCA A FONDO DI SERA
« il: Gennaio 13, 2007, 22:18:41 »
Questo trovo sia un argomento molto interessante dalle spiegazioni molto istruttive e soddisfacenti.
Grazie
  :D  :-*

8
PESCA A BOLENTINO & VERTICAL JIGGING / VERTICAL JIGGING VIDEO
« il: Ottobre 05, 2006, 15:55:07 »
VERTICAL JIGGING VIDEO

Vertical Jigging video part 1
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Vertical Jigging  video Part 2
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Vertical jigging  video , AJ 28.5 kg
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

High Speed Vertical Jigging  video (Pesca)
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


9
PESCI & CATTURE / LE ESCHE.
« il: Ottobre 04, 2006, 12:16:44 »
Alice: esca universale utilizzata tutto l'anno è un'esca molto grassa il suo odore attira un'enorme quantità di minitaglia ,la si può usare per pescare: Cefali, Spigola , Orata,Aguglie,la si usa a pezzetti o intera a secondo il tipo di pesce ,la misura dell'amo è in relazione al tipo di pesca effettuata.

Americano: Corpo elastico e lucido di color rosa tendente al rossoin prossimita' della coda, grande potere attirante per la quantita' di sangue contenuta e per la sua vivacita'.Attrezzature:puo' essere lanciata con zavorre pesantissime, ideale per il surfcastingoe nella pesca a bolentino dalla barca. E' altamente catturante per tutti i pesci di taglia; eccezionale al tramonto per la pesca alla spigola.Innesco: innescato esclusivamente intero . E' consigliabile montarlo con l'ago.Ami consigliati: di forma Aberdeen,oppure forgiati con punta a rientrare.

Arenicola anelide consistente, elastico e sanguigno, molto impiegato in Italia,Spagna;Francia;Portogallo,ottimo per la  pesca a fondo alla Mormora indica per il surfcasting e leggering., sabbia, scogli e fondali misti,innesco: montato intero, a ciliegia oppure in quantita' sufficente a coprire l'amo.Ami consigliati: Aberdeen per piccoli pesci o forgiati e con punta a rientrare per grufolatori digrossa taglia.Periodo ottimale di pesca: tutto l'anno.Temperatura di conservazione: da +14° a +18°.

Bibi: molto usato nella pesca a fondo dalla costa ( specialmente nel Surf Casting ) per insidiare pesci di grossa taglia quali spigole, orate e mormore; infatti le dimensioni di questo verme lo rendono non appetibile per i pesci di piccola taglia.Viene usato in modo efficace anche per armare palamiti e nel bolentino su fondali molto alti, per la pesca di grossi sparidi, scorfani e triglidi. Infatti i riflessi iridescenti e la sua colorazione biancastra lo rendono ben visibile anche su alti fondali, dove la luce filtra con difficoltà.L’innesco può essere fatto sia intero ( utilizzando per semplicità un ago reperibile presso i negozi di pesca specializzati ) sia a pezzi ( in questo caso beneficeremo di un ulteriore richiamo generato dal diffondersi in acqua dei suoi umori )si impiega tutto l'anno ed in particolare nella pesca di notte.

BIGATTINO è’ un esca facilmente reperibile in tutti i negozi di pesca, al contrario di altre esche, ed il suo costo risulta essere relativamente basso.Inoltre, cosa fondamentale, molte specie ittiche gradiscono questa larva e sono fortemente attratte dalla pastura a base di bigattini, da quelle più ricercate come spigole, orate e saraghi, a quelle più comuni come muggini, occhiate e aguglie.Il Bigattino può essere impiegato in mare con varie tecniche di pesca, sia pescando in superficie o a mezz’acqua con il galleggiante, sia pescando a fondo (legering) con o senza un pasturatore.Uno dei lati più interessanti e affascinanti della pesca col Bigattino, è la necessità di utilizzare dei terminali di diametro molto sottile (0.08 0.10 0.12)  ami piccolissimi (20 /14)e lenze leggere, per conferire massima naturalezza e libertà di movimento all’esca, il che ci obbliga ad un grande impegno tecnico per riuscire a salpare le nostre prede.conservazione:Il Bigattino può essere conservato in frigorifero ad una temperatura compresa tra 0° e 4°, evitando che all'interno del contenitore si formi umidità.

Calamaro: di facile reperibilità l'odore caratteristico che emana e la sua luminosità , ne fanno sicuramente un'ottima esca,lo si può innescare intero o a listarelle,lei misure variano  in relazione al tipo di pesca che si vuole effettuare ,le misure che vanno sopra  i 10 centimetri  lo si usa per la traina ai Dentici ,Spigole o altri predatori,se invece lo usiamo a fondo con le misure che vanno dai 3 ai 10 centimetri lo useremo al Gronco , Mormora,Orata e Spigole. A  listarelle invece lo  usiamo per la pesca ai pesci di piccole taglie quali:Sparlotti.Saraghi e zuppa.

Cannolicchio: è consigliabile usare quello bianco Italiano sempre vivo (congelato perde la sua rigidità)escha insuperabile per la Spigola, Ombrina, Mormora, Orata.Innesco: utilizzare la parte interna priva del guscio usando l'ago da innesco e qualche giro di filo elastico.Ami: sempre a gambo lungo nella misura che varia da un 4/10.

Coreano è l'esca piu' venduta al mondo. E' un verme vivace che conserva la sua vitalita' anche sull'amo. Piace a tutti i pesci, sia di fondo che di superficie.Attrezzature:puo' essere lanciata con zavorre leggere e pesanti. Surfcasting, bolentino, pesca con galleggiante e traina leggera.Innesco: innescato intero, oppure a pezzi.Appena appuntato sulla testa sembra una piccola anguilla e lo utilizzeremo alla Spigola o alle Aguglie.Ami consigliati: di forma Aberdeen, oppure forgiati per la pesca a fondo, Crystal a filo sottile per la pesca in superficie.Periodo ottimale di pesca: tutto l'anno.Temperatura di conservazione: da +8° a +12°.

Cozza:è l'esca più facile da reperire ,la possiamo comprare a basso costo o trovarla sugli scogli dove andremo a pescare.Va usata sempre fresca (mai aprirla in un tegame cucinandola).Ottima esca per Saraghi,Occhiate,pesce di fondo e non disdegnando anche i Cefali. Innesco:aprirla con un coltello è innescarla intera se peschiamo ai Saraghi facendola passare con l'amo attraverso il centro che è la parte più dura, e risalirla sul filo meterne un'altra sull'amo e poi far scendere su quella precedentemente innescata cioè sulla 2°cozza creando un grappolo.Se invece la vogliamo utilizzare nella pesca di buca ,allora utilizzeremo la parte centrale ,magari con l'aiuto di una eforbici.

Granchio:Ilsuo utilizzo e esclusivamente per la pesca a fondo in quasi tutte le tecniche di pesca ,le specie catturate sono tante : Saraghi,Orate,Spigole e pesci di buca,per le grosse prede l'innesco è quello di toglierli un paio di zampette e passare l'amo attraverso I due fori ricavati, è consigliabile toglierli anche le chele affinchè non possa difendersi.Per la pesca di buca si consiglia di innescare la parte interna,asportandogli la corazza ,le chele e le zampette.Ami:corti a pala larga.

Gambero:Di questa esca conoscono un po  tutti il suo utilizzo, va bene per la pesca da riva che a bolentino. Viene reperita nelle acque salate ma anche in quelle dolci e salmastre alle foci dei corsi d’acqua dolce e nelle lagune per l'innesco del vivo.Mentre nei supermercati troviamo quello di paranza congelato,più morbido e dolciastro,il vivo ha dimensioni piuttosto ridotte ed un colore grigio tenue con strisce scure sull' addome,quello di paranza è più grande e di colore rosa/rosso . Innesco: vivo, inserendo l’amo a partire dal telson (che è la rigida pinna codale) e risalendo verso al testa,questo per la pesca alla Spigola ,mentre quello di paranza  è particolarmente indicato nella pesca a fondo dei paraghi e dei saraghi,in superfice va bene alle boghe,occhiate,aguglie sgombro e sugarelli.
Muriddo Anelide consistente, elastico e sanguigno, molto impiegato in Europa Attrezzature: pesca a fondo, surfcasting e bolentino. Indicato su sabbia, scogli e fondali misti.Innesco: montato intero oppure in quantita' sufficente a coprire l'amo.Ami consigliati: Aberdeen per piccoli pesci o forgiati e con punta a rientrare per grufolatori di grossa taglia.Periodo ottimale di pesca: tutto l'anno.Temperatura di conservazione: da +12° a +14°.

Rimini (verme di ) il Rè dei vermi utilizzato nel surf casting ,a bollentino,a rock fishing a...a...a..insomma tutto quello che è fondo.I pesci catturati con questa esca sono infiniti.Viene utilizzata sia di giorno che di notte perchè  molto sanguinia e florescente la sua conservazione è molto semplice,in una bacinella riempiremo uno o due dita di acqua marina,e ripporemo il tutto in frigorifero o in luogo fresco,dove la temperatura oscilllerà tra i +8 e +12 ricordandoci di cambiare l'acqua una volta al giorno.Cosi facendo la nostra esca rimmarrà in vita parecchie settimane.Innesco: potremo staccare il pezzo che intendiamo utilizzare nella battuta di pesca dalla coda in sù (se intacchiamo la testa morirebbe) e congelare la parte rimanente che si conserverà inalterata anche per molto tempo.










10
PESCI & CATTURE / Re: esche
« il: Ottobre 04, 2006, 10:52:06 »
Per quanto riguarda il Cannolicchio: è consigliabile usare quello bianco Italiano sempre vivo (congelato perde la sua rigidit?)escha insuperabile per la Spigola, Ombrina, Mormora, Orata.Innesco: utilizzare la parte interna priva del guscio usando l'ago da innesco e qualche giro di filo elastico.Ami: sempre a gambo lungo nella misura che varia da un 4/10.

11
PESCA ACQUE INTERNE / Re: La mormora
« il: Ottobre 04, 2006, 10:46:38 »
Pesca alla trota di lago

La cattura di trote in lago è comunemente chiamata "Pesca a Striscio".

Le tecniche si basano tutte su un concetto fondamentale: la rotazione dell'esca. La rotazione e movimento dell'esca hanno lo scopo di stimolare il più possibile il pesce all'abboccata, tenendo conto di tutte (o quasi) le variabili, ovvero la stagione, la presenza di correnti, la temperatura, la profondità etc.

La lenza viene costruita sfruttando un particolare piombo affusolato a forma di pera allungata, per evidenti questioni di idrodinamicità, chiamato Bombarda nelle grammature maggiori, o Piombino da striscio per quelle inferiori. Fulcro dell'intera azione di pesca, tali oggetti sono costruiti mediante una studiata combinazione di piombo vero e legno di balsa, (o solo piombo per determinati modelli) in una percentuale diversa in base al tipo di pesca che vogliamo attuare.

Tale rapporto zavorra/materiale galleggiante determina il movimento in acqua della bombarda, definito nel gergo Galleggiabilità, e indicato sulle bombarde stesse con una G. Questo significa che due bombarde a parità di peso, supponiamo 20 grammi, e con relative G di 8 e 15 grammi, avranno un peso effettivo in acqua appunto di 8 e 15 grammi, comportandosi quindi in maniera differente: più "leggera" e suscettibile ai richiami del filo la prima, meno la seconda (che quindi andrà sostenuta con una maggiore velocità di mulinello). Questi piombi relativamente galleggianti vengono inseriti nella lenza per tutta la loro lunghezza, tramite un tubicino passafilo che le attraversa. Una girella multipla, (cioè composta da più girelle inanellate una all'altra, in genere tre o quattro), collega la lenza madre, proveniente dal mulinello, al filo terminale, in modo da consentire il massimo della rotazione.

I mulinelli, robusti e capienti, riempiti fino all'orlo, vengono abbinati a canne superiori ai 3,5 mt circa.

L'azione di pesca prevede il lancio e la caduta della lenza, a cui segue un tempo di caduta calcolabile in secondi. Il recupero viene svolto cercando di garantire all'esca un movimento credibile con continui saliscendi, accelerazioni e pause, cercando comunque di mantenere la corsia prescelta.

In base alle stagioni, abitudini alimentari e stimolo riproduttivo, la trota può essere individuata a diverse profondità nell'arco dell'anno: varia quindi il tipo di lenza (e relativa piombatura) da costruire.

12
TRAINA / TRAINA DI PROFONDITA'.
« il: Settembre 26, 2006, 21:11:43 »
TRAINA DI PROFONDITA'

Nella traina a dentici, ricciole, lecce e serra l'esca migliore è quella naturale l’esca viva. La migliore in assoluto l'aguglia, seguita dal calamaro, dalla seppia e, a distanza, dalla costardella, dall'occhiata, dal sugarello, dallo sgombro, dalla leccia stella ed altre ancora. La seppia e il calamaro sono buone anche se morti e in qualche caso, funziona pure l'aguglia morta. Non ci resta che approfondire il discorso sull'aguglia.
In anzi tutto bisogna catturarla!

Caratteristiche morfologiche

E’ un pesce dal corpo molto sottile ed allungato, compresso, dalle mascelle(provviste di denti numerosi ad aguzzi) a forma di <<becco>>: da ciò deriva il nome scientifico della famiglia dei belonidi, gia che<< belone>>, in greco, vuol dire appunto<<ago>>. Massima lunghezza sugli 80cm, colore predominante l’argento, con piccole squame caduche. Il peso può raggiungere il chilo.

Abitudini

 L’aguglia è un pesce predatore, e vive in branchi sempre in movimento: nel periodo che va da Novembre a Marzo, questi pesci si inabissano in profondità, anche mai troppo lontano dalla costa o dalle secche in mare aperto . Da Aprile-Maggio fino al termine dell’estate si riportano in superficie avvicinandosi alla terra, sempre in continuo movimento, alla ricerca del cibo. Localizzare i branchi di aguglie è abbastanza semplice, poiché i branchi di aguglia si muovono poco sotto il pelo dell’acqua, causando sulla superficie caratteristici ondeggiamenti semicircolari, che risaltano nettamente soprattutto quando il mare è calmo. Quando, durante la buona stagione, le aguglie tornano ad inabissarsi in profondità, è un segno anomalo, che indica chiaramente perturbazioni atmosferiche: altrimenti, questo pesce resta durante tutta la buona stagione in acque superficiali. Le aguglie seguono di norma i branchi di sardine e di acciughe<<novelle>>, loro cibo prediletto ed abituale. Il periodo della riproduzione è la primavera: la femmine depongono le uova in zona di mare dove siano presenti alghe o piante acquatiche. Le uova hanno circa tre millimetri di diametro, e sono munite di sottili filamenti che servono ad <<attaccarli>> alla flora sommersa.

Metodi di pesca

Per ciò che riguarda la pesca dell’aguglia con la canna da lancio dalla costa, sarà opportuno tenere bene presente lo stato della marea, che quando è bassa tende ad allontanare le sardine e le acciughe dalla costa, per cui sarà perfettamente inutile insidiare l’aguglia. Al contrario, quando c’è alta marea, l’aguglia è presente, oltre che in mare aperto, nei pressi delle coste rocciose, delle scogliere di porto e dei frangiflutti, cosi che sarà questo il momento più indicato per tentare di catturarla.

Perciò che riguarda il <<tipo>> ideale di canna da adoperare, è opportuno usare quella da lancio, lunga 4-5m, robusta ma non eccessivamente pesante. Potremo così lanciare piuttosto a lunga gittata nella corrente la lenza lasciando poi che quest’ultima venga <<scarrocciata>> poco a poco verso il largo, in modo da aumentare le probabilità di attacchi all’esca da parte del pesce. Serviranno circa un centinaio di metri di filo super, preferibilmente sullo 0.25, per caricare la bobina del mulinello. Vista la lunghezza dei lanci, è ovvio che occorre una zavorra di pesantezza adeguata per il galleggiante. Solitamente, un consiglio che offro ai pescatori che si apprestano per la prima volta a questo tipo di pesca, di usare dei galleggianti piombati, scorrevoli, da circa 30g, proseguendo sulla montatura con un finale di circa 1.5-2m dello 0.12 ed un amo del 16. Mentre per chi ama la tecnica dello spinning può divertirsi anche con questo <<belonide>> montando su un filo madre dello 0.16-0.18 uno sbirulino trasparente G2, una girella n°10 e lo stesso un terminale di circa 1.5-2m dello 0.12 e un amo del 14.

Una volta allamata, l’aguglia oppone una disperata resistenza, fuoriuscendo a volte anche dall’acqua con guizzi furibondi e con torsioni su se stessa. Una volta stremata e <<vinta>>, la si può recuperare, anche se difficilmente sarà del tutto doma. Se il mare è calmo ( condizioni di pesca ottimali ) si può adottare il <<trucco>> di recuperare un po’ di lenza appena eseguito il lancio, per far inseguire l’esca all’aguglia. Tentativi di questo tipo portano a frequenti successi. Se al contrario il mare è un pò mosso, conviene lasciare derivare il sughero dalla corrente, in attesa che la preda potenziale sferri il suo attacco.

L’esca più indicata per l’aguglia
per le scorse montature descritte è il bigattino. Un’ altra possibile esca è costituita da una sottile striscia di pelle alla quale va attaccato un pezzetto di carne di sardina fresca, oppure code di scampi o tremolina. L’aguglia può essere insidiata anche con la traina, utlizzando sempre lenza dello 0.25 trainata a mano o montata su canne molto leggere, con piuma artificiale provvista di amo o con il cucchiaino, in oltre trainando con l’esca giapponese con al termine un pesciolino finto ad una velocità massima non superiore ai 3 nodi.

Come far affondare adeguatamente le nostre esche?

I sistemi più validi sono quattro: lenze madri in leghe metalliche autoaffondanti (monel e similari), piombo o piombi fusiformi amovibili inseriti sulla lenza madre, downrigger con "palla di cannone" (kg da 3 a 7), piombo guardiano. Premesso che la velocità di traina con esca viva è di appena due nodi ma che saranno possibili catture anche se la nostra motorizzazione ci consentirà un minimo di 3 nodi.




13
Nodi Pesca
Uni Knot Fishing knot

KNOT Nail Knot

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
No Name Knot
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Palomar Knot
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

14
PESCI & CATTURE / Orate e mormore (di Tullio)
« il: Settembre 13, 2006, 11:58:03 »
Salve a tutti ! sono molto contento di appartenere al vostro gruppo.
Queste sono alcune delle mie modeste catture.



Pagine: [1]