Visualizza post - fattispecie

Welcome to CALABRIA PESCA ONLINE - FISHING COMMUNITY.

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - fattispecie

Pagine: [1]
1
Carissimi amici di calabriapescaonline è con grande gioia che vi segnalo questa gara che sto organizzando con l'aiuto di amici Enti ed Associazioni. Qualsiasi info non esitate a chiedere. Un abbraccio a tutto il Forum.
Questa è la locandina:



2
PESCA FORUM BAR / Battiti di pesca 1a edizione
« il: Maggio 16, 2013, 16:53:21 »
Cari amici di Calabriapescaonline ho il piacere di segnalarvi una iniziativa che sto realizzando ormai da alcuni mesi grazie al prezioso sostegno della Lega Navale Italiana Sezione di Scario (SA) ed all'Associazione Geografica per l'Ambiente e il Territorio di Roma. E' un piccolo sogno che si avvera dal momento che iniziative del genere qui da me da quando pesco, ormai da 5 anni, non ho mai viste! L'idea è nata in pesca anni fa ma finalmente quest'anno ho deciso di mettere nero su bianco, coinvolgere alcuni amici e cercare di creare una bella giornata di pesca per tutti gli appassionati di pesca sportiva. Mi sono subito accorto di un grande entusiasmo e voglia di fare di alcuni amici, elementi che mi hanno dato la forza e la voglia di puntare a questa giornata di pesca. L'incontro poi con un editorialista della rivista de 'i Segreti dei Pescatori' durante alcune uscite di pesca e la successiva naturale amicizia che ci lega ormai da alcuni anni ha fatto sì che pian piano l'idea prendesse sempre più forma! I messaggi che vogliamo far passare sono il rispetto per l'ambiente marino e le specie ittiche in esso presenti nonchè la tutela del territorio in cui impostiamo le nostre uscite di pesca. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi. Antonio Scarfone.


3
PESCI & CATTURE / Orate d'estate (di Fattispecie)
« il: Ottobre 26, 2010, 23:28:33 »
Gli impegni per la tesi all'università mi hanno tenuto lontanissimo da questo forum, ma ora è giusto mettere qualche foto di alcune catture effettuate insieme a due cari amici conosciuti proprio un anno fa giù nel Golfo di Policastro: Giustino e Prisco. La maggior parte delle orate son state pescate dal mitico Prisco (ha iniziato l'anno scorso a destreggiare una canna da pesca) ben 26 tra luglio ed agosto pescate a ledgering con pasturatore da 24 grammi, finale 0,13 asso di cuori e falcon super hard, ami Awa Shima e Gamakatsu. Anche io e Giustino (all'inglese) ci siam difesi bene con una decina di orate e soparttutto qualche spigola. Ma l'unica Regina degna di foto è stata presa sempre da Prisco (posterò la foto non appena riuscirò ad averla) sempre a ledgering del peso di 1,200 Kg. Il posto da noi scelto è sempre il solito: molo artificiale, con fondale sabbioso. Posto che abbiam deciso di far diventare "sede" del Team GAP (non solo per colmare il divario tra noi e gli altri pescatori calabria) ma perchè prime iniziali dei nostri nomi! Da qui l'idea di costruire un logo per poi stampare le polo ufficiali del Team! Cosa che, come un uragano, è cresciuta a tal punto di ideare una giornata di pesca. Amministrazione comunale favorevolissima, ma visti i tempi e la necessità di pianificare per bene tutto a tavolino abbim deciso di comune accordo di posticipare la gara-giornata di pesca all'este del 2011 grazie anche al sicuro appoggio di sponsor così da poter riuscire a metter su anche qualche premio!

Ecco la prima pescata da me all'inglese
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img26/6753/orata003.jpg
Eccone tre prese da Prisco in mezzo ad una folla di canne ed uomini!
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img8/9208/orate002.jpg
Altre due prese da Prisco ed una da Giustino all'inglese:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img526/3579/orate003.jpg
Questo è il logo del Team Gap creato in fretta e furia ma sotto l'attento occhio critico di Giustino:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img823/1328/logoteamfrontesinistraj.jpg
L'orata è stata scelta in onore delle numerose catture di Prisco, ma non poteva mancare la Spigola con lo sfondo del molo in cui ci siamo incontrati: ormai il simbolo della nostra amicizia.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img522/2695/retrocentrospallejpg.jpg
E questi siamo noi: Giustino, Prisco ed io. Loro mi chiamano "il maestro", ed io son fiero di aver fatto avvicinare alla pesca due persone buone e care che si contraddistinguono per la loro umiltà e senso di rispetto del mare, dei pesci e dell'ambiente.

Ah dimenticavo ci sono anche loro:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img831/2751/portopolicastro1.jpg
La signora Maria (che, insieme alla moglie di Prisco ci hanno dissetato portandoci acqua e tenuti attivi portandoci svariati caffè), Luca che poco dopo lo scatto della foto ha preso una bella spigola per la gioia dei due suoi figli che si intravedono in foto e che ben apprendono, ed infine Vincenzo vero cultore della pesca alla Spigola. La foto è stata scattatata da Ida.

Anche e soprattutto questa è la pesca!




4
Ciao ragazzi, vi scrivo per un consiglio su come organizzare una giornata di pesca! Vi spiego un pò la cosa: dove pesco ho notato che il pomeriggio ormai non si trova più nemmeno uno spazio per poter pescare vista l'affluenza di numerosi pescatori (fondo - inglese - bolognese). A questo punto ho pensato di organizzare una giornata di pesca (o a fondo o con galleggiante). La voce grazie ad un amico è arrivata all'assessore al turismo del posto che domani mi aspetta per un sopralluogo al fine di verificare la possibilità della realizzazione della cosa!

Volevo chiedervi alcuni consigli in merito ad un'organizzazione di una giornata di pesca come ad esempio lo spazio minimo tra un pescatore e l'altro sia se si peschi a fondo che a galleggiante; le esche: se vanno regolamentate o se si lascia liberi di sceglierle; come vengono sorteggiate le postazioni; il tempo in pesca dei partecipanti; i giudici, dove reperirli; qualche link a gare in programma per "farmi un'idea". Insomma tutto ciò che occorre al fine di un corretto e piacevole svolgimento della giornata (o giornate) di pesca.

Ovviamente mi viene garantito il divieto di balneazione (dal Comune) per la zona di pesca interessata. Serve anche il consenso della Capitaneria?

Come vedete sono all'oscuro di tutto, ma spero nei vostri suggerimenti al fine di muovermi alla grande!

GRAZIE DI CUORE.
Antonio.

5
PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE / Che sorpresa!
« il: Giugno 19, 2010, 16:43:54 »
Finalmente dopo mesi e mesi di assenza ritorno ad impugnare una canna da pesca, Voglio raccontarvi cosa ho visto ieri mattina mentre con un amico stavam pescando all'inglese da un molo artificiale qui nel Golfo di Policastro. Solita ora 5 in punto, il mare è un'infinita emozione, immobile con il cielo un pò coperto che non lascia intravederne il fondale. Bigattini, pellets distribuiti a semiarco nella zona di pesca e galleggiante sempre allo stesso, stessissimo punto. Si inizia! Subito una spigoletta di 200 grammi appena viene a darmi il bentornato. La rilascio con l'augurio che vada a chiamare i suoi parenti più grandi! Non sarà così. Dopo le innumerevoli acchiate, tra le 5.30 e le 6.15 il mare sembra volerci avvertire di qualcosa. Ed è così che tutto si ferma. Nel frattempo arriva un signore, ha la pastella e pesca con una telescopica a gallegiante fisso. Primo lancio, il suo galleggiante non fa nemmeno in tempo a toccare l'acqua alla destra del mio che un'aguglia imperiale lo fa volare verso sinistra di qualche metro! Un salto incredibile, poi un altro e un altro ancora verso sinistra. Bella, bellissima, con un corpo di 60, 80 cm a 5 metri da noi! E' uno spettacolo,non avevo mai visto un pesce così grande (a parte un cefalo e un serra - ma più lontani) così tanto vicino! Il signore recupera quel che resta del suo filo, noi commentiamo la bella visione estasiati!
Come un fesso ho lasciato la Berkley e la borsetta degli artificiali a casa! Ma la prossima volta anche se pescherò all'inglese porterò tutto la canna da spinning! A questo punto vi chiedo qual'è il miglior artificiale per questo pesce?!
Un saluto a tutti.
Antonio.

6
PESCA ALL'INGLESE & BOLOGNESE / Si torna in pesca!
« il: Marzo 02, 2010, 15:43:25 »
Finalmente, di ritorno a Sapri, ritorno a pescare nei posti a me più cari! Ieri sera rivisitavo con la mente ogni possibile hot-spot in cui ritornare ad insidiare sua maestà Regina, la mattina dopo avrei voluto poter stare in pesca contemporanemente in più posti vista l'immensa voglia di tornare a pescare dopo mesi d'assenza! Da provare ho la nuova bolognese Tem Daiwa abbinata al Twin Power Shimano. Ore 5.50 questa è l'atmosfera che mi accompagna:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img43/5490/img3883s.jpg
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img19/6721/img3885l.jpg

Il mare è ancora un pò turbato da una precedente mareggiata con pò di corrente verso ovest. Le prime occhiate, subito rilasciate, non tardano ad arrivare e la cosa mi fa ben sperare per la visita delle spigole. La pasturazione è costante ma non eccessiva. Forse devo piombare a scalare un pò la montatura per restare in acqua nel raggio della fiondata di bigattini ma è propio nel pensar questo che il galleggiante va giù in modo del tutto diverso da come mangiano le simpatiche ed affamate occhiate. Capisco subito che è una spigola. Un'aspirante al trono della mamma che immediatamente rilascio:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img704/1187/img3887kb.jpg

Oltre ad essere belle le spigole sono anche educate, ritornano a farti visita!!! Beh, dopo le occhiate e la spigoletta sono ancora più fiducioso, ma il mare inizia ad ingrossarsi un pò. Le onde questa volta non sono lunghe ma si alzano un pò. Decido di continuare senza piombatura restando un pò più lungo nel lancio, al di là del formarsi dell'onda. Non c'è l'incontro sperato ed ormai il sole è alto nel cielo. Fa caldo ed ormai devo rincasare. Forse domani ci riproveremo a spinning, anche perchè poi se ne riparlerà a fine marzo!

Scusatemi se ho scritto un pò, ma ci tenevo a ricordare questo giorno di pesca. Un saluto a tutti.
Antonio.

7
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / Mulinello Team Daiwa S 2553 mi
« il: Dicembre 08, 2009, 10:23:10 »
Ragazzi ho acquistato una bolognese "montata all'inglese" da 5,30 metri Team Daiwa. Mai avuto una Daiwa se non una fissa di 5 mt tramandatami da mio zio che tutt'oggi ho! Soddisfatto fino ad ora dei materaili e delle finiture, bello il particolare salva-anelli in fodero!

Voglio abbinarci un mulinello con frizione posteriore, e vorrei che fosse un Daiwa.

Posseggo l'Exage 1000 con leva di combattimento su altra canna e non mi va di smontare tutto ogni volta! Girovagando un pò mi sono imbattutto nello storico Daiwa S 2553 mi. Nel forum usando la finzione cerca non ho trovato alcuna discussione al riguardo.

Ci pescherei esclusivamente con galleggiante fisso, fondali max 4 metri... ...all'"inglese/bolognese", semplice semplice.

Il mulinello è questo dal prezzo di 138 euro! Datemi i vostri personali consigli e pareri anche su altri  Daiwa ad un costo simile!  Grazie di cuore già da ora.


8
PESCA NEI PORTI & PESCA IN FOCE / L'Orata che non ti aspetti!
« il: Novembre 30, 2009, 17:18:24 »
Visita per la mia asma fissata per il 30 novembre vuol dire che si scende da Roma almeno il venerdì, subito dopo i corsi all'Università, e via direttamente a prendere l'esca per la mattina dopo. Lascio Roma con un sole bello e caldo e trascorro le stazioni fino a Sapri con sempre più nuvole e ben poche speranze di buon tempo: piove addiruttura appena sono in stazione. Il sabato salta ma la sera qualche timida stella spunta e via di corsa a prendere i bigattini per la domenica. Il mare è ingrossato e lungo, il fiume e la foce sono pieni di sedimenti: restano i porti. Sapri ha il divieto temporaneo, e tra Policastro e Scario scelgo il primo: Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
La foce del Bussento come potete vedere è vicinissima e visto il mare abbastanza mosso spero che nel porto qualche bella spigola o orata possa trovare riparo. Le sette e inizio a pescare all'"inglese" cospargendo per bene il fondo di pellets e qualche fiondata di bigattino. Alle 8 arriva un altro pescatore, si piazza non troppo lontano da me con una canna a fondo e una con galleggiante. Fa freddino per via di un vento di terra molto fastidioso tanto che alle 9.30 ci si alza un pò dalla sedia per fare due passi sul posto con l'occhio sempre su quel puntino arancione per sperare che scompaia nel blu. Il pescatore alla mia sx si avvicina verso di me con l'intento di scambiare due chicchiere: è un amante della pesca a fondo. Abbiamo uno spinners amico in comune e la chiacchera domina sulla pesca. Parli del diavolo? E spuntano le corna! Ecco lo spinners comparire sul molo e venire verso di noi: vabbè siamo a posto, è da settembre che non ci si vede, aivoglià a parlare! Quasi le 11 si torna in pesca! Parlo con un nuovo amico pescatore conosciuto da poco ma subito una grande intesa tanto che ora le sedioline sono una accanto all'altra proprio come i due puntini arancioni immersi in una comune fiodata di bigattini: che bello, che potere magico ha la pesca?!! Le 12, 5 ore al freddo e niente! Ma ormai la consepevolezza che ci si incontrerà nuovamente a pescare insieme. Di pesci niente, solo 2 spigolette e un sarago prontamente e con sapienza rilasciati. Enzo pescherà fino alle 13, fino a quando arriverà il figlio di 8-9 anni a chiamarlo, ed io con lui andrò via da quella che sembra una giornata da maxi cappotto!  Lo spinners è andato via da un bel pò, la temperatura più alta e la scomparsa della corrente ci porta a pensare che è ora l'attimo giusto per pescare fino al tromanto ed oltre con lo starlight, ma le famiglie chiamano: è domenica e il pranzo a casa ci aspetta. Sono le 13, arrriva il figlio di Enzo, sudatissimo, tra lo stupore del papà che s'immaginava venisse da subito a pescare insieme a lui, vista la passione matta che evidentemente gli ha trasmesso. Deve essere bello nascere così, cosa che a me è mancata, e mi fa tenerezza ogni qualvolta vedo scene del genere: mi si riempie il cuore. Gli dice che ha giocato a pallone con  gli amici e che tra un pò li avrebbe chiamati la mamma perchè a casa era quasi pronto. Ma c'è il tempo di far fare due lanci al piccolo che a differenza del papà, abituato a far volare via piombi di 100 grammi, ha una armonia nel lancio del galleggiante da un grammo da far invidia a molti! Anche a me! Eccoli là i due puntini arancioni muoversi come mai hanno fatto in 6 ore. Recuperiamo insieme e lui si accorge da subito di avere qualcosa in canna. Immediatamente esco con la mia lenza dall'acqua ed insieme al papà gli stiamo accanto perchè capiamo che è qualcosa di importante. Lo guido nel recupero per quanto posso, dicendogli di indietreggiare un pò e tenere la canna più alta che può vista l'evidente difficoltà! Non sbaglia niente, la frizione era già aperta, ed è bravissimo appena noto le testate del pesce ad ascoltarmi a dargli filo! E' una scena bellissima: il proprio figlioletto porta su un'orata con il papà pronto a guadirnarla. E così sarà. Stimiamo il peso dell'orata intorno a 900 grammi 1 Kg, io ho ancora negli occhi le mie due di 700 e 800 grammi e questa è più grande, tanto da curvarsi nel classico secchio di pittura!
Ragazzi ci tenevo a scrivere e raccontarvi questa giornata di pesca, mi scuso se sono stato un pò lungo. Appena riuscirò ad avere la foto dell'Orata la pubblicherò.

Note:
ha abboccato di lato nella parte callosa della bocca a sinistra, il recupero è avvenuto da destra e credo proprio che abbia abboccato in movimento. Il galleggiante non era andato giù e stavamo, appunto recuperando insieme.

Filo Riverge 0,11 e qualcosa
Amo Gammakatsu n°16 con 2 bigattini innescati
Galleggiante Drennan 1g.

9
PESCI & CATTURE / Siiiiiii scappotto anche io!
« il: Ottobre 10, 2009, 13:34:03 »
Dopo le due Orate all'inglese, la canna da spinning era rimasta nel cofano della macchina, un pò da parte, ma sempre in giro con me! Ieri pomeriggio partita a calcetto alle 19, sono le 18.15 e mi trovo a passare dalla Foce del fiume Bussento, proprio là da giorni gironzola una lecciona meravigliosa. Lascio la statale 18, sto  percorrendo la sponda sud del fiume che porta in foce ed è a 400, 500 metri dalla spiaggia che un'idea mi stuzzica un bel pò: ma "chissenefrefa" della lecciona che tanto disdegna gli artificiali, quasi quasi mi fermo qua e lancio in una delle 2 buche "top secret" che conosco!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/i/spigola002.jpg/

La diga è chiusa  a quest'ora, la corrente naturale del corso d'acqua ha una velocità ideale per pescare controccorente, il tempo è davvero poco e poi del resto "Mephisto" non l'ho mai provato!
Primo lancio, niente, ma inizio a calibrare il recupero e a far si che poi già il scondo lancio possa chiudersi, nel recupero successivo, in modo da sfiorare i massi laterali che vedete in foto.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/i/spigola003.jpg/

Ed è la, in quel punto, che accade qualcosa! Il recupero si fa "pesante", penso ad un ramo, un tronco sommerso, ma devo subito ricredermi e pansare ad un pesce, perchè c'è qualcosa che vuole guadagnarsi la fuga verso la Foce. Lotto con la corrente  e con ciò che ho in canna, forzo un bel pò, la Berkley e il Nylon 0,26 lo permettono senza alcun segno di cedimento. La vedo, inconfondibile, la bocca enorme a galla: è una Spigola! Una dolce e meravigliosa Regina che ha aperto a me le porte della sua corte! Non ho guadino, secchio, pinze, ma solo innumerevoli punture di zanzare sulle gambe con bolle enormi, e d'incanto una Spigola che ha abboccato all'ancoretta posteriore di "Mephisto". Riesco a scendere su di un masso coperto di fango in cui cerco di adagiarla senza particolare problemi! Fatico un pò, a mani nude, a togliere l'ancoretta dalla parte callosa della bocca mentre lei si dimena un bel pò! Temo di infilzarmi l'altra in mano e ci metto un pò a slamarla, ma poi finlamente  ce la faccio! Stavolta ho con me la digitale ed ecco la foto!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/i/spigola001.jpg/

Ho anche un debito con il mare, con la pesca, con me stesso, e soprattutto con le Spigole... ...è la più grande che abbia mai preso, intorno agli 800-900 grammi credo, e la voglia di lasciarla andare è più forte di qualsiasi altra cosa. Mi bagno le mani nell'acqua freddissima, prendo la Spigola dalle guance che pompano aria, per adagiarla in acqua: è un attimo, schizza via verso la corrente, velocissima nonostante la grande paura.
Chiudo tutto e vado a giocare a calcetto sentendomi leggero, leggero, leggero: non so descriverlo.

Un ringraziamento particolare a Peppino, per la magica presenza dei suoi consigli, ed un saluto immenso a questo meraviglioso forum.
Alla prossima ragazzi.


Canna. Berkley Skeletor 15-40
Mulinello: Penn Sargus 4000
Filo in bobina: Sunline Technician bianco 0,26
Artificiale: "mephisto" Moreno Bartoli galleggiante color verde (se vedete bene si vede in foto).


10
SPINNING CATTURE / SPINNING - Regina croce e delizia!
« il: Luglio 06, 2009, 09:36:22 »
Ieri, tornato in patria, sono andato subito a sondare che aria tirava alla foce del fiume Bussento (SA). I soliti spinnofili ma niente catture: il nulla. Ho la canna in macchina, non la caccio. Non ne vale la pena penso. Se ne parla domattina all'alba. Notte insonne, allergia e asma, la sveglia è alle 5, sono le 4.15 mi alzo e via, tanto respirare è impossibile. Alle 5.10 dopo un'abbondante colazione sono sul posto; con me la Berkley O.S.2 e il penn Sargus 4000. La mia prima volta in assoluto accompagnato da: maria angel kiss (testarossa), maria bluecode (azzurro con il ventre argentato), jumperocchio, mephisto, sibila e maria hidro-popper.
Inizio con l'angel kiss e poi bluecode: sono loro, intuisco, a potermi far arrivare a lei: la Regina! Il mare è un incanto, ti accorgi che c'è solo da una leggera brezza che ogni tanto ravviva l'acqua. Le 7 e niente, niente, niente. Oggi pomeriggio torno all'inglese, torno alle origini, dove sò io: altro che spinning. Penso. Ed è nel pensare che accade ciò che non conoscevo, non immaginavo, non potevo sapere. Il bluecode sta per terminare il ritorno e a 5, 6 metri da riva sbalza letteralmente fuori dall'acqua con una spigola a spingerlo come un razzo! Bella, bellissima,  ad occhio 1Kg, 1,300. Ferro, forte, sento che l'ancoretta l'ha presa, da qualche parte, alzo la canna, indietreggio, sento che c'è ce l'ho in canna! La frizione va, una due volte, i gabbiani sopra, in cielo, sono spettatori speciali di me che combatto e inizio a cercare di capire come portare la Regina a riva! Guadagno 1, 2 metri, forzo ancora un pò, l'avverte e subito la reazione è violenta: si dimena in modo che non credvo potesse fare una spigola, schizzi e vortici in acqua, i gabbiani sembrano essere divertiti da ciò che stanno vedendo! E' un attimo, ancora una volta, la canna si alleggerisce, il blucode schizza via verso riva, la Regina vittoriosa scompare come per magia! all'improvviso la quiete e nulla più. Solo i segni sul blucode del regale "bacio" di sua maestà.
Immobile, vinto, tremante e felice come un bimbo aspetto un pò prima di tornare in pesca. Mi accorgo subito di presenze a mezz'acqua, anche ora una cosa mai vista, mi ricorda il film Tremors, vedo l'acqua alzarsi e muoversi di lato, ci lancio il blucode ma niente. E niente di niente fino alle 8. Del resto sono solo 3 ore di spinning... ...quante cose ho da imparare!
Che bello ragazzi! Mi han detto meglio iniziare così che con niente! ;D. Spero che il prossimo intervento sia correlato da una bella Regina! Ecco le "ferite" al bluecode (a proposito come è meglio muoverlo in acqua??? Mi sono accorto che non è per nulla semplice!)
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

11
PESCA FORUM BAR / Calabria pesca on line e Facebook!
« il: Febbraio 18, 2009, 15:20:47 »
Ragazzi, avrei voglia di creare un Gruppo su Facebook ma prima volevo sapere cosa ne pensate!
Ovviamente il Forum resta il Forum, il Gruppo magari può raccogliere foto, racconti e altro, un modo
per parlare e ritrovarsi anche per discutere di qualcosa più in generale e non per forza legato alla pesca!

Che ne dite?

Usate facebook in primis  ;D

12
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / Mulinello Penn Sargus
« il: Gennaio 09, 2009, 16:07:37 »
Ragazzi stavo per acquistare la canna da spinning (shimano speedmaster) con mulinello shimano exage fb (la versione del 2009 con manovella doppia stile stradic), ma un "imprevisto" mi ha fatto slittare l'acquisto! l'imprevisto è l'aver visto (solo in foto) il Penn Sargus (serie 4000). Riassumendo alcuni dati:

Exage fb 4000, 5,1:1 - 4+1 rulli - 2 bobine - 130m 0,35 - 390 grammi (60 euro)
Sargus 4000, 6,2:1 - 5+1 rulli - 2 bobine - 170m 0,30 - 366 grammi (79 euro)

Dell'exage già ho letto e sentito molto, ma del Sargus ancora poco.

Che mi dite, lo conoscete, l'avete usato?

13
PESCA NEI PORTI & PESCA IN FOCE / Chissà che pesce era.
« il: Ottobre 10, 2008, 21:42:31 »
Carissimi sono tornato per questo fine settimana di pesca, decidendo di dedicare l'intera giornata alla pesca nella foce del fiume Bussento. Da corteggiare: sua maestà spigola. Alle 7.30 poco prima di fermare il pandino al solito posto, guido rivolgendo lo sguardo alla mia sinistra per scrutare le condizioni dell'acqua. Sono in seconda, a 15-18 km/h sulla stradina sterrata che costeggia la sponda nord del fiume. Mi lascio alle spalle 2 pescatori che già sono in pesca sulla sponda sud. Sto per arrivare alla foce, non c'è nessuno. Evviva tutto lo spazio per me. Penso. Ormai ci sono ed ecco che vedo muoversi qualcosa in acqua. La ragione prende il sopravvento, e penso sia un sub, del resto il colore è scuro, e può darsi sia la muta. La gioia di stare bello bello, in santa pace, svanisce all'idea del sub di turno che gironzola dove non potrebbe. Fermo il pandino e metto ancor più a fuoco quella presenza e capisco che non è un movimento di un sub. E' leggero ma nello stesso tempo sicuro, bello da vedere, con un andamento proprio di un pesce: perfetto. Scendo dalla macchina, ed ecco che ancora mi incanto a guardare. La testa e la coda non escono, ma si inarca solo la parte centrale, piano, qual tanto che basta a vederlo. Spiogola, cefalo, anguilla,o cosa poteva essere secondo voi? Io davvero non ho mai visto una scena del genere. Un signore del posto nel pomeriggio mi ha detto che poteva essere una ricciola entrata in cerca di prede.

Nessuna spigola, a parte 2 di poco più di 7 cm, liberate con cura. Un saluto a tutti.

14
SPINNING ATTREZZATURE / Il giusto equilibrio, secondo voi.
« il: Settembre 10, 2008, 19:40:05 »
Con 2 piedi in una scarpa, mi appresto a chiedervi il vostro sommo consiglio su canna e mulinello che, in base al budget economico, ho visionato in rete. Il tutto sarà rivolto allo Spinning in mare. Vi ho letto, pensato, applaudito, ammirato ed ora grazie alla vostra esperienza vorrei mutare ogni dubbio in certezza! Per completezza informativa le zone che frequenterò saranno in primis: foce di fiume, spiagge (con fondale sabbioso), ingresso di un porto e successiva scogliera, scogliere varie.

Le canne in semplice ordine di "piacevole sensazione a prima vista"

Nexave bx 240 vs 270 15/40g peso 198g vs 204g

Beastmaster ax 240 vs 270 15/40g peso 200g vs 220g

Catana bx 240 10/30 vs 270 15/40g peso 158 vs 212g

Mulinelli (come sopra)

Exage 4000 Fa 5,2:1 350g vs serie 2500

Nexave 4000 Fb 5,2.1 360g vs serie 2500

Illuminatemi.

Grazie a tutti.  ;D  ;D



15
PESCE SERRA / Il mio primo incontro con un Serra.
« il: Settembre 03, 2008, 13:52:40 »
Ragazzi da quando frequento questo forum mi capitano cose che prima nemmeno immaginavo di poter vedere in prima persona. Detto questo vi racconto cosa ho provato ieri: solita pesca all'inglese, solite occhiate in attesa delle Spigole. Solita scogliera. C'era un pescatore con una canna a fondo, con in bobina un vistoso filo giallo! (ma cos'è il trecciato?) Ad un certo punto mi va giù per bene il galleggiante, c'è qualcosa, ma non tira poi così tanto, sarà un'altra occhiata, penso.
Recupero, dai 10, 8 metri dal punto dell'abbocata fino all'inizio della scogliera. Praticamente dove iniziano i soliti massi sommersi visibili ad occhio nudo, 3, 5 metri da me. E' un attimo: capisco chè è un'occhiata, una bella occhiata, e dietro come un fulmine salta a bocca aperta, che dico, spalancata, un pesce Serra! Non sò come abbia fatto a non distruggersi contro gli scogli (tipo tremors), non sò come abbia fatto a non prendere l'occhiata (forse proprio per gli scogli ormai bassi) o per il mio ultimo colpo veloce di mulinello! Resto impaurito e immobile. Vi penso, tanto. Racconto tutto al pescatore, che mi dice di stare con una stella viva innescata e stava ad aspettare il vorace Serra.
Torno sul "mio" scoglio, dopo ever tolto l'amo dall'occhiata, e averla messa nel secchio mi accorgo che è sì viva, ma immobile. Capisco che è terrorizzata, con un amo in bocca ed un Serra che ti insegue, credo che sia stata proprio miracolata ad esserr stata "salvata" da me.
Cambio l'acqua dal secchio, ma nulla, sembra un fantasma non un pesce. Mi bagno le mani, provo a metterla a mare, scuotendola pian piano per la coda. Nulla, in balia della corrente, l'occhiata è ancora sotto shock! Entro in acqua anche io, le scuoto pian piano la coda ed inizia finalmente ad essere un pesce. Nel frattempo è arrivata una bimba piccola piccola con suo papà a tenerla in braccio, sento che gli dice "...ma perchè non pesca più, ma perchè butta il pesce...".
L'occhiata è salva, è nuovamente libera, ed io capisco che si può essere soddisfatti dentro anche per così poco.
Chiudo tutto, torno a casa, con la voglia di raccontarvi tutto.


16
Il mio pallino è la pesca all'inglese, ma grazie a questo forum, sto assaporando l'idea di donare parte del mio cuore allo Spinning. La spiaggia in cui intendo iniziare i primi lanci è sabbiosa, con un fondale a 100 metri dalla battigia di oltre 5 metri quindi da considerare come spiaggia profonda:

fonte: argomedia.com

Qui le mareggiate sono frequenti, onde, schiuma, canaloni, finestre e molte condizioni ideali per lo spinning. La spiaggia è limitata a sud dagli scogli del faro di Sapri e a nord da una leggera scogliera con massi rotondi sul fondo e larghe chiazze di posidonia (in foto sulla destra). Per resto sabbia, sabbia sabbia.

Se tutto va bene a novembre per la Laurea mi voglio fare un regalo: canna, mulinello e artificiali a mestiere per lo spinning, ma soprattutto per insidiare Lei: la Regina.

Ormai è nei miei sogni: ho letto di tutto su di lei e sarei pronto a qualsiasi cosa pur di insidiarla con amore.

Mi affido a voi nell'indicarmi una, due, tre canne con un giusto mulinello che rispecchi anche un ottimo rapporto qualità/prezzo. Così la settimana prox andrò a chiedere al mio negoziante cosa si può fare.

Già da ora grazie a tutti.
 ;D


17
Mi scuso se vi parlo (tanto) di un luogo di pesca che non sta in Calabria, ma qui credetemi conosco pescatori delle più varie zone della Calabria che fanno di tutto per venire a trascorrere un fine settimana di pesca!
Ci troviamo a Policastro Bussentino in provincia di Salerno, a pochi Km dalla mia Sapri (la città della Spigolatrice). Il luogo ideale per insidiare Spigole, Cefali, Sgombri, Ricciole e Marmore è la foce del fiume Bussento che si riversa nel mar Tirreno. La prima volta che decisi di andare a vedere come si pescava rimasi colpito dal salto fuor d'acqua di un grande cefalo. Le successive volte mi recavo alla foce per ammirare i pescatori pescare e cercare di prendere soprattutto la Regina! Di pesca non capivo nulla, vedevo solo persone  una sull'altra, ad occupare ogni metro delle piccola mezzaluna "utile" all'azione di pesca. L'età media era (ed è) di 45 anni! Da subito ho capito che, anche nel solo veder pescare bisognava star là in punta di piedi ed in religioso silenzio...
Mi colpì tanto il confine naturale che si creava tra chi pescava lungo le sponde e chi, a costo di dormire in macchina, cercava il posto migliore alla foce. I primi, troppo poco pazienti e calmi, pescavano con il mazzetto d'ami e la pastura in cerca di cefali. Sembrava di assistere ad una battaglia ad ogni lancio in fiume tra gli occupanti delle 2 sponde. Le urla poi, ai poveri malcapitati che facevano un giro in canoa, per far sì che stessero attenti a non tracinarsi le lenze, erano spunto di qualche sottile battuta di coloro che pescavano all'inglese.
Ecco loro: canne leggerisime di massimo 4,20 metri, in carbonio, con mulinelli piccoli e veloci nel recupero, galleggiante a pallina (2+1g), finale di 1,20 metri 0,7, max 0,10. L'immancabile fionda e, quindi, esca per eccellenza, il bigattno. Ho visto prendere spigole e cefali in gran quantità, tutti di almeno 300 grammi. Ho visto combattimenti dal punto di abbocata (in fiume) fino al punto di recupero con guadino (a mare), sfrizionando, con canne inarcate, percorrendo 40, 50 metri. L'ultima volta ieri pomerggio, dalle 4 alle 7, tra la gente che faceva il bagno, ragazzi che girovagavano in canoa, c'era sempre lui Tonino e la sua maestria: spigole, spigole e ancora spigole. Terminale 0,7. Alla sua sx un pescatore con lo 0,8: il nulla.
Al Bussento è così: si è sempre in tanti, spesso in troppi, ma a regnare sulla Regina son sempre i soliti. E gli altri li vedi scomparire pian piano, ed il giorno dopo, magari li trovi al di là del confine tra i vecchietti a buttar a fondo "campane" di pane e formaggio. Altri invece, non ci tornano proprio, ed escon fuori di scena dicendo "provo a mare, almeno qualche Sarago, almeno mi diverto".
Io ancora sento di non poter invadere la sacralità del posto, ancora non sono all'altezza, ancora devo imparare, ancora devo del rispetto.

P.s. presto vi mostrerò un pò di foto del magico posto.


18
BEACHLEGERING & BEACHLEDGERING / Mormore in notturna.
« il: Agosto 28, 2008, 02:29:00 »
Ragazzi ecco la mia prima uscita in notturna: ho pescato a fondo con pasturatore di 21g, terminale di 1,80 metri flourocarbon 0,12 ed amo n° 14 Gamakatsu. Bellissime toccate con canna spesso "impazzita" ma senza abboccate, poi finalmente i primi marmarotti. Il più grande pesa 299 grammi. Ditemi cosa posso migliorare! Avevo delle bellissime toccate ma nulla. Amo? Finale? O cosa?
Son stato in pesca dalle 9 alle 2, mare calmissimo (bassa marea), vento assente.

Un saluto da Sapri.

19
LA SPIGOLA / Mia cara Regina!
« il: Agosto 24, 2008, 12:01:45 »
Mi scuso per quanto scriverò...
Terzo giorno di pesca consecutivo, terzo giorno col rischio di restare senza fidanzata, terzo giorno con un accenno di bronchite che non curo, terzo giorno che rimando l'apertura dei libri per l'esame all'Uni che incombe,  seconda notte che non dormo pensando al suono della sveglia alle 5 del mattino. Stesso posto, stessa ora, ma qualcosa cambia: inizio a pasturare con i soliti bigattini e pellets, passa mezz'ora, l'acqua è un lago, immobile, limpida, calma. Inizio a capire che qualcosa sta cambiando, piccoli pesci saltano sull'acqua. Non sono le solite spigole a farsi vedere ma è una sola. Troppo grande per ciò che sono abituato a vedere. Per avere una misura così subito: lunga quanto la tastiera (standard) con cui vi scrivo. Non so che fare. Davvero non so che fare. la Regina gira intorno al galleggiante quasi a prendermi in giro! Ed ha tutta la mia ammirazione tanto che recupero, mi alzo e incantato l'ammiro. Sta là in superficie, divertita dai bigattini. Capisco che non va via, prendo il mio Nokia e giro un video, incuriosito forse, dalla spiaggia mi raggiunge un simpatico signore di 61 anni. Fortuna vuole che è un maestro di pesca (dà lezioni a dei ragazzini che vogliono iniziare). Gli indico la Regina, e un ragazzino ci diventa anche lui. Non ha la canna, e là per il suo solito bagno alle 7 del mattino. Mi chiede della montatura "alla Sanpei", è Ok. Lancio, passano 15 minuti ed il galleggiante va giù di un pò. E' lei, c'è, mi alzo in piedi, mi sento dire "calma". Il signore (Alberto) prende il guadino e va verso la fine degli scogli. Io non so letteralmente cosa fare. Non riesco a recuperare: impossibile. La tengo là, capisco che l'amo (ignesti n° 16 bronzato) si è infilato bene da qualche parte della bocca. Ha abboccato proprio a 30 cm sott'acqua e la vediamo, non c'è da recuperare, cerco di portarla verso il guadino ma non ce la faccio è come trascinare una grande coperta inzuppata d'acqua che tira verso il basso. Sto fermo curando la posizione della canna verso l'alto ma il mio braccio destro si indebolisce sempre di più. Finalmente esce fuori dall'acqua la bocca e la Regina come per incanto diventa "leggera". Vediamo cha ha l'amo alla sinistra della bocca, tutta la parte destra si adagia sull'acqua, a volte si dimena ma non più di tanto, riesca solo ad immergersi per pochi cm. la distanza tra lei è il guadino, dai 7 metri iniziali, diventano pochi, pochissimi, non più di 2 metri. Intanto dalla spiaggia son venute altre 3 persone incuriosite da quella canna piegata tanto, troppo, e da me che all'impiedi lotto contro qualcosa. E' quasi fatta penso, in un attimo ripenso a tutti i pesci visti pescare all'inglese, ma mai nessuno era grande come quello. Un metro scarso dal guadino, faccio un passo in giù, la Regina prende almeo 30 cm d'acqua proprio dove stanno gli scogli: è un attimo, mi si alleggerisce tutto, il galleggiante col filo privo dell'amo schizza alla mia destra. Un "noooooooooooo" generale si alza in coro intorno a me. Alberto trema più di me, si dispera al posto mio. Io zitto non riesco nemmeno a dire "a". Mi si dice che tremo anche io.
Non ho la Regina dei miei sogni, ma per fortuna ho ancora la mia fidanzata.

20
PESCI & CATTURE / Pesca all'inglese - Catture di Fattispecie
« il: Agosto 22, 2008, 13:11:38 »
Ciao a tutti, fino ad ora ho solo letto i vostri preziosissimi consigli ma ora ho bisogno di chiedervi qualcosa. Vado sempre a pescare su una scogliera realizzata 2 anni fa per evitare l'erosione della costa di Capitello in provincia di Salerno. Pesco all'inglese con filo in bobina del 16, e finale del 10 in floruocarbon (Tubertini), con ami del 16 della (Ignesti) e galleggiante scorrevole 4+1 a tubo già piombato, con un piombino n° 7 a 50 cm dall'amo. La mattina alle 5.30 inizio l'azione di pesca con frequente pasturazione di bigattini misti a pellets. Solitamente dopo un'oretta (6.30) iniziano ad arrivare gruppeti di spigole dai 200 grammi al chilo, attirate dai bigattini. Stamattina stessa storia: abbocca una spigoletta di 200 grammi ma le più grandi continuano a girare intorno al galleggiante ed in superficie. Mi fanno compagnia per ore fino a quando il sole sale e la temperatura aumenta, stamattina alle 9 erano andate vie. Ho provato a diminuire la profondità (intorno ai 4,50 metri) ma niente da fare, le spigole "giocao" con piccoli pesci in superficie e si mangiano i bigattini in superficie. Quella più grande intorna al chilo si fa ammirare ma niente stanno a pelo d'acqua e me ne torno a casa cercando di capire come deve fare per far abboccare le spigole in superficie. Vi penso, vi scrivo, mi chiedo: in tutta la mia ignoranza cosa sbaglio? Grazie per le risposte a tutti.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img50/1779/abcd0003bh6.jpg

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img293/6128/abcd0004yl2.jpg


Ecco le foto finalmente. Premetto che ho iniziato a pescare ad inizio agosto all'inglese, fino all'anno scorso solo qualche sarago con la canna fissa da un pontile. Alla prossima.

Pagine: [1]