Visualizza post - persicoreale

Welcome to CALABRIA PESCA ONLINE - FISHING COMMUNITY.

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - persicoreale

Pagine: [1] 2
1
Salve
ho una cosa interessante da proporre a tutto lo staff di cpol.
Io lavoro a telespaziotv, a Catanzaro ed e' in programma una trasmissione sulla pescasportiva.Siccome stiamo cercando persone esperte su tutte le tecniche e le acque, ho pensato di chiedervi una collaborazione. Uno di voi dovrebbe fare il conduttore e organizzare i temi delle puntate con vari ospiti, si potrebbero organizzare delle riprese su vari spot. Cio' potrebbe essere un'ottima pubblicita' anche per il vostro sito.
Grazie , attendo una vostra risposta

2
PESCA FORUM BAR / BUON PRIMO MAGGIO A TUTTI
« il: Maggio 01, 2010, 09:34:45 »
BUON PRIMO MAGGIO A TUTTI,
mi domando chissà quanta gente si sta facendo la pescatina...solo io sono al lavoro ;D, (meglio cosi' visto che sono stato assunto da poco).Fatemi sapere come sono andate le catture. Un abbraccio a tutti

3
CARPFISHING / IN PESCA SENZA PASTURAZIONE PREVENTIVA
« il: Ottobre 13, 2009, 12:09:18 »
Ho potuto constatare personalmente che la pesca alle carpe non necessita sempre la pasturazione preventiva. La tecnica consiste nel preparare un innesco che ricghiami e sia un'ottima prelibatezza per la preda.
Deciso il tratto di lago dove pescare , ho fiondato circa una scatoletta di mais comprato al minimarket del mi paese e ho preparato la pastura. Quest'ultima può essere di due tipi :
a) Quella comprata in negozio ( preferisco quella alla fragola ) al prezzo di 3.50 euri
b)Quella che gentilmente mi regalano i tanti allevatori di maiale del mio paese "il farinaccio" (ignoro il nome in italiano)
Funzionano ambedue con la differenza che quella del negozio costa 3.50 euri al kg, mentre il farinaccio costa 15 euro per 50 kg (a me lo regalano), fate un pò voi.
La montatura è semplicissima. Il mulo deve essere "almeno" un 3000 caricato con un buon nilon 0.40; piombo scorrevole da 30 gr , girella robusta ; finale 0.28 al fluorocarbon e amo gamakatsu n6 della serie oktopus circle ( a occhiello ) sul quale innescheremo 3 chicchi di mais o direttamente o mediante air rig.
Preparata la pastura vi aggiungo un po di mais e preparo delle palle di forma affusolata.In esse vi nascondo il piombo della mia montatura , risultato?? Riesco a lanciare  la mia palla di pastura esattamente vicinissimo all'innesco, quanto basta per attirare un bel pescione.Fatto ciò non basta che mollare la frizione e attendere l'abboccata pazientemente...

Immagine non disponibile

Queste e tante altre le ho catturate sempre con la stessa tecnica in spot diversi

Immagine non disponibile

Posterò una ricetta squisita per cucinare la carpa al forno, altro che non è buona.....

4
CIAO A TUTTI,
ho un'idea che mi ronza da un pò nella testa, perchè non organizzare una rimpatriata al lago ampollino, in modo tale da poterci conoscere noi tutti pescatori delle acque interne ?? conosco  una area dove vi sono tavoli con gazebo , acqua , bagno , barbecue  ecc. ovviamente la data cercheremo di stabilirla insieme.Io consiglierei i primi di luglio , quando sarà possibile pescare senza interferire con i periodi di frega della maggior parte di pesci presenti . Ditemi cosa ne pensate cosi studio una data nel periodo di Luglio e diamo il via alle adesioni !!   CIAO BELLI ;D

5
CARPFISHING / L'ETICA DEL CARPFISHING
« il: Maggio 06, 2009, 11:19:16 »
Ciao a tutti,
ho voluto iniziare questo topic perchè, secondo me , tra tutti quelli qui presenti è il più importante. Molta gente si imbatte oggi nel fantastico mondo del carpfishing, iniziando più o meno con attrezzatura adatta , ovvero rod pod , segnalatori , mulinelli col bite runner ecc, seppur dimenticando una cosa di basilare importanza, cioè il matersassino !!!!!
Il materassino, come mi diceva pochi giorni fa un "vero" carpista, è l'essenza del carpfishing ( unitamende al guadino ) , è l'accessorio che ci permette di prenderci cura delle nostre amiche carpe , che ci consente di slamarle in tutta sicurezza, senza danneggiarle la mucosa che ne riveste le squame,  perchè i veri hangler hanno la massima cura ed il massimo rispetto del pesce.
Se umilmente accettate un mio consiglio, (lo stesso che è stato dato a me) ,vi inviterei a non iniziare subito nel spendere un capitale comprando tutta un'attrezzatura adatta, bensi' a comprare guadino e materassino , farsi un pò di pescate e rendersi conto di cosa si ha effettivamente bisogno. Per fare carpfishing non servono canne , mulinelli e reggicanne adatti,  bensi' un materassino, un guadino e il MASSIMO RISPETTO DEL PESCE che si deve manire sia dal momento in cui si preparano le esche e pasture ( avendo l'accortezza di non usare ingredienti non digeribili dalle carpe )  e sia al momento della slamatura e del rilascio .

E voi che cosa ne pensate ??

Ciao e un abbraccio a tutti !!

6
ACQUE INTERNE CATTURE / prima trota del 2009
« il: Aprile 29, 2009, 00:05:31 »
sono veramente contento di farvi vedere la prima trota di quest'anno, pescata al lago passante!!!! non so se riuscite a vedere la livrea, la quale è caratterizzata da puntini neri, il che mi fa pensare che non sia una fario . Secondo voi che trota è ? ( sempre che la foto vi consenta di valutare )
Pescata e rilasciata alle 8,30 del mattino , lunghezza 30 cm , peso direi 400gr circa;
tecnica usata bolognese con lenza madre 0.24, galleggiante di 4 gr tarato alla perfezione, girella e terminale dello 0.16 al fluorocarbon, amo n 10 con camola del miele.

Immagine non disponibile

7
CARPFISHING / HELP CARPFISHING
« il: Aprile 15, 2009, 08:57:27 »
Ciao a tutti, quest'anno sarà la mia prima volta che mi imbatterò nel carpfishing, e dopo avere appreso un pò di cosette mi rivolgo a tutto il forum, per chiarirmi qualche dubiio.
La prima cosa che mi chiedo è come scegliere lo spot, come può il fondale e la sua conformazione costituire una zona migliore rispetto ad un altro tipo con caratteristiche diverse??.E ancora, vorrei sapere quando iniziare, è gia tempo?? qualcuno di voi ha preso qualche carpa o è ancora presto??
Io ho intenzione di affrontare la mia prima sessione al lago passante, grazie a tutti e vi ricordo che se qualcuno già avviato vorrà essere il mio maestro , magari unendosi a me nella mia prima sessione, ne sarei molto felice. ciao ;D

8
ACQUE INTERNE ITINERARI / FIUME S. ELIA
« il: Marzo 16, 2009, 12:07:11 »
Ciao a tutti,
ieri sono andato  pranzare in sla con gli amici ed ho visto un fiume molto bello, il fiume s. Elia ,e si trova precisamente a Cutura.
E' un fiume molto bello, dalle limpide acque , che f venir volia d avvenurarsi nella ftta vegetazione che ne carattrizza le sponde.
Mi chiedevo se qualcuno di voi carissimi colleghi conosce questo fiume, in quanto vorrei raccogliere un pò di informazioni prima di avventurarmi nelle sue acque ;D ;D
 

9
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / help, voglio pescare a mare
« il: Settembre 25, 2008, 08:44:19 »
Ciao a tutti, ho bisogno del vostro aiuto.
Vorrei farmi una pescatina a mare dalla spiaggia nell'interland di Catanzaro lido, perciò , essendo io pescatore di acque interne, non ho la più pallida idea ne di che pesci posso insidiare di questi periodi e ne di che tecnica mi devo servire.
Voglio andare sabato pomeriggio e tirarmela fino al mattino seguente.
Quali pesci ho più probabilità di insidiare?
che montatura devo fare?
Quale esca devo usare??
grazie a tutti, siete mitici!! ;D ;D

10
PESCA ACQUE INTERNE / ESCA KILLER PER IL CAVEDANO
« il: Settembre 18, 2008, 15:29:43 »
Ciao a tutti belli,
lo so che è un po che non mi faccio sentire ma in estate ho molto da fare ( sono un musicista...).
Vi racconto un fatto curioso:
i primi di agosto dei miei amici sono andati a trascorrere una domenica al fiume alli.Mangiavano delle more e mentre scherzosamente se le lanciavano addosso un altro mio amico ha notato che alcune cadevano in acqua, e venivano letteralmente aggredite dai cavedani.
Appena mi hanno raccontato il fatto mi sono armato di bolognese e galleggiantino a pera di 2 gr e sono corso al fiume. Non solo i cavedani si sono scatenati sulle more, regalandomi tantissime catture(rilasciate) e divertimento,ma ho avuto il piacere di non avere sotto canna la minutaglia.Insomma tanti e tanti pesci di taglia tutti intorno al kg.
l'amo che ho usato è a gambo corto del n 8 color blù perchè meglio si mimetizza con mora proporzionata.

NB i cavedani rifiutano le more rosse in quanto amare, ma amano le nere!!!

spero di esservi stato utile!! ;D ;D

11
ACQUE INTERNE CATTURE / help misurare la temperatura dell'acqua
« il: Marzo 17, 2008, 14:17:56 »
 ;DCiao ragazzi volevo sapere come fare per misurare la temperatura dell'acqua volendo pescare in lago senza l'ausilio dell'eco.
Esiste qualche termometro specifico e preciso?mi serve per analizzare meglio l'attività e il comportamento in genere dei pesci ;D ;D ;D

12
ACQUE INTERNE CATTURE / che trota è?
« il: Marzo 12, 2008, 12:58:07 »
ciao ragazzi!
il giorno dell'apertura mi sono imbattuto in questa piccola trota del fiume alli ( immediatamente rimessa in acqua) se non sbaglio non è una fario in quanto le altre presenti hanno una livrea differente , ovvero i pallini rossi sono cerchiati di un giallo molto acceso e vistoso.

qualcuno sa dirmi se è una fario un pò diversa o no?

 ;D
scusate per la foto ma ho preferito fotografarla velocemente e rimetterla subito in acqua per non recarle danno
Immagine non disponibile ;D ;D ;D ;D

13
Cia a tutti amici.
Volevo parlarvi di una semplicissima tecnica di pesca al persico reale che sicuramente molti di voi gi? conoscete che ? quella che prevede l'uso della tailandese.
La tailandese ? un'esca concepita per la pesca dalla barca in mare delle seppie e non solo che ? stata adattata al lago per la pesca al persico.Essa ? costituita da una trave di circa un metro alla quale sono collegati 5\6 braccioli equidistanti fra loro e di diametro leggermente inferiore a quello della trave.
ai braccioli sono legati gli ami che sono ricamati con delle finte piumette dai colori pi? sgargianti e da un pallino fluorescente.Oltre alle piumette possiamo trovare dei gamberetti in silicone dai colori accesi o semplicemente delle "mosche".
La montatura ? semplicissima:

-Roccobomb scorrevole sulla lenza madre
-girella con moschettone(il pi? delle volte ? in dotazione con la tailandese)
-tubicino salvanodo sotto il piombo e il gioco ? fatto!!

Lanciata la nostra esca in acqua il recupero sar? fatto facendo saltellare la nostra esca sul fondo tenendo la canna bassa in caso di fondale privo di ostacoli,o a canna alta in caso avessimo problemi di incaglio.

quando il persico ? in attivit? il divertimento ? assicurato.Ho avuto il grande piacere di tirare la tailandese con una preda per amo e vi assicuro che ? molto divertente.

Particolarmente valida ? in caso di pioggia.I persici si scatenano sulla tailandese!!.In tal caso bisogna essere cauti ed evitare di usare canne in carbonio in quanto si rischia di attirare i fulmini.

Occasionale ? la cattura di cavedani di discreta taglia e di capitoni.

Non mi chiedete il perch? ma a me la tailandese mi delude sempre al lago del passante offrendomi catture quasi nulle!!Tutta altra musica ? il lago ampollino

Abbiate l'accortezza di far ricaricare per circa 5 minuti i pallini fluo al sole ripetendo l'operazione circa ogni 30 minuti. Sicuramente qualcuno di voi potrebbe pensare che una tecnica banale la qualche non ci consente di catturare grossi esemplari (occhio alle misure),verissimo!ma ci si diverte
PROVARE PER CREDERE

CIAO BELLI    ;D

14
NOTIZIE E SEGNALAZIONI / CALENDARIO ITTICO
« il: Febbraio 27, 2008, 22:40:30 »
Ciao a tutti
volevo chiedervi se qualcuno ha il calendario ittico della provincia di Catanzaro.Se magari si potrebbe postare resterebbe a disposizione di tutti noi

Ciao grazie
Domenico ;D

15
ACQUE INTERNE ATTREZZATURE / Parliamo di galleggianti parte 2
« il: Febbraio 21, 2008, 11:49:41 »
LA PALLINA

per la pesca alla trota in torrente, generalmente si impiegano dei galleggianti sferici, colorati in rosso o in bianco, nelle grammature comprese tra 0.85 e 3 gr, da zavorrare solo con tre stick da montagna.Questo tipo di segnalatore pu? essere anche utile in mare, specie in condizioni di scaduta e forte corrente : in questo caso, la zavorra deve essere formata da 3 o 4 pallini montati equidistanti tra il galleggiante e l'amo.

I SILICONI

Un galleggiante per poter esercitare bene la sua funzione deve essere ben bloccato sul filo al fine di non perdere la misurazione del fondo.E' buona norma avere a disposizione diversi diametri di tubicini di silicone i quali andranno a bloccare il filo sulla deriva, in quanto quest'ultima non ha mai lo stesso diametro.
I diametri pi? comuni vanno dai 0.40 a 1 mm.

LA VERNICIATURA


Un buon galleggiante deve avere su di se meno vernice possibile.La vernice infatti ha un peso specifico superiore a quello dell'acqua perci? pi? vernice avvolge il corpo , pi? si riduce la portata.Teniamo inoltre conto che  sul galleggiante agisce la corrente la quale sar? pi? agente su un corp voluminos.Quindi meglio usare un galleggiante poco lucido (poca vernice) con una grossa portata rispetto al volume.

LA TARATURA

Vi rimando su un articolo interessante...

 Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login



Sperando di  essere stato utile a qualcuno in qualche modo vi saluto ;D

TRATTO DAL MENSILE "I SEGRETI DEI PESCATORI"

16
ACQUE INTERNE ATTREZZATURE / Parliamo di galleggianti parte1
« il: Febbraio 15, 2008, 13:50:07 »
 Il galleggiante ha il comptito di segnalare le abboccate del pesce,sostenere la piombatura e di farci pescare nella fascia d'acqua che noi desideriamo.
Per farci strada sulle innumerevoli forme presenti in comercio facciamo una prima classificazione delle forme in base alla situazione di pesca che dovremo affrontare.Quest'ultima non ? da prendersi alla lettera in quanto ogni pescatore ha le sue preferenze.

-Acqua veloce forma sferica ed ellittica
-Acqua medio veloce forma sferica,ellittica e pera rovesciata
-Acqua media forma ellittica e pera rovesciata
-Acqua lenta forma ellittica e goccia
-Acqua ferma forma affusolata e goccia

FISSO E SCORREVOLE

Un'altra classificazione , sebbene molto pi? generale, la possiamo fare in base al loro tipo di "installazione", ovvero se il galleggiante ? fisso verr? posizionato dal pescatore sulla lenza in modo da far pescare l'esca alla profondit? voluta,tramite il bloccaggio della lenza con degli anellini in silicone da inserire sul filo,che poi andranno a bloccarlo sulla deriva.I galleggianti scorrevoli hanno degli anellini entro il quale si fa scorrere il filo proveniente dal mulinello.A monte del galleggiante viene fissato un nodo di stop che serve a vincolare il galleggiante.Spostando quest'ultimo si determina la profondit? di pesca.

LE PARTI DI UN GALLEGGIANTE

Il galleggiante ? composto da tre parti:

-antenna
-corpo
-deriva

L'ANTENNA ? costruita solitamente in plastica o in fibra di vetro e serve a localizzare il galleggiante in acqua oltre che a segnalarci le mangiate.E' molto importante che ogni galleggiante utilizzi la "sua" antenna in quanto una diversa ne comprometterebbe (anche se non cosi esageratamente) la bilanciatura e la stabilit?.Le colorazioni vanno scelte in base alle condizioni di luce presente sulla zona di pesca ( es.sole in faccia sono pi? visibili le rosse ecc.) NB UN GALLEGGIANTE SENZA VISIBILITA' E' UN GALLEGGIANTE INULTILE
IL CORPO che pu? avere varie forme adatte a diverse situazioni di pesca, ? generalmente realizzato in legno di balsa (materiale usato anche per la costruzione dei minnow), sarcanda, sughero o poliuterano espanso.
LA DERIVA che serve per la stabilizzare in acqua il galleggiante e che pu? essere in metallo, carbonio, fibra di vetro (quest'ultima molto resistente alle torsioni ).Per il suo fissaggio sulla lenza si utilizzano di solito un apposito anellino passante presente sul corpo e tre tubicini in silicone da inserire sulla deriva.E pu? misurare da 1 cm (tesse) ai 20 cm dei modelli dedicati alla pesca in corrente

LA PORTATA

E' il peso in piombo che il galleggiante ? in grado di sostenere.Il valore di questo ? espresso in due modi,stampigliato in modo den visibile sul corpo del galleggiante o sotto forma di numeri del tipo 4x14,4x20ecc. Queste sigle sono il vecchio retaggio di quando i piombi Styl erano usati comunemente. Ad esempio la sigla 4x16 vuol dire che dovremo usare 4 styl del 16 corrispondente ad un peso di 0.5gr. 4x20, invece vuol dire che la portata del galleggiante ? di 4 styl del 20, cio?, un grammo,6x20,corrisponde a 1gr e mezzo e cosi via.Oggi riportare la portata in styl ? caduto quasi in disuso.E' bene tarare i galleggianti con il 25% circa in meno di piombo rispetto alla grammatura stampata sul corpo

17
ACQUE INTERNE ATTREZZATURE / Parliamo di cucchiaini rotanti
« il: Febbraio 13, 2008, 10:38:08 »
Ciao a tutti amici,
? mio intento stilare questo topic al fine di dare una sgrullatina alle sezione delle acque interne, (cosi come ha saggiamente gi? fatto il college cpol5) in quanto non ? una sezione dinamica come quelle dedite alla pesca in mare.

IL ROTANTE

Il rotante fu il primo artificiale introdotto nella pesca sportiva degli inglesi. Esso ? costituito da:
-corpo
-ancoretta o amo singolo
-paletta

il corpo costituisce il peso del rotante e quindi, unitamente alle colorazioni di cui ? provvisto, va a coprire tutte le situazioni di pesca.Anche esso ha la sua importanza, per i colori aggiunti che rimangono ben visibili al pesce durante l'attacco, mentre il colore della paletta e relative decorazioni, pi? omenoi vistose,sono destinate a scomparire nella rotazione trasformandosi in un cono pi? o meno scuro,o nella colorazione con cui ? verniciata la paletta;ecco perch? i costruttori decorano il corpo dei rotanti con tinte contrastanti come il rosso-nero, giallo-rosso ecc, oppure aggiungono palline colorate alle compoonenti in ottone presenti in moltissime realizzazioni.

L'ancoretta aggancia il pesce..beh questo si sa!!Ne esistono di diversi tipi ovvero quelle antialga, quelle senza ardiglione, quelle decorate ecc. La decorazione delle ancorette pu? essere fatta con il bucktail o il polipropilene e lo scopo ultimo di tale accorgimento, oltre a quello immediato e semliciotto della decorazione,
? quello di aumentare il volume a parit? di peso.inoltre bagnandosi i vari materiali impiegati assorbono acqua,aumentando perci? il peso e consentendo quindi di raggiungere distanze maggiori in fase di lancio. Tutt'altra cosa il Pork-Rind, strisce di vera cotenna di maiale decorata e conservata in vasetti di vetro immersi in un liquidi specifico.La sua efficacia ? determinata dal richiamo olfattivo

La paletta pu? essere collegata al corpo sia direttamente,quindi sull'asse(Martin), sia tramite un cavalierino (Mepps) Quest'ultimi risultano essere molto pi? aereodinamici in fase di lancio

i gloriosi martin (assai pi? resistenti nella turbolenza )



a cavalierino (ilba, mepps, netts, vibrax, rapala, rem, mosca )



Dalla forma della paletta deduciamo la destinazione d'uso del nostro artificiale
Quelle a forma tonda vengono generalmente nei laghi o in situazioni con scarsissima corrente,le forme pi? affusolate vengono utilizzate in corrente in quanto la penetrano meglio.
Sul colore delle palette, pare che esista una vera e propria gara tra i costruttori pper decorarle nella maniera pi? originale possibile; dall'iniziale argento oro, siamo arrivati a bellissime tinte sfumate e colorazioni fluo,quest'ultime risultano particolarmente adatte in acque molto velate o quando si desisera accentuare l'avvistabilit? nelle ore prossime al tromonto,quando c'? poca luce.

A causa delle innumerevoli tensioni che genera, il cucchiaino deve essere collegato alla lenza tramite girella a moschettone in quanto a) le torsioni destinate al filo saranno scaricate dalla girella B) grazie al moschettone possiamo cambiare l'artificiale molto velocemente senza dover rifare il nodo e questa ? una grande cosa credetemi!.Non ? sempre facile fare un nodo in particolari condizioni atmosferiche (vedi sila alle 5.30 del mattino)  ;D


 
SPERANDO CHE TUTTI VOI POSSIATE IN UN FUTURO PIU PROSPERO E FELICE AIUTARE NOI IGNORANTI PESCATORI A MIGLIORARE QUESTO TOPIC ;D ;D ;D ;D

18
PESCA ACQUE INTERNE / PESCA ALL'ANGUILLA IN LAGO
« il: Febbraio 11, 2008, 12:22:22 »
Ciao a tutti
volevo chiedervi se qualcuno pratica la pesca all'anguilla di sera ( visto che di notte è chiusa ) , quale montatura ? meglio usare, periodi e condizioni favorevoli ecc.

 *+-x???* ;D

19
ACQUE INTERNE ATTREZZATURE / help misurazione del fondo
« il: Febbraio 05, 2008, 13:56:38 »
Ciao a tutti
volevo chiedervi come si fa a misurare il fondo volendo pescare a lago da riva?
mi hanno detto che esiste un piombo particolare che si chiama sonda e serve appunto a sondare il fondale e a misurare il fondo.
Come si usa? *+-x???* ;D

20
NORME E LEGGI SULLA PESCA / permessi giornalieri
« il: Gennaio 29, 2008, 12:40:05 »
Un caloroso saluto a tutto il forum da Domenico!
Volevo chiedervi una cosa:
Avendo io la licenza di pesca di tipo b nelle acque interne della provincia di Catanzaro, suppongo e quindi deduco che non posso pescare al lago arvo a al lago savuto in quanto ubicati in territorio cosentino.La domanda è questa :
Volendo andare a pescare in uno dei due sopra citati luoghi, è possibile ottenere il permesso anche solo per un giorno? se si qual'è la prassi da seguire?? *+-x???* *+-x???* *+-x???* ;D

Pagine: [1] 2