Catture di Dariocreta

This is a discussion for the topic Catture di Dariocreta il the board SPINNING CATTURE.

Autore Topic: Catture di Dariocreta  (Letto 54447 volte)

^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
il: Dicembre 03, 2011, 10:45:45
Sveglia ore 5, arrivo allo spot alle ore 6, barriera esterna del porto di Iraklio. Arrivo sul posto e incontro un altro spinner. Provo prima con un abu garcia rocket minnow, ma nisba. Poi, su suggerimento dell'altro spinner monto un bel cristal minnow 14 cm. Lancio e rilancio, inseguimenti divertentissimi. All'ennesimo lancio dopo 2 metri zac, strike!!!Il combattimento dura poco perché la preda è modesta, notare che sto pescando da una murata alta 8 metri: praticamente lo salpo di peso, col terrore che vada a ramengo. Non sto nella pelle, sono emozionatissimo, fin quando non lo vedo scodinzolare in salvo (giuro, scodinzolava davvero!!!). Prendo un panno, lo afferro, lo porto giù e lo slamo: aveva abboccato all'ancoretta di coda e ho dovuto forzare perché era incastrata nella carne dura come il cuoio!!! Non prendetemi in giro per la preda (300 grammi e poco più di mezzo metro) perché è la mia prima preda a spinning, un barracuda, e non lo dimenticherò mai ('o primm'ammore). Finalmente scappotto dopo 2 mesi!!

Mare: bonaccia
Vento: assente
Ora cattura: le 6,30 circa

Attrezzatura: speedmaster 270 con exage 4000 caricato con power pro 0,23 e finale in fluorocarbon seaguar 0,47
Artificiale: cristal minnow yo-zuri


PS Scusate per la qualità delle foto, ma le ho fatte con l'autoscatto ed ero congelato (notare gli occhi rossi) e abbastanza rintronato!!!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login




Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Submariner

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 505
Risposta #1 il: Dicembre 03, 2011, 11:04:33
Ciao Dariocreta! Perché si dovrebbe prenderti in giro? Sei stato bravo, punto e basta, sia per l'aluzzo (così lo chiamiamo dalle mie parti) e sia per la costanza dimostrata nella ricerca della "scappottata", bravo anche per aver accettato il consiglio di un collega spinner. Continua così!!!


Submariner

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 505
Risposta #2 il: Dicembre 03, 2011, 11:55:58
E meno male che ti era venuta l'ossessione! Senza un pizzico di ossessione spesso e volentieri si sarebbe tentati di mollare, dopo i primi cappotti, rischiando di non scoprire mai questo autentico pianeta delle meraviglie (sempre più depauperato, ahimè), che e' la pesca sportiva. Ora che hai scappottato, hai un'arma in più: la fiducia non più teorica, ma concreta e consapevole nelle tue capacita'.


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #3 il: Dicembre 04, 2011, 12:58:27
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Grande Dario sono anke io in attesa dello scappotto. Se non chiedo troppo, dov'è il posto della cattura?
 ;D

Ciao. Innanzitutto grazie. Il luogo della cattura è Iraklio, Creta, alla fine del porto, dove c'è una scogliera artificiale a 3 km dall'ingresso, praticamente dove c'è il faro, da un'alta murata che si affaccia sul mare aperto. Seguendo le indicazioni dei pochi spinners della città, mi sono recato nello spot giusto al momento giusto. le condizioni ideali per i barra qui sono le seguenti: mare calmo o in bonaccia, vento massimo 2-3 beaufort, ore precedenti l'alba: in particolare la sfida è temporalmente molto limitata: dalle 6 alle 7,30 (ora in cui sorge il sole) perché dopo i barra si allontanano dalla costa e spuntano le aguglie (ebbene sì ci sono ancora le aguglie, fino a fine dicembre qui, e pescano ancora con la bombarda) o, se sei più fortunato, qualche ricciola in profondità, che ho visto prendere col vertical jigging, dallo stesso posto. Per i serra ancora devo studiare ilterritorio, in quanto ho avuto notizie contrastanti sugli spot. Il mio problema per ora è proprio questo: sono ancora alla ricerca degli spot giusti in base alle prede, per ora quello dei barra l'ho trovato, aspetto di trovare spot decenti per serra e spigola, dato che adesso inizia il periodo migliore per queste ultime: le ho viste molto grosse ai lati del castello di Iraklio (Goule), ma sono assolutamente indifferenti ai diversi artificiali proposti (qualche inseguimento pigro e basta) e, a detta di qualche pescatore della zona, sempre più difficili da prendere. Mi hanno detto che i risultati migliori con le regine li hanno ottenuti con la lenza morta con innescato un cefalo vivo, di giorno.

Comunque non mollare etax, perché ti assicuro che quando prenderai la prima preda, qualunque essa sia, ti ripagherà di tutti i cappotti precedenti. E' una sensazione unica, paragonabile all'orgasmo calabria


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #4 il: Dicembre 04, 2011, 13:37:19
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Dario e complimenti per la cattura, mi piacerebbe sapere alcune cose, visto che fino ad ora ho avuto tre inseguimenti ma nessun attacco, potresti postare una foto dell'artificiale che ti ha dato questa stupenda soddisfazione, o almeno dirmi la colorazione? che recupero effettuavi, lento, veloce, con stop and go, jerkate, descrivolo un pò, ciao e grazie.

Ecco la foto del 'killer':

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

 è un crystal minnow yo-zuri 13 cm 18 grammi, la colorazione è splendida, perché ha un luccichio spettacolare che riflette i raggi della luna e i primi raggi del sole, ha un rattling interno, che produce onde sonore che attiravano i branchi di barracuda e scatenavano inseguimenti (il mio compagno di spinnata aveva un trabucco minnow non altrettanto performante) a ripetizione, e un'ottima lanciabilità, per non parlare del nuoto ondulante stupendo...Il recupero al momento dello strike non era sostenutissimo, ,ma c'è da dire che praticamente ha toccato quasi dopo il lancio, non mi ricordo se avevo appena jerkato (in genere jerko quasi subito dopo che l'artificiale cade in acqua) e comunque le jerkate erano seguite da pause e ripartenza stop and go. Ma quel branco sembrava in frenesia alimentare, quindi il recupero a mio giudizio è stato indifferente, tant'è vero che dopo aver preso il primo ho avuto un'altra toccata, ho ferrato, ma l'ho perso e ho avuto diversi inseguimenti prima e dopo. La cosa importante invece è avere un minnow lungo, perché in genere gli attacchi arrivano di lato e c'è il rischio che ti taglino il termiinale per ii denti seghettati che hanno, davvero impressionanti. La paletta da dove lanciavo non deve essere piccola (suggerimento prezioso del mio compagno di pesca) in quanto da quell'altezza un minnow con paletta piccola non si muove bene, mentre va bene se lanci da scogliera bassa o dal livello del mare. In bocca al lupo, aspetto una tua bella foto con un barra!!!



^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #5 il: Dicembre 10, 2011, 17:12:56
Arrivo allo spot alle ore 18:30, un'ora dopo il tramonto, in cerca di spigole, con attrezzatura adatta a questo tipo di pesca, e decido di iniziare con un (poco) lucky sammy 100, che dopo qualche lancio si incaglia (errore mio) per colpa del vento laterale alla corda di uno yacht ormaggiato lì vicino. Dopo imprecazioni e bestemmie di rito in ordine alfabetico, e dopo aver recuperato il trecciato, (a proposito: una riprova della bontà dei nodi rispettivamente FJ e palomar, che hanno tenuto alla grande, in quanto si è spezzato di netto il fluorocarbon 0,34) decido di spostarmi di una trentina di metri, ai lati del castello di Iraklio, dove i locali parlano di 'processioni di spigole al tramonto'. Tutto vero, peccato che siano più furbe di mia suocera e non abboccano mai, anche perché c'è molta luce, si limitano a qualche inseguimento indifferente. Comunque decido di tentare lo stesso e monto un artificiale pinocchio, pagato 6 euro su ebay, che posto tra le foto a beneficio degli amici della traina, che me lo hanno richiesto in altro post. Dopo 5 o 6 lanci, quandpo già si affacciavano in me pensieri negativi indotti dalla perdita del bellissimo sammy, ecco che all'improvviso...ZAC!!!Attacco laterale furioso, con ferrata istintiva, a due metri dalla banchina, su recupero lento a sbacchettate (per dare un movimento sinuoso a questo magnifico artificiale, dagli ami in carbonio, di grande pregio rispetto al suo costo). Il combattimento dura poco, è fatto di piroette, fughe verso il fondo e laterali, capate da orgasmo e mi rendo subito conto che non è una spigola. Lo porto ai pedi del muro di banchina e lo vedo: il suo dorso meraviglioso di colore verde, verde-serra, si dovrebbe chiamare ormai così, per la sua unicità e per i suoi riflessi scuri, che in acqua sono pura poesia. Adesso viene il difficile, perché per la legge di murphy sono solo a pesca e non c'è un'anima viva, in un posto normalmente frequentato da molti pescatori, per cui me la dovrò cavare da solo. E me la cavo piuttosto male, con diversi errori dovuti all'eccitazione, alla fretta di salparlo e all'inesperienza. Tengo la canna con la mano destra e il guadino telescopico di 2 metri (molto pesante) con la sinistra, primo errore, e vedo che ci arriva per un pelo, lo devo impugnare all'estremità. Mi metto in ginocchio sulla banchina e tiro un po' la canna per spingere il serra verso il guadino, quando a 10 cm ormai si gira con furia, il matto, e dà una capata sulla testa del guadino, intorcigliandosi tutto al rete, rimanendo fuori appeso alla rete con tutto l'artificiale. Cerco di non farmi prendere dal panico e urlando e grugnendo, con uno sforzo sovrumano, dovuto non tanto al peso del pesce quanto alla leva svantaggiosa, a strappi cerco di issarlo. Arrivato a 30 cm dal piano della banchina, con un colpo di reni degno del miglior finisseur di ciclismo, riesco a salparlo, mi alzo e appena sollevo il guadino...il serra si slama e il pinocchio rimane intorcigliato alla rete (mi ci vorrà un'ora buona a casa per districarlo!!!). Il tempo di fare qualche foto di rito (lo so fanno schifo, abbiate pietà, ma la colpa è del luogo scarsamente illuminato, del mio cellulare da quattro soldi e dalla scaramanzia che mi spinge a non portare mai una macchina fotografica decente con me). Notare che il poveretto aveva due zeccone di mare attaccate, grandi quasi quanto lui ;D, che vampirescamente gli succhiavano un bel po' di sangue: toglierle subito è stato un giusto omaggio ad un vero combattente, segno di rispetto per questa magnifica preda.

Ritorno in pesca montando l'altro sammy, che ha causato 4 inseguimenti furibondi ma nessun attacco, di cui 1 con salto spettacolare a pelo d'acqua e poi, visto che i wtd sembravano infastidire l'altro serra (sono certo che era un serra anche questo) monto un hydro tiger, sproporzionato per la cannetta da spigole che avevo per l'occasione, ma ricevo solo un altro inseguimento, fin quasi sul muro. Decido di provare coi minnow ma nulla, alle 20 se n'erano già andati. E' stato bellissimo, ma ora è tempo di mettere in tensione il trecciato con un Abu Toby e andarmene col trofeo. Notare che quando ho salpato il pesciolone ho esultato come un calciatore che ha segnato in Champions, mi mancava solo di fare il balletto di rito...

Adesso qualche specifica tecnica, che dimostra ancora una volta come la pesca sia un mistero della fede, considerando l'attrezzatura decisamente inadeguata che avevo con me ieri sera.

cannetta shimano vengeance 2,10 - 10/30 gr
nexave 2500 (cantava come un tenore!!!)
trecciato spiderwire EZ Braid 0,17 rosso
Finale fluorocarbon 50 cm (quanti me ne restavano dopo l'incaglio) Trilene Berkeley 0,34
Girellina nippon
Split ring Tsunami da 54 libbre
Artificiale pinocchio 22 cm da 20 gr circa
Recupero lento con sbacchettate (da spigola). Questo artificiale ha un bellissimo nuoto e se sbacchettato leggermente ha un movimento in acqua molto sinuoso ed adescante.
Preda: serra da un kilo

 *+-++-

E ora le foto (chiamiamole così, con un po' di fantasia):

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Foto eliminata in quanto contiene link a store online.





^SHARK^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1305
  • Come può uno scoglio arginare il mare...
Risposta #6 il: Dicembre 11, 2011, 01:30:43
Ciao Dario complimenti per la cattura ed il report...senti guarda questo video girato in Grecia, non so di preciso il posto...ma se ti trovi su fondali abbastanza profondi, potresti provare anche questa tecnica:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login[/flash]
Ricorda di presentarti Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login e di leggere il Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di aprire un nuovo topic usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualsiasi dubbio inerente l'utilizzo del forum leggi Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non perdere tempo con l'invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.
La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.




È bello morire per ciò in cui si crede: chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola - P. Borsellino


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #7 il: Dicembre 11, 2011, 12:57:24
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Dario complimenti per la cattura ed il report...senti guarda questo video girato in Grecia, non so di preciso il posto...ma se ti trovi su fondali abbastanza profondi, potresti provare anche questa tecnica:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login[/flash]

Grazie shark, conoscevo già questo video bellissimo, ho letto anche un'intervista a questo Markos Vidalis, che è un grande e fra l'altro collabora ad una rivista di pesca greca, la più importante, Psarema. Conosco uno spinner amico mio che pratica questa tecnica qui a Creta, Nektarios, e gli ho visto prendere una ricciola da 1,5 kili alle 11 di mattina (e ne ha prese di più grandi ancora) usando un jig da 60 grammi. Io sto già risparmiando un po' di soldini per prendere l'attrezzatura quest'estate, avevo puntato proprio la canna che ha Markos, che è una xzoga mastery da casting spinning, da 2,43, con casting fino a 100 grammi. Come mulinello lui usa degli Abu 4000 e 5000, ma sono pesantissimi e sono un po' indeciso, forse sarebbe meglio prendere un 6000 leggero, ma sto andando fuori topic.

A presto il report con la nuova catturina di stanotte (altro barra).



^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #8 il: Dicembre 11, 2011, 13:55:29
Breve report sulla pescata di stanotte. Sveglia alle 4,15, partenza alle 4,30 arrivo sullo spot (lo stesso del primo post) alle 5,00. Dopo mezzora ho due abboccate, con ferrata decisa, ma il primo praticamente al momento di salparlo lo tiro su (ricordate la murata di 8 metri?) e a metà strada plof, cade in acqua, sono i rischi del pescare da lì. Il secondo subito dopo abbocca (lo ferro 2 volte per sicurezza) ma dopo una decina di metri si slama anche questo. Imprecazioni di rito, cambio di artificiale e nessuna toccata per un'ora, quando alle 6,25, dopo che avevo rimesso il crystal ecco lo strike. Prima sento delle leggere musate, decido di aspettarlo, faccio uno stop and go con ripartenza decisa e zacchete. Tira un po' e fa un saltino, molto visibile dall'alto, ma prego che non si slami questa volta e non si slama. E' della stessa taglia e dello stesso identico peso del primo barra, ma i più grandi dove sono? Dopo di ciò sento un'altra toccata ma ferro a vuoto. Successivamente provo un po' a spopperare se magari qualche serrotto o lecciotta provasssero ad albeggiare insieme a me ma nisba. E' il tempo delle foto, che ho fatto verso le sette e un quarto del mattino, per farvi vedere anche un po' di panorama marino cretese e per scusarmi delle pessime immagini della scorsa volta.

L'attrezzatura è identica a quella della prima cattura, compreso l'artificiale, il mitico crystal minnow, che oramai porta i segni di tante battaglie.





Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login






^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #9 il: Dicembre 11, 2011, 14:13:38
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Complimenti per la cattura  ;D ! Posteresti una foto dell'artificiale?  Non conosco questo pinocchio... 


Ciao 

Ecco un paio di foto del mio artificiale. Mi scuso coi moderatori per aver inserito precedentemente una foto presa da internet, non mi ero accorto che conteneva un link commerciale!!!Sorry!!!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login








^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #10 il: Dicembre 11, 2011, 20:59:33
Citazione

 Come mulinello lui usa degli Abu 4000 e 5000, ma sono pesantissimi...



ovviamente i mulinelli in questione non sono degli Abu, ma sono dei Penn, molto buoni ma pesantissimi...


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #11 il: Dicembre 17, 2011, 09:28:02
Sveglia alle 4,15, arrivo allo spot alle 5, il solito spot dei barracuda. Comincio a lanciare ma niente da fare, fino alle 8. Stavo per andarmene quando arriva il mio amico Nektarios, il master di diagonal jigging, scambiamo 4 chiacchiere e via coi primi lanci. Prende subito una ricciola, decido di montare anch'io un minnow jig da 30 grammi e al primo lancio strike, bel combattimento la frizione canta, comincio a pompare, Nektarios mi dà una mano ma il pesce va via. Rilancio, altro strike e altra fuga. Nektarios mi regala un assist hook piccolino per ferrare meglio. Rilancio e recupero a dente di sega e strike. Questa volta lo pompo per bene e lo porto a galla e il mio amico mi dà una mano a salparlo (peschiamo sempre da sta maledetta murata all'ingresso del porto, alta 8 metri). E' una bella ricciolotta di 800 grammi. Faccio altri lanci e ne prendo altre due in canna che però si slamano, di cui una arrivata già a galla mentre stavamo salpandola sgrunt!!!. Nektarios ne prende e ne perde anche lui, con la sua xzoga mastery (la devo comprare anch'io accidenti al budget) le salpa di peso, io ho una speedmaster da spinning, non adeguata da quella altezza e si romperebbe, per cui mi ha dato una mano a tirarla su a mano. In compenso a fine pescata gli regalo il mio silicon spray che non riesce a trovare, per sdebitarmi. Faccio altri lanci ed ecco che sento un'altra botta, questa volta non è la solita ricciola ma...una bella palamita da 850 grammi. Mi sono divertito un mondo, ho le braccia a pezzi e sono stati i primi combattimenti a spinning, anzi a diagonal jigging, anche se con attrezzatura non adeguata. Fra parentesi Nektarios mi ha detto di essere amico del famoso Markos Vidalis di Atene, di cui esiste un bel video qua sopra preso da you tube, il quale gli ha preso anche la canna da diagonal, visto che qui a Creta non si trova nulla di nulla, neanche dei jig seri. La sua attrezzatura è una bella xzoga 3,05 da diagonal, mulinello technium 6000.

Ecco la mia attrezzatura:

speedmaster 270
exage 4000
power pro 20 libbre + fluoro Seaguar 0,47
girellina e split ring
artificiale live bait minnow jig (sostituite l'ancoretta perché perdete solo pesci, va messo un assist hook da 1/0). L'artificiale si indovina nella foto.
Prede: ricciola 800 grammi; palamita 850 grammi.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2011-12-17


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2011-12-17



MAXFISH

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 116
Risposta #12 il: Dicembre 18, 2011, 09:57:41
Ciao Dario, ti faccio i complimenti per le tue catture. Penso che lo spot dove peschi sia molto proficuo per molte tecniche di pesca. Tempo fa pescavo in uno spot simile (in Calabria) e i pesci che ho preso in quel periodo ora me li sogno, nonostante la mia tecnica era approssimativa. Ora purtroppo il posto è accessibile solo a persone della zona e quindi ho dovuto cambiare zona. Comunque la taglia della tua ricciola mi sembra un po piccola, considerando che la che raggiunge un peso notevole.
Io amo come il mare ama la riva: dolcemente e furiosamente!


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #13 il: Dicembre 18, 2011, 12:56:23
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Dario, ti faccio i complimenti per le tue catture. Penso che lo spot dove peschi sia molto proficuo per molte tecniche di pesca. Tempo fa pescavo in uno spot simile (in Calabria) e i pesci che ho preso in quel periodo ora me li sogno, nonostante la mia tecnica era approssimativa. Ora purtroppo il posto è accessibile solo a persone della zona e quindi ho dovuto cambiare zona. Comunque la taglia della tua ricciola mi sembra un po piccola, considerando che la che raggiunge un peso notevole.

Diciamo che da queste parti lo spinning lo facciamo ancora in pochi, finora siamo praticamente in 3. Gli altri lanciano bombarde per prendere agugliette che poi (orrore) innescano per cercare di prendere chissà cosa ma non prendono mai nulla. E' un posto interessante perché è praticamente a 2,5 km in mare aperto, ci si arriva dopo una passeggiata di una mezzoretta. la difficoltà sta come detto in qualche altro post nell'altezza, perché è facile lanciare da una banchina alta 8 metri, io riescpo a lanciare anche fino a 60-70 metri da lì qualche jig pesante, ma poi quando il pesce è in canna è un problema: se è fino a 1kg ed hai la canna adatta riesci a salparlo di peso, altrimenti devi trovare qualcuno che ti aiuta a tenere la canna mentre lo salpi a mano, con la paura per quegli attimi infiniti che si slami. Per fortuna uso un buon trecciato e il nodo migliore che ci sia, ossia l'fj e vi assicuro che non si rompe neanche con l'incaglio, un buon fluorocarbon da 0,47 fissato alla girella con un bel palomar. Sulla taglia della ricciola hai ragione, era la mia prima ricciola, tendenzialmente mi orienterò a rilasciare quelle inferiori al kg perché in effetti possono arrivare anche a 60 kg, anche se è impossibile prendere quelle bestie da terra e soprattutto a spinning, quelle le prendono o i sub o quelli che fanno big game, oltretutto se abboccasse una ricciola del genere farei surf nel golfo di iraklio con la mia speedmaster calabria


^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1058
  • Non ducor, duco
Risposta #14 il: Dicembre 18, 2011, 14:56:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Sulla taglia della ricciola hai ragione, era la mia prima ricciola, tendenzialmente mi orienterò a rilasciare quelle inferiori al kg perché in effetti possono arrivare anche a 60 kg
;D
vedrai che quelle rilasciate il mare te le restituirà con gli interessi

Dario, volevo farti notare una cosa: anche se il filo e il nodo sono ottimi, se salpi le prede di peso sarai sempre limitato a taglie piccole; infatti anche se riesci a portare sotto la murata una bella preda di 4-5-6 chili, quando vai per sollevarla o si apre l'ancoretta o si slama...
perchè non ti costruisci un bel raffio scorrevole per queste evenienze?
un saluto
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #15 il: Dicembre 18, 2011, 19:30:02
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Sulla taglia della ricciola hai ragione, era la mia prima ricciola, tendenzialmente mi orienterò a rilasciare quelle inferiori al kg perché in effetti possono arrivare anche a 60 kg
;D
vedrai che quelle rilasciate il mare te le restituirà con gli interessi

Dario, volevo farti notare una cosa: anche se il filo e il nodo sono ottimi, se salpi le prede di peso sarai sempre limitato a taglie piccole; infatti anche se riesci a portare sotto la murata una bella preda di 4-5-6 chili, quando vai per sollevarla o si apre l'ancoretta o si slama...
perchè non ti costruisci un bel raffio scorrevole per queste evenienze?
un saluto

Grazie Manu. Ci avevo pensato al raffio scorrevole, usato anche da Markos Vidalis nel video, ma la murata è di almeno 8 metri, non penso sia possibile raffiarle da così in alto. Diciamo che potrei adottare il sistema del mio amico, che quando prende prede dai 2 kili in su trasporta il pesce in canna attorno alla murata che fa una curva(si tratta di una 15ina di metri) e poi passa la canna ad uno che sta sotto (la banchina interna, alta più o meno due metri, quella che si vede alle mie spalle nella foto con la palamita), scende le scale e lo salpa o lo guadina. E' un sistema un po' rocambolesco, ma è l'unico praticabile, non me ne vengono in mente altri. Del resto il posto è fantastico ma scomodo, forse è giusto che sia così, ne parlavo proprio con Nektarios: se non fosse così avremmo la folla dei pescatori e la strage dei pesci grandi e piccoli. Del resto, per aspera ad astra, dicevano i latini...


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #16 il: Gennaio 07, 2012, 12:22:30
Uscita stamattina ore 8, mi reco sul posto alle 8,20, solito spot, con la mia nuova Xzoga mastery 100 h2. il mulinello è sempre lo stesso, exage 4000 da spinning, un po' sottodimensionato ma non ho altre palanche da spendere per il momento. Incontro sul posto il solito chiacchierone, Andreas, comincio a sospettare che sia mitomane, perché ogni volta che arrivo ha già perso 2-3 pesci, calcola pure i kili ;D e ne racconta di tutti i colori, rompe un po' le scatole ma tant'è. Primo lancio e zacchete, dopo un recupero del jig da 60 gr che vedete in foto, lo faccio calare nuovamente, saremo sui 25-30 metri. Il combattimento non è spettacolare, la frizione è abbastanza chiusa, non fa tante fughe, è una ricciolotta da circa 800 grammi, vorrei rilasciarla ma vedo che l'amo le ha trapassato l'occhio da parte a parte, come si vede dalla foto, difficilmente sarebbe sopravvissuta. Continuo a lanciare, siamo due ore prima del picco di alta marea, previsto per le 10,30, cambio jig, colori, grammature, dimensioni ma nisba, neanche una toccata. Dopo due ore il tunnel carpale mi avvisa che è ora di tornare a casa. Le condizioni meteo erano queste: cielo molto coperto, pioggia debole a tratti, vento 4 beaufort circa da sud-ovest, forte corrente. Guardate come mi ha ridotto il jig della Teiko, della serie si vede che vale 4 euro, colore sgrattato, adesso ho un jig bianco.

Attrezzatura:

Xzoga Mastery da shore jigging 100 h2
Exage 4000
Power Pro 15 libbre (lo so è poco ma sul 4000 ce ne vanno almeno 240 metri circa).
1,5 metri fluoro Seaguar 0,47
Girella con moschettone Owner

Preda ricciola, in greco Maghiatiko.

Saluti a tutti.

PS Non ho abbandonato lo spinning per lo shore, alterno le due discipline, domani ad esempio provo a spinning. Lo spinning mi diverte di più, lo shore mi uccide fisicamente ma spesso regala più soddisfazioni.


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-07


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-07


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #17 il: Gennaio 08, 2012, 16:28:43
Giornata di spinning stamattina, alla vecchia foce, tanto a voi italiani lo posso dire il posto :-)))). Esco di casa pigramente alle ore 9, mi reco sul posto dopo un'arrampicata di mezz'ora su scogli scivolosi. Condizioni perfette per la regina, mi dico: cielo nuvoloso, livido, mare in salita, molta schiuma, picco di alta marea previsto per le 11, acque limacciose del fiume che entrano nel mare per un centinaio di metri, arrivo al termine del frangiflutti artificiale e comincio a lanciare. Provo prima un artificiale viola, economico, adatto alla situazione di acqua torbida e dopo qualche minuto ho una toccata paurosa, ferro, la frizione comincia a cantare ma mi si slama subito. Comincio a imprecare in greco e in napoletano perché ce l'avevo in canna ed era abbastanza grossa. Comincio a maledire le ancorette e a pensare seriamente di sostituirle con amo singolo. Mi rendo conto che non ho portato gli ami singoli. Altre imprecazioni. Rilancio lo stesso e dopo qualche altro lancio a vuoto ecco la seconda botta, più debole. Questa è piccola ma ce l'ho in canna, la porto a 3 metri da me, l'acqua è torbida, non vedo bene ma è sicuramente una spigola, dato che non lotta ma zac...si slama. Le imprecazioni passano dal greco al turco, che non conosco, quindi impreco meglio. Cambio artificiale, monto prima un max rap, poi un cucchiaino, un abi toby silver, poi decido di montare un duel aile magnet testa rossa, o la va o la spacca. Faccio un paio di lanci sul punto di incontro tra fiume e mare, ma nulla. Decido che mi stavo rompendo le palle e provo l'ultimo lancio, in mare aperto, con forte corrente verso riva. Quasi al termine del recupero botta da infarto e vedo la canna che si piega fino a terra, ferro di nuovo per sicurezza e vedo un mostro che viene a galla, all'inizio mi sembra un dentice per i riflessi quasi celesti dovuti alla luce, ma non può essere, dico, un dentice così a galla...ma non può essere nemmeno la mia prima spigola a spinning, è troppo grossa, per zio, comincia il combattimento che a dire il vero è concentrato più su uno slalom matto in mezzo agli scogli. Le mie paure si moltiplicano, in ordine: 1) E se si slama. 2) E se il trecciato si spezza sugli scogli a fior d'acqua 3) E come ca@@o la salpo. Mi guardo indietro ma sono maledettamente solo, come il vecchio e il mare, e pure i gabbiani sono lontani e indifferenti. La regina si tuffa in giù, cercando di recuperare il fondo, cerca gli scogli la furbacchiona (scoprirò che era incinta, c.d.d. a gennaio, quindi lotta per due), la manovro, terrorizzato dalla sua mole in uno spazio tra gli scogli a pelo d'acqua, passo la canna sulla sinistra, prendo il guadino, tento di guadinarla ma nulla. Penso: o la va o la spacca, lascio la canna per terra, prendo il filo con la mano, l'avvicino, la guadino a metà (non c'entrava nel guadino!!!) e la salpo di peso prendendola per la branchia, con metà corpo nel guadino. Sforzo sovrumano e la salpo. Grido come un indemoniato nella solitudine delle spigole prime, nel deserto degli scogli e del mare arrabbiato. Faccio le foto di rito, prendo uno straccio, lo attorciglio, lo passo tra bocca e branchia destra del pesce che si dibatte come un forsennato. Raccolgo l'attrezzatura e decido di far ritorno, con la reginona nella sinistra. Il ritorno è un'arrampicata sugli scogli bagnati, tra i miei pensieri di bimbo che sognava un pesce così. 800 metri di purgatorio per ritrovare il paradiso, con le braccia a pezzi.

Attrezzatura, udite udite:

Canna Shimano Vengeance 2,10
Nexave 2500
Trecciato spiderewire 0,17
1,20 metri fluorocarbon 0,34
Girellina No.6
Duel aile magnet testa rossa
Ora: non ricordo, ma dovevano essere le 11,40 circa.
Segni particolari: emozione fortissima. I love spinning.

PS Avevo detto che lo shore jigging mi stava dando più soddisfazioni...mi rimangio tutto e chiedo scusa agli dei dello spinning.

PPS Mexri twra to psari ths zohs mou (fino ad ora il pesce della vita).

Ecco le foto. Ne ho messe anche una sul motorino, per far vedere che non entrava!!!


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


By Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login at 2012-01-08


^DARIOCRETA^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2468
  • Fish Responsibly
Risposta #18 il: Gennaio 15, 2012, 10:32:34
Uscita a shore jigging. Tempo molto nuvoloso con debole pioggia.

Ora cattura 9,00 circa, un'oretta dopo il picco di alta, cambio di luce, mare in leggera salita.

Attrezzatura: xzoga 100 h2
exage 4000
power pro 15 lb
fluoro 0,47
moschettone owner non mi ricordo il modello da 32 libbre
Preda: ricciola sugli 800 circa, rilasciata.

Eravamo in 3 a jiggare, io, Andreas e Nektarios. Andreas ha preso una palamita di 500 grammi circa, il daskalos Nektarios niente. Ne ho persa un'altra subito dopo, proprio sotto la murata, amo forse troppo grande. Altre toccate varie, ma un po' svogliate. Siamo sempre in attesa che arrivino le ricciole di taglia, ma comunque il divertimento è assicurato lo stesso, perché sono gran combattenti. Unica nota negativa, il gallop blue sardine nuovo di zecca già scrostato dopo la prima abboccata. Non è possibile che il colore si scrosti così facilmente dai jig, ma che vernice usano???

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^SHARK^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1305
  • Come può uno scoglio arginare il mare...
Risposta #19 il: Gennaio 15, 2012, 16:42:08
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non è possibile che il colore si scrosti così facilmente dai jig, ma che vernice usano???



Ma per caso ti urta contro la massicciata nel recupero?

Prova comunque il sea flower da 45 o da 60 della Yamashita, oppure lo Jugulo 40/60 della molix, qualcuno si è lamentato del fatto che si è sverniciato, ma io lo uso da un anno e più regolarmente e non ho avuto problemi di questo tipo...ah dimenticavo anche il Metallic Sardine della Yo Zuri...
Ricorda di presentarti Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login e di leggere il Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di aprire un nuovo topic usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualsiasi dubbio inerente l'utilizzo del forum leggi Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non perdere tempo con l'invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.
La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.




È bello morire per ciò in cui si crede: chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola - P. Borsellino


Link sponsorizzati

Tags: