Spinning catture di Giovanni

This is a discussion for the topic Spinning catture di Giovanni il the board SPINNING CATTURE.

Autore Topic: Spinning catture di Giovanni  (Letto 79456 volte)

^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
il: Novembre 06, 2008, 22:16:28
primo marzo sabato ore 16,30 circa, catturata con amnis1 canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr, calabria orientale, vento molto teso di ponente, marea dopo il culmine di bassa, peso 1,900kg.



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #1 il: Novembre 06, 2008, 22:22:40
oggi 09 marzo 2008, ore 08,30 circa quattro ore dopo il culmine di minima di marea circa, catturata una spigola di peso 2,7 kg. zona di pesca calabria orientale, canna utilizzata daiwa powermwsh 3-18gr mulinello di ripiego prossimo alla pensione, questa volta ferrata a circa 20mt di distanza, esca angel kiss, mare di scaduta almeno sembrava fino a quel momento assenza di vento onde e schiuma mi Ŕ sembrato di vedere il paradiso stamattina tutto perfetto avevo percorso almeno due o pi¨ chilometri di spiaggia non trascurando nessun canalone  o punta poi su una di queste quando le buone speranze stavano svanendo botta secca sulla canna e pronta ferrata difronte a me solo schiuma sembrava di pescare sulla neve con non poca fatica avvicino la preda a riva ma non voleva uscire impotente con quella esile canna tira e molla per un trenta o pi¨ metri a favore di corrente la vedevo bella nell'onda difendersi con tutte le sue forze poi su un'onda giusta la tiro fuori e con grande sorpresa vedo che Ŕ ferrata esternamente sul muso e ricordo le parole di peppino avvolte colpisce l'artificiale non per predare infatti dopo averla gentilmente invitata a pranzo essendo pure domenica nell'intestino aveva ancora interi ben due granchi non piccoli e altro che sembrava cannolicchio abbiamo fatto poi pace a tavola.



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #2 il: Novembre 06, 2008, 22:28:22
localitÓ: calabria orientale
condizoni: mare calmo, vento assente
attrezzatuta: canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr filo whiplash 0,17. terminale 0,50 asso
prede:  due serra
artificiale: daiwa shore line shiner sl 14
alta marea: 21,05
varie:  : le catture sono avvenute alle 20,45 circa



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #3 il: Novembre 06, 2008, 22:30:38
localitÓ: calabria orientale
condizoni: mare mosso da scirocco, vento assente
attrezzatuta: canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr filo whiplash 0,17. terminale 0,50 asso
preda: serra
artificiale: sasuke
marea: alta marea ore23,20
varie: la cattura e avvenuta alle 20,40 circa



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #4 il: Novembre 06, 2008, 22:31:38
oggi alle 14,30 ero giÓ sul luogo di pesca, condizioni mare calmo con una leggera brezza di mare, spiaggia a bassa energia, attrezzatura inizialmente usata canna shimano nexave-ax 3.00m mh 15-45g, mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb usando l'artificiale patchinko di 14 cm dal peso 25gr, che si lancia lontanissimo ed effettuando un recupero wtd dopo pochi lanci ad una distanza di circa 50mt noto il primo inseguimento pensando un serra aumento la velocitÓ di recupero e si ferra la prime leccia amia che come potete vedere dalla foto si Ŕ ferrata sulla schiena, altre anche in modo normale




con questo artificiale riesco a catturare e naturalmente a liberare in tutto 5 leccie amia, per evitare di prenderle, visto le ridotte dimensioni, cambio attrezzatura canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr.mulinello cormoran magnesia 10pif 3000, filo PP 10 lb, terminale della falcon super hard carbon 0,34.
monto un altro artificiale il nyoro-nyoro un stick bait lung. 125 per 13,5 gr. della jackson sink questo artificiale onestamente non s˛ ancora come si deve recuperare comunque ho adottato un recupero come si fa con un blues code e dopo pochi lanci ferrata e nuovamente....... in tutto altre tre leccie



verso le 19,00 monto l'autocostruito di Davide snodato in 4 pezzi e poco dopo pensando una spigola ecco....



dopo quest'altra cattura mi rassegno sulla taglia chiudo e a casa, contento per l'esperienza di oggi e la speranza di incontrarle un domani pi¨ grandi


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #5 il: Novembre 06, 2008, 22:32:20
stamani, calabria orientale,  all'alba mi reco con la seguente attrezzatuta, canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr.mulinello cormoran magnesia 10pif 3000, filo PP 10 lb, terminale della falcon super hard carbon 0,34. culmine alta marea ore 07,15 circa, nella speranza di insidiare qualche spigola presso una foce, utilizzando l'artificiale autocostruito da DAVIDE snodato in quattro pezzi, mentre effettuavo un recupero medio lento imprimendo accelerazioni con il polso ogni due tre giri di mulinello tenendo la canna parallela alla spiaggia allo spuntare dei primissimi raggi di sole avverto un colpo sull'artificiale ferro sperando in una spigola ed invece appare lei, leccia amia prontamente liberata






leccia amia anche se di piccola dimensione oppone una resistenza notevole, scodando in superfice cercando il fondo e il largo cambiando spesso direzione, sino al momento di essere spiaggiata, spettacolare


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #6 il: Novembre 06, 2008, 22:33:10
localitÓ: calabria orientale,
attrezzatura: canna daiwa powermwsh 3mt 3-18gr.mulinello cormoran magnesia 10pif 3000,
filo PP 10 lb, terminale della falcon super hard carbon 0,34.
marea: 15,33 culmine alta, cattura avvenuta ore 16,30
condizioni: mare mosso, vento orientale
artificialele: Duo Tide Minnow 175 Slim
varie: non ha mai saltato, inizialmente sembrava altro, forse da come Ŕ rimasto ferrato.



il recupero Ŕ stato difficoltoso per il modo come si Ŕ ferrato, sulla schiena, le condizioni del mare e l'attrezzatura leggera, ma il divertimento Ŕ stato tanto



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #7 il: Novembre 06, 2008, 22:35:31
localitÓ: calabria orientale, scogliera naturale
attrezzatura: canna Lamiglas G1319 Kenai King Spin mulinello shimano twinpower 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 05,25 circa, cattura avvenuta ore 05,00
condizioni: vento assente, mare calmo
preda: barracuda
artificiali: tide minnow slim 175
varie: la ferrata Ŕ avvenuta mentre, effettuando un recupero medio lento, imprimevo delle jercate, ha quasi ingoiato l'artificiale






^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #8 il: Novembre 06, 2008, 22:36:53
localitÓ: calabria orientale, scogliera artificiale

attrezzatura: canna Lamiglas G1319 Kenai King Spin mulinello shimano twinpower 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 17,50 circa, cattura avvenuta ore 19,00
condizioni: vento forte da ponente
preda: serra
artificiali: Bubble pop 150  Floating M06 150mm 66gr della river 2 sea
varie: la ferrata Ŕ avvenuta molto distante mentre effettuavo un recupero veloce e imprimevo delle jercate, il pesce tendeva a cercare il fondo traendomi in inganno facendomi cosý pensare ad altro, non ha mai saltato se non sotto lo scoglio
si Ŕ ferrato molto bene, con l'ancoretta di coda del popper




ma la sorpresa pi¨ bella Ŕ stata che mentre stavo recuperando il pesce, ancora lontano, alle mie spalle sento, serve aiuto? e nel girarmi noto un pescatore attrezzato per lo spinning, e gli dico si forse Ŕ una ricciola se prendi la mia digitale mi aiuti a fare un video rilascio, e lui risponde certo ma tu sei giovanni? si e tu, sono High Spin (Giuseppe) piacere Ŕ ho in questa lieta occasione conosciuto un altro collega del forum di persona.
quale migliore occasione che saluto ancora e ringrazio per le foto


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #9 il: Novembre 06, 2008, 22:38:06
localitÓ: calabria orientale, scogliera artificiale
19 luglio 2008
attrezzatura: canna ATHENA Modello Silver  5 - 30 gr. mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 17,20 circa, cattura avvenuta ore 20,20
condizioni: vento di ponente
preda: barracudino
artificiali: tide minnow slim 175
varie: la ferrata Ŕ avvenuta mentre, effettuando un recupero medio lento, imprimevo delle jercate




^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #10 il: Novembre 06, 2008, 22:42:56
localitÓ: calabria orientale, scogliera naturale
data: 24 agosto 08
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 09,30 circa, catture avvenute alle ore 05,10
luna: ultimo quarto
condizioni: vento assente mare calmo
preda: barracuda
artificiale: Duo Tide Minnow 175 Slim

varie: la ferrata Ŕ avvenuta mentre stavo effettuando un recupero lento e praticamente quando stavo per togliere l'artificiale dall'acqua per rilanciare, si Ŕ cucito la bocca con l'ancoretta centrale



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #11 il: Novembre 06, 2008, 22:44:03
localitÓ: calabria centro orientale, spiaggia
Data:  28 Agosto 08
attrezzatura: canna Lamiglas G1319 Kenai King Spin mulinello shimano twinpower 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 14,40 circa, cattura avvenuta ore 15,50
condizioni: mare calmo, leggera brezza orientale e temporale nelle vicinanze
preda: lecciotta
varie: oggi raggiunto il posto che avevo deciso, sotto un improvviso temporale che non mi ha fatto cambiare idea, aspetto un po in macchina e quando capisco che si sta allontanado via in spiaggia, mi sentivo strano come se avessi un appuntamento con la grossa leccia che da tempo cerco di catturare e dopo qualche chilometro di spiaggia spinnando improvvisamente come qualche altro giorno mi era successo di assistere, vedo un grosso cefalo che salta una, due, tre volte e dietro una schiena enorme che alza tanta acqua che lo insegue, il tutto si conclude in pochi attimi e quasi contemporaneamente a circa cento metri alla mia destra stesso spettacolo, eccole mi dico ci sono, forse Ŕ il mio giorno, sono due forse pi¨ e sono in caccia, comincio a lanciare di tutto dal Dumbell Pop 150 64 gr, Kaku & Lolo Lures  Style UU 63 gr, Style DD 35 gr, Hydro tiger 120 43 gr, Pop queen 130 40 gr, Bigketc 63 gr, Bounder 49gr, ma non raggiungo la loro zona troppo distanti nŔ si lasciano attrarre da i miei artificiali con il solo risultato di sentirmi la schiena dolorante dalla frequenza dei lanci, dopo quasi due ore di tentativi mi concedo dieci minuti di pausa anche perchŔ erano scomparse e riprovo montando il patchinko 135mm 25gr al primo lancio mentre lo recuperavo con canna rivolta verso il mare a velocitÓ sostenuta facendogli fare semplicemente una v come scia Ŕ subito inseguito e dopo qualche metro strike, ma si tratta di una lecciotta che purtroppo ha ingoiato l'artificiale, mentre la recuperavo intorno a lei tantissime altre lecciotte la seguivano, poi il temporale si Ŕ fatto sentire nuovamente e via verso casa



^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #12 il: Novembre 06, 2008, 22:45:07
localitÓ: calabria orientale, spiaggia con vicinanza foce
attrezzatura: canna Lamiglas G1319 Kenai King Spin mulinello shimano twinpower 6000fb treccia PP 20lb
                   canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
 marea: alta 17,20 circa, catture avvenute dalle ore 16,00 sino al tramonto
              
condizioni: brezza di ponente in aumento
prede: lecciotte e serra
artificiali: Miss carna 140 , Moran pencil , YAMATO



oggi la mia giornata di spinning Ŕ stata molto piacevole e divertente perchŔ ho avuto moltissima fortuna di trovare i pesci ben disposti a partecipare e un amico che mi ha voluto fare compagnia molto paziente
infatti sin dal primo lancio ho visto l'artificiale inseguito, ho pensato serra, al terzo lancio invece lecciotta e poi altri inseguimenti e poi serra e poi lecciotta e serra alternando soltanto tre artificiali sino a sera, praticamente avevo a che fare quasi contemporaneamente con  lecciotte e serra
il recupero avveniva comunque molto veloce con tutti e tre gli artificiali
durante mi Ŕ capitato mentre stavo recuperando, miss carna, di fermarmi perchŔ distratto dal cellulare che suonava e ho avuto un attacco da parte di un serra che non ferrato dopo due salti si slama, ha praticamente attaccato l'artificiale fermo
fra i tre artificiali usati oggi non saprei sceglire il migliore, perchŔ sono stati quasi alla pari tutti catturanti,
la sera pensavo un incremento, almeno da parte dei serra invece tutto si Ŕ fermato
a circa cento metri prima di me un pescatore usava due canne, una innescata con sarda intera a fondo e una con cefalo vivo a teleferica, a fine serata quando ci siamo salutati ha detto: sarda intera e cefalo ancora vivo a teleferica


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #13 il: Novembre 06, 2008, 22:46:09
localitÓ: calabria orientale
data: 06/07 sett 08
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 20,30 circa
condizioni: vento assente mare di scirocco
preda: spigola
artificiale: Duo Tide Minnow 175 Slim, Daiwa Shoreline Shiner, Rogos 105  Sinking PU 105mm 17gr
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #14 il: Novembre 06, 2008, 22:47:58


localitÓ: calabria orientale
data: 13-14 sett 08
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
marea: alta 03,30 circa
condizioni: vento da ovest
preda: barracuda
artificiale:  Daiwa Shoreline Shiner 17

Ŕ sabato finalmente a pesca, non andavo dalla notte prima, inizio a lanciare alle 21,00 ma a quasi mezzanotte nulla, solo tanto vento e con uno sguardo al mare e l'altro alle spalle, dove non lontano era in corso un tremendo temporale, percepisco finalmente una trattenuta dell'artificiale
rilancio aspettandomi un'altro attacco pronto a ferrare ed infatti eccolo sento toccare nuovamente l'artificiale e poi strike, si mani con una violenta scodata in superfice e poi gi¨ tirandosi quasi una decina di metri di trecciato per poi restare in stallo dando forti e ripetuti colpi lo faccio sfogare un p˛ e comincio a pompare lo porto in superfice e lui nuovamente a scodare e gi¨
avrei voluto continuasse ancora tutto questo, perchŔ e soprattutto per queste sensazioni che vado a caccia, quando comincia a stancarsi e arriva a terra in tutto il suo splendore, pesce maestoso e combattivo, e con l'artificiale quasi completamente in bocca un'altro paio di centimetri e avrebbe tagliato il terminale, lo guardo con ammirazione per come si Ŕ difeso e provo quasi un p˛ di rimorso per averlo strappato al suo mondo,  prometto rilanciando che il prossimo lo rilascio ma alle 02,00 circa arriva l'altro barracuda ferrato fortemente in gola, il temporale Ŕ quasi sopra la mia testa Ŕ arrivato il momento di chiudere


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #15 il: Novembre 06, 2008, 22:49:06
localitÓ: calabria orientale
data: 19 sett 08
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb
marea: Alta Marea 22,55 circa
condizioni: tempo molto perturbato
preda: Lampuga
artificiale: Mag darter 125  Floating PIW 125mm 28gr

varie: partenza sotto una timida pioggerellina e dalla costante minaccia di temporale, luogo prescelto spiaggia ad alta energia, a fine recupero sotto il gradino di risacca vedevo delle piccole aguglie saltare spaventate dall'artificiale e poi lampuga pioggia e niente pi¨


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #16 il: Novembre 06, 2008, 22:50:31
localitÓ: calabria orientale
data: 25 Ott 08
ora cattura: 16,30 circa
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano technium 6000fb treccia PP 20lb, nodo per terminale tony pegna, terminale 0,50 Asso con nodo palomar per breakaway 80 lb
marea: Alta prevista ore 14,20 circa
Luna: Ultimo Quarto
condizioni: tempo poco perturbato
preda: lampuga
artificiale: pop queen

finalmente Ŕ sabato pomeriggio, sono libero per dedicarlo allo spinning, come fosse una cura medica da seguire.
passa a prendermi un mio amico, rosario, con la sua auto per destinazione da decidersi strada facendo infatti consiglia, solo per una veloce verifica, una spiaggia sabbiosa a bassa energia
scendiamo dall'auto senza tanta convinzione per fare giusto due lanci a farci compagnia la classica nuvola di fantozzi
monto un artificiale a caso, quale? un tide e via alla ricerca di qualche segno, ma sono bastati non pi¨
di dieci lanci in tutto per farmi cambiare tipologia d'artificiale, monto un pop queen e mentre adottavo un recupero con una veloce sequenza di strappi che spesso lasciava udire il caratteristico plop...plop
neanche al terzo lancio sempre con meno convinzione, mi sento tirare la canna di mano, senza aver visto minimamente alcun iseguimento dietro l'artificiale.
richiamo l'attenzione dell'amico che subito mi chiede cosa fosse, ma non ne avevo la minima idea e gli urlo prendi la digitaleee, filma fai presto, mentre l'ignoto pesce nonostante la frizione fosse tarata in modo tale da rilasciare filo solo sotto una discreta forza si prendeva divesi metri puntando decisamente verso il largo, quando sento rosario, batterie scariche, gli  rispondo cambiale sono nel .... non finisco la parola che il pesce cambiando direzione, ora parallelamente a noi, spicca un salto interamente fuori dall'acqua scuotendo contemporaneamente il capo mostrandosi in tutta la sua maestosa bellezza, un'altro e poi un'altro salto per puntare nuovamente verso il largo
che momenti indimenticabili, peccato che dopo aver spiaggiato la lampuga rosario era ancora intento a cambiare le batterie.
dopo aver fatto la foto appagato da questa bella esperienza ringrazio il mare, rosario per la decisione della scelta del posto da provare e via verso casa con nuvola al seguito.





^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1071
Risposta #17 il: Novembre 06, 2008, 22:59:48


Video catture di Giovanni: Lecciotte amia a spinning


Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


giovanni

  • Visitatore
Risposta #18 il: Aprile 25, 2009, 15:15:05
localitÓ: calabria orientale
data: 25 aprile 09
ora cattura: alba
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano twinpower 5000fb  treccia PP 20lb, nodo per terminale tony pegna, con 60cm. di terminale 0,50 Asso doppia forza con nodo palomar su microgirella reflex con anellino spaccato in acciaio inox per artificiale
marea: alta prevista ore 04,15 circa
Luna: luna nuova
condizioni: tempo sereno, mare quasi calmo
preda: spigola
artificiale: spatolino colore cefalo



Un ringraziamento particolare all'amico Pinospin per avermi omaggiato del magico artificiale autocostruito "Spatolino"



varie: giunto sul posto, ancora quasi buio, spiaggia sabbiosa a bassa energia in vicinanza di una piccola foce
con il caro amico compagno di mille avventure, Rosario, monto direttamente l'artificiale spatolino scegliendo di lanciare in un punto dove schiumava, frangendo, una debole onda per via del basso fondale, si era infatti formata una secca a quasi una trentina di metri o poco meno per poi riguadagnare un po di fondo verso riva raggiungevo quasi quella schiumata e sentivo infatti l'artificiale toccare il fondo per un p˛ e proprio quando ricominciava la maggiore profonditÓ fra me e la secca che schiumava si ferma la canna lasciando percepire forti e poderose testate, cuore in gola, capisco che Ŕ qualcosa d'importante, infatti la frizione tarata da rilasciare filo solo con un po di forza, comincia a cantare e gi¨ nuovamente poderose testate per poi ricantare e cosi via per pochi meravigliosi ed interminabili minuti quando comincio a vederla esausta nella risacca lei, la regina, tentando gli ultimi disperati tentativi di fuga e solo allora forzando il recupero scegliendo un'onda amica la spiaggio notando che per come era ferrata difficilmente si sarebbe potuta slamare, aveva tutte e tre le ancorette fortemente piantate esternamente fra branchia e bocca.
noterete dalla foto un liquido nero fuoriuscire dalla parte bassa si trattava di nero di seppia infatti aveva in pancia una seppia, da poco ingoiata, oltre a della sardellina piccolissima, infatti a giorno nel gradino di risacca vi era una forte presenza di questa minutaglia


giovanni

  • Visitatore
Risposta #19 il: Maggio 17, 2009, 23:54:30
localitÓ: calabria orientale
data: 17 maggio 09
ora cattura: 17,15 Spigola, 18,15 Serra, 18,40 Serra
attrezzatura: canna G-Loomis  SAR1024s mulinello shimano twinpower 5000fb  treccia PP 20lb, nodo per terminale tony pegna, con 80cm. di terminale 0,50 Asso doppia forza, nodo palomar per breakaway 35 lbs
marea: picco di bassa 16,20 circa
Luna: ultimo quarto
condizioni: tempo perturbato, mare mosso  
artificiale: autocostruito da Pinospin



questo lo scenario meraviglioso di oggi pomeriggio, rettilineo di spiaggia sabbiosa a bassa energia, ultimo frangente non raggiungibile, a spinning con il mio artificiale, credo distante oltre gli ottanta metri, la risacca del giorno prima aveva spiaggiato gusci di conchiglie di ogni tipo a testimonianza della ricchezza del fondale, il mare si lasciava leggere benissimo punta, canalone,  punta un bel vedere e proprio sulla schiumata di una di questa che avviene la prima cattura con un nuovo artificiale che mi aveva dato Pinospin da testare per cui non so il nome che gli ha dato, posso dirvi che misura 9,5 cm circa per 37 gr. comprese le ancorette da me prontamente cambiate con delle owner st-41 size 4
la ferrata Ŕ avvenuta quasi alla massima distanza da me raggiungibile oltre quaranta metri con pochi giri di manovella forse tre, portarla a terra con quel mare a quella distanza non Ŕ stato facile avevo paura di perderla come noterete Ŕ rimasta ferrata esternamente





Link sponsorizzati