Canna 3 pezzi 225/250gr

This is a discussion for the topic Canna 3 pezzi 225/250gr il the board SURFCASTING ATTREZZATURE.

Autore Topic: Canna 3 pezzi 225/250gr  (Letto 14403 volte)

MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
il: Marzo 03, 2014, 15:33:53
  Ciao ragazzi,sono MICCIO DEL RE, questo è il primo messaggio che scrivo,anche se vi seguo da molto,circa 2 anni.......arriviamo al dunque,devo acquistare una canna da surf 3 pezzi da 225/250 gr,da usare prevalentemente a mare mosso,con piramidi o spike da 150 a 200 gr(lo so che il vero surfcasting si fa con canne ripartite 2 pezzi,infatti sono indeciso se comprare una tre pezzi o passare ad una 2 pezzi come la shimano aspire AX130MF),la devo accoppiare alla ultegra super sensitive bx 200 gr,con la quale mi sto esercitando a fare dei leggeri ground con 130 gr e sto facendo miglioramenti(so che le vere canne da ground sono solo le ripartite 2 pezzi)pero cercavo una canna leggermente piu potente di questa,che non mi mandi a casa se eventualmente trovassi un bel mare da surf...................io avevo puntato la shimano aero technium 225 gr(piu rigida)...e la maver oceano250 gr(piu parabolica).................meglio una canna piu rigida o piu parabolica per affrontare le onde,aspetto consigli.......anche su altre canne,un saluto,MICCIO DEL RE  


tiburon88

  • FISHING FRIEND
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1339
  • pescare.............uno stile di vita...........
Risposta #1 il: Marzo 03, 2014, 15:39:02
Io posseggo una penn o-tech 423 con due cime, 160gr e 250gr sul quale hofatto un piccolo close-up se ti puo interessare..
I lOvE FiShInG!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

StOp AlLe ReTi AbUsIvE!!!!!!!!!!!!!

EtIcA & SpOrT


MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
Risposta #2 il: Marzo 03, 2014, 16:44:06
Grazie Tiburon,ma solo perchè sei stato il primo a rispondermi, dopo mi vado a vedere le caratteristiche della canna.....anche se preferivo una canna con cima singola,tanto per la grammatura da 160 gr sono coperto con l'italcanna barracuda 170 gr...............................siceramente non so se scegliere una canna ad azione rapida di punta come le shimano,o una canna piu parabolica come la maver oceano giusto per fare un esempio.....lo so che molto dipende dai gusti personali......ma all'atto pratico che differenze ci sono di comportamento con mare mosso tra una rigida e una parabolica....molto dipende anche dal cimino(carbonio pieno/taftec/tubolare).......sinceramente non so su quale canna puntare ;D


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #3 il: Marzo 03, 2014, 17:00:36
Ciao Miccio del re, dalle tue parole emergono due errori peraltro molto comuni a chi vuole cimentarsi con il surfcasting.
1) ritieni di poter sopperire con la potenza(?) della canna, 3 pz o tele, alle peculiarità di una ripartita.
2) ti eserciti a fare il ground con una tre pezzi e con piombo sottodimensionato.
Meno male che almeno sei consapevole delle potenzialità delle ripartite, sia a pesca che nel lancio.
Ti sei mai chiesto come mai le ripartite di solito non superano le 8 once (circa 227 gr.) di potenza?
Il mio consiglio è di passare ad una ripartita, meglio ancora se con mulinello rotante. Se invece vuoi rimanere su 3 pz/ telescopica meglio orientarsi su canne paraboliche, queste canne non hanno l'azione tipica delle rip per sostenere il moto ondoso quindi è meglio andare sul "morbido"
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #4 il: Marzo 03, 2014, 17:03:59
Dimenticavo...gli emoticons inseriti devono essere pertinenti altrimenti possono risultare offensivi.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
Risposta #5 il: Marzo 03, 2014, 18:10:11
Ciao OLTREMARE e piacere di conoscerti,fuori dal forum ho letto molto le tue parole,come quelle di altri moderatori(NONNOROBY,SARAGONE,DRAYCON ecc...),felice di scambiare parole con voi......arriviamo al dunque...................sono consapevole che il vero surfcasting puo essere affrontato soltanto con canne a ripartizione,infatti credo anche di averlo scritto nel primo post.......certo non ho l'esperienza giusta per sapere quale è il limite di mare che segna il confine tra una tre pezzi potentissima ed una canna ripartita,per sapere questo ci vuole esperienza (che a me manca) e soprattutto bisogna aver provato moltissime canne(che io non ho provato)...............poi arriviamo al ground..............bisogna pure iniziare da qualche parte,sono costretto ad  usare un piombo sottodimensionato,sotto la ultegra super sensitive ,perchè altrimenti rischierei di romperla(sono consapevole che i ground vanno effettuati solo con canne ripartite)anche questo lo sottolineato nel mio primo post e so bene che la super sensitive è una canna che si carica bene con un side,anche un po angolato.Perchè le ripartite non superano le 8 once?....forse perchè diventerebbe impossibile caricarle(ma se me lo spieghi è meglio)............un ultima cosa OLTREMARE,perchè mi consigli 3 pezzi paraboliche(fammi qualche esempio.....tipo trabucco cassiopea,maver oceano??? ecc...)..........quindi mi sconsigli canne shimano tipo super aero technium,troppo rigide secondo te?  ps:cosa ho sbagliato con gli emoticons,non capisco,ciao,a presto


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #6 il: Marzo 03, 2014, 22:43:45
Ciao Miccio, il piacere è tutto mio. Beh! diciamo che si può entrare nel mondo del surfcasting anche con altre tipologie di canne, se però ci limitiamo a condizioni più light, che fanno comunque parte della disciplina. Per usare un aneddoto, la differenza fra pescare con una rip ed altre canne è come fare un viaggio da mille chilometri con un’utilitaria o con una classe F. Vedi, c’è una profonda differenza  “comportamentale” fra una buona rip da pesca ed una canna di altra tipologia, per quanto potentissima. Le rip hanno quell’erogazione e quella riserva di potenza che il buon pescatore può e sa tirar fuori quando è necessario, qualità che servono per far arrivare il piombo e l’esca qualche metro più in là ma anche semplicemente per bucare il muro di vento. La particolare struttura ed azione delle rip da pesca fanno si che, una volta sul picchetto, assecondino le onde senza ballare la samba o raddrizzarsi di scatto. In sostanza se un certo tipo di mare può essere affrontato con una rip da 6 once, passando alle tre pz. o alle tele occorre andare su una potenza nominale di 250 gr. senza mai raggiungere, comunque, le performances della rip.
Per il ground in parte ti do ragione, bisogna pur cominciare in qualche modo e spesso lo si fa con ciò che si ha fra le mani. Però, aggiungo, poi bisogna fermarsi. Il lancio tecnico, oltre che studio e comprensione delle varie fasi, è una mera e meccanica assimilazione di gesti ed azioni; è come imparare una poesia a memoria, ma se imparerai male un brano, continuerai a perseverare nell’errore.
Quella delle 8 once era una mia considerazione personale, ovvero: se una mareggiata richiede più di tale peso per stare in pesca significa che è (quasi) ora di tornarsene a casa.
Per la 3 pz parabolica mi sono espresso male, intendevo telescopica. Le attuali 3 pz hanno un comportamento diverso dalle telescopiche e poi sono tutte piuttosto lunghe per cui l'azione risulta più dolce; direi che quindi una ad azione di punta non è mai troppo rigida.
Per gli emoticons ne hai inseriti due non proprio pertinenti, ma ho già provveduto a rimuoverli.
P.S. Saragone non ha mai fatto parte dello STAFF e da un pò di tempo non è nemmeno utente.
PP.SS. ma il tuo nick è sinonimo di donzella?
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
Risposta #7 il: Marzo 04, 2014, 13:24:22
Eccomi...allora....direi che mi hai descritto molto bene la differenza che passa tra una 3 pezzi molto performante ed una rip,per quanto riguarda il lancio,questo è quello che mi interessava  ;D ......calcola che la domanda che ti avrei fatto(bravo mi hai letto il pensiero)era quella di paragonarmi la potenza di una tre pezzi 250gr,trasportata su canna a ripartizione(infatti mi hai fatto l'esempio che grosso modo 250 gr per la 3 pezzi equivalgono a 6 oz per la ripartita),ma la rip rimane cmq piu performante......passiamo al comportamento in pesca,prendiamo una tre pezzi da 250 gr ed una rip da 6 once.....direi che il 150 gr,sarebbe tenuto in pesca egregiamente da entrambe le canne(con qualche mt a favore della rip)........prendiamo una tre pezzi da 250 gr ed una rip da 7 once,piombo 150 e 175 gr,il 150 gr verrebbe sparato molto piu lontano rispetto alla tre pezzi,per il 175 gr idem(anche con questo piombo una buona tenuta in pesca per entrambe le canne).............prendiamo una 3 pezzi da 250 gr ed una rip da 8 once,in questo caso i metri a favore della rip,sarebbero molti,molti di piu con piombi da 150,175,200 gr........inoltre il 200 gr in pesca comincerebbe a far soffrire la canna 3 pezzi(samba e disco music)....mentre la rip starebbe li ferma ferma..........peggio ancora per il 225 gr.......................................(questo discorso diciamo in linea di massima,ma puo cambiare,ma spero di aver reso l'idea)..................ora Oltremare mi piacerebbe sapere qualcosa su queste vette delle canne rip,che hanno di cosi particolare?quali materiali usano per fare queste vette....forse il carbonio pieno.....o tubolare,altrimenti non si spiegherebbe questo modo magnifico di assecondare le onde e sprigionare tutta quella forza nel lancio senza rompersi,anche se ho letto da qualche parte che non tutte le canne rip sono cosi sensibili(ma forse quelle sono canne da pedana,quindi non utilizzabili in pesca?)......fammi un paragone per capire la sensibilità di queste vette....se paragono la vetta di una rip da pesca 7/8 once alla vetta di una shimano 3 pezzi da 225/250 gr,sono cosi lontano? PS:ok per gli emoticons 1PS:ok per saragone,pensavo fosse moderatore 2PS:guarda qui dalle mie parti li chiamiamo soltanto micci del re,cmq miccio del re perchè è un pesce che da piccolo mi è rimasto impresso,quando mi buttavo con il coppetto e schiacciavo i ricci ne prendevo a tonnellate,CIAO.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #8 il: Marzo 04, 2014, 16:07:22
Ciao Yuri (sono andato a cercare il tuo nome perchè il nick è troppo lungo). Ok, il discorso che hai fatto su pesi e rapporti fra rip e 3 pz. in larga misura ci può stare ma tieni sempre conto che è molto difficile raffrontare due tipologie di canne e soprattutto che le canne dello stesso tipo possono differire parecchio fra di loro. Generalmente quando parlo di ripartite mi riferisco a quelle da pesca tralasciando quelle da pedana che hanno bisogno di extraterrestri per essere usate. Comunque anche fra quelle da pesca ci sono delle notevoli differenze e questo succede per venire incontro alle nostre esigenze perchè ognuno di noi ha un comportamento ed una personalità a se stante anche nella pesca. Una premessa che mi sembra doverosa, e che ti prego di tener sempre presente, è di non valutare mai una canna ripartita su una singola sezione. Un cimino ci può piacere a piegarlo fra le mani ma se poi non si raccorda perfettamente con l'arco ed il pedone lascia il tempo che trova. L'essenza delle canne ripartite sta proprio in questo: l'armonia, la ripartizione fra le sue parti. Una volta avevo letto e copiato nei miei appunti una descrizione che un costruttore (UK) di canne aveva fatto della costruzione dei cimini: una cosa da paura, alchimie, intrecci ed incroci da non credere e, presumo, non tutti rivelati. Senza scomodare troppo la tecnica diciamo che la differenza sostanziale fra le cime si riduce in "cime match" e "cime full carbon" le prime oltre al carbonio contengono intrecci di fibra di vetro o altri materiali o parti intere di vetro o addirittura tutto vetro. Le seconde, come dice la parola, sono tutte in fibra di carbonio, di solito pieno. La differenza è che le prime risultano morbide e le seconde più rigide, quindi meno sensibili, ma teniamo conto che la sensibilità di una canna è una cosa molto soggettiva. Non so se hai mai avuto modo di toccare con mano la cima di una Ultramarine Unica, penso che quello sia l'esempio più evidente di una cima supermatch. Occhio, match non significa molla o bananosa.
Ciao
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Rob67

  • ^Member^
  • *
  • Post: 30
Risposta #9 il: Marzo 04, 2014, 17:26:44
Scusate l'intrusione, trovo questo topic molto interessante ( Oltremare superlativo) e specifico per me per capire finalmente la differenza tra una ripartita e una canna tre pezzi, per cui affermando che con una ripartita si ottengono distanze maggiori al pari di una tre pezzi con pesi maggiori, spero di non sbagliare!! Inoltre pregherei Oltremare di fare un esempio concreto indicando, se possibile alcuni modelli di ripartite con azione morbida. Grazie e ancora complimenti per la discussione.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #10 il: Marzo 04, 2014, 23:40:16
Ciao Roberto, come ho già detto sopra, non è possibile paragonare una ripartita con una tre pezzi: troppo profonde le differenze costruttive, strutturali e comportamentali per una comparazione seria ed attendibile. Quanto hai detto è comunque vero perchè per affrontare vere condizioni da surfcasting si fa meno fatica con una canna ripartita. E' comunque doveroso da parte mia ricordare, anche se l'ho fatto migliaia di volte che le canne non viaggiano da sole ed anche una semplice telescopica restituisce risultati diversi a seconda delle doti di chi la usa. Le ripartite hanno poi bisogno di una certa dimestichezza con il lancio tecnico (ground o pendolare) e questo bisogna metterlo in conto.
Parlare di azione morbida di una ripartita è un pò un ossimoro. Esistono cime più flessibili, più sensibili e, se vogliamo anche più morbide ma sempre in senso molto relativo. Beninteso, ciò non toglie che simili attrezzi non posseggano una buona dose di esplosivo al momento del lancio o un certo grado di flessibilità nell'assecondare il mare e segnalare le tocche più timide. Di esempi concreti ce ne sono a bizzeffe, mi ripeto e cito la sempreverde Unica ma tutte le canne con una cima match hanno questa caratteristica e ne trovi tante anche fra le produzioni più tecniche e blasonate come la Century o la Zziplex.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Rob67

  • ^Member^
  • *
  • Post: 30
Risposta #11 il: Marzo 05, 2014, 11:13:52
Ciao Oltremare, intanto mi scuso per la confusione che ancora faccio e per i termini che uso, non proprio tecnici, però come si dice sbagliando s'impara e io grazie a questo forum sto imparando molto.
Nonostante tutto vedo che hai perfettamente capito le mie intenzionie devo dirti che la Unica mi piace molto come canna e quindi  umilmente ti chiedo se per me che sto usando una admiral trabucco entry level 3 pezzi, facendo dei discreti side, sarebbe l'ideale prendere subito la unica con la quale cercare distanze più lunghe, naturalmente accompagnato da persone in grado di insegnarmi ad usarla. (devo passare quel maledetto ultimo frangente  ;D)

Chiedo ancora scusa a MICCIO DEL RE per essermi intromesso nel suo topic.

Ciao


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #12 il: Marzo 05, 2014, 11:40:49
Allora Roberto, mettiamo in chiaro alcuni punti:
1) alle discussioni si partecipa non ci si intromette.
2) non si deve chiedere scusa se alcune cose non sono chiare, su questo forum danno fastidio altre cose non il dover ripetere gli stessi argomenti a chi è agli inizi.
3) non mi lusingare troppo  calabria
Ho parlato tanto della Unica e forse ti ho messo un pochino fuori strada nel senso che forse le altre canne ti hanno impaurito. Non dev'essere così. Vedi, la Unica è una splendida canna, facile da usare, gradisce anche il side, ma ha i suoi limiti. Patisce il mare un pò grosso e non ha grandi doti balistiche.
Dal momento che mi par di capire che ti piace la distanza (attento che è un miraggio) ti indirizzerei verso altri modelli di pari potenza. Ad esempio la sorella Exploit o la Greys GRX shore, ma se ci indichi il tuo limite di spesa ci sono altri modelli da inserire.....e, visto che ci sei, mettici un bel rotantino così vai a scuola una volta sola.
P.S. ricorda che i pesci sono anche nel primo frangente.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Rob67

  • ^Member^
  • *
  • Post: 30
Risposta #13 il: Marzo 05, 2014, 13:36:51
Allora, visto che mi hai messo a mio agio cerco di spiegarmi meglio ( sei bravo anche in questo). Fino non immaginavo minimamente quanto potesse essere affascinante pescare d'inverno con mare mosso, e quindi ho cominciato a praticare surf casting con la modesta attrezzatura che di solito uso in estate a mare calmo, ti lascio immaginare le prime uscite, piombi che andavano a spasso da soli, braccioli aggrovigliati, alghe ecc......tutti inconvenienti che ho che ho risolto (credo) andandomi a cercare i vecchi topic sul questo fantastico forum. Ho anche acquistato una 3 pezzi, la admiral, per affrontare meglio le onde. Ora quello che cerco è una canna che non mi balli la samba sul picchetto, con un cimino che non sia un palo e che con la dovuta esperienza mi faccia arrivare a quei 100/120 mt che qui nel litorale pontino non guastano. il mio budget è 200/250 euro. Avevo pensato anche alla italcanna terranova, ma qui il prezzo sale.

Piccola parentesi a proposito del mio comportamento, pensa che a come  sono fatto ho già fatto una trasgressione a non chiedervi il permesso di entrare nella discussione ha ha ha ha ha, io dico sempre "rispetto prima di tutto.  calabria 


MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
Risposta #14 il: Marzo 05, 2014, 15:36:55
Ciao Rob67,non preoccuparti,siamo qui per scambiarci idee....dare e soprattutto(almeno per me )ricervere consigli.......................................ma arriviamo al dunque,quindi OLTREMARE le vette si dividono principalmente in 2 grandi gruppi match(più morbide)/full carbon(più rigide).......ma questo discorso vale solo per le 2 pezzi o per tutte le canne(3 pezzi e telescopiche)?,cioè io pensavo che ormai tutte le canne moderne di un certo livello(non quelle economiche) fossero costruite tutte con vette in carbonio,che a sua volta possiamo dividerle in 2 gruppi,"vette tubolari",quindi vuote e più rigide per ottenere distanza.....e "vette in carbonio pieno",per avere più sensibilità in pesca....o sbaglio?........ero convinto quindi che la fibra di vetro o vetro,fosse proprio un materiale superato,quindi di vecchia concezione e usato solo per canne economiche,superato in tutto e per tutto dal carbonio,un materiale più leggero,resistente e performante...............però se tu mi dici che la vetta di una canna rip molto performante come la Ultramarine Unica(che leggendo il forum ,ho visto che ne possiedi 2) è considerata addirittura supermatch(quindi presumo contenente grosse quantità di vetro o altri materiali,oltre al carbonio),.....beh...questa cosa,mi lascia molto perplesso(anche se come dici tu,dietro a questi progetti,ci sono alchimie ed incroci di materiali che forse non vogliono far sapere)...cioè voglio dire una canna a ripartizione di potenza,a maggior ragione dovrebbe avere un cimino in carbonio,per catalizzare e liberare la potenza creata dal fusto..........o magari sono io che non ho le idee chiarissime...........però mi piacerebbe conoscere questa differenza di materiali,vetro,carbonio........e il motivo per cui vengono usati.....per ottenere cosa da una canna? ........e le canne da pedana invece,sono solo in carbonio,o anche li possiamo trovare materiali alternativi?.......   ;D


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #15 il: Marzo 05, 2014, 16:40:10
Ciao Roberto, pensa un pò a che soddisfazione quando riuscirai a domare le onde con la tua canna. calabria Allora, come si è già detto le sole canne che possono non ballare la samba sono le ripartite ma ho l'impressione che tu sia combattuto fra questo tipo ed una bella tre pezzi. E qui il discorso è sempre quello: occorre vedere fino a dove ti vuoi spingere, più ti addentri nel turbine e più è indispensabile una ripartita. Altro puntino sulle i: in condizioni meteomarine da vero surf dimenticati dei 120 metri a pesca, con qualunque canna. Quindi, se punti ad una rip ti indirizzo di nuovo sulla Greys ma si può anche puntare su un buon usato. Per le 3 pz. il discorso si può allargare ma, come hai potuto notare, i prezzi non sono poi tanto più bassi.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Rob67

  • ^Member^
  • *
  • Post: 30
Risposta #16 il: Marzo 05, 2014, 18:14:44
Bene Oltremare, credo proprio che opterò per una ripartita, ho visto anche la exploi dovrebbe essere alla mia portata. comunque se ci sono ripartite migliori che tu pensi che posso fare al caso mio, preferisco aspettare e magari spenderci qualcosa di più e magari nel frattempo se incontro qualcuno che mi spiega il rotante ci schiaffo sotto anche quello. 


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #17 il: Marzo 05, 2014, 18:28:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... io pensavo che ormai tutte le canne moderne di un certo livello(non quelle economiche) fossero costruite tutte con vette in carbonio,che a sua volta possiamo dividerle in 2 gruppi,"vette tubolari",quindi vuote e più rigide per ottenere distanza..... ero convinto quindi che la fibra di vetro o vetro,fosse proprio un materiale superato,quindi di vecchia concezione e usato solo per canne economiche,superato in tutto e per tutto dal carbonio,un materiale più leggero,resistente e performante...
Ciao Yuri!!!
Come già ti ha anticipato Oltremare, la lavorazione del carbonio per ottenere il prodotto finale, cioè la canna, non è roba da poco!!! Per costruire una canna, si intrecciano discipline come la chimica, biochimica, fisica ecc ecc... Io stesso, in rete, mi sono abbattuto su un video postato dalla Maver dove descrivevano passo per passo come costruivano le loro canne, dalla scelta della materia prima (il carbonio) fino ai test del prodotto finito, cioè le canne!!! In particolare, ciò che mi ha colpito molto, è stata proprio la scelta dei materiali... Esistono infatti diverse tipologie di carbonio, alcune molto elastiche che però si spezzano come niente, altre molto rigide e resistenti... Gli ingegneri mischiano le diverse tipologie di carbonio in percentuali prestabilite a seconda di come vogliono che la canna si comporti... Attenzione però!!! Spesso e volentieri, il carbonio, non è l'unico elemento di cui si fa utilizzo!!! Per esempio la Shimano costruisce le sue canne, utilizzando le cosiddette "biofibre"... E' probabile che anche la fibra di vetro, utilizzata in una certa percentuale, possa dare quel qualcosa in più che magari il carbonio non da!!! Cosa? Vallo a sapere!!!
Inoltre, in alcune discipline come il beach legering o anche il light rock fishing, vengono costruite canne con cimini in fibra di vetro perché, a quanto pare, questo materiale risulta più sensibile (qualvolta serva un'estrema sensibilità) rispetto al carbonio e parlo di canne di qualità non di quelle economiche!!!
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
cioè voglio dire una canna a ripartizione di potenza,a maggior ragione dovrebbe avere un cimino in carbonio,per catalizzare e liberare la potenza creata dal fusto...
Come avrai già letto sul forum le canne a ripartizione sono costituite da 3 elementi: cimino, arco e manico. Tutti e tre hanno comportamenti differenti, per questo motivo le ripartite vengono chiamate tali, proprio perché c'è una ripartizione della potenza nelle tre sezioni della canna!!! Di queste tre, quella che si occupa di accumulare "energia potenziale" che poi viene liberata sotto forma di "energia cinetica" dal piombo, è proprio l'arco!!! La potenza viene trasmessa al piombo tramite il cimino che però non ha un ruolo "cruciale" nell'accumulare energia... Infatti il cimino è morbido e flessibile e si occupa di assecondare i moti turbolenti del mare!!! Con questo non voglio dire che nel lancio il cimino non ha importanza, perché, come Oltremare ti ha già spiegato: "Un cimino ci può piacere a piegarlo fra le mani ma se poi non si raccorda perfettamente con l'arco ed il pedone lascia il tempo che trova." Canne a ripartizione, con un cimino particolarmente rigido, dove anch'esso partecipa, in parte, all'accumulo di energia, sono le canne da pedana che però, a loro volta, sono quasi inutilizzabili a pesca, specie con mare mosso, dove il cimino non sarà capace di assecondare le onde, oltre che mancare di sensibilità!!!
Ciao!!!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #18 il: Marzo 05, 2014, 19:11:05
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Bene Oltremare, credo proprio che opterò per una ripartita, ho visto anche la exploi dovrebbe essere alla mia portata. comunque se ci sono ripartite migliori che tu pensi che posso fare al caso mio, preferisco aspettare e magari spenderci qualcosa di più e magari nel frattempo se incontro qualcuno che mi spiega il rotante ci schiaffo sotto anche quello. 
Tieni conto che, giusto per rimanere in casa Ultramarine, ci sarebbero anche la New rip e la FTR semprein versione 3/6 once che mantengono sempre una certa fòessibilità dellA cima ma sono progetti più recenti rispetto alla Exploit.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #19 il: Marzo 05, 2014, 19:17:00
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...........ma arriviamo al dunque,quindi OLTREMARE le vette si dividono principalmente in 2 grandi gruppi .......
Ciao Yuri, l'amico Draycon ti ha spiegato tutto con impostazione tecnico scientifica. Io posso solo aggiungere queste brevi considerazioni, ovvero che le altre tipologie di canne (tele e tre pz.) vengono generalmente suddivise secondo il tipo d’azione, quindi ad “azione parabolica” (ma oggi è meglio parlare di semiparabolica) e ad “azione di punta” in cui il primo tipo indica una canna più morbida e la seconda una canna più nervosa e rigida. Per le tre pezzi si sentono sempre più spesso termini come pedone, arco ecc. in quanto la loro struttura si avvicina di più alle ripartite, ma secondo me sono specchietti per le allodole e siamo ancora distanti da quei concetti per cui, personalmente, anche per queste, adotterei la stessa classificazione delle telescopiche. Onestamente non mi fossilizzerei troppo sulla classificazione delle cime, con le “alchimie” che ci fanno c’è da perderci la testa. Il carbonio è, in linea di massima, un materiale rigido ed è per questo che viene intrecciato con altre fibre (biofibre, vetro ecc.) per essere ammorbidito. Sempre in linea di massima le cime in carbonio pieno (full carbon) sono rigide mentre le match sono più leggere e morbide ma possono essere tubolari, in vetro pieno, tubolari in carbonio con innesti in vetro ecc. quindi chi più ne ha più ne metta. Come vedi il vetro non è un materiale obsoleto. La Ultramarine adotta un materiale chiamato “reglass” quindi, come dice lo stesso termine, ha sempre a che fare con il vetro. Personalmente considero la Unica molto particolare e godibile ma non molto performante. Ad esempio, tante Zziplex, in puro carbonio hanno la glass tip, cioè la cima in vetro. Il mio consiglio è di goderci le canne perché in definitiva siamo fruitori finali e di evitare di addentrarci troppo nei meandri.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Link sponsorizzati

Tags: