LA VETTA MATCH....NEL SURFCASTING!

This is a discussion for the topic LA VETTA MATCH....NEL SURFCASTING! il the board SURFCASTING ATTREZZATURE.

Autore Topic: LA VETTA MATCH....NEL SURFCASTING!  (Letto 3998 volte)

MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
il: Maggio 07, 2014, 16:53:41
Ciao ragazzi,prima di tutto voglio dire che non ho mai avuto ne provato canne in 2 pezzi o ripartite,ma solo telescopiche e 3 pezzi,anche di ottima fattura..........quando si sceglie una canna in due sezioni,lo si fa, perchè si vuole affrontare un mare di un certo tipo...o si vuole pescare sulla lunghissima distanza,essendo consapevoli però, che non tutte le 2 pezzi posseggono una buona sensibilità di vetta...........questa tipologia di canne,la troviamo di solito e semplificando il tutto in 2 tipi,a seconda quindi dell'uso che uno ne deve fare....con VETTE MATCH e VETTE NORMALI.......le prime piu adatte ad affrontare il mare,quello serio....le seconde piu indicate per la pedana.......ma sento molto spesso dire che queste canne vengono anche utilizzate con mare da surf.....a seconda quindi dei gusti personali uno puo scegliere quello che vuole,ma sicuramente le prime,le MATCH,sono molto piu indicate.................facciamo un esempio Italcanna Oltremare vetta A   VS Italcanna Oltremare Pro........la prima credo piu indicata per affrontare le onde,la seconda piu per cercare la distanza a mare piatto o poco mosso.......quella con vetta B,una via di mezzo tra le due.............ora vorrei sapere una cosa,secondo voi una vetta match è quasi obbligatoria per stare in pesca con un mare da 3 metri o giu di li,badate bene,non parlo di lancio...ma solo di stare in pesca nel modo piu buono possibile...una vetta match deve essere comunque accompagnata da un arco abbastanza rigido altrimenti la canna andrebbe seriamente in crisi..........da qui nasce il mio dubbio,quando si pesca a surf si consigliano sempre o quasi canne a ripartizione,ma per canne a ripartizione si intendono anche quelle con vetta match o le vere canne a ripartizione sono solo quelle da pedana,quindi piu rigide anche di vetta e inadatte al surfcasting.....se fosse quindi valida la seconda tesi,perchè consigliarle...saluti.............


beka

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 454
  • Calabria pesca on line forum:il forum sulla pesca in Calabria
Risposta #1 il: Maggio 07, 2014, 18:42:00
le domande che hai fatto per le mie conoscenze sono troppe calabria ma una cosa te la dico sicurissima. con onde di tre metri (sono alte davvero) con un'oltremare ci stai tranquillo sia vetta A che oltremare pro e ci stai con una qualunque altra ripartita seria. il problema (a mio modo di vedere) è anche il tipo di piombo. io ho pescato solo secoli fa (mi sembra ormai la vita di un altro ;D) con condizioni di onde altissime in oceano. la canna.... regge pressochè tutto... ma quando non stai.... NON STAI !!!!! mi è capitato una volta una condizione curiosa.. onde oceaniche ma normalissime che puoi trovare anche qui... corrente che portavia via come coriandoli piombi da 500 (cinquecento grammi) coi grappini.... quando è così ripartita o non ripartita vai a casa
non è la paura a dominarmi ma solo l'irrequietezza


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #2 il: Maggio 07, 2014, 20:20:39
Ci sono canne a ripartizione per la pesca e canne a ripartizione per la pedana.
Con le seconde ti troveresti in difficoltà a pesca per la tenuta del piombo, mentre le prime le puoi usare anche in pedana.
Il surfcaster e longcaster campione inglese Cooper, per dirne una, partecipa alle gare di longcasting usando le sue canne da pesca...
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #3 il: Maggio 07, 2014, 20:56:21
Ciao Yuri!!!
Allora prima di tutto è importante sapere che canne da pesca e canne da pedana sono due cose diverse!!! Le prime sono appunto delle canne indirizzate per l'utilizzo in mare, le seconde "non sono canne da pesca" ma ne hanno solamente la forma!!! Come ti ho già detto in passato, le canne ripartite si chiamano così perché sono costituite da tre parti contraddistinte: cimino, arco e manico... In particolare, il cimino, risulta morbido e flessibile per due ragioni: per assecondare il moto ondoso e avere sensibilità nelle abboccate!!!
Le ripartite da pedana invece, sono costituite ugualmente dalle tre parti, però in questo caso il cimino è relativamente più rigido, questo per dare maggiori doti balistiche all'attrezzo che ha come unico scopo quello della distanza!!! Andare a pesca con una canna da pedana, magari essendo un'ottimo lanciatore, ti darà sicuramente più soddisfazioni in termini di distanza, ma certamente non le si può dire per l'azione di pesca in quanto il cimino non è in grado ne di assecondare le onde ne tanto meno di farti vedere le abboccate a meno che non sia qualcosa di grosso!!!
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
quando si pesca a surf si consigliano sempre o quasi canne a ripartizione,ma per canne a ripartizione si intendono anche quelle con vetta match o le vere canne a ripartizione sono solo quelle da pedana,quindi piu rigide anche di vetta e inadatte al surfcasting.....se fosse quindi valida la seconda tesi,perchè consigliarle...
Come ti ho già scritto sopra il termine "ripartizione" fa riferimento alla struttura della canna, cioè una canna costruita in due pezzi ma avente 3 parti contraddistinte di diversa potenza e azione/comportamento... Da qui il termine ripartizione, cioè "ripartizione di potenza"!!! STOP
Poi, come già scritto sopra ci sono ripartite da pesca e da pedana... Le seconde è quasi inutile chiamarle "ripartite da pedana" perché una canna da pedana è sempre e comunque una canna a ripartizione!!!
Le ripartite da pesca di solito sono le classiche "NORMALI" ma alcune, di ultima generazione nate per soddisfare maggiormente l'azione di pesca, hanno una cima "MATCH" cioè più morbida!!!
Se hai riletto bene cosa ti ha detto Nicola (Oltremare) nel tuo post precedente, ricorderai che una delle sue frasi era che più una canna è rigida e più mal si appresta al moto ondoso quanto più questo è sostenuto!!!
Il fatto però che il mercato offra canne a ripartizione (da pesca) con cime normali e altre più morbide (prendiamo il caso della Italcanna Oltremare venduta nelle due versioni) è dato dal fatto che una buona parte di pescatori predilige ancora delle cime un po più sorde e prestanti... In passato, quando le prime ripartite arrivarono in Italia, si potevano definire quasi tutte canne ripartite "normali" e si pescava lo stesso... Il fatto è che, tali canne, erano merce rara (pochissimi negozianti le vendevano) e, a dire il vero, erano anche poco richieste... In questi ultimi anni invece, l'utilizzo di queste canne e la loro richiesta è andata via via crescendo e con essa anche l'esigenza dei pescatori: ed ecco perché, molte aziende producono canne ripartite con cime match!!! Riprendendo il discorso della Italcanna Oltremare, è una ripartita ormai datata ma ancora molto valida, aggiornata appunto con una cima meno sorda e più adatta per affrontare il moto ondoso sostenuto!!!
Tutto il resto è una questione di gusti... Io posso solo ripeterti ciò che ti è stato già detto, e cioè che una canna con cima match è sicuramente più adatta ad affrontare il mare mosso... Le altre un po' meno, ma una buona fetta di pescatori ancora le compra!!!
Ciao!!!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6152
Risposta #4 il: Maggio 07, 2014, 23:01:20
Ciao Yuri, partiamo anzitutto ricordando il concetto di canna ripartita: in sostanza è il coordinamento armonico delle tre unità che compongono la canna stessa, ovvero cima, arco e pedone. Ciò sottintende una pluralità di combinazioni a seconda del tipo di materiali e lavorazioni che corrispondono ad altrettante diverse azioni e comportamenti anche molto diversi fra di loro. In poche parole non c’è uno standard univoco. Questo non è un male ma al contrario un bene in quanto l’acquirente può scegliere ciò che corrisponde di più alle sue esigenze e caratteristiche. La vetta match è ovviamente la più indicata per la pesca a surfcasting sia per la segnalazione delle abboccate che per assecondare la sequenza delle onde ma c’è chi preferisce cime più rigide per pescare. La cima match può essere accompagnata da un arco rigido ma ciò non è indispensabile e vincolante, tanti pescatori preferiscono che la rigidità sia nel pedone trovandosi meglio con un arco più cedevole che gli consenta di piegare e sfruttare meglio la canna. Per quanto riguarda le Italcanna che hai indicato concordo con te, le specializzazioni delle tre sorelle sono proprio quelle a cui aggiungerei la Fireball S1 sempre per le condizioni di mare non troppo mosso e lunga distanza. A proposito delle Oltremare A e B, nel corso degli anni la gente spesso e volentieri ha mischiato manici e vette delle due versioni per approdare alla soluzione migliore.
La scelta di una ripartita avviene per entrambe le ragioni che hai indicato o anche per la combinazione di esse (es. maggiore distanza con mare mosso). Qualcuno sostiene che si possa fare lo stesso lavoro (hard surfcasting) con le tre pezzi e addirittura con le telescopiche, altri sostengono che le rip siano sovradimensionate per il Marenostrum, la verità ritengo che stia in mezzo ossia che per fare surfcasting vero nessun’altra tipologia di canna possa  eguagliare la ripartita. Le vette che definisci normali (se intendiamo la stessa cosa) vanno bene a pesca, in sostanza è il discorso che facevo prima sulla differenziazione del comportamento delle canne. Cosa diversa sono le canne da pedana, espressamente concepite per questo scopo e poco a loro agio sulle spiagge. Per contro tante canne impiegate a pesca non sfigurano assolutamente sui prati. Badare troppo alla sensibilità della vetta a mio modo di vedere non ha molto senso. Sono canne che normalmente vengono impiegate in condizioni di mare molto sostenuto dove di solito ci si aspetta degli ospiti di un certo peso che non hanno problemi a far piegare il cimino, idem per il discorso della lunga distanza dove le prede più ricercate sono le grosse orate. Personalmente ti posso garantire che nel momento in cui si viene in possesso di una rip ci si meraviglia della sensibilità della, specie quelle match.
P.S. chiedo scusa a Umberto e a Beka perchè quasi certamente il mio intervento contiene cose già dette da loro. Purtroppo in questi giorni vado di fretta e sono riuscito a dare solo un'occhiata velocissima ai loro contributi.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


MICCIO DEL RE

  • ^Member^
  • *
  • Post: 97
Risposta #5 il: Maggio 15, 2014, 01:18:17
ringrazio tutti per le risposte e i consigli,cmq ieri pomeriggio,un ragazzo che possiede un negozio di pesca qui nella mia città,mi ha fatto entrare nel magazzino del negozio per farmi vedere qualche canna in 2 pezzi che lui usa,sia a pesca che sul prato....era la prima volta che vedevo e toccavo questa tipologia di canna...cosi incuriosito entrai nel magazzino...la prima canna che ho visto è stata una Century tip tornado ld.....la seconda una Italcanna Oltremare vetta B e la terza una Italcanna fireball S........che dire...sono rimasto veramente stupito dalla morbidezza in vetta delle prime 2 canne,non mi aspettavo fossero cosi sensibili,nonostante avessero una punta bella "ciotta",le vette si piegavano molto ed anche con estrema facilità....la Century tip tornado mi è sembrata piu progressiva e parabolica con un arco abbastanza morbido,mentre la Oltremare B,piu dura nel mezzo,ma la vetta mi ha davvero impressionato,nonostante avesse una punta molto spessa,la vetta rimaneva molto sensibile,immagino allora cosa potrebbe essere quella con vetta A.......infine la Fireball S,tra tutte e 3 la piu dura e rigida di vetta,infatti da come sapevo questa canna non è molto adatta alle onde,ma piu per una pesca sulla lunghissima distanza,magari con un bel pendolino...................non capisco una cosa però,come mai la century tip tornado e la Oltremare B posseggono delle vette e puntali cosi grossi,voglio dire rimangono molto sensibili,però hanno un diametro davvero esagerato.....se prendo la mia ultegra super sensitive 200 gr in 3 pezzi i primi 20 cm sono in carbonio pieno ed hanno lo stesso diametro del vettino della  Italcanna dreaming,ossia una canna da beach ledgering(comprata grazie hai consigli di Nonnoroby).........quindi mi chiedevo perchè tanta differenza di diametro?.....forse perchè un cimino in carbonio pieno a dei limiti con questa tipologia di canne e c'è il rischio che puo rompersi?... ;D


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6152
Risposta #6 il: Maggio 15, 2014, 15:11:19
Ma questo negoziante non aveva qualche cimino più snello da farti vedere?  ;D Le due canne in questione vantano infatti fra le punte più "ciotte" della categoria. Bastava andare sulla LDSM e la Oltremare A e le cose già cambiavano parecchio. A parte gli scherzi, come hai notato lo spessore non sempre è sinonimo di rigidità, questa è determinata dai materiali impiegati e dal tipo di lavorazione. Lo spessore è determinato allo stesso modo dai materiali e dalla destinazione cui la cima è destinata. Le canne a ripartizione hanno un bagaglio intrinseco di materiali non indifferente, in poche parole c'è tanta ciccia. Occorre però raccordare e armonizzare il tutto per cui, per quanto si differenzino i materiali impiegati, è difficile arrivare a dei vettini sottilissimi come capita a volte di osservare in alcune canne telescopiche. La TTLD ad esempio, ha un manico molto sottile quindi ci si aspetterebbe un vettino molto ridotto invece non è così, nonostante si tratti di una 5 oz. (sulla carta). Misteri delle rip  calabria
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Link sponsorizzati

Tags: