COME INNESCARE LA SARDA

This is a discussion for the topic COME INNESCARE LA SARDA il the board SURFCASTING.

Autore Topic: COME INNESCARE LA SARDA  (Letto 74463 volte)

OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #20 il: Novembre 19, 2008, 08:45:14
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

per oltremare: vorrei farti una domanda riguardo l'innesco a salsicciotto, c'è un motivo particolare per cui metti un amo solo e non metti un secondo amo scorrevole a metà dell'innesco?
Non c'è un motivo particolare anche se in definitiva i motivi sono molti: l'esigenza di non appesantire l'esca e mantenerla mobile; la fragilità della sardina che si deteriora se manipolata a lungo e a volte anche le ridotte dimensioni del boccone per il quale un amo basta e avanza. Qualche volta l'amo, invece di farlo spuntare dalla punta del salsicciotto, lo faccio uscire prima per occultare meglio l'amo. Comunque nessuno vieta di utilizzare il doppio amo.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Si alex questo lo avevo capito, loro non la aprono la sarda quindi non possono inserire un flotter interno. Quello che volevo dire è che risulta efficace anche in questo modo mentre in teoria sarebbe meglio l'esca che fluttua(quindi flotterata)per la corrente. Come ha scritto Davide nel suo topic questo è l'innesco ideale per il grongo che magari "strisciando" tra i sassi riesce a vedere l'esca . Non conosco bene le abitudini della spigola ma forse questo innesco è migliore su fondali sabbiosi dove l'esca risulta più visibile., su fondali misti con alghe ad esempio è facile che l'esca trovi una posizione nascosta(almeno credo). Vorrei sapere cosa ne pensate....
Una volta ho visto visto catturare una spigola con un sardina innescata su doppio amo e uno spezzone di circa un metro di solo cavetto d'acciaio. Non esistono delle regole empiriche sulla migliore presentazione della sardina. Secondo me bisogna provarle tutte.


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #21 il: Dicembre 09, 2008, 13:10:54

Voglio proporre un'altra soluzione sull'innesco della sardina.
Non l'ho inventata io, esiste da più di 20 anni e la propongo in questo topic solo per ampliare l'argomento che è molto importante per chi si avvicina per la prima volta a questa esca, visto che nessun altro l'ha ancora fatto.
La sardina, per quanto freschissima, è un'esca molto friabile da usare con il lancio, fatta eccezione per la coda (metodo esposto da te) e per la testa. Anche innescata intera subisce delle alterazioni durante il lancio, col rischio che si sfili o si sfilacci.
Un altra soluzione è quindi quella di legare un trancio di sardina col filo elastico.

Operatività
Con una lama affilatissima si tagliano la coda e la testa, che andranno messe da parte per innescarle col metodo da te descritto. La parte centrale va quindi tagliata in due nel senso della lunghezza, passando la lama rasente la lisca, che va poi asportata aiutandosi sempre con la lama. Anche le interiora vanno asportate, ma non buttate via.
Adesso bisogna valutare la grandezza del boccone che vogliamo fare: per un boccone grosso usiamo un'intera metà della sardina, per un boccone piccolo tagliamo ancora in due questa metà.
Aiutandoci con un ferro sottile (tipo l'ago infila vermi, ma molto più rigido), avvolgiamo la trancia (grande o piccola) lungo il gambo dell'amo e la parte finale del bracciolo legato all'amo e assicuriamo l'esca con numerosi giri di filo elastico, sino a a fargli acquistare la forma di un grosso sigaro. Adesso sul "sigaro" spargiamo le interiora e fissiamole ad esso sempre col filo elastico: anche se durante il lancio alcuni pezzetti si staccheranno, la maggior parte rimarrà attaccata  e fungerà da eccezionale richiamo olfattivo. Sfiliamo quindi il ferro e tiriamo il bracciolo sino a far coincidere la curva dell'amo con l'esca, facendo in modo che la punta dell'amo resti comunque libera e non incassata dentro l'esca.

Accorgimenti
Se vogliamo rendere fluttuante il boccone, abbiamo due metodi:
- prima della legatura col filo elastico, inseriamo un pezzo di polistirolo a forma di sigaretta (*) sotto la trancia, in modo che la "sigaretta" rimanga ben racchiusa dentro il "sigaro" durante la legatura. Facciamo in modo che rimanga invisibile.
       oppure
- infiliamo uno zatterino nel bracciolo a circa due terzi della sua lunghezza.

Secondo una teoria (non so quanto valida) la trancia deve presentare la pelle all'esterno, in modo che "luccicando" effettui un richiamo visivo per attirare il pesce.
Personalmente preferisco il richiamo olfattivo, per cui avvolgo la trancia con la polpa all'esterno in modo che sprigioni più facilmente i suoi umori oleosi.

Su YouTube esistono numerosi filmati su questo metodo di innesco.

(*) Se non volete creare appositamente la "sigaretta", nei negozi di pesca trovate appositi spezzoni di polistirolo da 1 mt che vi sarà sufficiente ritagliare alla giusta lunghezza. Se la "sigaretta" viene prima infilata direttamente nel bracciolo e sul gambo dell'amo, il risultato finale sarà molto migliore.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


busman

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 147
  • Chi va piano...stà sano..e va lontano..
Risposta #22 il: Gennaio 04, 2009, 12:16:48
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Nicola, complimenti per il topic, che a mio avviso, si presenta completo e dettagliato..quindi utilissimo per gli amici e i colleghi che frequentano il forum.

Pescando dalla spiaggia, in tutte le situazioni di mare, sua maestà la spigola non ha mai bussato alle mie canne..in presenza della sarda. Tuttavia, con mare in scaduta, d'inverno, saraghi di tutto rispetto e grossi gronghi sono caduti su salsicciotti di sarda rivoltata e imbottita con due ami in serie, 9191 BLN Reflex Tecnofish, n. 4 e una striscia di avvolgilenza in sughero, su long arm in nylon FENDREEL 0,25.

Pescando nel porto, la situazione cambia notevolmente. Infatti la nostra sarda fresca, risulta l'esca più catturante per le spigole stanziali di taglia. Due anni fa, un anziano pescatore, incontrato nel porto di VV Marina durante una pescata in notturna, mi ha spiegato che al rientro dei pescherecci, le spigole che vivono nel porto sono facilmente insidiabili con sardine fresche perchè, giornalmente, si nutrono di questo pesce...che viene buttato in acqua dai pescatori..perchè schiacciato o sottotaglia, quindi non vendibile. Il giorno dopo ho verificato, aspettando e successivamente lanciando la mia insidia nella scia dell'ultimo peschereccio in entrata nel porto.
Utilizzando il classico piombo scorrevole da 75 gr. e un terminale, lungo 2 metri, in fluorocarbon BERKLEY Vanish 0,28  ha abboccato una spigola di 4 Kg su una sarda intera di medie dimensioni, innescata su amo Aberdeen VMC n. 4. La spigola si è presentata sull'esca esattamente un'ora dopo il rientro di tutti i pescherecci.


Ciao Ragazzi! Complimenti davvero per il post. Veramente interessante.
Adesso però avrei una domanda da rivolgere a tutti voi che avete una certa esperienza,
vi dico subito che io non ho mai fatto questo tipo d'innesco, perchè dove pesco io, nel porto di
Marina di Ravenna (RA), si pesca prevalentemente a fondo con tutti i "vermi" possibili, ma non ho mai visto
pescatori innescare esche da surf. Da qui la mia completa ignoranza in materia!
Le spigole quì si catturano dall'imbrunire all'alba sucessiva con la tecnica del gamberetto vivo, montato
su un galleggiante scorrevole da 20 gr con circa 7 mt di profondità.
Questo per sfiorare i grandi massi messi in profondità in supporto al molo lungo circa 3 km,
Con questo sistema vedo catturare spigole di tutto rispetto.
Allora vi chiedo:
se innescassi una sardina o un'altra esca, secondo voi, avrei qualche possibilità di catturare una spigola?
Premetto però che il porto è molto largo, circa 6-7 cento mt, e i pescarecci girano in mezzo perciò
non credo siano pasturate con gli scarti pescando a 40-50 mt.
Voi mi dareste un consiglio?
Spero di essere stato abbastanza chiaro nella spiegazione, perchè io non ho la possibilità di pescare
in spiagge dove il fondale è poco avanti a noi.....
Io ho solo il porto.....e una spiaggia che degrada dolcemente, per darvi un'idea, a circa 100 mt ci sono
poco più di 2 mt.
Non è il massimo vero?
Ringrazio in anticipo tutti i ragazzi che volessero esprimere la loro opinione in merito!
Grazie


.....Venite a fare un giro.......


devilinux

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Insisti, Resisti e Conquisti!
Risposta #23 il: Gennaio 04, 2009, 13:04:36
Bel topic, è da un pò che voglio andare a pesca con la sarda. Guardando questo post credo proprio che userò il primo metodo postato da Davide. Per renderlo più puzzolente va bene se immerso prima del lancio nell'olio di sarda?


blackshark

  • -Member-
  • *
  • Post: 16
Risposta #24 il: Gennaio 04, 2009, 16:30:42
salve,volevo dire la mia riguardo la sarda.....in poche parole,pratico molto la pesca a serra,spigole e predatori varii e devo dire(questo per quanto mi riguarda)ho avuto piu successi con la sarda che molte volte col vivo ora non so se è solo un caso mio....però ho provato entrambe le tecniche(sarda e teleferica)in tutti i posti di cui frequento(porto roccella,pontile siderno,spiaggia sotto hotel president siderno)e appunto la sarda ha sempre catturato di più rispetto ad aguglie,mormore di piccola taglia e cefalotti....quindi   ;Dla sarda.....

ah dimenticavo e scusatemi...io la sarda la innesco come mostra la prima innescatura quela più facile....solo che al posto di tagliarla piu o meno a metà,taglio solo la testa e devo dire e questo l ho verificato a riva che a seconda delle correnti la sarda effettua un movimento quasi naturale come...per esempio se vi gettate in mare con la maschera notate che molti pesci stazionano sul fondo però muovendo giustamente il corpo...ecco provate anke voi la sarda sembrerà uno di quei piccoli pescetti che aspettano solo di essere presi d assalto dai predatori......
il pesce attacca......quando meno te lo aspetti......!!!!!!


devilinux

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 457
  • Insisti, Resisti e Conquisti!
Risposta #25 il: Gennaio 04, 2009, 17:27:01
Quindi tu tagliavi solo la testa, non la tagliavi a metà ?


blackshark

  • -Member-
  • *
  • Post: 16
Risposta #26 il: Gennaio 10, 2009, 10:41:00
si devilinux.........tolgo la testa e innesco la sarda come mostrano le figure.....e in più non metto molto filo elastico,in tutto il corpo faccio al massimo 10 giri.....e poi se si fa un pò di attenzione la puoi lanciare tranquillamente senza che il piombo voli da una parte e l esca dalla altra.......
il pesce attacca......quando meno te lo aspetti......!!!!!!


Marco1993

  • ^Member^
  • *
  • Post: 71
Risposta #27 il: Gennaio 21, 2009, 17:15:58
Oi...un consiglio...
quando si innesca la sarda non è necessario piegare l'ago per innescare i vermi che essendo fino si rovinerà...ci sono degli aghi apposta erti con un gancetto alla fine ideale per l'innesco della sarda.


nicovenezia

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 178
Risposta #28 il: Agosto 28, 2009, 13:20:27
Per Ici, usa ilsitema di pesca teleferica che in questo sito è tratto in modo approfondito. Vedrai che la sardina rimmarra intera. Ciao
Non disperare primao poi qualcosa prenderai.


vincearchery

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 501
  • NEL MARE GROSSO, SI PIGLIANO I PESCI GROSSI..
Risposta #29 il: Agosto 28, 2009, 14:42:51
salve.. non so se qualcuno ha già proposto questo tipo d'innesco, sinceramente non ho letto dall'inizio..
Intanto vi dico il metodo che uso e che risulta molto funzionale:
Preparo uno spezzone di cavetto d'acciaio di circa 30cm, dove andrò a collocare un amo del 2\0 in punta
ed uno del 3\0 scorrevole. sfiletto la sarda entrambe i lati ed insieme ad una striscia (della misura di
mm5x5x 2cm in meno della lunghezza dei filetti) di foan o gommapiuma o polistirolo, li lego con del filo elastico
 tutti insieme, nascondendo all'interno lo zatterino ed accertandomi che la (se si può chiamare così) la carne
della sarda, rimanga entrambe i i lati all'esterno.. Così facendo, come tutti sappiamo, i grassi che sprigiona
la carne della sarda, sono subito a contatto con l'acqua, pronte a seguire qualunque scia.
lo zatterino, viene messo, per far si che l'esca galleggi leggermente, visto che la spigola, data la sua natura
di cacciatrice, non grufola sui fondali, ed oltre tutto, se il lancio in condizioni di mare grosso, si limita ad
essere fatto in prossimità della schiuma, il nostro innesco verrà scambiato per un pesce in difficoltà, i più ricercati della nostra cara preda..
spero di esservi stato utile, a me funziona sempre..
NON IMPORTA CHE TIPO DI PESCA FAI.. L'IMPORTANTE E' POTER RACCONTARE DI AVERLO FATTO..


vincearchery

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 501
  • NEL MARE GROSSO, SI PIGLIANO I PESCI GROSSI..
Risposta #30 il: Agosto 28, 2009, 14:45:37
chiedo scusa ad oltremare, tornando indietro ho visto che aveva già postato anche le foto.. pardon..
NON IMPORTA CHE TIPO DI PESCA FAI.. L'IMPORTANTE E' POTER RACCONTARE DI AVERLO FATTO..


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #31 il: Ottobre 19, 2009, 17:18:37
Volevo dare un consiglio, magari non sull'innesco ma sugli strumenti per la preparazione e in particolare sul coltello! Infatti se questo è poco affilato e/o troppo grande si può andare incontro a rovinare la sardina stessa. Il mio consiglio e di usare i bisturi usa e getta che vendono in farmacia, o magari se avete qualche conoscente, amico o familiare che faccia infermiere o medico ve lo possono procurare facilmente! Presenta un manico più o meno abbondante e una lama lunga circa 4-5 cm sottile e naturalmente affilatissima! A parer mio perfetta!
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


sampey95

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 220
Risposta #32 il: Ottobre 19, 2009, 18:17:31
 ;D quoto perche se la sarda non e tanto fresca si rischia di rovinarla co un coltello normale addirittura il bisturi no magari un cutter o un buon coltello
manu :) pesci non ne prendi se non hai il coraggio di lanciare dove sono


vincearchery

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 501
  • NEL MARE GROSSO, SI PIGLIANO I PESCI GROSSI..
Risposta #33 il: Ottobre 19, 2009, 22:21:46
Comunque in un negozio attrezzato, vendono proprio il coltello per sfilettare, io l'ho preso e funziona da dio, sfiletti il pesce ch'è uno spettacolo, se non ricordo male è della benkley e costa intorno alle € 5,00.. tra l'altro è fatto apposta per i pescatori, è a serramanico per cui lo puoi chiudere e metterlo tranquillamente in borsa.
NON IMPORTA CHE TIPO DI PESCA FAI.. L'IMPORTANTE E' POTER RACCONTARE DI AVERLO FATTO..


busman

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 147
  • Chi va piano...stà sano..e va lontano..
Risposta #34 il: Ottobre 19, 2009, 23:21:12
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Comunque in un negozio attrezzato, vendono proprio il coltello per sfilettare, io l'ho preso e funziona da dio, sfiletti il pesce ch'è uno spettacolo, se non ricordo male è della benkley e costa intorno alle € 5,00.. tra l'altro è fatto apposta per i pescatori, è a serramanico per cui lo puoi chiudere e metterlo tranquillamente in borsa.

Anche a me servirebbe un coltello..

Non è che avresti una foto da postare, così saprei cosa comprare

Ciao

.....Venite a fare un giro.......


vincearchery

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 501
  • NEL MARE GROSSO, SI PIGLIANO I PESCI GROSSI..
Risposta #35 il: Ottobre 20, 2009, 19:57:23
ciao.. il coltello è questo in foto, non mi sbagliavo, è della benkley.
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE][IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/img30/3373/20102009480.jpg
NON IMPORTA CHE TIPO DI PESCA FAI.. L'IMPORTANTE E' POTER RACCONTARE DI AVERLO FATTO..


rock fish

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 480
Risposta #36 il: Ottobre 20, 2009, 20:26:50
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
salve,volevo dire la mia riguardo la sarda.....in poche parole,pratico molto la pesca a serra,spigole e predatori varii e devo dire(questo per quanto mi riguarda)ho avuto piu successi con la sarda che molte volte col vivo ora non so se è solo un caso mio....però ho provato entrambe le tecniche(sarda e teleferica)in tutti i posti di cui frequento(porto roccella,pontile siderno,spiaggia sotto hotel president siderno)e appunto la sarda ha sempre catturato di più rispetto ad aguglie,mormore di piccola taglia e cefalotti....quindi   ;Dla sarda.....

ah dimenticavo e scusatemi...io la sarda la innesco come mostra la prima innescatura quela più facile....solo che al posto di tagliarla piu o meno a metà,taglio solo la testa e devo dire e questo l ho verificato a riva che a seconda delle correnti la sarda effettua un movimento quasi naturale come...per esempio se vi gettate in mare con la maschera notate che molti pesci stazionano sul fondo però muovendo giustamente il corpo...ecco provate anke voi la sarda sembrerà uno di quei piccoli pescetti che aspettano solo di essere presi d assalto dai predatori......

quoto in pieno  ;D credo che ogni posto abbia un tipo di pesca più redditizio..però anch'io le più grandi soddisfazioni(gronghi,murene,polipi,sfoderi,cefali,serra,spigole) le ho avute (fino ad ora) pescando a fondo con la sarda che col vivo o a spinning o coi vermi,pescando semplicemente col cavetto e innescando la sarda...o tagliando solo la testa,oppure intera con l amo in coda (per me il miglior innesco),per l innesco consiglio l ago...si innesca meglio ci si sporca di meno e si innesca più velocemente(e quando si becca una passa viene molto utile)..poi e chiaro che l "esca" migliore dipende dai posti dove si pesca....


marcovet

  • ^Member^
  • *
  • Post: 32
Risposta #37 il: Novembre 11, 2009, 16:16:38
io innesco il filetto di sarda,col flotter dentro,il tutto legato con del filo elastico...e mi trovo bene...innescandola a metà senza aprirla ci vorrà sicuramente un cavetto d'acciao credo...


tecnology

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 213
  • spinning
Risposta #38 il: Luglio 31, 2010, 10:28:52
scusate la domanda....

ma in che periodo si può pescare il pesce serra, spigola, cefali?


rock fish

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 480
Risposta #39 il: Novembre 16, 2010, 06:13:49
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...innescandola a metà senza aprirla ci vorrà sicuramente un cavetto d'acciao credo...

no puoi usare anche un normale nylon.....








Link sponsorizzati