ELEMENTI DI LANCIO (da pesca)

This is a discussion for the topic ELEMENTI DI LANCIO (da pesca) il the board SURFCASTING.

Autore Topic: ELEMENTI DI LANCIO (da pesca)  (Letto 22744 volte)

OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #20 il: Febbraio 10, 2009, 08:47:56
Su YuoTube qualche filmato c'è anche se la maggior parte sono eseguiti proprio male e non si vede bene la posizione del piombo.
Per vedere quello che secondo me merita di più digita "Easy cast - Unicast" nella funzione cerca.
Ciao


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #21 il: Febbraio 21, 2009, 12:56:50
Ciao ragazzi,
eccoci arrivati all’ultimo appuntamento di questo percorso riservato ai lanci da pesca: il “ground cast”
Dico ultimo in quanto addentrarsi nel mondo del lancio pendolare è impresa assai ardua e poi, onestamente, non sarei un buon consigliere visto che le mie cognizioni tecniche sono ferme a diverso tempo fa.
Piccola doverosa premessa anche in questo caso: questo è un tentativo di illustrare la mia esecuzione personale del ground quindi con tutti i limiti soggettivi della mia persona e quelli oggettivi di una descrizione verbale. Ricordo che è un’interpretazione del lancio con un occhio di particolare riguardo alla pesca e quindi privo di talune esasperazioni tipiche dei campi di lancio.
Invito tutti ad adoperare attrezzi adeguati o quantomeno robusti ed affidabili evitando l’uso di canne telescopiche. A mio modo di vedere il termine “ground leggero” che spesse volte sentiamo non ha alcun valore. Non ha senso eseguire un lancio che richiede certe caratteristiche se poi lo priviamo dei requisiti fondamentali. Se non abbiamo bisogno di raggiungere distanze più elevate o dobbiamo andare con i guanti di velluto, utilizziamo altri lanci più semplici che ci permettano pari o maggiori distanze di un ground annacquato.
Bene, posizioniamoci adesso sulla spiaggia e disegniamo il nostro orologio per terra (ricordate?). Se ci può aiutare disegniamolo davvero segnando con la scarpa o un pezzo di legno le linee che rappresenteranno le ore 12, le 15, le 17 e le 18. Sono queste le ore che personalmente prendo come riferimento, posto che le ore 18 rappresentano il mare, cioè la direzione in cui andremo a lanciare.
La posizione iniziale ci vedrà con la schiena rivolta verso ore 18.
Le gambe saranno leggermente divaricate, con il piede destro leggermente in avanti rispetto all’altro. Inclineremo il nostro corpo verso destra in modo da caricare tutto il suo peso sulla corrispondente gamba.
Le braccia saranno ben distese davanti a noi con solo quello destro impercettibilmente piegato.
Allunghiamo il drop a 200/250 cm ( in sostanza il piombo dovrà essere a circa 30 cm. sopra la nostra mano destra.
Posizioniamo il piombo ad ore 17 e tendiamo lo shock leader facendo in modo che la punta della canna si posizioni ad ore 15
La canna dovrà essere distante dal nostro corpo e mai dovremo avvicinarla durante l’esecuzione del lancio. Il pugno dalla mano sinistra, dovrà trovarsi sopra la nostra testa, in corrispondenza circa della tempia destra. La mano destra sarà all’incirca all’altezza del nostro fianco destro. Il puntalino della canna dovrà essere a circa 10 cm. dalla sabbia e rimanere a tale distanza durante tutta la rotazione successiva. Non preoccupatevi se andrà a strisciare nella sabbia, non è un problema se non ci sono pietre.
A questo punto inizia la fase di rotazione: quella che di fatto va a caricare l’attrezzo.
Tenendo sempre le braccia immobili nella posizione iniziale cominciamo a ruotare la testa verso ore 18 e ad inquadrare un punto alto in cielo nella direzione in cui dovremo lanciare. Mi raccomando, non guardate il mare o l’orizzonte ma solo il cielo. Il busto, di conseguenza tenderà a ruotare verso sinistra: è questa la fase più delicata perché entrano simultaneamente in gioco diversi meccanismi che, per pura e semplice comodità descrittiva, andremo a vedere singolarmente.
Cominciamo a ruotare il busto verso ore 18 ma cercando di lasciare braccia e canna sempre in posizione iniziale.
Alla rotazione del busto deve corrispondere un identico movimento della gamba sinistra. In sostanza solleviamo il piede sinistro di qualche centimetro e facciamo descrivere alla gamba ¾ di cerchio verso la direzione di lancio facendo appoggio sull’atro piede. A conclusione di questa fase, si sarà invertita la posizione di partenza: ci ritroveremo con il peso del corpo che va man mano a scaricarsi sulla gamba sinistra, il busto orientato verso il mare e le due gambe che si sono alternate ed il piede sinistro leggermente in avanti rispetto al destro.
Nel momento in cui busto e braccia hanno quasi completato la rotazione interviene il sincronismo delle braccia. Esse dovranno cominciare a roteare verso la direzione di lancio, sempre ben distanti dal corpo. La cima della canna, sempre a circa 10 cm. dal terreno comincerà a percorrere il quadrante dell’orologio in modo antiorario. Questa rotazione dovrà essere effettuata molto lentamente, quasi al rallentatore. Quando la cima della canna sarà arrivata in corrispondenza di ore 12 è il momento di chiudere il lancio, e a questo punto passeremo dal ralenty  allo speed. Cominceremo a catapultare l’attrezzo verso l’alto con l’azione di push & pull che abbiamo già visto imprimendo tutta la nostra forza: spingeremo con vigore la canna in avanti con la mano destra e contemporaneamente tireremo con violenza il calcio verso il nostro petto, bloccando la canna quando la mano destra sarà ad altezza degli occhi. Ricordiamoci che durante la chiusura la canna non dovrà passare sopra la spalla destra ma all’esterno di questa per non strozzare il lancio.
Uff! credetemi, ho fatto fatica a descrivere le fasi di questo lancio ma spero di essere riuscito a darvi un’infarinatura.
Quello che risulta più critico è il coordinamento delle tre azioni durante la fase di caricamento del lancio. La cosa più difficile da realizzare è quella di far partire la rotazione di canna e braccia con una frazione di ritardo rispetto alla rotazione del busto e delle gambe.
Inizialmente vi sentirete “trascinati” da questa forza e magari avvertirete qualche scricchiolio o dolorino alla schiena ma vedrete che con l’allenamento, quello che all’inizio può sembrare la composizione di più inquadrature, diventerà un unico fotogramma.
I punti da tener fermi nella mente, perché poco naturali, sono: il tenere sempre braccia distese e canna distante dal corpo, la rotazione dell’attrezzo da effettuare al rallentatore, ed il punto da inquadrare quando si gira la testa verso il mare che dovrà essere alto nel cielo.
Vi invito comunque a visualizzare i filmati di ground presenti in gran numero su YouTube, scegliendo preferibilmente fra quelli eseguiti dagli atleti più famosi.
Alla prossima


vincenzo92

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 367
  • M.M. Semper Fidelis
Risposta #22 il: Febbraio 22, 2009, 16:30:00
be come sempre ottimo report ùùooiuuy ;D
il cuoco copre i suoi errori con la maionese,  l'avvocato con le parole, il medico con la terra.

pescare e un arte, non una gara a chi piglia piu pesci


Doctor

  • ^Member^
  • *
  • Post: 76
Risposta #23 il: Ottobre 01, 2009, 19:53:04
Ciao,
Ho seguito le indicazioni per il lancio di oltremare, il problema non so dove sia, pesco con una canna in carbonio da 4 metri telescopica con azione semiparabolica, azione 120-170 grammi, piombo da 100 a goccia filo in canna del 35 normale, mulinello con testa grande, la marca in italia non si vende comunque è KETTNER, il mulinello ha 12 anni almeno e ha 6 cuscinetti, tipo un 6000 odierno ti grandezza, non vado più lontano di 60 metri...
Dimenticavo alla canna quest'anno ho messo anelli in sic nuovi
dove è l'errore maggiore nel diametro del filo?
peso troppo basso?

spero di aver fatto bene a postare qui
 ciao
Rispettiamo la natura, non lasciamo neanche un filo sul posto di pesca.......


OLTREMARE

  • Visitatore
Risposta #24 il: Ottobre 02, 2009, 08:21:48
Ciao Giuseppe
specifica la marca ed il tipo di canna. Certo è che di quella misura (4 metri) non ne esistono molte in commercio. Come sempre sostengo che la distanza sia migliorabile con l'attrezzatura e la tecnica. Personalmente di quella misura e range di potenza ho una coppia di Artico Falcone Sea e ti posso dire che sono abbastanza nervosette. Una telescopica di 420/430 cm. agevola sicuramente il lancio. Il filo in bobina è sicuramente di diametro elevato se ti dedichi alla pesca a fondo con mare calmo o poco mosso. Prova ad imbobinare con uno 0.25 aggiungendo uno shock dello 0.50. Aumenta anche il piombo a 120gr. Non conosco nemmeno il mulinello ma, anche se datato, spero che sia a bobina conica, caratteristica che ti regala qualche metrino in più. Rispetto a quello che hai detto nella tua presentazione non condivido il fatto che l'adriatico sia avaro o almeno, lo è come alcune zone del tirreno. Nel periodo buono e in condizioni di surfcasting mi risulta che regali belle e numerose spigole, senza dover arrivare a distanze impossibili.
Ciao


Doctor

  • ^Member^
  • *
  • Post: 76
Risposta #25 il: Ottobre 02, 2009, 16:43:05
Ciao
La canna è Kettner, shina power 400, in carbonio, ha 12 anni come il mulinello, quando l'ho comprata in a Budapest era una canna di elite, anche il negozio era di elite, la pagai 50mila lire (cambiate in forint, la loro moneta, e li 50mila lire erano tanti soldini...
Ho povato ieri a mettere un 0.30 che avevo sulla seconda bobina e uno spezzone di 0.45 per teminale, qualche metro in più penso di averlo fatto ma era notte quindi bo, chissa dove è caduto il pimbo fatto sta che almeno non ho fatto cappotto, il mare era calmo, e ho preso tre pesci, due momore, una decente e una più piccolina, e un orata piccola. La montatura usata e quella genovese postata da un attivista del forum.
Provo stasera a cambiare il filo metto uno 0.26/28 in base a quello che trovo in negozio.
L'altra canna che sto usando è una olympus inglese telescopica pesante, azione 30/90 la sto usando con 75 grammi e montatura paternoster con una trave... lancio bene ma ho paura di rovinarla pescando a fondo dalla riva.
Una domanda ho visto un video in cui dicevano che la canna da lancio durate le fasi di gittata non deve fischiare se fischia vuol dire che è scarica, nel senso che non si sfutta la sua potenzialità.
Ieri sera ci ho fatto caso, la Shina in effetti fischia, mentre l'olympus no.... e mi sono detto forse il tipo del video non ha tutti i torti. Che ne pensate?
Rispettiamo la natura, non lasciamo neanche un filo sul posto di pesca.......


taurus71

  • ^Member^
  • *
  • Post: 55
Risposta #26 il: Ottobre 02, 2009, 22:51:45
Ciao Oltremare, mi sono iscritto da poco in questo sito, complimenti x i tuoi post,  mi aiutano molto sul surf, una tecnica in cui mi sto cimentando pian pianino da qualche anno, cacchio quante cose che non conosco (come questi ultimi post su canne ripartita :-( ) ho visto sul tuo profilo che sei ligure ed io vengo spesso dalle tue parti in azione dato che ho la ragazza a varazze (cioè tutti i we). Ormai sei la mia Rock Star del surf e  tutte le volte che mi trovo a pesca chiedo tra i pescatori che incontro se cè un oltremare, eh eh. un saluto e spero di incontrarti di persona x farti i complimenti
taurus


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #27 il: Marzo 04, 2010, 22:13:22
Esistono dei metodi e degli accorgimenti per caricare il più possibile la canna durante l'esecuzione di un Above?
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6152
Risposta #28 il: Marzo 05, 2010, 08:38:03
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Esistono dei metodi e degli accorgimenti per caricare il più possibile la canna durante l'esecuzione di un Above?
L'above è un lancio abbastanza statico che consente pochi margini di miglioramento oltre alla prestanza fisica. Se rileggi il post di apertura di questo topic vedrai che avevo dato alcuni consigli in merito. Quello che reputo più performante è l'allungamento del drop e l'esecuzione del lancio piombo a terra. Il drop funge da leva durante il lancio e quindi se è lungo (dai 150 cm. in su) ci consentirà distanze maggiori. Inizialmente magari ci sarà qualche problema di precisione ma con la pratica si sopperirà a questo. Il tutto ovviamente supportato da una perfetta coordinazione fra l'azione di spinta del braccio destro e quella di tiro del sinistro. Volendosi spingere oltre potresti posizionare il piombo proprio dietro i talloni ma occorre cautela in quanto con questo lancio non si avverte il peso del piombo e si rischia di spaccare il cimino.
Ciao
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


riottoli

  • Visitatore
Risposta #29 il: Marzo 05, 2010, 12:25:49
Prova con piombo a terra e all'unga il drop,poi se vedi che la canna non ti si carica allora cambia in side,però se hai una canna per dire "leggerina"non penso che dovresti salire più di tanto con il drop,rischi di caricarla un pò di troppo;e poi sia la canna che il tipo di lancio non ti darebbero più di tanto in termini di distanza,poi entra in gioco anche la forza del singolo perchè non essendo tecnici si basano su questo e quindi ti va a incidere sulla lunghezza del drop così come la lunghezza della canna,ho scritto per bene?


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6152
Risposta #30 il: Marzo 05, 2010, 12:41:27
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Esistono dei metodi e degli accorgimenti per caricare il più possibile la canna durante l'esecuzione di un Above?
L'above è un lancio abbastanza statico che consente pochi margini di miglioramento oltre alla prestanza fisica. Se rileggi il post di apertura di questo topic vedrai che avevo dato alcuni consigli in merito. Quello che reputo più performante è l'allungamento del drop e l'esecuzione del lancio piombo a terra. Il drop funge da leva durante il lancio e quindi se è lungo (dai 150 cm. in su) ci consentirà distanze maggiori. Inizialmente magari ci sarà qualche problema di precisione ma con la pratica si sopperirà a questo. Il tutto ovviamente supportato da una perfetta coordinazione fra l'azione di spinta del braccio destro e quella di tiro del sinistro. Volendosi spingere oltre potresti posizionare il piombo proprio dietro i talloni ma occorre cautela in quanto con questo lancio non si avverte il peso del piombo e si rischia di spaccare il cimino.
Ciao

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prova con piombo a terra e all'unga il drop,poi se vedi che la canna non ti si carica allora cambia in side,però se hai una canna per dire "leggerina"non penso che dovresti salire più di tanto con il drop,rischi di caricarla un pò di troppo;e poi sia la canna che il tipo di lancio non ti darebbero più di tanto in termini di distanza,poi entra in gioco anche la forza del singolo perchè non essendo tecnici si basano su questo e quindi ti va a incidere sulla lunghezza del drop così come la lunghezza della canna,ho scritto per bene?


Grazie per la traduzione Riottoli, ma non mi sembrava di aver scritto in cinese  ;D ;D
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


riottoli

  • Visitatore
Risposta #31 il: Marzo 05, 2010, 14:13:51
qualcosina in più ce l'ho messa,scusa ma non ti voglio passa avanti per carità,impossibile per me.


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #32 il: Marzo 05, 2010, 17:01:25
Grazie mille per le utilissime iformazioi!! ;D
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6152
Risposta #33 il: Marzo 06, 2010, 08:49:59
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
qualcosina in più ce l'ho messa,scusa ma non ti voglio passa avanti per carità,impossibile per me.
Ovviamente non c'è nessuna polemica da parte mia (ho messo ben due faccine). Non si tratta di scavalcare ma personalmente non intervengo per ripetere pari pari le stesse cose che ha già detto un altro utente.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


riottoli

  • Visitatore
Risposta #34 il: Marzo 06, 2010, 09:17:02
volevo vede se avevo capito bene no? x;D ;D


Dunkan

  • ^Member^
  • *
  • Post: 27
Risposta #35 il: Marzo 21, 2010, 16:47:45
Salve a tutti, innanzitutto volevo fare i complimenti ad oltremare per i bei post pubblicati, vi espongo subito il mio problema sperando di essere comprensibile.
In pratica provando il lancio ground, la maggior parte delle volte mando il piombo basso a sinistra come se lo sparassi a 3-4 metri da terra, inutile dirvi che il lancio non supera i 40 metri rovinando spesso l'esca per l'impatto con l'acqua.
Dalla violenza con cui parte il piombo credo che la canna  si carichi abbastanza quindi il problema della scarsa distanza dovrebbe essere  nella chiusura del lancio o forse nella rotazione della canna stessa troppo sopra la spalla destra, vi chiedo qualche consiglio su come corrergermi dato che non conosco nessuno che possa farlo di persona, i pescatori della zona si stupiscono dei strani movimenti che cerco di fare nel lacio  ;D soprattutto per i risultati.....
Dimenticavo lancio con una greys grx con fisso daiwa exceler 5000 con 0.25 in bobina e 0.50 come shock con piombi di solito da  100gr per cercare di curare il movimento, forse è meglio imparare subito con un 125?



A presto Dunkan


Saragone

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 898
Risposta #36 il: Marzo 21, 2010, 18:48:49
Credo che il tuo problema sia dovuto ad una mancata impostazione di base,che è fondamentale...
Quando lanci,devi guardare alto e staccare alto,lo sguardo ti farà da mirino...
Per il fatto che te ne vai tutto a sinistra,può dipendere da mille fattori,che solo se ti filmi e le posti ti possiamo aiutare a correggere...
E' meglio un ottimo  pescatore con una pessima canna in mano,che una ottima canna in mano ad un pessimo pescatore...

Meno seghe mentali e PIU' PESCA!


^DRAYCON^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2346
  • L'elemento fondamentale della pesca?Birra e panini
Risposta #37 il: Marzo 21, 2010, 20:14:56
Bisognerebbe vedere di persona i movimenti che fai.. Comunque dalla descrizione da te fatta è un classico problema di quando il drop viene rilasciato troppo tardi! Per la cronaca:
- Se si rilascia in anticipo il drop va alto e verso destra;
- Se si rilascia in ritardo il drop va in basso e a sinistra.
Questo potrebbe essere il problema, e sottolineo potrebbe perchè bisognerebbe vedere il tutto.. Magari sbagli anche qualcos'altro o tutt'altro..
Vivo la vita a un'uscita di pesca alla volta! Non mi importa ne dove, ne quando, ne come! A ogni uscita di pesca, sono un'uomo libero!


Dunkan

  • ^Member^
  • *
  • Post: 27
Risposta #38 il: Marzo 21, 2010, 23:36:04
Per quanto riguarda lo sguardo a volte mi rendo conto da solo di guardare troppo in basso rilasciando tardi il filo, senza dubbio riproverò alla prossima uscita "mirando" più in alto.
Per quel che riguarda la direzione verso sinistra credo sia un problema nella rotazione della canna, cerco di spiegarmi meglio, finita la fase in cui carico la canna (ore 12 del quadrante) cerco di raddrizzarla  velocemente come se cercasssi di chiudere con un above il lancio, leggendo con più attenzione i post precedenti mi è sembrato però di capire che il lancio va chiuso come un side quindi continuando a far ruotare la canna e progressivamente alzandola.
Potrebbe essere che alzandola troppo in fretta l'inerzia del piombo in rotazione lo spinga  in basso a sinistra appena rilasciato?

Un saluto Dunkan


Saragone

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 898
Risposta #39 il: Marzo 21, 2010, 23:41:34
La chiusura col push/pull inizia a ore 7 di quadrante,e cioè esattamente quando ti inizi a trovare il sinistro davanti agli occhi in fase finale di rotazione...
E' meglio un ottimo  pescatore con una pessima canna in mano,che una ottima canna in mano ad un pessimo pescatore...

Meno seghe mentali e PIU' PESCA!


Link sponsorizzati

Tags: