Re: Terminali e montature da surf casting, (come realizzarli e quando utilizz.)

This is a discussion for the topic Re: Terminali e montature da surf casting, (come realizzarli e quando utilizz.) il the board SURFCASTING.

Autore Topic: Re: Terminali e montature da surf casting, (come realizzarli e quando utilizz.)  (Letto 126534 volte)

keppia

  • -Member-
  • *
  • Post: 5
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve ragazzi volevo farvi i complimenti per il sito e' molto utile per un neofita come me
Essendo ke nnon e' da tantissimo che pratico questa disciplina volevo sapere una cosa riguardo la costruzione dei terminali da surf
Per la costruzione di un terminale (qualsiasi) voi usate il fluorocarbon solo per i braccioli o per tutto il terminale?
Pongo questa domanda perch? volevo sapere se ci sono vantaggi e svantaggi nel costruire un terminale tutto in fluoro
Spero mi rispondiate e corgo l'occassione per farvi ancora complimenti per il sito
Ciao ragazzi   


ciao sono antonio un nuovo del sito; ;D
ti spiego,dopo infinite prove pratiche ho verificato che utilizzando il fluorocarbon per travi e terminali in modo da ridurre al minimo i grovigli a parità di diametro con il nylon, visto che il fluo ha memoria meccanica quasi pari a zero ;D


toti77

  • ^Member^
  • *
  • Post: 31
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve ragazzi volevo farvi i complimenti per il sito e' molto utile per un neofita come me
Essendo ke nnon e' da tantissimo che pratico questa disciplina volevo sapere una cosa riguardo la costruzione dei terminali da surf
Per la costruzione di un terminale (qualsiasi) voi usate il fluorocarbon solo per i braccioli o per tutto il terminale?
Pongo questa domanda perch? volevo sapere se ci sono vantaggi e svantaggi nel costruire un terminale tutto in fluoro
Spero mi rispondiate e corgo l'occassione per farvi ancora complimenti per il sito
Ciao ragazzi   
Ciao ragazzi l'argomento è oro per tutti noi nofiti,però non avete risposto a questa domanda di 82...... che sinceramente è una domanda che mi ponevo anche io,voi che dite?


sanpei90

  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 810
  • Chi Legge NON cappotta :D
Ognuno di noi si pone questa domanda...Ognuno ha una propria "convinzione",infatti abbiamo trattato questo argomento per scambiarci le nostre idee a riguardo...Ti invito a leggerlo:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Brignoud

  • -Member-
  • *
  • Post: 1


Il long arm si può utilizzare anche con il piombo scorrevole sul filo come in foto:


[/quote]

ciao!
Sono nuovo del forum. Perché non riesco a vedere le foto?

grazie
Elenio


OLTREMARE

  • Visitatore
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Il long arm si può utilizzare anche con il piombo scorrevole sul filo come in foto:



ciao!
Sono nuovo del forum. Perché non riesco a vedere le foto?

grazie
Elenio
[/quote]
Ciao Elenio
Insieme al benvenuto in  ;D ti dò subito tre dritte:
1) vai nell'area apposita per le presentazioni Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
2) prima di rispondere ad una discussione, assicurati che sia piuttosto recente (l'ultimo intervento della presente è di circa 3 mesi fa)
3) il L.A. si può certamente utilizzare con il piombo scorrevole ma nella PAF (pesca a fondo). Questa era una discussione di Surfcasting.
Ciao 


willie

  • ^Member^
  • *
  • Post: 83
  • Guarda le onde e conoscerai il Mare.
Ti do un consiglio: se usi piombi scorrevoli cerca di all'argare il foro del piombo e inserisci all'interno un tubicino di gomma(tipo filo di luce..Io uso quello) dopo inserito metti un goccio di Attak e fissa il tutto,,poi taglia le estremita al pari del piombo,, tra il piombo e il moschettone o girella a secondo cosa usi metti un altro pezzettino di tubicino sempre di luce di circa cm.2.Tutto questo serve che quando il piombo arriva a contatto con l'acqua e a fondo,il foro tende a chiudersi rovinando il filo e delle volte si blocca,cosi facendo il foro del piombo rimane intatto.Il secondo caso, il pezzettino di tubicino serve per preservare l'mpatto che il piombo agisce sulla girella,ul'altra cosa quando fai il nodo nella girella lascia un pezzettino di filo ci circa 3cm e lo fai passare all'interno dei due fori della girella,ricordati che tubicino deve coprire il nodo cosi viene salvaguardato..Nino


ninoemme79

  • ^Member^
  • *
  • Post: 39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

TERMINALE PATER NOSTER

Si tratta di un terminale che si i usa principalmente  con mare mosso.
Per eccellenza questo calalmento è il più antico ed il più efficace in assoluto. Nel corso degli anni inoltre ha subito notevoli variazioni tendenti al miglioramento dello stesso, ma vediamo come si monta:
Tagliamo uno spezzone di 0.40 o 0.50 di circa un mt 1,00-1,20,  per poi inserire su una delle estremità uno "stopper" in gomma, seguito da: una perlina plastificata fluorescente, una girella, ancora una perlina e altro "stopper", a questo insieme di cose si dà il nome tecnico di "Joint" All'estremità va legata una girella del numero 6/8. Stessa cosa si farà dalla parte opposta, con la variante di legare all'estremità un moschettone che servirà per attaccare il piombo.  Ai due joint vanno attaccati i due braccioli lunghi dai 0,25-0,50 centimetri.  Coprite gli ami con esche sostanziose: , americano,  calamaro,  e bibi.
Bisogna però tenere due piccoli accorgimenti:
1) Non montare mai due braccioli  che sommata la lunghezza di entrambi, non siano più lunghi della distanza tra i due Joint, perchè durante il lancio potrebbero aggrovigliarsi tra di loro, se per esempio la distanza tra i due joint è di 60 cm , ed uno dei due braccioli è 65 cm, nn va bene , proprio perchè il bracciolo stesso potrebbe aggrovigliarsi sull'altro bracciolo.

2) Sembrerà paradossale ma questo tipo di terminale trova uso anche in condizioni di mare poco mosso, dove sia io che altri colleghi pescatori abbiamo adoperato dei braccioli lunghi da 0,70-1,00, con risultati più che soddisfacenti, infatti non sono mancate buone mormore e qualche bel saragotto.
l'unico inconveniente che si presentò ma poi subito risolto, era che, con braccioli lunghi sopracitati, dovevo mettere il joint inferiore il più vicino possibile al piombo, causandomi dei continui grovigli dovuti all'azione del piombo durante il recupero, che attorcigliava attorno a sè il bracciolo stesso.
Questo perchè inizialmente il piombo lo agganciavo ad una normalissima girella con moschettone, che durante il recupero, lascia al piombo stesso la libertà di girare in qualsiasi modo.
Provando a sostituire il moschettone con un altro senza girella (Vedere foto), i miglioramenti non si son fatti attendere, proprio perchè è svanito quella specie di moto centrifugo causato da una normalissima girella e moschettone che causava i grovigli.
Da sottolineare inoltre che è fondamentale nel paternoster il tubicino di silicone che fà da distanziale tra il bracciolo e il filo madre evitando sempre continui grovigli.
PROVARE PER CREDERE!!!!!





scusa il tubicino in silicone dove lo trovo? cioè si trova in ferramenta o posso trovarlo nei negozi di pesca? io sono di reggio se mi dai il negozio preciso è meglio...sempre che tu sia di reggio


OLTREMARE

  • Visitatore
I tubicini di silicone, in diversi diametri, li trovi in qualunque negozio di pesca della penisola.


ICIcCI0I

  • -Member-
  • *
  • Post: 23
Salve ragazzi, questa sezione è stata alquanto esaustiva direi però io ho alcuni dubbi! Premetto che fino ad ora ho usato solo ed esclusivamente l'antitagle per il surf e devo dire che non mi sn trovato malissimo però purtroppo il terminale spesso e volentieri si imparrucca sull'antitagle con conseguenti imprecazioni che non sto qui ad elencare!  calabria adesso vorrei cambiare sistema di montatura in quanto sono convinto che con l'utilizzo dell'antitagle, e correggetemi se sbaglio, si ha una perdita considerevole nel lancio, anche per via della poca aereodinamicità del suddetto! A questo punto mi pnevo un'altra domanda... quante volte vi è capitato di avere la più bella mangiata della vostra vita e quando prendete in mano la canna per dare la ferrata vi trovate il piombo incagliato?  ;D bene, a me è capitato molto spesso.. Alchè ho pensato.. Io il piombo lo perderei anche molto volentieri acqua però quanto meno vorrei riuscire a tirare il pesce! Con l'antitagle o comunque con un piombo scorrevole questo è impossibile o quasi! Con l'anti tagle devi avere la speraza che si rompa il moschettone su cui attacchi il piombo, nello scorrevole inserito direttamente nelle trave invece speranze non ce ne sono a questo punto!  ;D Allora questo mi porta a pensare ad una cosa se il terminale fosse posto al di sopra del piombo avrei qualche possibilità in più di ritirare il pesce e perdere comunque il piombo? Secono me si perche comunque bene o male tutti sappiamo che i punti di rottura sono soprattutto sui nodi! essendo il piombo, l'unico elemento attaccato alla trave per mezzo di nodo la risposta sembra semplice però non avendolo mai provato lascia alla vostra discrezione su cosa ne pensiate di questo ragionamento! Ed infine volevo chiedere una cosa! Alla fine della pesca, mettendo il bracciolo armato sulla trava e non indipendente cosa fate? Tagliate la trave o poi gli snodi vengo via tagliando solo il nodo del moschettone sul quale andiamo ad attaccare il nostro piombo? Aspetto notizie! Grazie per l'attenzione e scusate se sono stato troppo prolisso, spero di non avervi annoiato!  ><;D< calabria


OLTREMARE

  • Visitatore
Le soluzioni scorrevoli non sono molto indicate per il surfcasting sia perchè soffrono in termini di gittata sia perchè l'amo in basso va a lavorare troppo sul fondo in condizioni, spesso, di sporco. Il problema dei grovigli purtroppo si mani non solo con l'antitagle ma con tutti i tipi di trave, anche quelli con piombo fisso, quando la turbolenza è molto elevata. In questi casi si cerca di ovviare aumentando il diametro dei braccioli e/o riducendo la loro lunghezza. Se incagli ripetutamente il piombo e strappi di conseguenza evidentemente peschi sempre in un settore misto e quindi devi usare degli accorgimenti idonei per queste zone. L'attacco in alto del bracciolo, cioè lo short rovesciato (snodo a circa 80/100 cm. sopra il piombo con l'amo che arriva a pochi cm. sopra questo) di per se non è una soluzione per il problema incagli. Dovresti piuttosto inserire fra il trave e la girella/moschettone che sostiene il piombo, un pezzo di nylon (10/15 cm) di misura inferiore in modo che strappando lasci in acqua solo il piombo e recuperi tutto il resto, pesce compreso. Per l'ultima domanda scusami tanto ma non riesco a capire molto bene. Se costruisci gli snodi per l'attacco dei braccioli direttamente sullo shock leader è ovvio che a fine pescata devi tagliare tutto lo shock (salvo recuperarlo per la volta successiva). Gli snodi possono restare al loro posto dopo aver levato i braccioli. E' ovvio che dopo un pò di uscite, a furia di tagliare, il tutto diventa troppo corto e va sostituito.
Ciao


ICIcCI0I

  • -Member-
  • *
  • Post: 23
Bene oltremare, l'accorgimento del piombo attaccato alla girella/moschettone per mezzo di un filo di diametro più piccolo è una cosa positiva e non ci avevo pensato!  calabria Comunque volevo sapere quale sarebbe questo short rovesciato! Io avevo pensato di usare un terminale composto come nella foto in allegato! Dimmi tu cosa ne pensi!  calabria


ICIcCI0I

  • -Member-
  • *
  • Post: 23
Niente, purtroppo, non so come allegare la foto, ma in sostanza io volevo fare un pater noster ad un amo e come moschettone dove attaccare il piombo, un moschettone con bait clip incorporato! e a seconda del mare fare un terminale della lunghezza adatta!


OLTREMARE

  • Visitatore
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Bene oltremare, l'accorgimento del piombo attaccato alla girella/moschettone per mezzo di un filo di diametro più piccolo è una cosa positiva e non ci avevo pensato!  calabria Comunque volevo sapere quale sarebbe questo short rovesciato! Io avevo pensato di usare un terminale composto come nella foto in allegato! Dimmi tu cosa ne pensi!  calabria
Dunque, lo short rovesciato lo puoi vedere in questa stessa discussione nel disegno di Nandone dove illustra il bait-clip, oppure in quest'altra discussione dove è descritto e fotografato:
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
In sostanza quello che hai cercato di allegare dovrebbe essere uno S.R. ovvero un pater noster privo dello snodo e del bracciolo inferiore. Un moschettone con bait clip incorporato è una buona soluzione.
Ciao


ZDA

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
Tutto molto interessante ma mi piacerebbe capire se qualche volta utilizzando questi sistemi per gli snodi
che si sia usato come fermo  i nodini il filo di seta o gli stopper o fili comprati in merceria cotone...
se magari avete notato problemi di slittamento dei fermi con pesci magari di grossa mole
vedi pesce serra  ;D


ZDA

  • -Member-
  • *
  • Post: 11
deduco di no


ICIcCI0I

  • -Member-
  • *
  • Post: 23
Ciao ZDA! Io, anche se ho poca esperienza ho notato che ci sono delle sostanziali differenze tra l'uso dello stopper o del filo di seta! Secondo me è tutto relativo dipendente da molti fattori, ovvero dallo spessore della trave, dal peso dell'esca.. Io ho usato solo gli stopper gommati fino ad ora e non mi sn trovato malissimo anche se comunque dovresti trovare uno stopper giusto rispetto al diametro del filo che hai come trave! A me spesso è capitato di prendere un pesce che magari superava una certa grammaturae nel momento del ritro trovare lo stopper + bsso e quindi anche la girella con il terminale attaccato al moschettone! Il filo di seta non l'ho provatoma credo che comunque, applicare dei nodi sulla trave, soprattutto se non si dispone di un ottimo filo, possa indebolire la stessa e non so quanto cmq possa reggere! il mio consiglio, a questo punto, se posso permettermi, è di provare con entrambi i metodi e vedere come ti trovi! Ma a parer mio lo stopper dovrebbe essere puù funzionale! Ciao  calabria


OLTREMARE

  • Visitatore
Anche se può risultare insignificante, quello dei nodini di fermo è il cruccio di tanti pescatori, specialmente in condizioni di mar mosso. A mio modo di vedere se lo snodo slitta sotto le capocciate di un bel pesce non è un grosso problema. Lo è invece se si muove durante il lancio sotto la pressione di un'esca corposa.
Io ho risolto il problema in due modi:
1) adopero delle girelle a tre vie dotate di perline incorporate. Nell'occhiello superiore annodo lo shock. In quello inferiore annodo uno spezzone di filo che recherà all'altra estremità il piombo e nell'occhiello centrale lego il bracciolo. L'unico handicap è che la posizione rimane fissa e non si può eventualmente spostare lo snodo.
2) adopero come fermi dei crimps (esistono quelli con l'interno siliconato che preservano il filo del trave).
Anche questi si possono muovere ma sotto fortissima trazione. E' comunque conveniente usarli su nylon di un certo diametro, diciamo dallo 0.60 in su.
Valide alternative al filo per legature e stopper possono essere il power gum e lo spago cerato (quello dei calzolai)
Ciao


the surf-CASTER

  • -Member-
  • *
  • Post: 1
  calabria ragazzi grazie mille per le vostre dritte sono molto utili e devo dire ke la montatura "pater noster" consigliata da nandone è veramente efficace, innescando un tentacolo di calamaro sono riuscito a catturare una bellissima spigola di un kilo e settecento grammi, grazie  grazie e ancora.... grazie!!!!


animal2001

  • ^Member^
  • *
  • Post: 56
Ragazzi ma questi terminali valgono anche per la pesca a fondo da porti, scogliere o altro? oppure solo da pesca dalla spiaggia?


OLTREMARE

  • Visitatore
Valgono per ogni condizione di pesca, rapportando i diametri alla situazione che abbiamo davanti


Link sponsorizzati