CALABRIA PESCA ONLINE

FORUM PESCA DA TERRA => SURFCASTING => Topic aperto da: ^DAVIDE^ - Febbraio 20, 2008, 18:05:58

Titolo: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DAVIDE^ - Febbraio 20, 2008, 18:05:58
   SHOCK LEADER, come realizzarlo e perchè

Nel surfcasting (ma anche nel ledgering), l’esigenza di raggiungere notevoli distanze di lancio richiede l’adozione di particolari accorgimenti.

L’utilizzo di monofili di diametro particolarmente ridotto ed il contestuale impiego di una zavorra adeguata, unita ad altri fattori quali la tecnica di lancio, la “reattività” della canna e le caratteristiche di imbobinamento di specifici mulinelli, permettono al surfista di poter raggiungere distanze davvero notevoli.
Tralasciando per un attimo l’aspetto relativo alle attrezzature, poniamo la nostra attenzione sul rapporto esistente tra monofilo e piombo.

E’ unanimemente risaputo che l’attrito prodotto dal filo che scorre negli anelli e la resistenza che esso oppone al lancio è tanto minore, quanto minore sarà il suo diametro; Allo stesso modo è pacifico che il lancio sarà tanto più lungo quanto maggiore sarà il peso del piombo che monteremo su di esso.
Ma come combinare questi due fattori?

Nel momento del lancio,  il peso della zavorra, unito alla forza centrifuga, si andrà a sommare all’energia trasmessa dalla canna in flessione al piombo e tutto questo graverà sul filo.
Per tale motivo è essenziale che il filo abbia un carico di rottura sufficientemente elevato per poter resistere a questo “shock”.
Poiché è ovvio che un filo di diametro sottile non possa reggere ad una tale forza, è indispensabile l’utilizzo di uno spezzone di filo, detto “shock leader”, di diametro adeguato alla zavorra, che funga da “parastrappi” in fase di lancio.

La lunghezza dello shock leader dovrà essere pari ad almeno il doppio dlella lunghezza della canna impiegata,
Il suo diametro dovrà poi essere adeguato alla zavorra che vorremo utilizzare; esso dovrà permetterci, in fase di lancio, di forzare tranquillamente e senza pericolo di rottura.
Uno dei problemi principali che dovremo risolvere, nel caso in cui utilizzeremo questo shock leader, sarà il nodo di giunzione fra lo stesso ed il trave (filo imbobinato sul mulinello).

Tale nodo dovrà avere essenzialmente due caratteristiche: dovrà essere estremamente resistente; dovrà, inoltre, essere di dimensioni particolarmente ridotte per limitare al massimo l’attrito sugli anelli nella fase di lancio (tale attrito oltre ad essere deleterio per l’attrezzatura riduce sensibilmente la distanza di lancio).
Il problema della resistenza del nodo può essere validamente risolto attraverso l’utilizzo del cd. “nodo di sangue” estremamente valido e di semplice realizzazione.

Il problema del volume può essere, invece, risolto attraverso l’impiego di fili CONICI.
Esistono in commercio monofili specifici per lo shock leader che hanno un diametro “irregolare”, il loro diametro parte da uno 0,23 ed arriva ad uno 0,57 (N.B. questo è solo un esempio, esistono in commercio diversi diametri), la loro lunghezza è generalmente di una quindicina di metri.

Imbobineremo, quindi, il nostro mulinello con uno 0,23 ed uniremo ad esso, dal capo più sottile (0,23) uno shock leader conico; Avremo quindi ottenuto un nodo estremamente ridotto che non ci crea alcun problema in fase di lancio e che ci permetterà di raggiungere distanze prima inimmaginabili.
In commercio esistono anche bobine di fili conici (di diverse centinaia di metri) che possono essere imbobinate nel mulinello senza l’impiego di alcun parastrappi.

Tale soluzione presenta il vantaggio di eliminare definitivamente il nodo dello shock leader.
Per contro, c’è un problema tutt’altro che secondario: l’usura dell’ultimo tratto di lenza rende necessario, di tanto in tanto, il taglio di diversi metri di monofilo.
Conseguentemente, il diametro dello stesso andrà a ridursi di volta in volta passando da uno 0,50 ad uno 0,40, 0,30 e così via…
La soluzione ideale resta, a mio avviso, quella precedente.

nodo di sangue
(https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.calabriapescaonline.it%2Fhome%2Fwp-content%2Fuploads%2F2008%2F02%2Fshok.jpg&hash=4a74c170709a7fa954aa3970e7f35c61)



E' ASSOLUTAMENTE VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DEL TESTO E DELLE IMMAGINI PRESENTI IN QUESTO ARTICOLO, SENZA IL CONSENSO DELL'AUTORE.
 

Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perch
Inserito da: OLTREMARE - Febbraio 21, 2008, 09:11:21
Ciao Davide, bel post tecnico ed esauriente.
Se mi permetti voleva fare qualche considerazione strettamente personale sull'argomento.
Non mi piacciono assolutamente gli SL conici. Anni fa ne comprai una bobina usandone solo uno e archiviandolo in magazzino. L'unico vantaggio è la realizzazione del nodo. Svantaggi tanti fra cui ricorrenti rotture nelle vicinanze del nodo con il filo in bobina.
Il diametro dello SL dev'essere rapportato all'attrezzatura impiegata, al piombo usato ed alla tecnica di lancio. Utilizzando un above o un side con 100gr di piombo ritengo che uno 0,50 possa essere sufficiente.
Se si comincia a lateralizzare il lancio, arrivando addirittura ad un ground ben eseguito e salendo con la dimensione del piombo direi che uno 0,60/0,70 sia indispensabile. Qui si presenta il problema del nodo in quanto c'è una notevole differenza con il filo in bobina ed il nodo di sangue è assolutamente inadeguato.
Io ho risolto la questione con un nodo che ormai adotto da tanto tempo e non mi ha mai dato brutte sorprese. Lego tranqulillamente uno 0,30 con uno 0,70 con un volume assolutamente accettabile.
Credo che si chiami "composite knot". Comunque è questo.
(https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimg442.%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%2Fimg442%2F8906%2Fnodoes4.jpg&hash=5ce918d98137feef6d6bfa0d2d80da98)
Ci sarebbe anche il "competition Knot" ovvero quello della pallina fatta con l'accendino ma onestamente non mi fido molto anche se molti validi surfcaster lo usano.
Faccio sempre uno SL abbastanza lungo, circa 10/11 metri, in quanto spesso i posti dove pesco hanno un gradino di risacca molto accentuato. Quando il nodo è entrato nel mulinello ho ancora 6/7 metri di SL fuori
che mi permettono di poter combattere un'eventuale bella preda in tutta sicurezza negli ultimi metri, che sono quelli cruciali.
A mio modo di vedere non importa il colore dello SL. io uso tranquillamente fili neri, gialli e rossi senza alcun problema.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perch
Inserito da: OLTREMARE - Febbraio 21, 2008, 14:22:14
Grazie tante per la modifica Fly, non mi ero accorto subito che la foto non si vedeva.
Comunque, per avere un maggior dettaglio, vi rimando a questa risposta di Peppino.
https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/spinning/monofilo_o_trecciato-t371.0.html
dove viene illustrato questo nodo:
(https://www.calabriapescaonline.it/images/peppino/5_1_4_6517_Seq3028bg.jpg)
Il nodo è praticamente lo stesso. Tenete conto che il filo in azzurro, su cui si esegue il nodo semplice, nel nostro caso è lo shock leader. Dopo aver serrato il nodo semplice (usate una pinzetta per stringerlo meglio),
fate scorrere il filo di bobina ancora per una decina di cm. in modo da eliminare il tratto strozzato. Fate non più di 5/6 spire.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DAVIDE^ - Marzo 22, 2008, 12:24:39
Ho voluto fare alcune prove di realizzazione dello shock leader utilizzando nodi differenti.
Il "competition Knot" ovvero quello della pallina fatta con l'accendino non mi ha convinto affatto, mi sono accorto che utilizzando per lo shock leader un monofilo non troppo spesso  (0,40 - 0,50) la "pallina" salta se si tirano con forza i due fili legati tra loro, presumo (e ripeto PRESUMO) che si possa utilizzare solo con uno shock leader di diametro maggiore, tipo uno 0,60 (devo  testarlo, poi vi farò sapere)
Il "composite knot" confontato sotto sforzo col tony pegna spectra knot ha vinto nettamente la sfida, risultanto più resistente (il tony pena è un nodo validissimo per legare nylon e trecciato ma non può essere utilizzato validamente per legare due spezzoni di nylon)
Il nodo di sangue (utilizzabile però per legare esclusivamente monofili di diametro simile) è risultato particolarmente resistente.
Tutti i nodi testati sono stati naturalmente bagnati prima di essere stretti, questo per evitare che il filo si potesse "bruciare" sotto trazione.

Vorrei sapere se avete effettuato anche voi dei test pratici di confronto e gli eventuali risultati.
 
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Marzo 25, 2008, 08:07:52
Ciao Davide.
Le mie prove comparative sui nodi derivano da anni di esperienza sul campo.
Per quanto riguarda il competition hai ragione, è un nodo che funziona con shock dallo 0.60 in sù.
Alcuni pescatori lo usano e sono entusiati altri hanno avuto brutte esperienze o non si fidano al 100% come me. Comunque è il nodo più usato sui campi da lancio dove lo 0.80 è di ordinaria amministrazione.
Come ho già detto, io uso solo il composite che non mi ha mai dato il minimo problema in tanti anni di pesca.
Perdonami ma non capisco il confronto tra composite e tony pena. Se non sbaglio qualcosa io sulla definizione, il composite si esegue esattamente come l'altro. L'unica differenza è che il "mono" indicato nel toni pena (vedi disegno) nel composite diventa lo shock, lo "spectra" diventa il monofilo, e le spire devono essere massimo sei. Fondamentale, come dici, è bagnare il nodo prima di stringerlo.
Il blood knot (nodo di sangue) ritengo che sia il migliore in assoluto se non fosse per l'handicap di non conciliarsi con diametri molto diversi.
Ciao
Titolo: Shock Leader per 200gr.
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 07, 2008, 16:04:39
Salve a tutti,
volevo chiedere che shack leader usate per sopportare grammature intorno ai 200gr.
Un mio collega utilizza un trecciato da 0,35 unito allo 0,35 in bobina e sembra trovarsi benissimo, anche se il trecciato può rovinare facilmente dita e cima della canna (anelli compresi).
In molti consigliano un buon nylon da 0,70 e stop.
Voi che ne dite???
Titolo: Re: Shock Leader per 200gr.
Inserito da: ^DAVIDE^ - Luglio 07, 2008, 16:16:26
Quoto sull'utilizzo del nylon 0,70
Usare il trecciato è pericoloso, se non stringi bene la frizione ti tranci letteralmente un dito...
A parte il fatto che il trecciato non ha elasticità e non ammortizza il lancio.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Luglio 08, 2008, 13:18:15
Effettuando dei lanci tradizionali come above o side cast uno 0.70 va benissimo per un 200 gr.
Scusa, ma con che canna ci tiri quella zavorra?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 08, 2008, 13:35:02
La canna in uso è una shimano bx surf, potenza max. 200gr ma il meglio di sè lo da con 170/180.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Luglio 09, 2008, 08:10:24
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
La canna in uso è una shimano bx surf, potenza max. 200gr ma il meglio di sè lo da con 170/180.

Se usi una BX (le AX sono generalmente più performanti) con 170/180 gr di piombo ne deduco che effettui lanci tradizionali senza angolazione. Direi che anche uno shock dello 0.60 va più che bene. Comunque non andrei oltre i 150 gr di piombo con quella canna.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 10, 2008, 15:35:04
La canna è del figliolo che a 11 anni non effettua altri lanci oltre il normale side cast. Con 180gr. lanciati da me in un ground molto leggero ha sfiorato i 200mt. e come performance posso dirti che è di tutto rispetto per una canna che costa meno di 50€.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Luglio 11, 2008, 08:21:43
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
La canna è del figliolo che a 11 anni non effettua altri lanci oltre il normale side cast. Con 180gr. lanciati da me in un ground molto leggero ha sfiorato i 200mt. e come performance posso dirti che è di tutto rispetto per una canna che costa meno di 50€.

Ciao CrySis, non voglio assolutamente essere polemico ma volevo chiedere un paio di cosette.
Cos'è un ground leggero? Un ground con 180 gr. è very hard se consideri che il massimo della categoria è 175 gr. Hai sfiorato 200 mt. Misurati come? Su prato o al mare? Scusa tanto se te lo chiedo ma per diversi lanciatori, dopo anni d'allenamento, con canne da pedana su prato e con lancio pendolare, quella distanza è già un ottimo traguardo.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 11, 2008, 09:26:15
Ovviamente non sono un novizio nè del lancio nè della pesca, forse rileggendo qualche mio post te ne renderai conto. anche se scrivo prettamente su un altro forum di pesca. Nella mia presentazione è descritto quale, non lo ripeto per evitare pubblicità ovviamente.
Su prato il mio max risultato con una ripartita della zziplex e un abu garcia 6500 è stato 202mt. sotto la guida di un pluridecorato del long casting. In mare il conteggio è sempre relativo, non a caso ho detto "circa 200mt."
Per ground leggero intendo che non forzo la canna, pena rottura immediata in tre pezzi e grida isteriche del figliolo ;) è già capitato e non vorrei ripetere l'esperienza!
Se sei della zona di Cosenza e pratichi il long casting magari ci facciamo qualche lancio insieme se sei d'accordo.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Luglio 11, 2008, 10:36:32
Mi spiace CrySis ma abito in provincia di Savona anche se sono calabrese.
Zziplex ed Abu sono tuoi? Che modello è di Zizì e di rot? Io avevo cominciato a cimentarmi nel lacio tecnico (ground e pendolo) quindici e passa anni fa con una delle prime Oltremare ed il 6500 ct c3 (il mitico, quello con le guance nere) che custodisco gelosamente, poi per vari motivi ho piantato lì.
Mi puoi dire chi è il tuo tutor o è un segreto, magari lo conosco.
Certo che se non vuoi dare un dispiacere a tuo figlio il ground leggero con la bx dovresti farlo con 100 gr.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 11, 2008, 11:32:13
La canna è una zziplex F1 e mulinello Abu Garcia 6500 premium e purtroppo non sono miei, mi piacerebbe ovviamente ;)
La persona di cui parlavo è Sandro Meloni, persona disponibilissima che mi ha insegnato veramente tanto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Luglio 11, 2008, 12:44:19
Begli oggetti davvero.
Ti alleni spesso? c'è qualche campo dalle tue parti?
E il mitico Meloni l'hai conosciuto in Calabria?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: CrySis1972 - Luglio 11, 2008, 19:23:57
Nessun campo dalle mie parti purtroppo, almeno che io sappia. Sandro l'ho conosciuto a Roma tempo fa, vivevo lì prima di tornare in Calabria e ormai, per quel che riguarda il long casting, è un sogno nel cassetto. Da queste parti non è una disciplina tanto seguita e trovare con chi e dove praticarla è un grosso dilemma.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Ardito - Febbraio 13, 2009, 21:02:21
Anche se il topic è un pò datato, vorrei chiedere un consiglio a voi più esperti. Imbobinando nel mulinello uno 0,30 o 0,35,con una canna shimano nexave bx telesurf 4,20m 150 gr, come shockleader che diametro dovrei utilizzare? Grazie mille.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Febbraio 14, 2009, 08:25:25
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Anche se il topic è un pò datato, vorrei chiedere un consiglio a voi più esperti. Imbobinando nel mulinello uno 0,30 o 0,35,con una canna shimano nexave bx telesurf 4,20m 150 gr, come shockleader che diametro dovrei utilizzare? Grazie mille.

Dipende dalla grammatura del piombo e dalle condizioni del mare. Indicativamente uno 0.50 per la potenza  di quella canna dovrebbe andar bene.
P.S. lo 0.35 in bobina mi sembra un pò grossino
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Ardito - Febbraio 14, 2009, 13:48:27
Oltremare grazie intanto per la risposta. Per quanto riguarda i piombi userò al max 130gr. Per quanto riguarda il mare, non vado a pesca quando è molto mosso, solitamente pesco con mare poco mosso.
A quanto ho capito, per il mulinello sarebbe meglio uno 0,30 (avevo pensato al Colmic Fendrell)...Comunque quando acquisterò tutto, ti chiederò altre delucidazioni. In ogni caso, leggerò volentieri ogni tuo precedente consiglio!
A presto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: enzo. - Febbraio 18, 2009, 16:03:55
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
La canna è del figliolo che a 11 anni non effettua altri lanci oltre il normale side cast. Con 180gr. lanciati da me in un ground molto leggero ha sfiorato i 200mt. e come performance posso dirti che è di tutto rispetto per una canna che costa meno di 50€.


Accidenti! E io che ho paura a forzare le mie Evo 170 con 130 grammi!

200 mt !  calabria E con una canna che costa meno di 50 euro! calabria

E'proprio vero;non e'la canna che fa il pescatore!
Caro Nicola,per rincuorarmi,devo solo comprare una rullina taroccata  ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Febbraio 19, 2009, 10:34:03
Caro Enzo
l'utente in questione non si collega più a questo Forum dal 24 di luglio dello scorso anno.
Evidentemente ora frequenta altri lidi in cui ha trovato allocchi che stanno a bocca aperta  ;D
Non occorre la rullina taroccata: cambia solo i metri con i decametri
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: enzo. - Febbraio 19, 2009, 10:36:25
Somigliava tanto a quello del tuo viaggio in treno......... calabria  ;D
Ti saluto Nicola.
Enzo.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: smauritz - Aprile 28, 2009, 23:51:02
Leggendo questo post ho notato che ci sono tante informazioni esaurienti,quanto idee e pareri strettamente personali.A questo punto vorrei dare anche il mio piccolo contributo.
Stamattina sono andato in spaggia a praticare un pò di surf casting,in bobina mi trovo caricato 110 metri di trecciato dello 0,17 cerato della BERKLEY(rigorosamente spruzzato con lo spray al silicone).Ho utilizzato un piombo da 125gr,effettuo il lancio e.....una cosa che non mi aspettavo mai e poi mai è quella di aver consumato tutto il filo in bobina prima ancora che il piombo toccasse l'acqua!non essendo un grande lanciatore mi stupisco della distanza che sono riuscito a raggiungere.Un lanciatore esperto penso che raggiungerebbe tranquillamente i 200mt.Quindi penso che un'ottima soluzione sia quella di caricare un buon trecciato di diametro contenuto senza mettere lo shock leader per ottenere eccellenti risultati,ovviamente il discorso cambia se effetuiamo il rock-fishing,visto l'alto rischio di incagli che andremo a correre.Saluti.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Aprile 29, 2009, 08:26:18
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Leggendo questo post ho notato che ci sono tante informazioni esaurienti,quanto idee e pareri strettamente personali.A questo punto vorrei dare anche il mio piccolo contributo.
Stamattina sono andato in spaggia a praticare un pò di surf casting,in bobina mi trovo caricato 110 metri di trecciato dello 0,17 cerato della BERKLEY(rigorosamente spruzzato con lo spray al silicone).Ho utilizzato un piombo da 125gr,effettuo il lancio e.....una cosa che non mi aspettavo mai e poi mai è quella di aver consumato tutto il filo in bobina prima ancora che il piombo toccasse l'acqua!non essendo un grande lanciatore mi stupisco della distanza che sono riuscito a raggiungere.Un lanciatore esperto penso che raggiungerebbe tranquillamente i 200mt.Quindi penso che un'ottima soluzione sia quella di caricare un buon trecciato di diametro contenuto senza mettere lo shock leader per ottenere eccellenti risultati,ovviamente il discorso cambia se effetuiamo il rock-fishing,visto l'alto rischio di incagli che andremo a correre.Saluti.
Ti sei mai chiesto perchè i lanciatori su prato non adottano il trecciato per i loro lanci?
Prova a ripetere il lancio sulla spiaggia e poi a misurare con un metro e vedrai quanti saranno i metri effettivi.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Free_Sp1r1t - Aprile 29, 2009, 10:14:00
ti provo a fare un elenco dei pro e dei contro, poi decidi tu  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)

PRO
-diametri minimi ed elevato carico di rottura
-maggiore distanza nel lancio

CONTRO
-a contatto con la roccia esplode a differenza del nylon che resiste molto di più
-il prezzo è elevato...per 270 mt(il minimo per un mulo) ci devi appoggiare la carta da 50 euri....
-è privo di elasticità, e da quì ne consegue che con un minimo di onde è facile spiombare in quanto tutto il lavoro lo deve fare la canna, mentre il nylon aiuta la stessa
-il trecciato attira maggiormente le alghe...provare per credere

-questo nn è un vero e proprio contro, ma se i migliaia di garisti che sono disposti a spendere 600euri per avere la canna di ultima generazione e di moda anche se nn gli serve, come mai nn lo adottano in bobina?...evidentemente i contro elencati sopra, fanno pendere l'ago della bilancia  a favore del nylon ;)

Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: smauritz - Aprile 29, 2009, 18:25:53
Quindi a questo punto vi chiedo se e dove adottare il trecciato.Grazie!!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Free_Sp1r1t - Aprile 29, 2009, 22:12:50
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Quindi a questo punto vi chiedo se e dove adottare il trecciato.Grazie!!

sicuramente come shock leader quando serve fare distanza e quando nn ci sono scogli sommersi a dare fastidio....e poi ho sentito di qualcuno che lo usa a paf in foce ai grossi predatori proprio in bobina con canne che hanno anelli in grado di resistere all'abrasione del trecciato, ma io personalmente nn ne ho visto ancora uno che abbia trecciato in bobina, ne a surf e ne a paf  ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: OLTREMARE - Aprile 30, 2009, 07:54:25
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Quindi a questo punto vi chiedo se e dove adottare il trecciato.Grazie!!
Caro Smauritz, il trecciato lascialo ai colleghi dello spinning.  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: smauritz - Aprile 30, 2009, 19:15:07
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Quindi a questo punto vi chiedo se e dove adottare il trecciato.Grazie!!
Caro Smauritz, il trecciato lascialo ai colleghi dello spinning.  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Grazie per la dritta!! ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: orbitante - Maggio 01, 2009, 13:21:44
Capito il funzionamento dello SL (non sono scemo ma ignoro!) per cui ad un filo imbobbinato più piccolo si fa seguire uno più grosso a cui fare sopportare il "peso" del lancio.
Premesso che la tecnica a cui tendo è un beach ledgering, penso di montare un piombo fino ad max di 80 gr. a cui aggiungere poi il feeder.
Vorrei chiedere: io in bobina monto uno 0,28 (quindi un filo, se vogliamo, gia "corposo",) che sopporterà il peso del pimbo, per poi montare girella e finale dello 0,14:0,16. E' comunque necessario lo SL?
Se ho detto delle banalità, scusatemi e correggetemi
Ciao Vincenzo
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Free_Sp1r1t - Maggio 01, 2009, 13:52:15
il 28 a beach ledgering mi sembra un pò eccessivo...io sulle Dreaming della Italcanna (sono canne vere e proprie da beach ledgering) ho in bobina uno 0.20 con 10/15 mt di shock leader con un carico intorno ai 12 kg (nylon se sono in pesca su fondali misti e trecciato se sono su fondali prettamente sabbiosi)....una combinazione così ti permette di pescare bene con il feeder e anche con altri travi quali pater noster o short vari, e all'evenienza con le dreaming metto su i 100gr, innesco americano o bibi e sparo lontano a distanze che con uno 0.28 e 100 gr ti puoi scordare  calabria

Ascolta un'amico, compra un bel 0.20, fagli shock leader da 12 kg , e pescherai alla grande ...il 0.28 risparmialo per il mare mosso a surf casting  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Gennaio 29, 2010, 12:43:23
buongiorno a tutti ...dato che non ho il tempo per andare a comprare altro filo posso usare il mio ayaka black del 0.50 per 125 140 gr e lancio ground ore 14 senza trave e esca  solo per prendere confidenza con il tuo rotante... o vado a buttare solo piombi ciao e grazie
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: sarag8 - Gennaio 29, 2010, 12:52:28
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
buongiorno a tutti ...dato che non ho il tempo per andare a comprare altro filo posso usare il mio ayaka black del 0.50 per 125 140 gr e lancio ground ore 14 senza trave e esca  solo per prendere confidenza con il tuo rotante... o vado a buttare solo piombi ciao e grazie

Su questo sito ci sono utenti che sicuramente ti sapranno rispondere meglio di me essendo più in pescatore di paf che un surfcaster puro, però credo che il filo in questione supporti tranquillamente i 125/140 io è un filo che ho usato in passato e ci lanciavo anche i 150 gr , in ground però non facevo lanci troppo esasperati perchè pescavo in zone con fondale che a pochi metri era già pronunciato.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Gennaio 29, 2010, 13:31:27
Visto che sei agli inizi, vai pure con lo 0.50 (specie il 125gr.) ma appena puoi compra un bel 0.60 morbido tipo Sufix, Quantum o Penn Tuff Stuff, così saremo tutti più tranquilli  ;D
Prima di cimentarti in ground (a qualunque ora) prendi confidenza con dei Side ore 13
Non imparruccare troppo  calabria e fammi sapere
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Gennaio 29, 2010, 20:41:37
domani ti farò sapere come è andata speriamo bene.....scusa nicola ma l'ayaka del 0,60 non va bene??? speriamo di non iniziare male.... ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: sarag8 - Gennaio 30, 2010, 09:47:13
Poggino puoi anche optare per gli shock leader conici non so se li conosci. In poche parole in un rotolo ne trovi una decina di circa 25 mt cadauno. Sono conici perchè partono ad esempio da uno 0.20 ed arrivano allo 0.60/0.70, ce ne sono di diverse misure. L'uso di questo tipo di schock leader ha il privilegio di avere un nodo di giuntura fatto con lo stesso diametro del filo in bobina (sempre sperando che usi un monofilo che va dallo 0.18 allo 0.25 max)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Gennaio 30, 2010, 10:12:30
si li conosco ma non li ho mai usati perchè preferisco lo schok....e poi mi serve come schok per un rotante dove ho inbobbinato uno 0,35 ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Dunkan - Febbraio 23, 2010, 19:39:32
Salve a tutti, mi intrometto nella discussione per chiedere un consiglio a chi magari ha già tentato,  vorrei utilizzare lo shock leader, un ayaka black power del 0.50 (lancio 125gr con una greys grx-s) come trave diretto, utilizzando gli snodi a T per attaccarvi il terminale, insomma senza fare due  spezzoni: schock e trave. Realizzerei uno short rovesciato con sarda flotterata  per tentare qualche spigola...il mio dubbio sorge nel fatto che il negoziante..... mi ha fortemente sconsigliato lo shock come trave in quanto molto visibile ( è nero), è davvero così importante il colore del trave in questo periodo dell'anno? Preciso che il terminale lo realizzerò con il falcon prestige 0.30 non con l'ayaka...
Ringrazio tutti coloro che vorranno darmi suggerimenti.
A presto

Dunkan
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Febbraio 24, 2010, 08:25:05
Ciao Dunkan
quello che dici tu in gergo si definisce "trave solidale" e onestamente ti posso dire che è la migliore soluzione in condizioni di surfcasting in quanto è una soluzione più robusta e che presta meno appigli alle alghe. Normalmente non vengono utilizzati snodi a T per i braccioli ma i classici stopper, perlina e girella.
L'unico inconveniente è che a fine pescata o per variare calamento devi sostituire tutto lo shock.
Sul colore del trave non mi farei nessun problema. L'Ayaka black va più che bene anche se in condizioni di mare davvero mosso sarebbe preferibile adottare uno 0.60. Ok anche per il Falcon ma anche qui occorre aumentare il diametro se le condizioni del mare sono spinte. Oltre allo short rovesciato prova anche il long arm con attacco in basso.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Ardito - Febbraio 24, 2010, 13:26:59
Ciao.
Come dice Nicola (Oltremare), il trave nero non crea alcun tipo di problema. Ti dico ciò perchè personalmente lo utilizzo a volte (dietro stessa rassicurazione di Nicola tramite mp) e non ho notato nessuna controindicazione rispetto alle abboccate. Poi in condizioni di forte turbolenza è veramente irrilevante, se poco poco avessimo il sospetto che a mare calmo potrebbe vedersi chiaramente.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Dunkan - Febbraio 24, 2010, 13:44:49
Innanzitutto grazie ad entrambi per la risposta, vado sicuramente di trave solidale, come al solito i negozianti fanno di tutto per vendere, voleva rifilarmi un 0.60 come trave 100mt a 3 euro penso proprio di scarsa qualità ...ho pensato che a quel punto che spendo a fare i soldi per l'ayaka quando poi si rompe prima il trave?!......
Per il diametro credo di non aumentare troppo la grammatura (difficilmente oltre i  125gr) comunque la mia è una 5 oz quindi spero che basti lo 0.50 che ho preso ... e poi con mare veramente mosso non penso di poter essere comunque in pesca quindi credo sia inutile aumentare diametro e pesi rischiando danni a me e alle canne, voi che ne pensate?
Sicuramente non sarà vero surfcasting ma per ora faccio quel che posso...
A presto


Dunkan
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Dunkan - Febbraio 24, 2010, 13:52:34
Ho dimenticato la cosa più importante(come al solito), oltremare mi ha consigliato anche il long arm attacco basso, scusate la mia ignoranza ma in cosa differisce ripetto a quello normale? (per normale intendo quello con piombo scorrevole  girella e bracciolo da 1 a 2 mt a seconda del mare)
Un saluto a tutti


Dunkan
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: nemo76 - Febbraio 24, 2010, 16:01:22
provo a risponderti io:
per il surf il pombo fisso è la soluzione migliore,quindi alla fine dello shock monti il piombo tramite uno sgancio e qualche cm sopra il piombo fai uno snodo con stopper-perlina-girella-perlina-stopper al quale ci monti il bracciolo.Correggetemi se sbaglio
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Febbraio 24, 2010, 16:20:26
Anche io stavo pensando come Nemo ma quello non si dovrebbe chiamare Short basso?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Febbraio 24, 2010, 16:34:05
il long arm con attacco basso prevede un bracciolo di lunghezza variabile tra 1 e 2 metri circa attaccato a qualche centimetro dal piombo...in quello con attacco alto invece lo snodo si mette a qualche centimetro (la distanza poi è variabile) dall'asola superiore legata allo schok...   la differenza tra long arm e short arm sta solo nella lunghezza del bracciolo entrambi possono essere attaccati in alto o in basso....   se vuoi il long arm lo puoi fare anche scorrevole.... ciaoooo
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Febbraio 24, 2010, 17:17:07
Ah quindi il long arm con attacco basso lo si potrebbe anche chiamare short basso con braciolo lungo? Perchè per esempio questa configurazione la chiamo short basso con braciolo da 150cm (la misura è a caso)!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Dunkan - Febbraio 24, 2010, 17:19:33
Ok credo di aver capito, quindi faccio uno snodo vicino al piombo fisso con lunghezza variabile a seconda del  mare, come esca una bella sarda girata con flotter all'interno?
Provo a dirne un'altra forse è un trave "famoso" tipo "Jolly"spiegato altrove da oltremare, se faccio lavorare insieme short rovesciato e long arm basso, logicamente considerando la lunghezza dei terminali in modo che non si incaglino fra loro, su questi che esche mi consigliate per ampliare il "menù" oltre alla sarda?
CIao a tutti



Dunkan
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Febbraio 24, 2010, 18:19:40
una parature costituita da un bracciolo lungo così lungo non può considerarsi uno short arm ma è un long arm con attacco basso.... short sta per corto e un bracciolo di quelle misure non può considerarsi corto....    (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Febbraio 24, 2010, 18:22:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ok credo di aver capito, quindi faccio uno snodo vicino al piombo fisso con lunghezza variabile a seconda del  mare, come esca una bella sarda girata con flotter all'interno?
Provo a dirne un'altra forse è un trave "famoso" tipo "Jolly"spiegato altrove da oltremare, se faccio lavorare insieme short rovesciato e long arm basso, logicamente considerando la lunghezza dei terminali in modo che non si incaglino fra loro, su questi che esche mi consigliate per ampliare il "menù" oltre alla sarda?
CIao a tutti



Dunkan


sopra potresti mettere un bel koreano con flotter per qualche pesce di galla o anche un'americano  insomma la dieta è varia (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Hannover81 - Febbraio 24, 2010, 18:33:08
Ciao Dunkan,anche se sono nuovo,ma già stò facendo un pò le ossa con la pesca in mare,vengo a darti una risposta,che ti dovrebbe aiutare,se poi sbaglio,lascio ai Nonni(esperti)il compito di correggermi.
Partendo dal presupposto che come hai accennato,non vai ancora a pesca con acque molto mosse.Ti dovresti orientare verso la costruzione di un paternoster x acque poco mosse,che dovrebbe essere fatto in questo modo.
Fare dei braccioli un pò più lunghi a confronto del paternoster normale,diciamo sui 70/100cm.La somma dei due braccioli dovrà essere sempre minore della distanza tra i due joint,dove sono montati i medesimi,alla fine collega un moschettone senza girella,il che implica meno grovigli.
Sulla girella/moschettone dei due joint ti conviene mettere uno spezzone di tubicino di teflon,anche questo ti evita dei grovigli.
Diciamo che con questo sistema si suol dire che stai pescando con una canna ma è come averne due,due canne e come averne 4 e così via.
Per quanto concerne l'esca,oltre la Sarda,che reputo un'esca valida per tutti i pesci dovresti anche tener conto a quale pesce vuoi dedicare la tua attenzione o pesca,e quindi scegliere l'esca più adatta,va da se che se leggi altre risposte troverai quello che cerchi.
Comunque se vuoi spendere soldi,c'è il bibi,l'americano,il coreano,l'arenicola ecc,se vuoi rimanere nel risparmio e usare esche tradizionali che poi sarebbero quelle messe a disposizione anche da madre natura,vai con il granchio,le cozze,la fasolara o lingua di pappagallo,telline,vongole,cannolicchi,murice,seppioline,calamaretti ecc.
Comunque qui nella sezione pesci e tecniche di pesca trovi tutte le risposte.
Ciao Alfonso.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Febbraio 24, 2010, 18:45:09
Un consiglio per l'innesco della sarda! Avvolgi i budellini intorno al sigaro di sarda e fissali con un pò di filo elastico! I budellini hanno un potere attirante eccezionale!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Dunkan - Febbraio 24, 2010, 18:57:18
Ok grazie a tutti per  le dritte, volendo insidiare la "regina" (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_2_35_001.gif), penso che proverò un tandem di esche tipo sarda e cannolicchio con qualche bel "vermone" eventualmente in sostituzione.  ;D
Un saluto


Dunkan
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Febbraio 25, 2010, 08:53:29
se ti è più facile reperire il cefalo anche quello è ottimo lo sfiletti e ne fai vari slsicciotti con il filo elastico anche il bibi è un ottima esca per la spigola...
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Febbraio 25, 2010, 09:39:18
Permettetemi di rinfrescarvi le idee  ;D
I termini short arm, long arm e short rovesciato sono riferiti ai braccioli
i primi due hanno sempre l'attacco basso a pochi cm. dal piombo (fisso), il terzo ha l'attacco in alto sul trave con l'amo che va a sfiorare il piombo.
Short, in inglese, significa "corto" quindi è un bracciolo lungo intorno ad 1 metro (cm. + cm. -)
Long, in inglese, significa "lungo" quindi è un bracciolo lungo da 1,5 mt. in su.
Lo short rovesciato è uno short con attacco in alto sul trave, se invece attacchiamo un long in alto lo possiamo definire long rovesciato o doppio short (fate vobis, il concetto è sempre quello).
Long e short possono essere utilizzati anche su montature con piombo scorrevole.
P.S. per Dunkan, il vantaggio che offre il piombo fisso è che puoi cambiarlo rapidamente senza dover rifare tutto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: lucianillo - Maggio 11, 2010, 18:05:41
io pesco con uno 0.25 in bobbina e come shock leader uno 0.25 trecciato con un pò di silicone spray  da 80 a 120 grammi dipende dal mare e va molto lontano ciao. ;D 
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: boyman1982 - Maggio 23, 2010, 01:03:21
Ciao a tutti,

sono nuovo del forum,complimenti per tutti i consigli e la pazienza che avete nel rispondere a chi è all’inizio e vuole capirci qualcosa (come me) volevo solo farvi una domanda che mi sfugge… io sto iniziando da poco la pesca del surf casting….. cmq per quanto riguarda l unione della lenza madre con lo shock leader… fin qui ci sono…  deve essere 2 volte la lunghezza della canna piu o meno… ma poi lo shock leader al terminale come si collega?
Tramite girella?   Cioè io ancora non ho capito bene questo… trovo strano che si fa lo shock leader e poi anche se magari si usa lo 0,60 per lo shock leader e 0,60 per terminale che i 2 vengono uniti tramite girella   Non si rompe al momento del lancio dove c e’ la girella?

Io pensavo che una volta unito lo shock leader alla lenza madre su questo  si costruiva il terminale senza avere nessuna connessione fra shock leader e terminale tramite girella…  ma creando il terminale direttamente sullo shock leader.

Sbaglio se faccio cosi????



Grazie a tutti!!!!!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Maggio 23, 2010, 01:40:03
se compri una girella delle dimensioni giuste non si rompe tranquillo.Io invece metto sullo schok una girella con moschettone mentre al capo del trave faccio un asola in modo che sei anche veloce quando vuoi cambiare i travi...vai così che non rompi niente.... se hai bisogno di altri chiarimenti senza problemi.... due altri consigli...in occasione di surf vero onde alte mare agitato etc lo schok fallo anche più del doppio della canna di modo che gli ultimi metri del combattimento dove il pesce libera le sue ultime sfuriate ti ritrovi già con qualche giro di schok in bobbina.... il trave fallo sempre di diametro uguale o maggiore allo schok ciaoooooooooooooooooooo
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: boyman1982 - Maggio 23, 2010, 13:59:26
grazie per la risposta, adesso ho capito meglio... si in effetti per cambiare tipo di terminale se ho lo shock leader unito...sarebbe un casino dovrei sbobbinare lo SL tagliarlo.. e avere un altro SL con terminale pronto da ricollegare...    provero con girella...in caso vedrò qualche piombo "dirmi ciao ciao " mentre sparisce all'orizzonte staccandosi allora provero con SL con terminale senza girella.

ma che diametri si usano per lo SL e terminale???... io in bobbina ho uno 0,26... pero con carico di rottura elevato (9,6kg).. per i braccioli uso un 0,23 in fluorocarbon.. carico rottura 3,40 kg...     e come shock leader e terminale ho uno 0,60...    (uso piombi da 100 o 125 )....  secondo voi è esagerato???
da dire che non sono ancora pratico con i lanci... con un 0,35 mi si staccavano i piombi da 80 grammi nel lancio...

da premettere che non miro a grosse prede e non vado in condizioni di mare estremo... diciamo poco mosso-agitato..

grazie di nuovo a tutti per la pazienza..
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Maggio 23, 2010, 21:06:17
con 100 e 125 gr anche un buon 0,45-0,50 va bene...se non ambisci a grosse prede uno 0.26 va anche bene ma attenzione perchè non è un argomento che si può risolvere così facilmente.....ricorda che il pesce della vita può capitare quando meno te l'aspetti!!! e allora vedere rompersi quel 26 darà forti amarezze...............
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Maggio 24, 2010, 09:34:22
Esistono due soluzioni: quella definita "solidale" in cui gli snodi per l'aggancio dei braccioli vengono realizzati direttamente sullo shock e quella con "trave separato" in cui oltre allo shock c'è uno spezzone di nylon di pari diametro su cui realizzare gli snodi. La prima soluzione garantisce maggior robustezza e minor appiglio alle alghe ed è da preferire in condizioni di mare estremamente mosso. L'unico handicap è che se volessi cambiare il tipo di calamento (es. da uno short/short rovesciato/long ad un pater noster devi tagliare e sostituire tutto lo shock. Nel secondo caso il cambio di calamento è velocissimo ma avrai una giuntura in più che indebolisce il tutto. Per unire shock e trave, anzichè la girella puoi utilizzare dei ganci in acciaio tipo "fast C" o "peg peo" ai quali puoi fissare il trave dotandolo di un'asola.
Se i tuoi lanci non sono potentissimi puoi adoperare tranquillamente uno shock dello 0.50 per piombi fino a 125 grammi.
Ciao
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: boyman1982 - Maggio 24, 2010, 22:03:14
grazie mille per le risposte, molto chiare e precise, adesso ho capito....

bhe io non sono un gran lanciatore, visto che è da poco che pratico questa tecnica di lancio... e poi non ho canne o mulinello con caratteristiche avanzate... quindi cerco di recuperare piu metri possibili usando lenze con diametro minore.

un 0,45 per 100 grammi puo andare bene???

ma se per esempio lancio con lenza madre dello 0,26  ad una certa forza.... e poi lancio alla stessa forza con lenza madre 0,30... quanto sarà all incirca la differenza in distanza?

non c'è una schema una tabella generica che descrive le differenze di distanza in metri in base allo spessore della lenza che si usa con la stessa potenza???

grazie ancora... forse quello che sto chiedendo non esiste : )
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: POGGINO - Maggio 25, 2010, 00:06:33
con il 100 grammi lo 0,45 va bene prendilo di ottima qualità!!!! io consiglio sempre ayaka black power della mustad....qualche metro con lo 0,26 lo si guadagna sicuro quanto di preciso non lo so!!!    ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Maggio 25, 2010, 02:49:41
Beh fare una tabella sarebbe quasi impossibile visto che le distanze variano parecchio! Ci sono molteplici fattori che influiscono sulla distanza di lancio tra cui il tipo di canna e di mulinello utilizzato, il tipo di lancio, la misura del drop, il tipo di filo in bobina, il tipo di calamento, il tipo di piombo e peso ecc. ecc. Senza considerare poi le condizioni del tempo! Tutti fattori importanti! Basta cambiare uno di questi fattori e le distanze variano, a volte anche considerevolmente!!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Maggio 25, 2010, 08:50:19
A parità di attrezzatura qualche metro di differenza c'è fra uno 0.26 ed uno 0.30 in bobina ma non sono cifre abissali. La scelta del diametro piuttosto dev'essere condizionata dal tipo di preda che intendi insidiare. Se la tua azione di pesca è indirizzata a grufolatori di piccola/media taglia un 26 ci sta bene. Se miri ad orate e altri pesci di rilievo passa pure al diametro superiore. Se ti limiti a 100 grammi di piombo lo shock dello 0.45 ci può anche stare se non hai dei lanci esasperati
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Danny88 - Maggio 25, 2010, 12:06:02
Tieni in considerazione anche il fondale, se è ciottoloso con presenza abbondante di anfratti, il filo sarà più soggetto a sfregature, da qui trarrai che il diametro va aumentato. In questi fondali uso sempre un 0.28-0.30.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Gavriael - Ottobre 19, 2010, 19:47:59
Io uso l'Ayaka Black Power della Mustad, è 0.45, siliconato e ha un carico di rottura di 17 kg.
L'ho caricato al massimo facendo dei sidecast con l'Italcanna Exagon 150, usando un piombo da 5 oncie, devo dire che mi sono trovato sempre bene.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Ottobre 19, 2010, 19:54:32
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Io uso l'Ayaka Black Power della Mustad, è 0.45, siliconato e ha un carico di rottura di 17 kg.

Quoto: l'ayaka è davvero un ottimo filo...  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Ottobre 19, 2010, 23:44:22
L'Ayaka è davvero ottimo......fino allo 0.50, oltre lo trovo troppo rigido (per i miei gusti).

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Io uso l'Ayaka Black Power della Mustad, è 0.45, siliconato e ha un carico di rottura di 17 kg.
L'ho caricato al massimo facendo dei sidecast con l'Italcanna Exagon 150, usando un piombo da 5 oncie, devo dire che mi sono trovato sempre bene.

Attento, con uno 0.45 e 5oz di piombo sei a forte rischio di rottura.....anche della canna.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Gavriael - Ottobre 20, 2010, 13:28:15
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Attento, con uno 0.45 e 5oz di piombo sei a forte rischio di rottura.....anche della canna.
Si è vero, finora non mi è mai successo e spero che non succeda questo venerdì a pesca !
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Ottobre 20, 2010, 14:40:42
Anch'io per un lungo periodo ho utilizzato l'Ayaka Black Power nella misura dello 0.50 ... poi è arrivato il multifibra ...
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: pillo - Ottobre 20, 2010, 15:25:56
mi unisco alla discussione perchè sto adeguando l'attrezzatura per l'inverno e vorrei alcuni consigli...la mia attrezzatura si muove con canne antares 170 ed ultrega come mulo, per l'estate montavo in bobina un 0.25 shimano technium, come SL il conico della shimano (quello arancione). volevo sapere se e quale mi conveniva montare per le condisurf invernali considerando che forzo abbastanza con 150gr di piombo...metto uno 0.30 in bobina ( qual'è il migliore secondo voi?) e come SL mi incuriosisce il multifibra, se dovessi decidermi quale dovrei mettere e quali sono i pro ed i contro.
Non bado a spese per la "minuteria" al contrario della giusta canna da surf che ancora non riesco a scegliere...400€ (+ o -) per una ripartita badbass o maver sono veramente un bel pò di soldini....e qui a cosenza non sono riuscito a trovare nient'altro dal, forse unico, buon negozio di pesca...
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Ottobre 20, 2010, 20:35:16
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... e come SL mi incuriosisce il multifibra, se dovessi decidermi quale dovrei mettere e quali sono i pro ed i contro.

Ciao Pillo,
io attualmente sto utilizzando il multifibra della Tubertini, precisamente il Dyneema QUATTRO + QUATTRO ed utilizzando un trave dello 0.50 ho optato per un diametro dello 0.26. Se fai una ricerca vedrai che sul forum è stato discusso a fondo sull'argomento; intanto potresti dare un'occhiata a questo TOPIC (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/empty-t22123.0.html;highlight=multifibra) in cui un altro utente chiedeva consigli sullo shock leader.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non bado a spese per la "minuteria" ...

Fai benissimo: non bisogna mai lesinare sulla cosi detta minuteria!!!

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... al contrario della giusta canna da surf che ancora non riesco a scegliere...400€ (+ o -) per una ripartita badbass o maver sono veramente un bel pò di soldini....e qui a cosenza non sono riuscito a trovare nient'altro dal, forse unico, buon negozio di pesca...

Fatti un giro su internet perchè a volte si trovano delle ottime offerte.

 ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Ottobre 20, 2010, 22:50:55
Ciao Pillo
come hai giustamente detto, in assetto invernale è meglio aumentare di qualche centesimo il filo in bobina. Puoi passare ad uno 0.28-0.30 rimanendo sul technium. Per quanto riguarda lo shock io rimango fedele al classico nylon. Direi che uno 0.60 ti garantisce una certa sicurezza con 150 gr. di piombo su una telescopica.
Per la scelta della ripartita ti consiglio di dare un'occhiata alle numerose discussioni presenti sull'argomento: forse non riuscirai a scegliere il modello ma probabilmente capirai se una ripartita ti serve davvero.
Con 400 euro puoi puntare ad una coppia di ottime canne. Le due marche che hai citato non mi pare che commercializzino delle rip. Piuttosto, se hai la possibilità, esci dalla tua città ed allarga l'orizzonte.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: miletese90 - Settembre 08, 2011, 09:54:10
Salve ragazzi, volevo chiedervi se io in bobina ho un filo dello 0.20, con una canna con surf 50-100, per lanciare sui 70gr dovrei innestare uno shock leader secondo voi?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Settembre 08, 2011, 10:03:59
Si, dovresti "annodare" uno shock dello 0.40 circa
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: miletese90 - Settembre 08, 2011, 10:14:15
ok grazie mille! ;)  ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: roby_one - Settembre 11, 2011, 12:42:25
E tu fai una prova.
Lancia prima senza lo shock e vedi come si gestisce un piombo da 70 gr con lo 0,20 diretto.
Poi mettici lo shock 0,20-0,47 e vedi la stessa cosa.
Poi trai le tue considerazioni.
Ricordati che con un piombo da 50 gr nel longcasting si usa lo 0,60 come shock e si superano i 200 metri.
A te le considerazioni in merito.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^MANUSPIN^ - Settembre 11, 2011, 13:03:34
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
E tu fai una prova.
Lancia prima senza lo shock e vedi come si gestisce un piombo da 70 gr con lo 0,20 diretto

secondo me ti conviene anche guardare bene dove cade il piombo dopo il lancio e poi chiedere a qualche esperto sub se te lo va a recuperare... :)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: roby_one - Settembre 11, 2011, 13:34:04
Il fatto che io abbia detto di fare una prova con lo 0,20 diretto è per farli capire il concetto che non si deve fare un gesto cosi  calabria, nel senso le conseguenze di sicura rottura del 0,20 con piombo del 70 gr mette a repentaglio la sicurezza sua e d altrui in particolare,OK?
Questo il senso del discorso della prima parte della risposta. (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^MANUSPIN^ - Settembre 11, 2011, 14:40:08
roby tranquillo, avevo capito il senso della tua risposta...e la mia battuta voleva solo sottolineare la pericolosità del gesto...infatti avevo messo lo smile per evitare equivoci, non mi permetterai mai di mancare di rispetto agli altri utenti ; se ti pare di avvertire sarcasmo in qualche risposta che leggi sul forum, di sicuro  non l'ho scritta io (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Settembre 11, 2011, 16:18:22
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve ragazzi, volevo chiedervi se io in bobina ho un filo dello 0.20, con una canna con surf 50-100, per lanciare sui 70gr dovrei innestare uno shock leader secondo voi?
Ciao Miletese,
tipiche canne con un range di potenza da 50 a 100 gr sono le canne da beachledgering, tecnica in cui il diametro del filo da 0.20 mm è tra i più usati. Questo diametro, a seconda dello stile di lancio che adotti, non sarebbe in grado di reggere neanche al lancio di un piombo di 20 gr, figurati a quello di 70 gr. Pertanto l'utilizzo dello shock leader è assolutamente indispensabile. Ovviamente, per non creare troppa sproporzione tra il diametro del filo in bobina e quello dello shock leader, dovresti usare come S.L. un filo con un diametro il più contenuto possibile in base al peso del piombo.
Nel caso dei 70 gr, potresti usare un buon filo di diametro 0.35 oppure, come ti ha suggerito Oltremare, un diametro 0.40. Se sali ancora di peso (p.e. 90 gr), è da prendere in considerazione di passare addirittura allo 0.50.
Personalmente, per non creare troppo divario tra diametro del filo in bobina e S.L., sto usando come S.L. un multifibra di diametro 0.10, che mi consente di lanciare in tutta sicurezza piombi sino a 90 gr, ottenendo quindi il doppio risultato di pescare con un filo sottile ma allo stesso tempo ultra resistente.
Vorrei aggiungere una considerazione, perché molti la trascurano o ci badano solo quando è ormai troppo tardi: la pesca con fili così sottili in bobina è possibile farla solo su fondali sabbiosi o al massimo in presenza di posidonie molto rade, perché il minimo appiglio del piombo può provocare la rottura del filo in bobina in un punto qualsiasi. 
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: roby_one - Settembre 11, 2011, 18:52:49
 ;D  ;D

Quoto quasi in tutto,tranne lo 0,35, se fai lancetti ok altrimenti sali di diametro oppure se usi shck conici 0,20-0,47 toglici due - tre metri di filo dalla parte che finisce più grossa.
Sempre IMHO.
Roberto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Alextech - Settembre 13, 2011, 16:24:10
 ;D

io  uso un 0.35 sulle bobine con lo shock leader del 0.50 e lavoro  da 100 a 130g.
Dove pesco è una spiaggia ad alta energia dopo 3 metri dalla battigia ci sono gia 2metri di acqua,
 e non necessito di longcast.
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
  e anche per i braccioli?

Thanks
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Settembre 13, 2011, 18:53:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
;D

io  uso un 0.35 sulle bobine con lo shock leader del 0.50 e lavoro  da 100 a 130g.
Dove pesco è una spiaggia ad alta energia dopo 3 metri dalla battigia ci sono gia 2metri di acqua,
 e non necessito di longcast.
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
  e anche per i braccioli?

Thanks
Secondo me usare il fluorcarbon per lo shock è sprecato.
Trova un buon nylon che abbia il carico di rottura per lo meno uguale alla madre che hai in bobina.
Poi se vuoi stare tranquillo, ogni  tanto lo sostituisci e rifai il nodo...
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Settembre 13, 2011, 19:20:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Secondo me usare il fluorcarbon per lo shock è sprecato.
Trova un buon nylon che abbia il carico di rottura per lo meno uguale alla madre che hai in bobina.
Poi se vuoi stare tranquillo, ogni  tanto lo sostituisci e rifai il nodo...
Concordo in pieno. Personalmente, poi, sto cambiando idea sull'utilizzo del fluorocarbon anche come bracciolo a causa della sua elevata memoria meccanica, che tende a far conservare le 'pieghe' che accidentalmente si formano sul bracciolo (sul nylon, queste pieghe sono più facilmente 'stirabili').
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Settembre 13, 2011, 20:56:25
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
e anche per i braccioli?

Concordo con Daniele sull'inutilità del fluorocarbon come shock leader ed aggiungo che sarebbe oltremodo controproducente sia dal punto di vista economico, in quanto costerebbe molto di più rispetto ad un "normale" nylon, sia dal punto di vista del carico di rottura che, a parità di diametro, risulterebbe inferiore rispetto ad un qualsiasi nylon. Per quanto riguarda i braccioli, invece, lo trovo particolarmente utile in condizioni di forte luminosità e mare calmo; un esempio su tutti potrebbe essere una notte senza vento, mare forza olio e Luna splendente nel cielo.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Alextech - Settembre 13, 2011, 21:02:51
Ops !  Il fluorocarbon non per lo shock leader ma per la trave e braccioli.

Vero anche il fatto della memoria del fluorocarbon ma ho notato che quest ultimo è più tenace al morso dei pesci... il nylon normale è più tenero.

mi è capitato la scorsa settimana dopo che ho giocato con un pesce mezza ora a correre su e giù per la spiaggia che alla fine mi ha segato il monofilo da 0,25.. ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Settembre 13, 2011, 21:13:22
Ciao Alextech, per il trave sono dell'opinione che valga lo stesso discorso fatto prima sullo shock leader. E' vero, il nylon risulta più elastico e più morbido rispetto al fluoro carbon, ma personalmente non ritengo che questa caratteristica sia negativa in quanto l'elasticità del terminale ci aiuterà in parte ad ammortizzare le testate del nostro amico pinnuto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Settembre 13, 2011, 22:32:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
e anche per i braccioli?

Concordo con Daniele sull'inutilità del fluorocarbon come shock leader ed aggiungo che sarebbe oltremodo controproducente sia dal punto di vista economico, in quanto costerebbe molto di più rispetto ad un "normale" nylon, sia dal punto di vista del carico di rottura che, a parità di diametro, risulterebbe inferiore rispetto ad un qualsiasi nylon. Per quanto riguarda i braccioli, invece, lo trovo particolarmente utile in condizioni di forte luminosità e mare calmo; un esempio su tutti potrebbe essere una notte senza vento, mare forza olio e Luna splendente nel cielo.
Avevo dimenticato di chiudere il discorso sui braccioli:
quoto Luigi (surfmaster76) e dico anch'io che l'utilizzo del fc per i terminali è dipendente dal tipo di mare che si affronta.
Più esso è limpido, fermo, pescata di giorno, etc. più mi indirizzo sul fc.
In condisurf, nylon dallo 0,30 in su...
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Alextech - Settembre 14, 2011, 07:27:39
Ok grasie ùùooiuuy

quindi mi acquisterò una bella serie di monofili buoni di colore neutri.


Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Alextech, per il trave sono dell'opinione che valga lo stesso discorso fatto prima sullo shock leader. E' vero, il nylon risulta più elastico e più morbido rispetto al fluoro carbon, ma personalmente non ritengo che questa caratteristica sia negativa in quanto l'elasticità del terminale ci aiuterà in parte ad ammortizzare le testate del nostro amico pinnuto.

Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Settembre 14, 2011, 07:57:32
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria

Scusa tanto Alex, ma quale pinnuto si dedica ad azzannare il nylon anzichè l'esca? L'unico caso che io conosca è il serra quando, in condizioni di riverbero della luce sul nylon, lo attacca.
Per il resto concordo pienamente con quanto hanno già detto i colleghi: il fluoro può avere qualche utilità, come bracciolo, pescando di giorno con acqua chiara
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Alextech - Settembre 16, 2011, 00:53:30
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria

Scusa tanto Alex, ma quale pinnuto si dedica ad azzannare il nylon anzichè l'esca? L'unico caso che io conosca è il serra quando, in condizioni di riverbero della luce sul nylon, lo attacca.
Per il resto concordo pienamente con quanto hanno già detto i colleghi: il fluoro può avere qualche utilità, come bracciolo, pescando di giorno con acqua chiara

Non intendo l'attacco spontaneo al filo, ma la resistenza del filo allo sfregamento tra i denti del pesce allamato calabria
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Settembre 16, 2011, 01:23:37
Se i pesci che intendi insidiare sono portatori di DENTI, ti consiglio l'utilizzo di uno spezzone di cavetto d'acciaio sul terminale. Per tutti gli altri pesci puoi utilizzare indistintamente nylon o fluorocarbon, con l'unica differenza che quest'ultimo, grazie al suo bassissimo indice di rifrazione della luce, ha una marcia in più in condizioni di forte luminosità.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Alextech - Settembre 19, 2011, 22:33:44
Grazie Surf ùùooiuuy
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: emil.anto - Settembre 22, 2011, 18:09:55
Perdonate il mio intervento e le mie domande,ma come detto nella mia presentazione sono un novello con la canna (specialmente nel surfcasting).
Da quanto ho capito lo shock leader non è altro che la prolungazione (con spessore maggiore) della lenza madre in modo tale che questa prolungazione venga sollecitata al posto della lenza madre,che essendo meno spessa potrebbe cadere in rotture (specialmente se si utilizzano particolari grammature).
Le mie domande sono:
- una volta che,tramite nodo di sangue,lego la lenza madre allo shock (2 volte la lunghezza della canna),lo shock lo devo inbobbinare?
- c'è il rischio che la parte di congiunzione tra le 2 lenze,nel momento in cui passa dall'ultimo anello,possa soffrire di abrasioni causa attrito con l'anello? se si,come ovviare al problema.
Grazie in anticipo.
E.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Settembre 22, 2011, 19:41:57
Il compito dello shock leader è proprio quello.
Una volta che hai collegato lo shock leader alla lenza madre, siccome la sua lunghezza è il doppio di quella della canna, una parte di esso dovrà per forza essere avvolta nel mulinello. La quantità che viene avvolta dipende da quanto lasci lungo il 'drop' in fase di lancio: più è lungo il drop, meno S.L. avvolgerai in bobina; viceversa, meno è lungo il drop, più S.L. verrà avvolto in bobina (il drop è quella parte dello S.L. che va dall'ultimo anello della canna sino al piombo).
Da quando lo S.L. è stato inventato, l'unico sistema per collegarlo alla lenza madre è un nodo: il nodo quindi passa attraverso gli anelli sia in fase di lancio che di recupero. Prima che il nodo si abrada, ci vogliono centinaia e centinaia di lanci e recuperi. Certo, col tempo, una certa abrasione si forma, ma ti è sufficiente controllare le condizioni del nodo (e della madre e dello S.L. attigui al nodo) ogni tanto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Settembre 22, 2011, 20:16:04
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- una volta che,tramite nodo di sangue,lego la lenza madre allo shock ...

Ciao emil.anto,
il nodo di sangue è più indicato quando si legano fili di diametro simile: questo potrebbe essere utile nel caso in cui tu utilizzassi il multifibra oppure uno shock leader conico.
Nel caso di uno shock leader realizzato con nylon di diametro superiore a quello della lenza madre, ti consiglio di eseguire un nodo albright special per legare i due fili.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- c'è il rischio che la parte di congiunzione tra le 2 lenze,nel momento in cui passa dall'ultimo anello,possa soffrire di abrasioni causa attrito con l'anello? se si,come ovviare al problema.

In genere, per stare più tranquillo, rifaccio il nodo di giunzione ogni quattro o cinque uscite.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Settembre 22, 2011, 23:32:26
In alternativa all'albright consigliato da Surfmaster, suggerisco il nodo composite che è di più facile realizzazione.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: emil.anto - Settembre 23, 2011, 00:09:28
Perfetto,era come pensavo quindi! Grazie per le prontissime risposte,sempre esaustive.
Proverò domani,e vi farò sapere com'è andato il tutto.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: emil.anto - Settembre 23, 2011, 21:23:21
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Perfetto,era come pensavo quindi! Grazie per le prontissime risposte,sempre esaustive.
Proverò domani,e vi farò sapere com'è andato il tutto.

Allora,ho montato shock leader e piombo da 55 gr per una prova lancio in campagna mia sull'erbetta (ovviamente essendo una prova di lancio non ho montato braccioli,ami e quant'altro).
Ho notato che durante il lancio,una volta che il nodo tra le 2 lenze esce dalla bobina sento una leggera spinta data credo dal moto parabolico del piombo che scarica sulla lenza madre (di spessore minore). in più ho notato anche che quando il nodo passa attraverso l'ultimo anello,tocca leggermente i bordi interni facendomi perdere metraggio...come posso ovviare a ciò? Ho applicato un albright special tra S.L. e lenza madre.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Settembre 23, 2011, 23:25:52
Non so che attrezzatura hai, di che misura è il filo in bobina e quello dello shock, ma un piombo da 55 gr è veramente leggero e "tira" poco. Un piombino simile si usa nel beach con uno 0.18 in bobina e uno 0.30 max di shock. Occorre il giusto rapporto fra tutti gli elementi dell'apparato pescante per ottimizzare il tutto. Tieni comunque conto che il nodo dello shock, al passaggio sul puntalino, provoca un caratteristico rumore. Potrebbe anche darsi che il nodo non sia stato eseguito bene e soffra più del dovuto. Se descrivi tutto potremo dare consigli più mirati
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: emil.anto - Settembre 24, 2011, 11:34:11
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non so che attrezzatura hai, di che misura è il filo in bobina e quello dello shock, ma un piombo da 55 gr è veramente leggero e "tira" poco. Un piombino simile si usa nel beach con uno 0.18 in bobina e uno 0.30 max di shock. Occorre il giusto rapporto fra tutti gli elementi dell'apparato pescante per ottimizzare il tutto. Tieni comunque conto che il nodo dello shock, al passaggio sul puntalino, provoca un caratteristico rumore. Potrebbe anche darsi che il nodo non sia stato eseguito bene e soffra più del dovuto. Se descrivi tutto potremo dare consigli più mirati

Lenza madre 0,20 mm, S.L. 0.40 mm. Lo so che con 55 gr di peso i lanci non sono un granchè,ma le mie erano solo prove più che altro per vedere come io mi trovavo con questo nuovo sistema. Infatti,ho montato uno 80 gr e le  cose sono cambiate drasticamente in meglio (sempre senza montature,solo piombo). Poi in nottata (verso mezzanotte) sono andato a fare un paio di lanci a mare causa telefonata di un mio amico e noia del venerdì sera. Calo 2 canne tra cui quella con lo S.L. Il mare era leggermente mosso con qualche bell'onda che arrivava in riva,tento quindi di aggiungere ulteriore peso,e vado per un 100 gr,utilizzo un long arm da 150 cm circa ed un short rovesciato da 80 cm circa in modo tale da vedere più in superficie com'era la situazione. Risultato a parte (con utilizzo cozze e cannolicchi 10 saraghi,5 mormore e vari piccole perchie rilasciate in mare prontamente), nel recupero dell'ultimo lancio (non avevo preso niente),noto una forte tensione che mi fà rompere la lenza madre e non era né incaglio né cattura certamente, infatti riesco a recuperare il terminale senza problemi tirandolo. Il che mi ha fatto pensare: e se utilizzassi direttamente una lenza 0,40 mm senza usare lo shock leader? Se lo shock leader serve per scaricare la tensione su di esso,a questo punto utilizzo una lenza madre di 0,40 mm e risolvo tutti i problemi senza mangiarmi la testa.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^OLTREMARE^ - Settembre 24, 2011, 15:53:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
......... Il che mi ha fatto pensare: e se utilizzassi direttamente una lenza 0,40 mm senza usare lo shock leader? Se lo shock leader serve per scaricare la tensione su di esso,a questo punto utilizzo una lenza madre di 0,40 mm e risolvo tutti i problemi senza mangiarmi la testa.

Se hai avuto modo di leggere i vari topics, domande come la tua sono state poste infinite volte ed io ti posso rispondere che il problema non sta nello shock ma nel filo madre: troppo sottile nel momento in cui deve affrontare condizioni gravose. Con uno 0.40 in bobina limiteresti di molto la lunghezza dei lanci e saresti comunque costretto, oltre un certo limite di piombo, ad usare lo shock. Comincia ad utilizzare uno 0.25 in bobina che fornisce qualche sicurezza in più
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: emil.anto - Settembre 24, 2011, 19:21:45
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
......... Il che mi ha fatto pensare: e se utilizzassi direttamente una lenza 0,40 mm senza usare lo shock leader? Se lo shock leader serve per scaricare la tensione su di esso,a questo punto utilizzo una lenza madre di 0,40 mm e risolvo tutti i problemi senza mangiarmi la testa.

Se hai avuto modo di leggere i vari topics, domande come la tua sono state poste infinite volte ed io ti posso rispondere che il problema non sta nello shock ma nel filo madre: troppo sottile nel momento in cui deve affrontare condizioni gravose. Con uno 0.40 in bobina limiteresti di molto la lunghezza dei lanci e saresti comunque costretto, oltre un certo limite di piombo, ad usare lo shock. Comincia ad utilizzare uno 0.25 in bobina che fornisce qualche sicurezza in più

Prenderò uno 0,25 allora e vediamo come và stavolta... grazie come sempre.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: raffy125 - Aprile 02, 2012, 13:31:52
ciao a tutti  vorrei mettere anke io lo scock leader ai miei mulinelli xk io tuttora non lo utilizzo ho in bobina uno 0.35 e basta ma ora ke sono venuto a conoscienza di questo vorrei sapere che lenza cioè di ke misura va messa nella bobina e quela dello scock per lanciare 100 grammi o poco più e quale il nodo migliore da fare  ;D ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Ardito - Aprile 02, 2012, 13:44:04
Ciao.
Come nodo ti consiglio quello che trovi segnalato da Oltremare all'inizio di questa discussione, ovvero il composite knot, di cui trovi anche l'illustrazione.
Riguardo i diametri, fino a 100/110 grammi puoi utilizzare uno shock-leader dello 0,40 e in bobina uno 0,24 o 0,25; io pesco in questo modo.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: tiburon88 - Aprile 02, 2012, 14:06:46
se peschi fino a 100/110 gr con un 0.35 in bobina non necessiti si shock leader a mio avviso.

Se scendi con il diametro oppure sali con il piombo ti sarà necessario, ma finchè resti dentro questi parametri puoi fare a meno, non faresti altri che complicare l' apparato pescante.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: osvaldo44 - Aprile 02, 2012, 14:15:27
[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/i/kolw.jpg/](https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimg703.%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%2Fimg703%2F2748%2Fkolw.jpg&hash=d2d5a125bc01fc36aa81bb65a2c05a57) (http://img703.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE)

Questo secondo me è il nodo più semplice e veloce per unire  lo SHOCK LEADER,
per effettuarlo ci vogliono 10 secondi e si può fare a occhi chiusi.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^SURFMASTER76^ - Aprile 02, 2012, 15:39:37
Concordo con ardito: sino a piombi da 100gr uno shock leader in nylon dello 0,40 dovrebbe essere sufficiente. Se poi volessi utilizzare uno shok più "snello" potresti provare il multifibra in un dioametro compreso tra 0,20 e 0,25.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Aprile 02, 2012, 16:32:05
Concordo con quanto è stato detto! Per piombi così leggeri uno 0.40 basta e avanza! per quanto riguarda il nodo, va bene quello suggerito da Oltremare cioè il composite knot! Personalmente utilizzo l'albright o il double uni knot che fino ad ora non mi hanno mai tradito!!
Ciao!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Aprile 02, 2012, 18:33:10
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE]/i/kolw.jpg/](https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimg703.%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%5BIMMAGINE+NON+DISPONIBILE+SI+PREGA+GLI+AUTORI+DI+RICARICARE+LE+IMMAGINI+GRAZIE%5D%2Fimg703%2F2748%2Fkolw.jpg&hash=d2d5a125bc01fc36aa81bb65a2c05a57) (http://img703.[IMMAGINE NON DISPONIBILE SI PREGA GLI AUTORI DI RICARICARE LE IMMAGINI GRAZIE)

Questo secondo me è il nodo più semplice e veloce per unire  lo SHOCK LEADER,
per effettuarlo ci vogliono 10 secondi e si può fare a occhi chiusi.
Questo nodo può essere utilizzato anche con fili di diametro molto differente?
Inoltre, a lavoro finito, il nodo risultante è abbastanza "snello" o rimane abbastanza grosso?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Aprile 02, 2012, 18:52:02
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Questo nodo può essere utilizzato anche con fili di diametro molto differente?
Inoltre, a lavoro finito, il nodo risultante è abbastanza "snello" o rimane abbastanza grosso?
La fregatura è che il nodo di sangue tiene sino a quando non c'è una grande differenza tra i diametri (per esempio 0.25 + 0.30 va bene, 0.35+0.40 va bene, 0.25+0.40 rischia di sciogliersi...).
Il nodo illustrato da Osvaldo non è altro che il nodo di sangue (o per chi preferisce l'inglese, blood knot) fatto in un modo diverso, per cui il volume che occupa è identico al nodo di sangue fatto nel modo tradizionale.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: Surf 33 - Aprile 02, 2012, 19:03:40
Io rimango dell'avviso che in qualsiasi tecnica, il nodo di giunzione migliore sia il Toni Pena.... (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Aprile 02, 2012, 20:36:14
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Questo nodo può essere utilizzato anche con fili di diametro molto differente?
Inoltre, a lavoro finito, il nodo risultante è abbastanza "snello" o rimane abbastanza grosso?
La fregatura è che il nodo di sangue tiene sino a quando non c'è una grande differenza tra i diametri (per esempio 0.25 + 0.30 va bene, 0.35+0.40 va bene, 0.25+0.40 rischia di sciogliersi...).
Il nodo illustrato da Osvaldo non è altro che il nodo di sangue (o per chi preferisce l'inglese, blood knot) fatto in un modo diverso, per cui il volume che occupa è identico al nodo di sangue fatto nel modo tradizionale.
Non avevo fatto caso che fosse appunto una semplificazione del nodo di sangue...
Hai ragione Roberto  (https://www.calabriapescaonline.it/home/forum/Smileys/piombo/36_1_11.gif)
Effettivamente i diametri differenti non sono il top per questo nodo...
Rimango fedele al mio primo amore: l'allbright  ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: osvaldo44 - Aprile 03, 2012, 00:25:11
infatti è una semplificazione del nodo di sangue più veloce e più preciso infatti le spire sono sempre uguali,solo che i capi da tagliare escono dallo stesso lato,ne ho appena fatto uno tra 0,20 e 0,40 e non fa una piega se lubrificato bene durante l'eseguzione non si scioglie .
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: raffy125 - Aprile 03, 2012, 09:51:12
in bobina mettendo uno 0.20 o 0.25  si ottiene un lancio piu lungo?? uno shock dello 0.40 va bene??   e poi nella bobina dove ce il nodo nn si ingarbuglia e quindi nn si ottiene un bel lancio?? aiuto
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: master73 - Aprile 03, 2012, 10:38:53
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
in bobina mettendo uno 0.20 o 0.25  si ottiene un lancio piu lungo?? rispetto a cosa? rispetto a uno 0,40 forse si (dipende dalla tecnica del lanciatore), rispetto a uno 0,18.....forse no.....
uno shock dello 0.40 va bene?? anche qui......rispetto a cosa...? per lanciarci in above o side 90/100 gr con una telescopica....forse si, per 120/150 grammi....probabilmente no; per fare lanci in ground con una rip, decisamente no!!!!
 e poi nella bobina dove ce il nodo nn si ingarbuglia e quindi nn si ottiene un bel lancio?? aiuto

Bisogna cercare di contestualizzare la domanda...........e parametrare tutto il complesso, all'attrezzatura utilizzata... ;D

ps...tranquillo, se c'è un nodo ben fatto......nessun groviglio e nessun garbuglio... calabria
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Aprile 03, 2012, 10:53:32
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
infatti è una semplificazione del nodo di sangue più veloce e più preciso infatti le spire sono sempre uguali,solo che i capi da tagliare escono dallo stesso lato,ne ho appena fatto uno tra 0,20 e 0,40 e non fa una piega se lubrificato bene durante l'eseguzione non si scioglie .

Ciao Osvaldo,
infatti non è durante l'assuccata che si scioglie, ma nel corso dell'utilizzo sotto forte tensione (quando naturalmente c'è differenza di diametro).
E' un ottimo nodo che uso spesso con i diametri sottili. E' in ogni caso sconsigliato quando si vogliono unire due fili di materiale diverso (nylon+fluorocarbon, nylon+multifibra, fluorocarbon+multifibra), per i quali è consigliato l'Albright o, in caso di nylon+multifibra o fluorocarbon+multifibra,  ancora meglio il Toni Pena.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
in bobina mettendo uno 0.20 o 0.25  si ottiene un lancio piu lungo?? uno shock dello 0.40 va bene??   e poi nella bobina dove ce il nodo nn si ingarbuglia e quindi nn si ottiene un bel lancio?? aiuto

Più è sottile il nylon in bobina, più si ottiene un lungo lancio. Lo shock da 0.40 va bene sino a piombi da 100/120 gr e naturalmente dal tipo di lancio che si effettua (personalmente, per lanciare 120 gr in ground, preferisco lo 0.50, mentre per il side va benissimo lo 0.40). Il nodo non si ingarbuglia perché le spire dello shockleader avvolte in bobine sono poche (5 o 6) e queste spire non vanno sovrapposte tra loro, ma affiancate.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: raffy125 - Aprile 03, 2012, 10:59:56
nonnoroby  ;D  ho solo un'altra domanda di quanti metri deve essere lo scock ???
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Aprile 03, 2012, 11:22:27
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
nonnoroby  ;D  ho solo un'altra domanda di quanti metri deve essere lo scock ???
Di solito la lunghezza dello shock è il doppio della lunghezza della canna.
Io preferisco avere qualche metro in più, ma è sufficiente rispettare la regola che ti ho detto prima
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Aprile 03, 2012, 11:25:15
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
nonnoroby  ho solo un'altra domanda di quanti metri deve essere lo scock ???
Di norma, lo shockleader deve essere lungo il doppio della canna (p.e., canna da 4 mt=shock da 8 mt).
Qualcuno lo fa anche più lungo per ragioni di sicurezza per paura di perdere la preda nel gradino di risacca, personalmente preferisco farlo della lunghezza giusta per favorire l'uscita del nylon durante il lancio (se la preda è grossa ed ho paura di perderla nel gradino, non ci penso due volte a bagnarmi i piedi...)
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: antonio86p - Giugno 13, 2012, 14:33:45
Salve a tutti premetto di non aver letto l'intero post ma solo 1-2 e 5 pagina quindi se nelle pag 3 e 4 dovesse esserci la mia stessa domanda perdonatemi....

allora vorrei sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi di usare uno shock  leader conico rispetto ad uno shock normale di diamentro uniforme.... al momento tra gli svantaggi sono sicuro ci sia solo uno svantaggio economico.... un mio amico afferma che con il conico non si perdono eccessivi metri nel lancio rispetto al normale nylon voi cosa potete dirmi??? grazie  calabria
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Giugno 13, 2012, 15:29:40
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve a tutti premetto di non aver letto l'intero post ma solo 1-2 e 5 pagina quindi se nelle pag 3 e 4 dovesse esserci la mia stessa domanda perdonatemi....

allora vorrei sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi di usare uno shock  leader conico rispetto ad uno shock normale di diamentro uniforme.... al momento tra gli svantaggi sono sicuro ci sia solo uno svantaggio economico.... un mio amico afferma che con il conico non si perdono eccessivi metri nel lancio rispetto al normale nylon voi cosa potete dirmi??? grazie calabria
Pro: nodo di giunzione effettuato con fili di diametro simili

Contro: 1) bisogna sostituirlo più spesso rispetto al nylon normale, soprattutto nei metri pù sottili.
2) molte volte il diametro dichiarato dei primi metri (quelli più sottili) non corrisponde poi alla realtà: ecco perchè si preferisce tagliare via 2 - 3 mt prima di effettuare il nodo di giunzione
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Giugno 13, 2012, 16:15:27
Alle risposte che ha dato Daniele, voglio aggiungere solo qualcosina solo per integrare maggiormente il discorso.
Tieni presente che il filo conico è commercializzato in due tipi:

- filo conico 'integrale', cioè si ha un filo in 'continuum' in cui a un certo punto (generalmente verso gli ultimi 15 mt) il filo inizia ad ingrossarsi progressivamente sino a raggiungere il diametro dichiarato. Per esempio un filo conico "0.23-0.47" sta a significare che il filo, per tutta la sua lunghezza, ha un diametro di 0.23 mm e che negli ultimi 15 mt si ingrossa progressivamente sino a raggiungere il diametro di 0.47 mm
    Vantaggio: assenza assoluta del nodo di giunzione, che favorisce lo scorrimento tra gli anelli
    Svantaggio: in caso di rottura del filo, il filo conico diventa un filo del tutto normale

- filo conico a 'spezzoni', cioè viene commercializzata solo la parte finale (di solito sui 15 mt) che si ingrossa progressivamente, da utilizzare come shockleader. Considerando l'esempio precedente, uno spezzone "0.23-0.47" sta a significare che lo spezzone inizia con un diametro di 0.23 mm e che si ingrossa progressivamente sino a raggiungere il diametro di 0.47 mm.
     Vantaggi: anziché acquistare l'intero filo, si acquistano solo gli spezzoni (a seconda della casa, gli spezzoni contenuti nel blister possono essere 5, 10, 15 o tutte le quantità intermedie). Selezionando lo spezzone il cui diametro iniziale si avvicina maggiormente a quello del filo nella nostra bobina, possiamo fare un nodo di giunzione molto efficace (il più usato, in questi casi, è il 'blood knot' o 'nodo di sangue') e di minimo volume, che favorisce il suo scorrimento tra gli anelli ed ha un impatto molto meno aggressivo sull'anello apicale.
     Svantaggi: il costo. Un'intera bobina di nylon normale da cui ricavare gli spezzoni per gli shockleader ha un costo decisamente inferiore.

Se non si hanno problemi di costi, l'utilizzo del filo conico integrale (o degli spezzoni conici) rappresenta decisamente maggiori vantaggi pratici rispetto agli shockleader tradizionali. Un eccessivo consumo di fili o spezzoni conici vanno però ad incidere pesantemente sulle nostre tasche...
  
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: antonio86p - Giugno 13, 2012, 16:34:35
quindi il tipo di shock conico o nylon normale non dovrebbe influire sul risultato in termini di metri del lancio?
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Giugno 13, 2012, 17:18:10
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
quindi il tipo di shock conico o nylon normale non dovrebbe influire sul risultato in termini di metri del lancio?

Sotto questo punto di vista l'incremento è poco significativo e tale da non giustificarne l'utilizzo (altrimenti verrebbe utilizzato dai pedanisti nelle gare di long casting calabria).
I vantaggi vanno visti esclusivamente sul minor logorio degli anelli passafilo (in particolare l'apicale) e dello stesso nodo di giunzione (minor volume), sulla miglior fuoriuscita del filo dalla bobina (minor volume del nodo), la minor raccolta di alghe durante il recupero, e così via. Nel conico integrale questi vantaggi hanno un incremento ancora maggiore, data l'assenza del nodo di giunzione.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DRAYCON^ - Giugno 13, 2012, 18:23:20
Concordo in tutto e per tutto su quello che hanno detto Roberto e Daniele! Aggiungo solo una piccola cosa! Un'altro svantaggio dello shock conico, soprattutto quando si hanno in canna prede importanti, è quella di non poter forzare negli ultimi metri quando parte dello shock è rientrato in bobina, cosa fattibile con uno shock tradizionale! Infatti, quando avviene ciò, con uno shock tradizionale, è come se avessimo una lenza madre di maggior diametro! Diverso è il discorso con uno shock conico! Quando questo entrerà in bobina, avremo a disposizione un filo con quasi lo stesso diametro della madre!
Naturalmente bisogna considerare anche il diametro del bracciolo, se questo è troppo sottile, tutto il discorso appena fatto va a scemare!
Ciao!
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: manfish87 - Settembre 13, 2012, 22:42:44
Ciao a tutti ho iniziato da poco a praticare surfcasting ed ho montato lo shock leader. Volevo chiedervi se secondo con un 0.30 in bobina uno shock leader da 0.60 è troppo esagerato.  ;D
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^DANIELEESPOSITO70^ - Settembre 14, 2012, 00:01:02
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao a tutti ho iniziato da poco a praticare surfcasting ed ho montato lo shock leader. Volevo chiedervi se secondo con un 0.30 in bobina uno shock leader da 0.60 è troppo esagerato.  ;D
Il diametro dello shock è in funzione del piombo che vuoi usare e dal tipo di lancio che fai.
Con piombi sui 150 gr e lancio side è OK.
Con zavorre inferiori e side puoi scendere proporzionalmente di diametro.

P.S.: ho evidenziato solo il side in quanto hai detto di esserti avvicinato da poco al surf. Nel caso di lancio in ground, i diametri vanno maggiorati un pò
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: ^NONNOROBY^ - Settembre 14, 2012, 00:48:06
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao a tutti ho iniziato da poco a praticare surfcasting ed ho montato lo shock leader. Volevo chiedervi se secondo con un 0.30 in bobina uno shock leader da 0.60 è troppo esagerato.

Ci sono alcune considerazioni da fare.
Poniamo che si voglia fare la pesca alle orate per la quale un buon nylon 0.30 sia sufficiente.
Caso 1: le orate si possono pescare solo a lunghissima distanza, poniamo 120 metri dalla riva: per poter raggiungere quella distanza occorre, oltre che una buona canna, anche un piombo pesante, poniamo 150 gr. In questo caso l'abbinamento lenza madre 0.30 + shock leader 0.60 è perfetto
Caso 2: le orate si possono pescare a media distanza, poniamo a 80 metri dalla riva: per poter raggiungere quella distanza è sufficiente una canna discreta ed un piombo medio, poniamo 120 gr. In questo caso l'abbinamento lenza madre 0.30 + shock leader 0.60 è sovradimensionato, in quanto è sufficiente uno shock leader 0.50
Caso 3: le orate si possono pescare a breve distanza dalla riva, poniamo a 40 metri, raggiungibili con un piombo da 60 gr. In questo caso si può fare a meno dello shock leader, oppure se si vuole operare in tutta sicurezza è sufficiente uno shock leader da 0.40

Supponiamo ora che si voglia pescare a surfcasting.
Caso 1: mare in scaduta, piombi sino a 150 gr. L'abbinamento lenza madre 0.30 + shock leader 0.60 è perfetto.
Caso 2: mare formato, piombi sino a 175 gr. In questo caso, mentre lo shock leader 0.60 è perfetto, potrebbe essere insufficiente il diametro 0.30 della lenza madre. L'abbinamento ideale potrebbe essere lenza madre 0.35 + shock leader 0.60.
Caso 3: mare grosso, piombi piramidali da 200 gr. In questo caso l'abbinamento ideale sarebbe lenza madre diametro 0.35 + shock leader 0.70.

Tirando le somme, si potrebbe concludere che il diametro ideale dello shock leader dovrebbe essere il più sottile possibile finché le circostanze ce lo permettono. Per circostanze si intendono le condizioni del mare e/o le distanze da raggiungere, che a loro volta condizionano il peso del piombo.

Un metodo che potrebbe risolvere tutte le varie circostante potrebbe essere quello di utilizzare come shock leader il multifibra: in tutte le tecniche di pesca a fondo (beach ledgering, PAF e surf casting) sarebbe sufficiente usare come shock leader un multifibra con l'identico diametro della lenza madre.
Titolo: Re: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché
Inserito da: manfish87 - Settembre 14, 2012, 08:36:13
Grazie mille adesso la cosa è un pochino più chiara!!
Alla prossima,
ciao!!