SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché

This is a discussion for the topic SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché il the board SURFCASTING.

Autore Topic: SHOCK LEADER, come realizzarlo e perché  (Letto 82401 volte)

^MANUSPIN^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1058
  • Non ducor, duco
Risposta #80 il: Settembre 11, 2011, 14:40:08
roby tranquillo, avevo capito il senso della tua risposta...e la mia battuta voleva solo sottolineare la pericolosità del gesto...infatti avevo messo lo smile per evitare equivoci, non mi permetterai mai di mancare di rispetto agli altri utenti ; se ti pare di avvertire sarcasmo in qualche risposta che leggi sul forum, di sicuro  non l'ho scritta io
Ho visto Sampei pescare carpe da un quintale con canna fissa ed essere trainato con tutta la barca per centinaia di metri; l'ho visto finire in acqua mentre stringeva con forza la sua canna fissa e faceva perno su tutti e due i piedi...VOGLIO IL FILO DI SAMPEI PER IL MIO MULINELLO!!!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #81 il: Settembre 11, 2011, 16:18:22
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Salve ragazzi, volevo chiedervi se io in bobina ho un filo dello 0.20, con una canna con surf 50-100, per lanciare sui 70gr dovrei innestare uno shock leader secondo voi?
Ciao Miletese,
tipiche canne con un range di potenza da 50 a 100 gr sono le canne da beachledgering, tecnica in cui il diametro del filo da 0.20 mm è tra i più usati. Questo diametro, a seconda dello stile di lancio che adotti, non sarebbe in grado di reggere neanche al lancio di un piombo di 20 gr, figurati a quello di 70 gr. Pertanto l'utilizzo dello shock leader è assolutamente indispensabile. Ovviamente, per non creare troppa sproporzione tra il diametro del filo in bobina e quello dello shock leader, dovresti usare come S.L. un filo con un diametro il più contenuto possibile in base al peso del piombo.
Nel caso dei 70 gr, potresti usare un buon filo di diametro 0.35 oppure, come ti ha suggerito Oltremare, un diametro 0.40. Se sali ancora di peso (p.e. 90 gr), è da prendere in considerazione di passare addirittura allo 0.50.
Personalmente, per non creare troppo divario tra diametro del filo in bobina e S.L., sto usando come S.L. un multifibra di diametro 0.10, che mi consente di lanciare in tutta sicurezza piombi sino a 90 gr, ottenendo quindi il doppio risultato di pescare con un filo sottile ma allo stesso tempo ultra resistente.
Vorrei aggiungere una considerazione, perché molti la trascurano o ci badano solo quando è ormai troppo tardi: la pesca con fili così sottili in bobina è possibile farla solo su fondali sabbiosi o al massimo in presenza di posidonie molto rade, perché il minimo appiglio del piombo può provocare la rottura del filo in bobina in un punto qualsiasi. 
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


roby_one

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 147
  • Salentino, de quiddhri tosti
Risposta #82 il: Settembre 11, 2011, 18:52:49
 ;D  ;D

Quoto quasi in tutto,tranne lo 0,35, se fai lancetti ok altrimenti sali di diametro oppure se usi shck conici 0,20-0,47 toglici due - tre metri di filo dalla parte che finisce più grossa.
Sempre IMHO.
Roberto.
Finchè la barca va,lasciala andare.


Alextech

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
Risposta #83 il: Settembre 13, 2011, 16:24:10
 ;D

io  uso un 0.35 sulle bobine con lo shock leader del 0.50 e lavoro  da 100 a 130g.
Dove pesco è una spiaggia ad alta energia dopo 3 metri dalla battigia ci sono gia 2metri di acqua,
 e non necessito di longcast.
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
  e anche per i braccioli?

Thanks
I pesci non li trovi solo in mare...scorfani seccie e purpi li trovi anche in strada....hahahah


^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #84 il: Settembre 13, 2011, 18:53:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
;D

io  uso un 0.35 sulle bobine con lo shock leader del 0.50 e lavoro  da 100 a 130g.
Dove pesco è una spiaggia ad alta energia dopo 3 metri dalla battigia ci sono gia 2metri di acqua,
 e non necessito di longcast.
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
  e anche per i braccioli?

Thanks
Secondo me usare il fluorcarbon per lo shock è sprecato.
Trova un buon nylon che abbia il carico di rottura per lo meno uguale alla madre che hai in bobina.
Poi se vuoi stare tranquillo, ogni  tanto lo sostituisci e rifai il nodo...
Daniele


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #85 il: Settembre 13, 2011, 19:20:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Secondo me usare il fluorcarbon per lo shock è sprecato.
Trova un buon nylon che abbia il carico di rottura per lo meno uguale alla madre che hai in bobina.
Poi se vuoi stare tranquillo, ogni  tanto lo sostituisci e rifai il nodo...
Concordo in pieno. Personalmente, poi, sto cambiando idea sull'utilizzo del fluorocarbon anche come bracciolo a causa della sua elevata memoria meccanica, che tende a far conservare le 'pieghe' che accidentalmente si formano sul bracciolo (sul nylon, queste pieghe sono più facilmente 'stirabili').
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2625
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #86 il: Settembre 13, 2011, 20:56:25
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
e anche per i braccioli?

Concordo con Daniele sull'inutilità del fluorocarbon come shock leader ed aggiungo che sarebbe oltremodo controproducente sia dal punto di vista economico, in quanto costerebbe molto di più rispetto ad un "normale" nylon, sia dal punto di vista del carico di rottura che, a parità di diametro, risulterebbe inferiore rispetto ad un qualsiasi nylon. Per quanto riguarda i braccioli, invece, lo trovo particolarmente utile in condizioni di forte luminosità e mare calmo; un esempio su tutti potrebbe essere una notte senza vento, mare forza olio e Luna splendente nel cielo.


Alextech

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
Risposta #87 il: Settembre 13, 2011, 21:02:51
Ops !  Il fluorocarbon non per lo shock leader ma per la trave e braccioli.

Vero anche il fatto della memoria del fluorocarbon ma ho notato che quest ultimo è più tenace al morso dei pesci... il nylon normale è più tenero.

mi è capitato la scorsa settimana dopo che ho giocato con un pesce mezza ora a correre su e giù per la spiaggia che alla fine mi ha segato il monofilo da 0,25.. ;D
I pesci non li trovi solo in mare...scorfani seccie e purpi li trovi anche in strada....hahahah


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2625
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #88 il: Settembre 13, 2011, 21:13:22
Ciao Alextech, per il trave sono dell'opinione che valga lo stesso discorso fatto prima sullo shock leader. E' vero, il nylon risulta più elastico e più morbido rispetto al fluoro carbon, ma personalmente non ritengo che questa caratteristica sia negativa in quanto l'elasticità del terminale ci aiuterà in parte ad ammortizzare le testate del nostro amico pinnuto.


^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #89 il: Settembre 13, 2011, 22:32:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
I miei dubbi sono sul tipo di nylon per lo shock leader conviene un fluorocarbon?
e anche per i braccioli?

Concordo con Daniele sull'inutilità del fluorocarbon come shock leader ed aggiungo che sarebbe oltremodo controproducente sia dal punto di vista economico, in quanto costerebbe molto di più rispetto ad un "normale" nylon, sia dal punto di vista del carico di rottura che, a parità di diametro, risulterebbe inferiore rispetto ad un qualsiasi nylon. Per quanto riguarda i braccioli, invece, lo trovo particolarmente utile in condizioni di forte luminosità e mare calmo; un esempio su tutti potrebbe essere una notte senza vento, mare forza olio e Luna splendente nel cielo.
Avevo dimenticato di chiudere il discorso sui braccioli:
quoto Luigi (surfmaster76) e dico anch'io che l'utilizzo del fc per i terminali è dipendente dal tipo di mare che si affronta.
Più esso è limpido, fermo, pescata di giorno, etc. più mi indirizzo sul fc.
In condisurf, nylon dallo 0,30 in su...
Daniele


Alextech

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
Risposta #90 il: Settembre 14, 2011, 07:27:39
Ok grasie ùùooiuuy

quindi mi acquisterò una bella serie di monofili buoni di colore neutri.


Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao Alextech, per il trave sono dell'opinione che valga lo stesso discorso fatto prima sullo shock leader. E' vero, il nylon risulta più elastico e più morbido rispetto al fluoro carbon, ma personalmente non ritengo che questa caratteristica sia negativa in quanto l'elasticità del terminale ci aiuterà in parte ad ammortizzare le testate del nostro amico pinnuto.

Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria
I pesci non li trovi solo in mare...scorfani seccie e purpi li trovi anche in strada....hahahah


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #91 il: Settembre 14, 2011, 07:57:32
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria

Scusa tanto Alex, ma quale pinnuto si dedica ad azzannare il nylon anzichè l'esca? L'unico caso che io conosca è il serra quando, in condizioni di riverbero della luce sul nylon, lo attacca.
Per il resto concordo pienamente con quanto hanno già detto i colleghi: il fluoro può avere qualche utilità, come bracciolo, pescando di giorno con acqua chiara
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


Alextech

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
Risposta #92 il: Settembre 16, 2011, 00:53:30
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Certo concordo con te, ma io parlo del fatto che un monofilo morbido è più soggetto al taglio con i denti da parte del pinnuto calabria

Scusa tanto Alex, ma quale pinnuto si dedica ad azzannare il nylon anzichè l'esca? L'unico caso che io conosca è il serra quando, in condizioni di riverbero della luce sul nylon, lo attacca.
Per il resto concordo pienamente con quanto hanno già detto i colleghi: il fluoro può avere qualche utilità, come bracciolo, pescando di giorno con acqua chiara

Non intendo l'attacco spontaneo al filo, ma la resistenza del filo allo sfregamento tra i denti del pesce allamato calabria
I pesci non li trovi solo in mare...scorfani seccie e purpi li trovi anche in strada....hahahah


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2625
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #93 il: Settembre 16, 2011, 01:23:37
Se i pesci che intendi insidiare sono portatori di DENTI, ti consiglio l'utilizzo di uno spezzone di cavetto d'acciaio sul terminale. Per tutti gli altri pesci puoi utilizzare indistintamente nylon o fluorocarbon, con l'unica differenza che quest'ultimo, grazie al suo bassissimo indice di rifrazione della luce, ha una marcia in più in condizioni di forte luminosità.


Alextech

  • ^Member^
  • *
  • Post: 29
Risposta #94 il: Settembre 19, 2011, 22:33:44
Grazie Surf ùùooiuuy
I pesci non li trovi solo in mare...scorfani seccie e purpi li trovi anche in strada....hahahah


emil.anto

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 199
  • faith and perseverance
Risposta #95 il: Settembre 22, 2011, 18:09:55
Perdonate il mio intervento e le mie domande,ma come detto nella mia presentazione sono un novello con la canna (specialmente nel surfcasting).
Da quanto ho capito lo shock leader non è altro che la prolungazione (con spessore maggiore) della lenza madre in modo tale che questa prolungazione venga sollecitata al posto della lenza madre,che essendo meno spessa potrebbe cadere in rotture (specialmente se si utilizzano particolari grammature).
Le mie domande sono:
- una volta che,tramite nodo di sangue,lego la lenza madre allo shock (2 volte la lunghezza della canna),lo shock lo devo inbobbinare?
- c'è il rischio che la parte di congiunzione tra le 2 lenze,nel momento in cui passa dall'ultimo anello,possa soffrire di abrasioni causa attrito con l'anello? se si,come ovviare al problema.
Grazie in anticipo.
E.
MAI ODIARE IL MARE!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #96 il: Settembre 22, 2011, 19:41:57
Il compito dello shock leader è proprio quello.
Una volta che hai collegato lo shock leader alla lenza madre, siccome la sua lunghezza è il doppio di quella della canna, una parte di esso dovrà per forza essere avvolta nel mulinello. La quantità che viene avvolta dipende da quanto lasci lungo il 'drop' in fase di lancio: più è lungo il drop, meno S.L. avvolgerai in bobina; viceversa, meno è lungo il drop, più S.L. verrà avvolto in bobina (il drop è quella parte dello S.L. che va dall'ultimo anello della canna sino al piombo).
Da quando lo S.L. è stato inventato, l'unico sistema per collegarlo alla lenza madre è un nodo: il nodo quindi passa attraverso gli anelli sia in fase di lancio che di recupero. Prima che il nodo si abrada, ci vogliono centinaia e centinaia di lanci e recuperi. Certo, col tempo, una certa abrasione si forma, ma ti è sufficiente controllare le condizioni del nodo (e della madre e dello S.L. attigui al nodo) ogni tanto.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2625
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #97 il: Settembre 22, 2011, 20:16:04
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- una volta che,tramite nodo di sangue,lego la lenza madre allo shock ...

Ciao emil.anto,
il nodo di sangue è più indicato quando si legano fili di diametro simile: questo potrebbe essere utile nel caso in cui tu utilizzassi il multifibra oppure uno shock leader conico.
Nel caso di uno shock leader realizzato con nylon di diametro superiore a quello della lenza madre, ti consiglio di eseguire un nodo albright special per legare i due fili.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- c'è il rischio che la parte di congiunzione tra le 2 lenze,nel momento in cui passa dall'ultimo anello,possa soffrire di abrasioni causa attrito con l'anello? se si,come ovviare al problema.

In genere, per stare più tranquillo, rifaccio il nodo di giunzione ogni quattro o cinque uscite.


^OLTREMARE^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 6153
Risposta #98 il: Settembre 22, 2011, 23:32:26
In alternativa all'albright consigliato da Surfmaster, suggerisco il nodo composite che è di più facile realizzazione.
STATE TRANQUILLI.........LO SHOCK LEADER NON MORDE

TUTTO QUEL CHE DICO SONO MIEI PARERI PERSONALI

PREFERISCO DI GRAN LUNGA CHI SI ESPONE ALL'ERRORE A CHI SE NE STA ALLA FINESTRA A GUARDARE (cit. Peppino)

- se peschi festeggia con una bottiglia di vino e del buon cibo - se non peschi consolati con una bottiglia d vino e del buon cibo -  (motto del gruppo PAM & PAM)


emil.anto

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 199
  • faith and perseverance
Risposta #99 il: Settembre 23, 2011, 00:09:28
Perfetto,era come pensavo quindi! Grazie per le prontissime risposte,sempre esaustive.
Proverò domani,e vi farò sapere com'è andato il tutto.
MAI ODIARE IL MARE!


Link sponsorizzati