SURFCASTING: DOMANDE DEI PRINCIPIANTI

This is a discussion for the topic SURFCASTING: DOMANDE DEI PRINCIPIANTI il the board SURFCASTING.

Autore Topic: SURFCASTING: DOMANDE DEI PRINCIPIANTI  (Letto 29462 volte)

^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #40 il: Ottobre 04, 2010, 10:13:11
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
... nel long arm, in base a che cosa decidete la lunghezza del braccio?in base alle condizioni del mare?io oggi pomeriggio alle 5 e mezza mi farò una bella serata a pesca e l'unico dubbio che mi assale riguarda proprio la lunghezza del braccio del long arm!solitamente lo faccio di 120/150 cm...va bene?
Il longarm è sinonimo di fluttuosità e presentazione naturale dell'esca. Infatti è il calamento principe per uno dei pesci più sospettosi: l'orata.
Esso può partire da 1,5 mt ed arrivare, soprattutto quando vogliamo insidiare la suddetta, anche a 3 mt ed oltre.
Come hai detto tu, la scelta della lunghezza è da determinare in base alle condizioni del mare.
In genere, più è alta la turbolenza più si tende ad accorciare il bracciolo e, magari, ad aumentare il diametro dello stesso. Queste cose le puoi verificare direttamente sul campo: parti con una lunghezza e poi, in caso di ingarbugli, tendi a diminuire la stessa.
Comunque, se la tua pesca è indirizzata alle mormore, penso che un finale lungo 1,5 - 1,8 mt può andare bene...

CIAO
Daniele


stefanone

  • ^Member^
  • *
  • Post: 92
Risposta #41 il: Ottobre 04, 2010, 13:28:09
OK Daniele, oggi pomeriggio/sera lo proverò!diciamo che sono appassionato di mormore ma preferisco il long arm ai terminali gia confezionati per la pesca alla mormora, proprio per insidiare qualche orata!ancora grazie!


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #42 il: Ottobre 04, 2010, 15:34:11
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...Esso può partire da 1,5 mt ed arrivare... anche a 3 mt ed oltre.
Come hai detto tu, la scelta della lunghezza è da determinare in base alle condizioni del mare.

i miei longarm standard sono di 2mt, più lunghi mi danno difficoltà al lancio e spesso li accorcio quando li collego al terminale, per migliorare la fluidità in pesca fai due ricerche che ti daranno risultati simili: 'zatterino' e 'ciao-ciao'....
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #43 il: Ottobre 04, 2010, 16:02:16
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...Esso può partire da 1,5 mt ed arrivare... anche a 3 mt ed oltre.
Come hai detto tu, la scelta della lunghezza è da determinare in base alle condizioni del mare.

i miei longarm standard sono di 2mt, più lunghi mi danno difficoltà al lancio e spesso li accorcio quando li collego al terminale, per migliorare la fluidità in pesca fai due ricerche che ti daranno risultati simili: 'zatterino' e 'ciao-ciao'....
E' vero greybar
il problema del longarm lungo (parliamo di lunghezze superiori ai 2 mt), inevitabilmente si riflette sulle difficoltà nel lancio.
Ma quando il mare lo permette, per poter usare un bracciolo bello lungo, utilizzo il mini trave da 10 - 15 cm, al quale poi attacco il piombo...
Sul mini trave naturalmente c'è lo snodo a cui collego il mio bel finale.
In questa maniera, la gestione nel lancio ne risulta essere facilitata.

Ciao e grazie 
Daniele


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #44 il: Ottobre 04, 2010, 22:08:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...In questa maniera, la gestione nel lancio ne risulta essere facilitata.

Ciao e grazie 

grazie a te, proverò col minitrave  calabria
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #45 il: Ottobre 05, 2010, 09:30:46
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
...In questa maniera, la gestione nel lancio ne risulta essere facilitata.

Ciao e grazie

grazie a te, proverò col minitrave calabria

Se vuoi, in commercio esistono dei mini trave già pronti, realizzati in metallo (dovrebbe essere acciao...).
Io personalmente non li ho mai usati, ma non perchè li reputo non validi, ma perchè mi piace realizzare personalmente i calamenti.
In questo modo, in caso di perdita del pesce, so perfettamente chi "mandare a quel paese..."

Ciao
Daniele


stefanone

  • ^Member^
  • *
  • Post: 92
Risposta #46 il: Ottobre 05, 2010, 13:33:39
Mamma mia ragazzi...ieri sera cappotta allucinante, di quelle che non mi capitavano proprio da parecchio...dalle 18 all'una di notte soltanto 4 mormorette subito rilasciate...ho provato long arm di 150 cm con finale num 9 a gambo lungo,poi l'ho accorciato fino a 100 cm....niente di niente...come esche, koreano e Americano...ci riprovo venerdi...spero che vada meglio!


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #47 il: Ottobre 05, 2010, 17:50:04
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Se vuoi, in commercio esistono dei mini trave già pronti, realizzati in metallo (dovrebbe essere acciao...).
Io personalmente non li ho mai usati, ma non perchè li reputo non validi, ma perchè mi piace realizzare personalmente i calamenti.
In questo modo, in caso di perdita del pesce, so perfettamente chi "mandare a quel paese..."

Ciao
Ed il mini trave è uno degli accessori più facili da realizzare, è sufficiente che in casa siano presenti un paio di tenaglie (da usare come tronchesine) ed un paio di pinze a becchi tondi. In un qualsiasi ferramenta si può poi acquistare una matassina di filo in acciao armonico inossidabile...
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


jack1970

  • -Member-
  • *
  • Post: 20
Risposta #48 il: Ottobre 05, 2010, 18:35:07
ragazzi poiche domani vorrei pescare innescando una sarda volevo sapere quale amo usare. grazie x l'eventuali risposte


eagle78

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 345
Risposta #49 il: Ottobre 05, 2010, 20:06:26
Io la innesco rovesciata su di un aberdeen 1/0 a filo doppio, oppure intera con l'apposito ago su di un beak da 1/0 a 3/0


jack1970

  • -Member-
  • *
  • Post: 20
Risposta #50 il: Ottobre 05, 2010, 20:32:37
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Io la innesco rovesciata su di un aberdeen 1/0 a filo doppio, oppure intera con l'apposito ago su di un beak da 1/0 a 3/0
a filo doppio ? come' !!!! scusa l'ignoranza


eagle78

  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 345
Risposta #51 il: Ottobre 06, 2010, 15:03:03
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Io la innesco rovesciata su di un aberdeen 1/0 a filo doppio, oppure intera con l'apposito ago su di un beak da 1/0 a 3/0
a filo doppio ? come' !!!! scusa l'ignoranza


a filo doppio mi riferivo alla robustezza dell'amo, cioè riguardo lo spessore


^DANIELEESPOSITO70^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1934
  • fino alla fine...
Risposta #52 il: Ottobre 06, 2010, 15:59:39
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Io la innesco rovesciata su di un aberdeen 1/0 a filo doppio, oppure intera con l'apposito ago su di un beak da 1/0 a 3/0
Quoto eagle 78 
infatti la lunghezza del gambo dell'amo tipo aberdeen, ti favorisce per "reggere" appunto la farcitura del cosiddetto "sigaro" di sarda, ovvero un trancio stretto con del filo elastico e delle dimensioni più o meno grande, in base al pesce che vuoi insidiare.
Naturalmente la regole delle suddette dimensioni, vale anche per l'amo...
Se poi vuoi fare la pesca al serra devi usare degli ami zerati e come modello o i beak oppure i cirle hook.
Tali ami devono essere legati su un finale in acciaio...

Ciao
Daniele


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #53 il: Ottobre 07, 2010, 11:11:34
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
a filo doppio ? come' !!!! scusa l'ignoranza

Il nome Aberdeen deriva dall'omonima cittadina scozzese in cui è nato questo modello di amo.
Le caratteristiche di questo amo sono un gambo extra lungo, una curva perfettamente tondeggiante, una struttura dritta ed un 'filo' sottile (cioè un basso diametro del filo d'acciaio da cui è ricavato), tutte caratteristiche studiate appositamente per il suo compito primario che è quello di favorire al massimo l'innesco dei vermi e di non 'appesantire' l'esca proprio per la sua struttura leggera.
In seguito questa sua struttura lineare è stata molto apprezzata dai surfcaster perché si prestava all'innesco ideale di trance di pesce (sardina e muggine in primis) a forma di 'salsicciotto' (o 'sigaro') che una volta si legavano usando del sottile filo di nylon (l'elastico per le legature è nato dopo).
E' stata quindi sentita l'esigenza di irrobustire il 'filo' dell'amo perché resistesse maggiormente al combattimento con prede più grosse, e di conseguenza sono stati messi in commercio anche ami Aberdeen dal così detto 'filo doppio' (cioè più grosso e quindi più robusto).
Esistono quindi due tipi di Abedeen, quelli classici a filo sottile per i vermi e quelli a filo grosso per i tranci.
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


stefanone

  • ^Member^
  • *
  • Post: 92
Risposta #54 il: Ottobre 08, 2010, 00:16:26
Ciao ragazzi, sono appena tornato dalla mia solita uscita di pesca e......SONO CONTENTISSIMO!!!!ho fatto una vera e proprio carneficina di mormore!!!appena posso posto le foto con il report!!!condivido con voi questa gioia perchè è stato tutto grazie ai vostri consigli!!!


^SURFMASTER76^

  • Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2620
  • Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
Risposta #55 il: Ottobre 08, 2010, 00:47:31
Ciao stefanone,
sono contento per la buona riuscita della tua battuta di pesca, ma ti prego di evitare la parola CARNEFICINA, perchè nel suo significato ci vedo ben poco di sportivo. Inoltre ti consiglio di dare una "rinfrescata" al Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login prima di postare le foto delle tue mormore.


stefanone

  • ^Member^
  • *
  • Post: 92
Risposta #56 il: Ottobre 08, 2010, 01:44:50
Ciao surfmaster!va bene, non userò piu quel termine, ti prego di capire la mia gioia ancora forse cosi immatura!


greybear

  • FISHING FRIEND
  • ^Hero Member^
  • *
  • Post: 832
Risposta #57 il: Ottobre 08, 2010, 08:42:05
chi ben comincia... visto che sei di fasano qualche sera fatti una passeggiata a piedi da lido bizzarro al pilone o dal pilone a lido amarissimo (ma non lasciare la macchina al pilone che te la ciulano) scoprirai che ci sono molti 'notturni' delle tue parti, anche di alberobello e di taranto, e potrai confrontare risultati ed esperienze...
l'orso scende dalla montagna ed esce dal bosco
mangia l'ultima mela dimenticata dal contadino
sull'albero e ruba il miele alle api...
sulla riva del fiume, nascosto all'ombra dei cespugli, osserva l'uomo che pesca...
UOMO! SE RISPETTERAI L'ARIA CHE RESPIRO E LA TERRA SU CUI VIVO E L'ACQUA
CHE MI NUTRE IO SARO' IL TUO TOTEM E I MIEI FIGLI E I TUOI FIGLI VIVRANNO IN PACE.


stefanone

  • ^Member^
  • *
  • Post: 92
Risposta #58 il: Ottobre 08, 2010, 11:04:24
ti ringrazio greybear|prenderò seriamente in considerazione il tuo consiglio!!non sapevo che quelle spiaggie fossero cosi frequentate da pescatori!


nemo76

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 212
  • ridiamo al mare le prede sottomisura!
Risposta #59 il: Ottobre 08, 2010, 13:40:31
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ciao stefanone,
sono contento per la buona riuscita della tua battuta di pesca, ma ti prego di evitare la parola CARNEFICINA, perchè nel suo significato ci vedo ben poco di sportivo. Inoltre ti consiglio di dare una "rinfrescata" al Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login prima di postare le foto delle tue mormore.
mi permetto di quotare anche io quanto sottolineato da Surf solo perche anche io trovo al quanto orribbile la parola "CARNEFICINA"
io godo tu godi egli gode!....che tempo è?Il secondo tempo di Napoli-Roma


Link sponsorizzati

Tags: