pesca tonnetti e lampughe

This is a discussion for the topic pesca tonnetti e lampughe il the board TRAINA.

Autore Topic: pesca tonnetti e lampughe  (Letto 28990 volte)

giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
il: Settembre 13, 2010, 16:45:59
salve a tutti vorrei incrementare un po le mie catture a questo tipo di pesca visto che sono molto scarse
max 2 3 pesci ad uscita
le lampughe le pesco sotto i cannizzi o palme
mi aiutate a costruire qualche buon terminale per insediarli
grazie


Sampey 95

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 175
Risposta #1 il: Settembre 13, 2010, 16:59:22
io come artificiali, sia per tonnetti che per lampughe, ti consiglio le unghiette della yamashita che vengono intorno ai 9euro a coppia. un buon sistema è la filosa con magari un piombo scorrevole alla fine dove attaccherai un bracciolo più lungo degl'altri (1metro c.a.) con un'unghiettada 4.5cm
la mia passione...immensa e profonda come te


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #2 il: Settembre 13, 2010, 17:57:51
mi posti un immagine non riesco a trovare quali sono
grazie


petrus

  • ^Member^
  • *
  • Post: 71
Risposta #3 il: Settembre 13, 2010, 18:41:55
guarda io le ho trovate anche a prezzo inferiore (5 euro 2) ti posto un link utile  Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #4 il: Settembre 13, 2010, 19:36:01
interessante
un esempio di come si monta?
ne frattempo provero a cercarli  ;D


petrus

  • ^Member^
  • *
  • Post: 71
Risposta #5 il: Settembre 13, 2010, 20:20:13
in pratica devi passare il filo attraverso il piccolo foro che si trova nell'unghietta...dopo aver fatto uscire il filo dall'altro lato fai un semplice nodo a tre...tiri tagli il filo in eccesso e il gioco è fatto scommetto ti verrà da pensare che non sia un nodo resistente...ora ti spiego una cosa, la particolarietà che rende l'unghietta così attirante è l'adesivo che si trova di sotto.Con quel nodo l'artificiale non rimane bloccato e l'unghietta gira sul filo così fa inpazzire  i tonnetti  calabria


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #6 il: Settembre 13, 2010, 20:47:22
Ciao,guarda visto che tu desideri prendere parecchi pesci e quindi in un certo senso vuoi divertirti rispetto alle precedenti uscite io ti consiglio vivamente la filosa(per il pescatore sportivo sono 3 ami).Un nome una garanzia ha fatto la storia della traina e con l'ausilio di questo attrezzo non di certo facile da maneggiare per i principianti alle prime uscite,farai tantissime catture,ma poi una volta usata un paio di volte la tecnica si impara in fretta.Ti posto un disegno creato da me per illustrarti la tecnica:




Adesso ti elenco il materiale per la costruzione:

LENZA MADRE:Può variare a seconda della taglia dei pesci,in questo periodo ti consiglio non oltre uno 0,70 visto che dalle mie parti sono ancora piccoli..se invece da te sono più grossi puoi farla anche dello 0,80-0,90 ma non oltre(io questo diametro lo uso verso metà ottobre)

BRACCIOLI:Il bracciolo come la lenza madre varia a secondo della taglia del pesce,se son piccoli uno 0,40-0,50 va più che bene sennò puoi andare fino allo 0,60.La lunghezza del bracciolo a secondo delle preferenze varia da 1,50 fino ad un massimo di 2 metri.

ESCA:L'esca sarà artificiale ovviamente,e sarà formata da un amo inox che varia dalla misura 14 al 9(scegli tu),con al di sopra montata una piuma formata da lana di pecora(io le faccio artigianalmente ma se non riesci le vendono anche nei negozi di pesca)..ecco una foto dell'esca:



PIOMBO:Ad aletta da 300-350 gr

L'azione di pesca si svolgera così:traini col motore a 2-3 nodi molli la lenza in mare e la tieni tesa con l'indice della mano appena abboccano se avrai tanti ami ti divertirai..si mettono uno dietro l'altro.Rallenti con il motore..MAI SPEGNERLO perche sennò la lenza va a fondo e piano piano recuperi sulla poppa della barca la lenza poggiandola a spire circolari e da un lato poggi i rispettivi braccioli con esche.Sembra un pò complicato all'inizio ma vedrai che ti divertirai.Infine dopo avere slamato i pesci ti metti di nuovo in traina e fili la lenza in mare.Inoltrè un altro metodo per prendere i caponi è accostarsi vicino ai cannizzi e pescare con una giapponese con gli ami grossi,ovviamente da fermo..e vedi quanto ne prendi.E se ci sono prenderai anche i pesci pilota,che stanno sotto i cannizzi.Ricorda sempre uan cosa:OCCHIO ALLA TAGLIA DEL PESCE!!Se è sotto misura rilascialo!Spero di averti aiutato e per qualsiasi cosa non esitare a contattarmi..Saluti,PeppeRC
Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #7 il: Settembre 14, 2010, 22:14:21
cosa intendi per giapponese ad ami grossi?
ps i pesci pilota li prendo a bolentino ad un metro sotto e molto divertente 


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #8 il: Settembre 15, 2010, 13:12:36
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
cosa intendi per giapponese ad ami grossi?
ps i pesci pilota li prendo a bolentino ad un metro sotto e molto divertente 

In commercio esistono delle giapponesi a 6 ami che hanno l'amo grosso ad esempio del 2-3..prendi quelle, attaccati ad un cannizzo e pesca con questa giapponese e sotto gli metti un piombetto da 20 grammi e la fai scendere a non più di 3 metri di fondo..se ce ne sono prendi sia pesci pilota che lampughe.Poi un altro metodo infallibile(è quello che utilizzo di più)consiste nel fare una lenza di 5 passi e attacare un amo piccolo,del 14 o 15..poi all'altezza della paletta lo piombi inserendogli un piombino spaccato(lo inserisci proprio sull'amo e non sul filo) e poi gli inneschi un tocchetto di calamaro ma pochissimo solo x coprire l'amo..Un'altro consiglio che ti do,quando vedi che i tonnetti mangiano in un determinato punto ti fermi e peschi con una giapponese..vedrai quanto ne tiri su,abboccano come i fessi!Infine ti consiglio sempre di porarti un guadino con maglia piccolissima,perche specialmente in questo periodo i tonnetti cacciano la "liciastra" e lei spaventata si fa tutta unita come una nuvola..tu basta che ci passi di sopra con la barca e quando metti il guadino in acqua,tiri su in un colpo solo una cassetta di liciastra!Però attenzione,pesca sempre con moderazione e controlla la taglia minima..Saluti,PeppeRC
Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #9 il: Settembre 15, 2010, 20:50:58
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
cosa intendi per giapponese ad ami grossi?
ps i pesci pilota li prendo a bolentino ad un metro sotto e molto divertente 

In commercio esistono delle giapponesi a 6 ami che hanno l'amo grosso ad esempio del 2-3..prendi quelle, attaccati ad un cannizzo e pesca con questa giapponese e sotto gli metti un piombetto da 20 grammi e la fai scendere a non più di 3 metri di fondo..se ce ne sono prendi sia pesci pilota che lampughe.Poi un altro metodo infallibile(è quello che utilizzo di più)consiste nel fare una lenza di 5 passi e attacare un amo piccolo,del 14 o 15..poi all'altezza della paletta lo piombi inserendogli un piombino spaccato(lo inserisci proprio sull'amo e non sul filo) e poi gli inneschi un tocchetto di calamaro ma pochissimo solo x coprire l'amo..Un'altro consiglio che ti do,quando vedi che i tonnetti mangiano in un determinato punto ti fermi e peschi con una giapponese..vedrai quanto ne tiri su,abboccano come i fessi!Infine ti consiglio sempre di porarti un guadino con maglia piccolissima,perche specialmente in questo periodo i tonnetti cacciano la "liciastra" e lei spaventata si fa tutta unita come una nuvola..tu basta che ci passi di sopra con la barca e quando metti il guadino in acqua,tiri su in un colpo solo una cassetta di liciastra!Però attenzione,pesca sempre con moderazione e controlla la taglia minima..Saluti,PeppeRC


hai una foto del  secondo sistema mi interessa ma non ho capito il fatto del piombo all altezza della paletta
con una foto capisco meglio
anche in messaggio privato ti ringrazio anticipatamente
mi sto eccitando solo all idea di sperimentare questo sistema


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #10 il: Settembre 15, 2010, 20:53:58
dimenticavo mi indichi anche lo spessore del filo
grazie


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #11 il: Settembre 16, 2010, 21:17:12
Eccoti il disegno:



Prendi un pallino spaccato,lo inserisci sulla paletta dell'amo,e lo schiacci con l'ausilio di una pinza.Usa al massimo 5 metri di lenza,anche se solitamente devi pescare a massimo un metro da sotto il cannizzo.Potranno esserti utile in caso i pesci pilota e le lampughe quel giorno sono più a fondo del previsto.Come lenza usa un comunissimo nylon dello 0,40-0,50.Io li pesco con lo stesso sistema sopraindicato,ma preferisco portarmi sempre una cannetta di bambù di un metro,dove in cima ci attacco questa lenza non oltre un metro.Se ci sono ne tiro su uno ogni lenzata.Quando l'esca inizia ad affondare non dare colpi o strattoni,lasciala "morta" e appena abbocca il pesce lo tiri su.




Per quanto riguarda le giapponesi io intendevo queste:



Per pescare con queste usa lo stesso procedimento di quello che ti ho scritto su,però falla scendere più a fondo..attorno ai 6-7 metri..prendi caponi,ricciolette che solitamente stazionano sotto i cannizzi,e se sono di passaggio anche tonnetti.Per qualsiasi altra informazione,contattami per mp o scrivimi qui..Spero di averti aiutato,saluti PeppeRC



Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


giannifrullo

  • -Member-
  • *
  • Post: 22
Risposta #12 il: Settembre 16, 2010, 22:10:24
mi stai dando delle belle dritte
be lo scriviamo qui penso che sia di aiuto anche ad altri amici pescatori
tanto sono tutti sistemi legali e come li stai spiegando a me mi farebbe piacere che anche altri ne possano usufruire  ;D
per quanto riguarda la giapponese quindi sono dei pesciolini artificiali
e se uso quello e lo lascio li i pesci abboccano o questo metodo lo devo usare trainando?
ho acquisdtato anche l unghietta yamaschita pero non ho la piu pallida idea del nodo senza bloccarla
avete un esempio di questo nodo a 3
non vorrei perdere l artificiale alla prima ferrata
 ;D


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #13 il: Settembre 17, 2010, 12:48:38
In pratica pescando con la giapponese devi pescare da fermo.Tu prendi e la lasci ferma..a lenza morta insomma.Appena abbocca ti tiri il pesce.Ti do un'altro consiglio..prova a pescare con i due metodi contemporaneamente se ce la fai,come faccio io..Ti attacchi al cannizzo,butti la giapponese e la attacchi ad uno scalmo della barca(non con un nodo,avvolgi con delle spire la lenza sullo scalmo) e nel frattempo peschi anche con la lenza col piombino spaccato..Cosi potrai fare due pesche contemporaneamente,e ovviamente le catture raddoppiano.Per quanto riguarda l'unghietta,ognuno ha i suoi metodi e le esche che preferisce.Io sinceramente non l'ho mai usata,perchè sono legato ormai da parecchi anni al calssico polipetto in silicone,che personalmente ritengo molto più catturante dell'unghietta.Eccolo qui il polipetto di cui ti parlo:



Ha molti vantaggi:è economico,esistono centinaia di colorazioni,ti dura una vita,e quindi non si rovina col tempo.Credimi con i metodi che ti ho indicato in precedenza(piombino spaccato,giapponese) ti diverti tantissimo.Visto che se i pesci ci sono le catture saranno una dietro l'altra,ti invito a fermarti nel momento in cui hai già preso parecchi pesci.E' bello divertirsi,questo non lo metto in dubbio,ma non bisogna fare stragi solo perchè con queste tecniche la pesca è assicurata.Pensa tu che io oltre ad andare con le mie barche,andavo con il palamito di profondità al mattino presto con la barca di un mio amico pescatore,e di ritorno incontravamo sempre i cannizzi.Pensa che il mio amico(pescatore di professione)è riuscito a tirar su 8 cassette di pesci pilota pescando in soli due cannizzi,in poco meno di un'ora.Questo te lo dico perche noi,essendo pescatori sportivi,dobbiamo limitarci con le catture,quindi occhio alla taglia minima e alla quantità del pescato.Per qualsiasi cosa,resto a tua completa disposizione,magari posso descriverti qualche altra delle mie tecniche per la pesca di questi pesci!  ;D ;D Saluti,PeppeRC
Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


Palermitano-Vibonese

  • FISHING FRIEND
  • ^Sr. Member^
  • *
  • Post: 393
Risposta #14 il: Settembre 17, 2010, 14:08:33
Scusa PeppeRC, spero tu non prenda male il mio intervento 
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ti do un'altro consiglio..prova a pescare con i due metodi contemporaneamente se ce la fai,come faccio io..Ti attacchi al cannizzo,butti la giapponese e la attacchi ad uno scalmo della barca
Mi intrometto solo per precisare una cosa, spero che il cannizzo di cui parli sia tuo perchè in caso contrario ti posso dire che i pescatori professionisti, almeno dalle mie parti, se beccano un dilettante sui loro cannizzi si alterano non poco...e non vorrei essere al tuo posto se ti trovano sullo stesso...
Avendo un amico del mestiere, mi diceva che tra sughero (polistirolo), cordino per acoraggio sul fondo, pietre ed altro possono tranquillamente raggiungere un costo di circa 70 euro a cannizzo...
Dato che lo stesso non è fatto per sostenere in corrente la trazione di una barca il rischio ovvio è che il cordino si spezzi...
Pertanto con la speranza di non essere sembrato inopportuno ti saluto cordialmente...

Chiunque può simpatizzare col dolore di un amico, ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare col successo di un amico!. (Oscar Wilde)

I miei link:

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login-Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #15 il: Settembre 17, 2010, 16:42:04
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Scusa PeppeRC, spero tu non prenda male il mio intervento 
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Ti do un'altro consiglio..prova a pescare con i due metodi contemporaneamente se ce la fai,come faccio io..Ti attacchi al cannizzo,butti la giapponese e la attacchi ad uno scalmo della barca
Mi intrometto solo per precisare una cosa, spero che il cannizzo di cui parli sia tuo perchè in caso contrario ti posso dire che i pescatori professionisti, almeno dalle mie parti, se beccano un dilettante sui loro cannizzi si alterano non poco...e non vorrei essere al tuo posto se ti trovano sullo stesso...
Avendo un amico del mestiere, mi diceva che tra sughero (polistirolo), cordino per acoraggio sul fondo, pietre ed altro possono tranquillamente raggiungere un costo di circa 70 euro a cannizzo...
Dato che lo stesso non è fatto per sostenere in corrente la trazione di una barca il rischio ovvio è che il cordino si spezzi...
Pertanto con la speranza di non essere sembrato inopportuno ti saluto cordialmente...



Ciao Palermitano Vibonese,non prendo assolutamente male il tuo intervento..è un consiglio ed è giusto che tu me lo abbia dato.Comunque quello che dici tu lo sapevo benissimo,ma sai com'è dalle mie parti i pescatori di professione sono all'incirca una ventina(ci rispettiamo tutti l'uno con l'altro,siamo come fratelli)..quindi se io mi attacco ai cannizzi pur non essendo i miei,non mi importa più di tanto perchè essendo tutti di persone che conosco e con cui abbiamo un rapporto eccezzionale,posso andare in qualsiasi momento a pescarci.E' ovvio che se uno è estraneo del posto,e si attacca ai cannizzi "sconosciuti" come hai detto tu,rischiano dei seri problemi.Perche come hai detto tu,i cannizzi prima di essere gettati in mare richiedono non solo molto denaro,ma anche molto lavoro(Esempio i sacchi di sabbia per l'ancoraggio da 25 kg,le palme e il trasporto).Io quando mi attacco al cannizzo non mi abbandono e non mi lascio trasportare dalla corrente,in questo modo il cordino cederebbe!Mi attacco e metto a folle il motore..non sei stato per niente inopportuno,anzi la tua segnalazione è stata utile perchè nel forum sono molte le persone che vanno a pescare sui cannizzi,ed è giusto che sappiano queste cose.Comunque quest'anno almeno dalle mie parti,di lampughe se ne sono viste pochissimi,e anche di pesci pilota..Sta di fatto che non tutti quest'anno hanno gettato i cannizzi in mare..proprio per questo motivo.Il mare,purtroppo si sta impoverendo ogni anno sempre di più!
Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


^NONNOROBY^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 3765
  • Roberto
Risposta #16 il: Settembre 17, 2010, 17:18:25
Ciao ragazzi,
una curiosità: cos'è un 'cannizzo'?
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #17 il: Settembre 17, 2010, 18:40:57
Ciao Nonnoroby,
il cannizzo è un attrezzo usato dai pescatori di professione.Solitamente sono due o in rari casi più foglie di palma che stanno sulla superfice dell'acqua mediante un segnale attaccato ad essa,ed è zavorrato al fondo con un sacco di sabbia o di pietre..Queste palme fanno ombra,e i pesci quali lampughe e pesci pilota stanno sotto di essa.Una volta che trovano un cannizzo i pesci stazionano lì per un pò di tempo,e quando i pescatori si accorgono della loro presenza li accerchiano con la rete.Ecco la foto del cannizzo che dalle mie parti chiamiamo "ostra":

Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


Sampey 95

  • ^Full Member^
  • *
  • Post: 175
Risposta #18 il: Settembre 17, 2010, 18:53:00
scusa Peppe, sapresti dirmi come si costruisce un cannizzo? ne ero già a conoscenza ma non mi sono mai posto la domanda di come fosse fatto. solo da foglie di palma?
la mia passione...immensa e profonda come te


PeppeRC

  • ^Member^
  • *
  • Post: 77
Risposta #19 il: Settembre 17, 2010, 19:30:33
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
scusa Peppe, sapresti dirmi come si costruisce un cannizzo? ne ero già a conoscenza ma non mi sono mai posto la domanda di come fosse fatto. solo da foglie di palma?
Ciao,
certo che so dirti come si costruisce un cannizzo.Io nonostante sono ragazzo,a metà agosto aiuto sempre un mio amico pescatore a fare i cannizzi..Il cannizzo è molto facile da costruire,almeno a me viene facile farne uno.E' fatto da 2 foglie di palma..per realizzarlo occorrono:

2 foglie di palma(verdi e non secche)

Sughero in polistirolo che devi realizzare tu stesso,oppure va bene anche un bidone in plastica da 15-20 lt

Cordino o per chi è intenzionato a spendere meno,quella corda con cui si legano i pomodori(più o meno usiamo tutti questa almeno dalle mie parti).

Un sacco con 25 chili di sabbia o pietre

Per iniziare prendi il sughero,e gli attacchi la cordina..con l'ausilo della stessa attacchi la prima foglia di palma,10 cm sotto il sughero oppure la attacchi direttamente sul sughero..a distanza di tre metri,quindi più a fondo,inserisci la seconda foglia di palma la attacchi alla cordina e infine a secondo della profondità in cui devi calare il cannizzo decidi la lunghezza della cordina..alla fine attacchi il sacco pieno di sabbia ed ecco qui..il cannizzo è pronto!
Noi pescatori sappiamo che il mare è pericoloso e le tempeste terribili..Eppure non abbiamo mai considerato questi pericoli ragioni sufficienti per rimanere a terra..


Tags: