Pescare il Sarago

This is a discussion for the topic Pescare il Sarago on the board GRUFOLATORI.

Author Topic: Pescare il Sarago  (Read 42758 times)

MOBY

  • -Member-
  • *
  • Posts: 18
on: September 25, 2006, 16:34:17
IL Sarago

Nome scientifico: Diplodus sargus.
Famiglia: Sparidi.
Categoria: Grufolatori.
Corpo: è ovale a profilo convesso, di colore grigio-argento con 8 strisce scure verticali e una macchia scura sulla coda. Raggiunge un peso medio di circa 1 kg. ed una lunghezza di circa 45 cm.
Bocca: piccola con incisivi molto pronunciati e molari a placche ossee.



Il sarago ama i fondali rocciosi ricchi di anfratti e buche dove stabilisce la sua tana, che, generalmente, abbandona in condizioni di mare mosso per andare in cerca di cibo. Per quanto riguarda quest'ultimo apetto, il sarago è quasi onnivoro, si nutre infatti di crostacei, molluschi, anellidi e piccole cozze, che stacca dagli scogli e dalle murate dei porti con i robusti incisivi.
Tattiche di pesca

Periodo: tutto l'anno.
Orario: di notte.
Condizioni: mare mosso.
Esche: sardine, cannolicchio e bibi.
Calamenti: short rovesciato, bandiera con terminali lunghi 60 cm. del diametro dallo 0,22 in su e ami tipo beack ; scorrevole con terminale lungo circa 2 metri del diametro dello 0,25 - 0,30, a mare calmo.




Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
                   Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #1 on: May 30, 2007, 10:04:09
salve sono nuovo di questo forum e sono di gallico!! mi hanno detto che a villa s giovanni si pescano i saraghi o le spigole. premesso che non sono un abile pescatore volevo avere dei consigli sul posto dove posso trovare questo pesce.. (sempre nelle mie zone) e a quale ora del giorno posso trovarlo!!! Con la bolognese e con il bigattino come si pesca?? la palatura come deve essere?? io pesco solo con la bolognese.. Vi ringrazio delle risposte!!


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #2 on: May 30, 2007, 20:58:11
Ciao Emanuel
Io posso aiutarti perchè abito a Messina (anche se sono di Lamezia) e la zona di villa san giovanni la conosco.
E' vero, in quella zona si tirano fuori bei saraghi.
Io li ho insidiati sempre a fando con attrezzature da ledgering e ti dico con ottimi risultati.
Se li vuoi insidiare con la bolognese e quindi col galleggiante devi avere l'accortezza di sondare la tua zona di pesca e fare arrivare l'esca il più vicina possibile al fondo.
Il sarago si alimenta infatti dei crostacei e degli invertebrati che abitano le zone rocciose ed i fondali adiacenti.
Considera che nella zona di villa san giovanni non è difficile imbattersi in esemplari sul kg di peso, quindi monta esclusivamente monofili di alta qualità ed attrezzati di guadino; ti sarà indispensabile per recuperare la tua preda.
Come esca ti consiglio gli anellidi (americano, bibi o verme di rimini) oppure prova con i crostacei (se riesci a procurarteli prova col paguro)
Per quanto riguarda le ore migliori prediligi le ore comprese tra il tramonto e l'alba e naturalmente la scaduta, cioè quella particolare condizione marina che si ha nelle ore immediatamente successive alla mareggiata.
spero di esserti stato utile
ciao


PIOMBO

  • ^Member^
  • *
  • Posts: 85
  • Calabria pesca on line
Reply #3 on: May 30, 2007, 22:13:37
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
salve sono nuovo di questo forum e sono di gallico!! mi hanno detto che a villa s giovanni si pescano i saraghi o le spigole. premesso che non sono un abile pescatore volevo avere dei consigli sul posto dove posso trovare questo pesce.. (sempre nelle mie zone) e a quale ora del giorno posso trovarlo!!! Con la bolognese e con il bigattino come si pesca?? la palatura come deve essere?? io pesco solo con la bolognese.. Vi ringrazio delle risposte!!

 :-* Emanuel, scusa se ti rispondo solo ora!
Un consiglio che ti do è di leggere nel forum i vari post sui pesci , le loro abtudini, le carie tecniche e i posti in cui insidiarli, ti assicuro che troverai delle informazioni davvero utili che ti aiuteranno nel tuo hobby.
Per quanto riguarda il sarago, per quanto ne sappia, l'esca in assoluto per insidiarlo è la sarda a tocchetti, il momento migliore è la scaduta, e staziona volentieri su fondali misti, banchine di porti, scogliere, o dighe frangiflutti. Per quanto riguarda la tua domanda specifica, sia il sarago che la spigola possono essere
insidiati a bolognese a bigattino. ti consiglio se ei in possesso di una fionda per pasturazione di usarla o altrimenti di acquistarla, affinchè il pesce si avvicini e si concentri nel raggio della tua azione di pesca.
Qui sotto troverai alcuni link di post che ti potrebbero essere utili.  :-* E  *+-?+?  ;D

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #4 on: May 30, 2007, 23:00:11
Graize delle risposte.. zoros ma con il bigattino non si pu? insidiare.. a fondo come si pesca^?? potrei usare un pasturatore + pesante... in ogni caso non so fare le lenze ne capisoc quali sono le lenze buone da utilizzare... aiutatemi.
Piombo ho letto le caratteristihce del pesce, ma quando uno ne capisce poco non puoi pretendere che domani abbia gi? il sarago in mano :)  da ignorante a sarago ci vuole del tempo credo..  ma ? + facile pescare il sarago o la spigola?? cosa cambia??


PIOMBO

  • ^Member^
  • *
  • Posts: 85
  • Calabria pesca on line
Reply #5 on: May 30, 2007, 23:33:33
CARO EMANUEL SONO DUE PESCI DIFFERENTI CON ABBITUDINI DIVERSE.
PER QUESTO MOTIVO TI HO CONSIGLIATO DI DOCUMENTARTI PER MEZZO DEL FORUM, AFFINCHE TU CAPISCA LE VARIE TIPOLOGIE DI PESCA, I PESCI, I MONOFILI, LE ESCHE, ECC.
CAPISCO LA TUA DIFFICOLTA' MA PENSO CHE TUTTI NOI ALL'INIZIO CI SIAMO TROVATI NELLA MEDESIMA SITUAZIONE.
ECCOTI UN ALTRO LINK UTILE.
LEGGILO ATTENTAMENTE TI RACCOMANDO.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #6 on: May 31, 2007, 00:09:28
Emanuel prima regola: no panic!!!
e poi, come dicono i saggi "nessuno nasce imparato"
piombo ti ha dato dei consigli validi e ti ha indirizzato bene su come documentarti.
Per aiutarti meglio, per?, devo farti qualche domanda:
1) sei sicuro di avere una bolognese? non ? che hai invece un'inglese? che canna ?? e che grammatura regge?
se ci dici che attrezzatura possiedi ti potremo sicuramente aiutare meglio sulle montature che dovrai adottare.
Poi mi devi dire anche in che zone intendi pescare e che tipo di correnti ci sono.
Le acque di Villa san giovanni ed in generale dello stretto sono caratterizzate da correnti piuttosto forti e devi cercarti un posto riparato altrimenti l'eventuale pasurazione di bigattini viene letteralmente spazzata via...
Il bigattino non ? il top per il sarago ma questo non vuol dire che non lo mangia..anzi..io stesso ci ho fatto diverse catture.
Nello stretto comunque ritengo -ma ? solo una mia considerazione- che non sia un'esca validissima.
Per quanto riguarda le spigole lasciale stare per ora, nella tua zona sono molto pi? abbondanti i saraghi e vedrai che presto qualcuno lo tiri fuori...e ce lo posti pure in una bella foto!!!
Ciao


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #7 on: May 31, 2007, 09:39:06
 :-*ho tante canne, 2 bolognesi credo che siano che lanciano fino a 30 grammi.. e poi ne ho da fondo..!! per il bigattino credo che non sia il massimo in quando viene spazzato via dalle correnti sempre molto forti.. per questo seguendo i vostri consigli stavo cercando di capire quale esca conviene tra bibbi e americano!! inoltre se riesco vi posto le foto delle canne!! il mio problema per il fondo ? che rocco facilmente.. sar? che ho sempre pescato con palature a 3 ami per il fondo..  ( quella che chiamo pesca per i bambini  8) ::)  riuscendo a pescare scorfani e tracine.... qui come devo fare?? di materiale ne posseggo.. tipo piombi scorrevoli.. etc... cmq vi ringrazio per la fiducia ma io un sarago lo potr? vedere nelle foto.. non riuscir? mai a prenderne uno in carne ed ossa ;)  ;)  ;D :'(

alle ore 13 comunico che ho comprato il bibi e l'americano.. alle 5 vado a pesca.. speriamo ben.. ma il sarago tira assai??


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #8 on: June 01, 2007, 09:40:52
come non detto.. sono andato a villa s. giovanni e ho preso.. tracina scorfano e triglia... pescando con la girella il piombo e il bracciolo con l'amo.. esca bibi e muriddu...!!!  con il bibi neppure una mangiata ho sentito.. altro che saraghi!!!


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #9 on: June 01, 2007, 11:11:19
emanuel devi avere pazienza.
In che punto hai pescato a villa san giovanni?
I saraghi ci sono..e come se ci sono..
Che montatura hai usato?sei stato un "pochino" generico...
In questi giorni il mare ? troppo calmo...se non si agita un poco ti conviene andare di notte.


^NANDONE^

  • Io vi osservo !!!!!
  • ^Hero Member^
  • *
  • Posts: 707
Reply #10 on: June 02, 2007, 00:53:06
SARAGO E BOLOGNESE:

Derivata dall'ampio e generalizzato utilizzo nelle acque interne, la canna definita Bolognese e in buona sostanza una fissa corredata di un buon numero di anelli per poter essere utilizzata con il mulinello. La sua introduzione in mare non e certo recente. ma ha seguito comunque una certa evoluzione dai primissimi modelli. anche quelli in bamb?, con gli anelli in metallo usati per le prime volte sulle scogliere liguri e toscane per cefali, saraghi e occhiate sin dagli anni sessanta; poi i soliti modelli in vetroresina e gli attuali sottilissimi fusti in carbonio. L'utilizzo in mare rappresent? a suo tempo una innovazione rivoluzionaria, perche" consentiva finalmente di utilizzare su una lunga canna, monofili di ridolto spessore, assai indicati per insidiare le occhiate ed altri pesci che cominciavano a divenire sempre piu sospettosi. Era anche il periodo nel quale si iniziava a pescare in acque salate con il bigattino un'esca tipica sino ad allora dei fiumi dei laghi, che per rendere al meglio necessitava per l'appunto di fili sottili ed ami piccolissimi. Bolognese e galleggianti piombati sono poi divenuti comunissimi su tutte le scogliere italiche decretando il successo di una tecnica che ha poi trovato la sua consacrazione anche nei porti, sulle dighe frangiflutti, nei canali e persino in spiaggia. La bolognese in scogliera ? ormai una realta diffusissima consolidata e riconosciuta da tantissimi appassionati come una tecnica quasi insostituibile. Canne da 7-8 metri del peso di pochi etti e robuste tanto da poter contrastare le sfuriate di grosse prede nella risacca, sono ormai entrate nell'uso comune, grazie alla continua ricerca stimolata dall'agonismo che ha prodotto attrezzi sottilissirm e rapidi, leggere e facili da usare. Le moderne bolognesi hanno il vantaggio di poter pescare con assoluta praticit? anche in fondali profondi utilizzando zavorre concentrate e sostenute, con il pregio innegabile di poter gestire tranquillamente ogni livello della scaduta cambiando semplicemente il diametro in bobina, che puo variare da uno 0.16 ad uno 0.20, e la sicurezza derivante dal prezioso aiuto di una frizione ben tarata che annulla le pericolose partenze dei pesci di stazza concedendo filo all'occorrenza. Altro vantaggio della bolognese ? quello di poter ampliare il suo raggio d'azione quando i rigiri di corrente portano la pastura a concentrarsi lontano dalla base della scogliera allontanando di tanto i pesci che mangiano solamente in quella buca a venti, trenta metri da noi dove il nostro galleggiante sparisce subito dalla vista una volta giuntovi, quasi come la tecnica detta "della passata" che si utilizza sui Fiumi.


 8)


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #11 on: June 02, 2007, 09:45:36
nel porto di villa all'esterno.. ... diciamo dove vanno le ferrovie dello stato!! cmq non era giorno in effetti il mare era calmo.. io ci sono stato dalle 6 alle 9!! con il bibi neppure una mangiata!!! tu sai altri posti a villa??  cmq ho pescato a fondo .. ho messo la girella con il piombo da 75 e poi un bracciolo con l'amo grosso.. credo sia giusta per pescare a fondo!!! non ho capito se devo tirare e lasciare l?.. fin quando il pesce non abbocca o se tirare ogni tanto... ( cmq le ho provate tutte e 2 con scarsi risultati... anche se i 3 pesci che sn grossi)!! vediamo domani se riesco a prendere qualche saragO!! magari mi indicate un posto migliore... *+-x??


nello82

  • -Member-
  • *
  • Posts: 17
  • Calabria pesca on line
Reply #12 on: June 05, 2007, 00:43:40
ciao emanuel...mi introduco nella conversazione xke leggendo ho visto ke sei di gallico e hai provato anke tu a pescare nel porto di villa.. bene t posso dire ke io sono ci sono andato a pesca alcune volte di cui l ultima circa un mese fa ,esattamente nel braccio piu esterno diciamo del porto la parte piu esterna a mo di muraglione ,e ke dalla parte a "mare aperto" diciamo ? un misto di spiaggia e massi frangliflutti.T posso dire ke pescando lanciando all interno del porto i saraghi li ho presi e anke altre specie ke hanno le stesse abirudini del sarago tipo beate e sarpe.ma nonostante sia konsapevole ke le esche migliori sono quelle ke t hanno indicato anke gli altri in questo forum bibi americano muriddu io li ho presi kon il coreano.e sebbene t potrebbe sembrare strano li ho presi solo kon quello ma pescando dal punto del porto dove t ho detto prima dalla parte del faro.la tecnica usata e stat la Paf kon montatura a un amo soltanto.se vai t konsiglio di provare da questa zona del porto.altrimenti a cannitello la dalla spiaggia kon la bolognese e kon la pastura sopratutto in quai punti dove c sono i massi.ma la taglia dei saraghi cefali e spigole diminuisce sensibilmente.e rikorda ke tra un po a cannitello c saranno i bagnanti quindi se puoi vacci ora!


nello82

  • -Member-
  • *
  • Posts: 17
  • Calabria pesca on line
Reply #13 on: June 05, 2007, 00:48:44
a proposito kome ha detto il buon zoros il guadino dal porto e sopratutto dal punto dove t ho indicato e indispenzabile, anke xke se sei gia andato avrai visto ke la distanza tra il molo e il mare e abbastanza .. e ripeto se sei gia andato avrai notato ke se il guadino nn e abbastanza lungo nn arriva nemmeno in acquae diventa inutilizzabile..


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #14 on: June 05, 2007, 01:09:58
Emanuel, prova a pescare vicino l'attracco delle navi caronte (dove c'? la staccionata) o, come ha suggerito nello82, dagli scogli di cannitello.
Il fondale in alcuni punti ? accidentato, buona regola ? quella di utilizzare piombi anti incaglio.
Monta un solo amo su un terminale dello 0,25/0,30 non pi? lungo di 1m.
E poi ti ripeto, pesca di notte oppure in scaduta.


nello82

  • -Member-
  • *
  • Posts: 17
  • Calabria pesca on line
Reply #15 on: June 05, 2007, 01:46:17
kome dici anke tu zoros il posto ke dico io e vicino all attracco delle navi dista circa una 50 di metri anke xke pensare di pescare proprio vicino all attracco e un po difficile dato il continuo via vai delle caronti..sono daccordo sull utilizzo di un singolo amo ma se posso permettermi  una precisazione sul diametro del terminale.io kome detto ho pescato all interno del porto e ho pescando a fondo sono riuscito a prendere kon uno 0.16 saraghi et similia fino a oltre il mezzo kg kon l aiuto del guadino e del c.. fortuna ke nn deve mancare mai in certi casi.. naturalmente io utlizzavo nello specifico il verme koreano. e kiaro ke se si utilizzano esche relativamente piu volumonose le kose cambiano ed e bene utilizzare monofili di un diametro maggiore ma sinceramente uno 0.30 kon un bibi o kon un muriddu, almeno dalla mia esperienza ,e un po troppo...naturalmente ripeto dalla mia modesta esperienza io nn lo userei


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #16 on: June 05, 2007, 08:46:29
Nello82 in parte (ma solo in parte) sono d'accordo con te, io sono sceso anche allo 0,14 per i saraghetti.
Per? ho suggerito quella misura considerando diversi fattori:
esperienza
facile possibiit? di incagliamento
possibilit? di allamare esemplari di tutto rispetto
In ogni caso credo che, pescando di notte, sia superfluo l'uso di monofili sottilissimi ed i pesci non si fanno molti scrupoli ad aboccare su uno 0,30.
Da qualche parte dovrei avere ancora un volume di "pescare in mare" di diversi anni fa dove c'era un articolo dedicato a villa san giovanni cannitello.
E bene l'autore di quell'articolo pescava con terminali dello 0,40 ma tirava fuori certi "animali" di saraghi...
Il sarago ha una buona dentatura...un esemplare di una certa mole ci metterebbe pochi attimi a tranciarti uno 0,16


nello82

  • -Member-
  • *
  • Posts: 17
  • Calabria pesca on line
Reply #17 on: June 05, 2007, 13:06:36
si zoros quel volume ce l ho anke io kon l articolo su villa e cannitello.spulciando l ho trovato e del dicembre 1997 costo 8000 lire... bei tempi..


Emanuel

  • -Member-
  • *
  • Posts: 6
  • Calabria pesca on line
Reply #18 on: June 07, 2007, 08:57:02
ciao zoros.. ieri al porto ho preso un sarago dopo tanto :)!! il problema che ieri avevo 1 pezzo di muriddu.. e ho preso un sarago ma piccolino 250 gr!! poi avevo il bibi ma con questo non ho sentito neppure una mangiata.. credo sia meglio andare con il muriddu e il bigattino con il pasturatore.. che dici??


^DAVIDE^

  • ^Forum Expert^
  • *
  • Posts: 1071
Reply #19 on: June 07, 2007, 09:14:10
Bravo, hai visto che alla fine lo hai pescato il tuo primo sarago?!
Se non hai toccate col bibi usa l'americano, adattati ai loro gusti.
Ma sei andato di notte come ti ho suggerito?
Se vai al posto che ti ho consigliato, il pasturatore puoi utilizzarlo ma non eccedere con la pasturazione.
Al posto dei bigattini potresti provare a riempire il pasturatore con una sarda tritata..vedrai i pesci come si avvicinano..e poi sballano....infatti, a differenza dei bigattini che escono fuori, la sarda rimane l? dentro e non riescono a mangiarla...
L'unico inconveniente potrebbe essere dato dalla presenza di qualche polpo nei paraggi...
in questo caso addio pasturatore...
comunque ? un rischio che vale la pena correre.
Prova e fammi sapere.
ciao