palamito danik a mazzerina

This is a discussion for the topic palamito danik a mazzerina il the board PALAMITO O COFFA FILACCIONI.

Autore Topic: palamito danik a mazzerina  (Letto 14473 volte)

gianlu985

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
il: Aprile 08, 2012, 11:02:16
salve a tutti forse sbaglio forum,comunque volelo chiedere aiuto su come si cala il palamito,ho appena acquistato il mio primo palamito,quello facile della danik con 27 ami e galleggianti e piombi per tenerlo sollevato,poi ho acquistato tanti metri di cordino e 2 piombi da 750g.
ora non mi è tanto chiara la fase di calata,devo attaccare la lenza madre direttamente al piombo o legarla al cordino???
ringrazio tutti in anticipo per l aiuto....


^PEPPINO^

  • "CapoTosta"
  • ))ADMIN((
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 1930
  • il Mare unisce le terre che gli uomini dividono
Risposta #1 il: Aprile 08, 2012, 11:39:42
Ciao Gianlu,
son passati tanti anni da quando pescavo con il palamito ma qualcosa posso suggerirti.

Il mio consiglio è di calare per primo il piombo legato al cordino (piede).
Quando è giunto a fondo lega il cordino alla boa.
Successivamente, aggancia un moschettone tipo questo (o simile):



Al moschettone lega il palamito e inizia a svolgere il tutto.

Finita la cala del palamito, puoi legarlo direttamente al piombo (secondo piede) e fagli raggiungere il fondo svolgendo il cordino, oppure cali il secondo piede e poi agganci il moschettone finale al cordino che pian piano guadagnerà il fondo.

P.S.: un consiglio, fai la calata a favore di corrente (se c'è molto scarroccio, bilancia con il motore) e il salpaggio controcorrente.

Segui il topic e sicuramente avrai altri consigli più autorevoli del mio! 
Ricorda di fare la tua presentazione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Prima di creare un nuovo topic, usa la funzione Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Per qualunque problema o domanda inerente l'utilizzo del forum, puoi chiedere aiuto in Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login sezione, saremo lieti di aiutarti.

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua LoginNon sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login  Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login     Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

E' sicuramente importante essere convinti delle proprie idee,
ma bisogna saper cambiare le proprie certezze perché abbiamo sempre da imparare.

Sentirsi strappare la canna dalle mani non ha prezzo!
Per tutto il resto c'è...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


gianlu985

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #2 il: Aprile 08, 2012, 19:08:40
grazie per la risposta peppino,quindi basterà piombare solo un capo del palamito....
scusate la mia ignoranza,ma non ho mai usato un palamito e tanto meno visto come si usa calabria calabria


^GIOVANNI^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2096
  • Catanzaro Lido
Risposta #3 il: Aprile 08, 2012, 20:36:05
non ho mai utilizzato il palamito danik, incuriosito, facendo una ricerca in rete ho trovato questo video
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
della danik con 27 ami e galleggianti e piombi per tenerlo sollevato,

il palamito che hai preso tu dovrebbe essere la versione a mazzerina, mi pare si utilizzi su
bassi fondali, magari fino a trenta metri, e per tenerlo sollevato dal fondo misto come
ad esempio scogli e posidonia finalizzato alla cattura di saraghi e molto altro è provvisto
appunto di natelli e piombi ogni tot braccioli, conviene comunque che tu sappia bene
la profondità dove andrai a calarlo, se hai una profondità di dieci metri dovrai
utilizzare qualche metro in più di caluma, scelta la postazione metti in mare il segnale legato
alla caluma (il cordoncino che hai acquistato) e fila in mare, alla fine lega il pedagno,
(piombi di 750g. che hai acquistato) un po prima dovresti formare un'asola per collegare il
letto o madre o trave principale del tuo palamito per filarlo in mare, operazione esattamente
al contraio alla fine, nel caso specifico del palamito a mazzerina, sapendo la profondità del
fondale, sarai tu a decidere dove collegare l'inizio, ad esempio su un fondale di dieci metri
potresti collegarlo qualche metro sopra il pedagno, in modo da favorirne subito il sollevamento
dal fondo, oppure collegarlo direttamente poco sotto il segnale se hai poca profondità,
facendo esperienza potrai variare nelle successive calate

quoto il consiglio di Peppino, ottimo su buone profondità per non sentirsi trascinare nella posa
in acqua dei primi ami dal pedagno, operazione durante la quale finchè non raggiunge il fondo
se non si è pratici si rischia di infilarsi un amo nella mano,
potresti eventualmente fissare un natello lungo la caluma qualche metro prima del pedagno e
seguire il consiglio di Peppino, il moschettone scorrendo lungo caluma andrà a fermarsi sul natello
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


gianlu985

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #4 il: Aprile 08, 2012, 22:37:19
scusa giovanni ma non ho capito molto bene,dovrei collegare il piombo all inizio del palamito???
comunque si il palamito è proprio quello calabria calabria


^GIOVANNI^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2096
  • Catanzaro Lido
Risposta #5 il: Aprile 08, 2012, 23:39:55
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
dovrei collegare il piombo all inizio del palamito???

prima di arrivare al primo bracciolo dovresti averne a disposizione diversi metri senza,
questo capo, secondo me, andrebbe collegato alla fine della caluma

procedimento da me suggerito, si comincia con il segnale che identifica il palamito in superfice,
lo si mette in mare preventivamente legato alla caluma, si fila in mare la quantità preventivata
in funzione della profondità, e si lega alla sua fine il pedagno, un po prima del pedagno forma
una gassa, poi a quest'ultima legherai l'inizio del tuo palamito

Immagine non disponibile

 nel caso di basso fondale, secondo me, potresti anche fare cosi

Immagine non disponibile
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


gianlu985

  • -Member-
  • *
  • Post: 13
Risposta #6 il: Aprile 09, 2012, 10:22:35
ora mi è tutto più chiaro grazie,solo che ora mi sorge un altro dubbio,io ho 15metri di lenza dall inizio del palamito al primo amo,qundi facendo come mi hai illustrato tu nn potrei calare ad una profondità maggiore di 15 metri, sbaglio???
scusate se sono un pò duro di comprendorio... ;D ;D



scusate ancora un altra domanda,molto probabilmente calerò per la prima volta il mio palamito domenica prossima e credo dalle parti di cetraro,mi chiedevo se in questo periodo si può prendere qualcosa oppure non ne vale la pena calarlo,e poi quele esca è più cosigliata,io mi sto procurando un pò di sarde...


^GIOVANNI^

  • Super Moderatore
  • ^Forum Expert^
  • *
  • Post: 2096
  • Catanzaro Lido
Risposta #7 il: Aprile 09, 2012, 12:51:18
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
ora mi sorge un altro dubbio, io ho 15metri di lenza dall inizio del palamito al primo amo,qundi facendo come mi hai illustrato tu nn potrei calare ad una profondità maggiore di 15 metri, sbaglio???

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
poi ho acquistato tanti metri di cordino e 2 piombi da 750g.

puoi calarlo in profondità tanto quanto caluma "cordino" hai a bordo, i 15 metri di lenza
all'inizio sicuramente li ritroverai alla fine del tuo palamito, penso servono ad agevolare
la fase di calata senza rischiare di prendersi subito con un amo o far si che vadano a
prendersi con il "cordino" in fase di calata

riguardo la zona dove intendi calarlo non ho alcuna esperienza ma essendo un palamito
quello a "mazzerina" dedicato agli sparidi per lo più, lo innescherei con oloturia quando
la riuscirai a reperire oppure con pezzetti di calamaro, totano, polpo, alternando qualche
patella, murice, insomma non hai che da scegliere, 27 ami non sono impegnativi ma
divertenti e restando in zona puoi sempre innescarlo nuovamente e riprovare con una
seconda calata, naturalmente prova anche con la sarda se non trovi altro

 
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
Link utili:
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login
- Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login


paseodelprado

  • -Member-
  • *
  • Post: 2
Risposta #8 il: Maggio 17, 2012, 22:25:09
Io lo calo nello stretto di messina in presenza di correnti ad una profondità di 30 mte faccio così: per prima cosa butto in mare i galleggianti/bottiglie con attaccato il cordino lungo 40 mt   e vado a favore di corrente fino a quando mi ritrovo la mia bella zavorra (pietra) di 3 kg, la butto in mare... qualche metro sopra questa pietra ho già fatto  un asola dove collego altri 40 mt di cordino e a fine cordino una pietra più piccola di un kilo e da qui(2 metri più sopra dove c'è un altra asola con un moschettone) parto con il palamito che dopo 5 mt trova il primo bracciolo, a fine palamito subito una pietra da un kilo e cordino della stessa profondità dove siamo arrivati (esempio 50 mt) poi una zavorrona sempre sui 3 kg ed infine altri 50 mt di cordino dove ci collego la boa e i segnali luminosi. E' buon uso che nei punti di congiunzione tra il cordino e il palamito assieme al moschettone mettere 3 natelli in maniera che il moschettone non si incagli,

Per un palamito con 30/ 40 ami facciamo diversamente, caliamo come se fosse una lenza da bolentino  cominciando dal piombo appena tocca il fondo scarrocciamo filando il palamito, alla fine mettimao un altra pietra e il filaccione lo teniamo in barca per circa un ora  apportando piccole correzioni di prua alla barca in maniera tale che questo non risulti tirante col rischio di trascinare e di conseguenza incagliare il palamito


Tags: palamito danik