Show Posts - ^DANIELEESPOSITO70^

Welcome to CALABRIA PESCA ONLINE - FISHING COMMUNITY.

Show Posts

This section allows you to view all posts made by this member. Note that you can only see posts made in areas you currently have access to.


Topics - ^DANIELEESPOSITO70^

Pages: 1 [2] 3
21
Salve a tutti,

molte volte abbiamo discusso su cosa fare a canna e mulo quando si rientra a casa dopo una battuta di pesca...
Ma c'è una cosa che mi incuriosisce e mi piacerebbe condividere con tutti voi:
come si tratta la minuteria che abbiamo adoperato in pesca?
Mi spiego meglio:
gli ami utilizzati e che magari non hanno avuto una sola tocca e "pungono" ancora, li conservate o li buttate via (naturalmente nell'apposito sacchetto che deve far parte del ns. bagaglio tecnico e morale...)?
Conservandoli e quindi rimettendoli nell'apposita bustina, vi è mai capitato di ritrovarli ossidati superficialmente?

Idem per i braccioli: se si presentano in buone condizioni (buona tenuta del nodo all'amo, nessuna presenza di "attorcigliamenti", etc.), li riutilizzate la volta successiva o preferite rifare il tutto con del fluorocarbon e/o nylon nuovi?

A voi la parola...  ;D

22
Salve a tutti,
ho fatto una ricerca sull'argomento in oggetto ed ho trovato vari post in più topic; per fare un pò di chiarezza apro un topic specifico e chiedo la vs. consulenza...
Ho da poco preso uno shimano ultegra 10000 xsb (mamma mia che bel mulo...) ed è venuto il momento di imbobinare le due bobine.
Per fare quest'operazione ho intenzione di caricare la bobina da 10000 con del buon nylon diametro 0,30 - 0,32, per poter affrontare un mare un pò più "sostenuto", mentre la bobina da 6000, la vorrei caricare con del buon nylon diametro 0,23 - 0,25.
Lasciando da parte le bobine da 300 mt o da 500 mt dei classici ed ottimi fili tipo Colmic, asso, etc., vorrei provare a comprare quelle bobinone da 1000 mt e passa, in modo da poterle usare più volte e su più muli.
Voi che esperienze avete in merito?

Ulteriore domanda:
quando fate il fondo al mulo, preferite usare del nylon sottile (tipo 0,20), in modo da avere una "copertura" più uniforme, oppure è indifferente?

A voi la palla...

23
Ciao a tutti,
ora che ho preso una ripartita (2 pz da 2 metri ognuno), mi è venuto un atroce dubbio:
come portarle al "lavoro" se non ci stanno nella sacca portacanne?
Posso tranquillamente lasciare le estremità della canna fuori dalla sacca, o mi consigliate qualcos'altro?

P.S.: da tener presente che possiedo una sacca che di per sè è già più lunga dello standard, in quanto è nata per il trasporto delle teleregolabili, e quindi mi resterebbero fuori circa 20 cm di canna...


A voi la parola...
 

24
PESCA FORUM BAR / Amici, vi presento Elisa...
« on: May 13, 2011, 16:34:01 »
Oggi è per me un giorno davvero speciale:
è nata Elisa, la mia seconda principessa...
E poichè ritengo CPOL una comunità di amici, ho davvero piacere a condividere con voi questa grandissima emozione...

Eccola qui a poche ore dalla nascita...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

La mia prima principessa (nonchè pescatrice, ci tiene ed ha voluto che lo scrivessi...), Martina, ha 6 anni e oggi alla vista della sorellina mi ha detto testualmente:
"papà, adesso sei in netta minoranza!!!".
Infatti sono l'unico rappresentante del sesso forte (si fa per dire...), contro tre rappresentanti del gentil sesso (si fa per dire anche questo...  calabria).
Naturalmente sto scherzando e sono immensamente felice...   ;D

Un saluto affettuoso a tutti

25
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / Nylon ORCA per mulinello
« on: April 27, 2011, 16:20:35 »
Salve a tutti,

qualcuno ha mai imbobinato nel proprio mulo del nylon della ORCA?
Mi sapreste dire le vs. impressioni in merito?

Ringrazio anticipatamente per le risposte.  ;D

26
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / Antigi: pro e contro
« on: April 15, 2011, 10:05:44 »
Ciao a tutti,
vorrei porre delle domande su un attrezzino di cui avevo letto a suo tempo in libro di Meloni e che ho rivisto poco tempo fa in una rivista del settore, creato utilizzando un beccuccio da pistola di silicone.
Come da oggetto, si tratta dell'antigi, ovvero un cono in plastica da applicare sul trave con piombo finale, con il vertice rivolto verso il basso.
Questo permette di inserirvi all'interno delle esche delicate, come per esempio delle cozze sgusciate, e di "proteggerle" nel lancio (soprattutto nello spunto iniziale) facendole arrivare integre laddove vogliamo pescare.
L'esca uscirà dal cono grazie alla bolla d'aria che si verrà a creare durante la discesa del calamento in mare.
Ebbene, questo è quanto ho letto ed ha catturato la mia attenzione, soprattutto perchè tale attrezzo potrebbe essere utilizzato anche per poter pasturare con delle piccole quantità di esche (per l'appunto delle cozze sgusciate quando si vuole cercare l'orata...).
Ma nella realtà, come si comporta l'antigi?
Insomma chiedo lumi sui pro e sui contro di questo attrezzo, in base alle vs. esperienze dirette...

Ringrazio anticipatamente per le risposte  ;D

27
Buongiorno a tutti,

quando collego la girelle al calamento, di solito uso fare il nodo palomar, il clinch semplice oppure l'improved clinch. Questi nodi mi riescono bene se utilizzo fili con diametri fino allo 0,50.
Utilizzando invece fili dallo 0,60 in su, ho difficoltà a stringere le spire.
Che nodo mi consigliate di usare?


28
Buongiorno a tutti,

mi rivolgo soprattutto ai possessori di questo attrezzo:
è possibile avere una recensione completa della canna in oggetto, e magari vs. considerazioni in merito (p.e. piombo ottimale, tipo di lancio ad essa più adatto, etc)?

Vi ringrazio anticipatamente 

29
ATTREZZATURE PESCA PROVE E CONSIGLI / Canne semiripartite...
« on: February 02, 2011, 10:11:40 »
Buongiorno a tutti,

leggendo un libro sul Surfcasting di sandro Meloni, ho visto che al paragrafo attrezzature si fa una distinzione delle canne, divisa in tre azioni:

- canne paraboliche
- canne semiripartite
- canne ripartite

La differenza tra le semiripartite e le ripartite, viene rappresentata nella lunghezza della leva (più lunga nelle ripartite) e dell'arco e della punta (più corti nelle ripartite).

Il libro suddetto ha qualche annetto e quindi la mie domande sono queste:
attualmente esitono le canne semiripartite?
Se si, mi indicate dei modelli/marche?
Inoltre, quale potrebbe essere il vantaggio di usarle, rispetto alle ripartite? E' forse nella gestione nel lancio?

Ringrazio anticipatamente per le risposte

30
Salve a tutti,

coma da titolo vorrei porvi qualche quesito riguardante il bibi innescato.
Piccola introduzione: solitamente utilizzo ami aberdeen e per l'innesco, uso gli aghi con occhiello, onde per cui inserisco  il bibi dal filo del terminale, fino ad arrivare alla curva dell'amo.
L'innesco siffatto sembra essere bello solido e compatto (infatti il bibi perde pochissimo liquido), ma poi succede che stando in pesca, mi ritrovo con il verme che è scivolato sull'amo fino ad oltrepassarne la punta stessa (rimane a penzoloni).
Secondo voi è normale o è un problema legato all'innesco che faccio o magari, alla poca freschezza dei bibi usati?
Inoltre, quando l'esca si presenta nel modo suddetto, pur non essendo ancora svuotata del suo prezioso liquido, secondo voi conviene sostituirla oppure "aggiustarla" sull'amo e rilanciarla in mare?

P.S.: il problema dello "scivolamento" sull'amo mi capita anche se uso i beack al posto degli aberdeen...

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Buona vita a tutti

31
Salve a tutti
pur non avendo una attrezzatura specifica, mi sto sempre di più appassionando alle varie tipologie di lancio.
Nello specifico vorrei iniziare a tirare di ground, ma prima di mettere in pratica quello che ho letto nel forum, vorrei porre una domanda ai più esperti:
ma se lo spot che si pratica si presenta con pietre e ciottoli, il ground lo si può effettuare lo stesso senza che il piombo in "strisciata" a terra possa trovare degli incagli, oppure bisogna apportare qualche modifica al lancio?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

32
Salve a tutti
ho bisogno di un vs. parere su una idea che volevo mettere in pratica.
Sicuramente vi sarà capitato di andare a pesca con l'intenzione di teleferizzare il vivo; ebbene, arrivati in spiaggia, armate la canna per la teleferica e cominciate a pescare per reperire il vivo. Spesso questa fase di "procacciarsi l'esca", è difficoltosa e lunga.
Allora avevo pensato: monto un bel filetto di cefalo o sarda su un longarm con piombo scorrevole e comincio a calarlo in mare; quando poi avrò reperito il vivo, lo teleferizzo e, lasciando comunque in pesca il trancio, sulla stessa canna farò scorrere il mio pesce esca.
In questa maniera avrò in pesca contemporaneamente, due esche per predoni  (vivo e morto).

Che dite, potrebbe funzionare? 

33
Buongiorno a tutti
guardando la tabella delle misure minime dei pesci catturabili (riportata in basso), mi è saltata all'occhio una incongruenza:
come mai, se si parla di "canna da riva" la misura minima della mormora è 7 cm e se invece si parla di surfcasting, la stessa diventa 12 cm?
Ho riportato l'esempio della mormora, ma tale differenza vale anche per altre specie (per esempio occhiate e leccie stella)...

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte

Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

34
PESCA & FAI DA TE AUTOCOSTRUZIONE / Cassone porta attrezzatura
« on: June 23, 2010, 09:55:26 »
Ciao amici
dovrei acquistare un cassone da spiaggia (senza carrellino) per poter portare le attrezzature (minuteria, piombi, mulinelli, etc).
Prima di farlo, vista l'inventiva che c'è nel forum  ;D, volevo chiedere se qualcuno di voi anzichè acquistarlo, se lo è realizzato da solo e, soprattutto, in che modo.

Vi ringrazio anticipatamente delle risposte
 ;D


35
PESCI & CATTURE / Barracuda suicida (di Danieleesposito70)
« on: June 06, 2010, 19:17:28 »
Ciao ragazzi
volevo raccontarvi una sorprendente cattura avvenuta ieri sera sulle sponde tirreniche della Calabria settentrionale (stesso spot che abbiamo battuto in passato con i mitici Etfreaky* ed Offley).
Con la scusa di portare in spiaggia mia figlia Martina di 5 anni, a farle respirare lo iodio (che fa taaaanto bene ai bimbi, ma soprattutto ai papà quando possono pescare  ;D), mi sono portato le canne ed un pò di bigattini, una scatola di americano, una di coreano e quattro sarde scongelate...
Arrivato sulla spiaggia verso le 16:30, ho visto il mare leggermente increspato da un leggero e costante vento di terra.
Ho montato due canne con pasturatore, entrambe con long arm di cui uno flotterato, una da fondo con un PN e l'immancabile canna da serra con sarda sfilettata.
Ho fatto girare le esche ma le uniche prede sono state leccie stella, sparaglioni e qualche sugarello (di cui uno è stato anche teleferizzato, ma senza risultati...), tutti di misure mignon, che dopo averle fatte catturare a mia figlia, abbiamo prontamente rilasciato al mare...
Verso le 19:00 ho visto una delle canne con pasturatore flettersi paurosamente e costantemente. Mia figlia era già pronta al recupero, ma io, preso dalla foga agonistica le ho detto: fai fare a me che questo ti tira in acqua...
Dopo poco combattimento, convinto che avevo preso l'ennesima leccia stella magari più adulta delle altre, vedo in acqua una sagoma stranamente affusolata e lunga: era un barracuda... calabria3
Sorpreso come non mai, lo spiaggio  e cerco di capire come ha fatto a non recidere un filo dello 0,16 ed un amo del 14.
Ebbene, quando ho visto da una parte il mio innesco ancora intatto mi si è svelato l'enigma: il barracuda probabilmente stava cacciando qualche pesciolino nei dintorni del mio calamento ed è rimasto impigliato nel filo che gli si è girato intorno al "becco", impedendogli così di aprire la bocca...
Dopo la foto di rito, lo abbiamo liberato dal filo e gli abbiamo ridato la libertà...
Per la cronaca era lungo circa 30 cm, quindi presumo, ancora un cucciolo...
Conclusioni:
ieri è stata una bella giornata di pesca e pur non avendo catturato prede degne di nota, per lo meno abbiamo visto le canne muoversi.
Inoltre ho avuto la fortuna di catturare il mio primo barracuda (e penso anche ultimo in  quanto non pratico spinning...), ma la soddisfazione più grande è stata quella di vedere mia figlia veramente felice soprattutto quando rimettevamo in acqua i pesci catturati...
Vi posto la foto del barra ancora "impiccato" nella mia lenza...
Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Uploaded with Non sei autorizzato a visualizzare i link. Registati o effettua Login

Ciao a tutti

36
C'è qualcuno che ha esperienze personali e quindi è in grado di fare una recensione sulla canna in oggetto?
E' una tre pezzi di cui mi ha parlato oggi un rappresentante della Artico.
Poichè non conosco il prodotto, mi rivolgo al popolo di  ;D

Grazie in anticipo delle risposte

Ciao

37
Ciao a tutti
sto per porvi un quesito che ai più sembrerà ridicolo, ma sicuramente ai neofiti come me, crea non pochi grattacapi...
Ebbene, poichè l'arenicola è un'esca molto delicata (nonchè costosa  calabria) e, se non innescata con l'ago partendo dalla testa, si rompe in mille pezzi, la mia domanda è proprio questa:
come si fa a riconoscere facilmente la testa del verme???

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte

Ciao
Daniele

38
Salve a tutti
quando utilizzo travi per pesche più leggere (terminali dello 0,18 max), preferisco fare snodi con le tecnosfere (sfere a 4 vie).
Dopo aver inserito il mio terminale nella sfera, per bloccarlo faccio un nodino e poi gli incollo sopra una microperlina. Questa mi farà da stopperino ed andrà in battuta con la sfera, senza compromettere le rotazioni del finale sia sul proprio asse, che intorno al trave.
Qualche volta ho provato a fare dei nodini con più spire e la microperlina, senza però usare la colla, ma ho sempre il timore che il terminale possa scivolare attraverso la microperlina e quindi uscire dalla sfera...

La mia domanda è questa:
oltre al metodo sopra descritto, esistono altri modi per bloccare il finale?

Vi ringrazio anticipatamente.
 ;D

Ciao
Daniele

39
Buongiorno a tutti
la questione che voglio sottoporvi, ai più sembrerà elementare...
Ebbene, quando faccio le asole (parlo di quelle con nodo, non asole incollate...), mi riescono sempre molto grandi.
Vorrei riuscire a farle più strette possibile: esiste qualche metodo e/o nodo da poter utilizzare?
Con la funzione "cerca" ho visto un bel topic con vari schemi di nodi, tra cui anche quelli usati per realizzare asole. Però, anche usando quei tipi di nodi, il mio "problema" rimane...   ;D

Se non erro, una volta avevo sentito che in commercio esiste un attrezzo per realizzare asole piccole: c'è qualcuno che ne sa qualcosa?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte..  ;D
Buona vita
Daniele

40
Salve a tutti
con la funzione cerca ho trovato alcuni post (abbiate pazienza ma non so come si fa per inserire il titolo di riferimento dei topic suddetti...) in cui si citava appunto la soluzione satura di sale, per la conservazione delle esche.
Nello specifico si parlava del cannolicchio.
Se i moderatori me lo consentono (visto che è comunque un argomento di cui si è discusso in passato, anche se non in maniera specifica...), anche per facilitare la catalogazione e la conseguente ricerca specifica per gli eventuali utenti interessati, mi piacerebbe porvi alcune questioni in merito a questa tecnica di conservazione esche:

1) è possibile stilare una istruzione operativa (magari con l'indicazione delle quantità) su come preparare la soluzione?

2) la soluzione può essere utilizzata per tutte le esche o è specifica solo per alcune?

3) quali sono le migliori modalità per conservare le esche all'interno della soluzione (per esempio utilizzare i sacchetti da congelatore, oppure contenitori vari, etc)?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Buona vita a tutti
Daniele
 

Pages: 1 [2] 3