L’ esca giusta al momento giusto

LE ESCHE DEL SURF CASTING L’  esca giusta al momento giusto, questo è uno dei segreti della nostra disciplina. In molticasi però, per effettuare un innesco efficace, è necessario conoscere […]

LE ESCHE DEL SURF CASTING

L’  esca giusta al momento giusto, questo  esca surfcasting granchio innescoè uno dei segreti della nostra disciplina. In molticasi però, per effettuare un innesco efficace, è necessario conoscere le abitudini alimentari dei pesci.
Per ottenere buoni risultati, specialmente quando si tratta di pesci di taglia, è necessario impiegare inneschi sostanziosi e ben curati.
Le ambizioni in pesca sono sempre dettate dalla capacità di proporre nel miglior modo possibile un’insidia che sia in grado di sedurre la preda che con maggiore probabilità si alimenta in quel determinato contesto. Conoscere le abitudini dei pesci, e capire cos’è meglio proporre per indurli ad abboccare, sono nozioni che stanno alla base della tecnica del surf casting. Ogni luogo, ogni situazione, avrà sicuramente una storia propria, ma esistono dei concetti generali in grado di aiutarci non poco nella scelta dell’esca giusta, in modo da avere dei riferimenti abbastanza chiari in un contesto così vasto quale è quella delle insidie utilizzabili nella pesca dalla spiaggia.

Vermie Anellidi

esca-americanoTra le esche piu usate in assoluto, hanno praticamente scritto la storia (a merito e a torto) del surf casting moderno, rivoluzionando nel vero senso della parola le abitudini di pesci e… pescatori.

La loro reperibilità, la praticita di utilizzo, l’alto indice di gradimento nei confronti delle specie di particolare interesse sportivo, hanno creato una sorta di monopolio, anche psicologico diremmo, che se da un lato ha rappresentato un bene per la disciplina (e anche sopratutto per gli importatori), dall’altro ci ha fatto dimenticare che a volte osare con piu continuita utilizzando bocconi piu consistenti potrebbe portare alla cattura di qualche grossa preda in più.

Crostacei e molluschi

Spesso aggettivate in maniera riduttiva come “alternative”, queste esche rappresentano la scelta ideale per tentare prede pregiate come ad esempio i grossi sparidi. A questa categoriaesca pesca surfcasting appartengono la cozza, i granchi, il cannolicchio, i paguri e il murice. Sono esche assai resistenti, e si prestano ottimamente alle tecniche tipicamente di attesa o durante le forti mareggiate quando i granelli di sabbia svolgono una deleteria azione abrasiva.Inneschi delle grandi occasioni . Il detto esca grande pesce grande, nella tecnica del surf casting è quanto mai appropriato, ecco che per i tentativi più ardui bisogna mettere da parte eventuali timori reverenziali e incominciare a dosare. Se si tenta la grande spigola, la leccia, il grongo da trofeo, ecco che i compromessi incominciano a trovare poco spazio, ed è quindi consigliabile orientarsi verso inneschi grandi, realizzati con cefalopodi interi o tranci di pesce opportunamente elaborate. La sardina è un  esca per eccellenza, innescata intera o magari a salsicciotto rovesciato. E’ gradita a tutti i pesci, e nelle condizioni di mare mosso è opportuno avere una canna in acqua così armata. Lo stesso dicasi per i calamari interi o per le seppie, ideali sia per le spigole che per qualche altro grosso predone come lecce e pesci serra. Questi ultimi inoltre sembrano gradire anche i grossi tranci di muggine, che si dimostrano anch’essi molto catturanti.

Pesca con esca viva

innesco-cefalo-vivo

L’innesco dell’esca viva è spesso una carta vincente . Il vivo merita sicuramente un discorso a parte, ma in linea generale segue le stesse linee guida dei grandi inneschi. Quì però la gestione diviene leggermente piu difficoltosa, anche se a volte è l’unico modo per portare sui nostri ami la preda da record. Tutti pesci, (non solo pescetti) sono idonei ed utilizzabili, dal muggine alla mormora, passando per tutte le possibili varianti intermedie. Spigole, barracuda, serra, lecce e… ricciole non si faranno certo sfuggire l’occasione di un pesce in difficoltà tra i flutti provare per credere.

 

TABELLA
DELLE
PRINCIPALI
ESCHE
SURFCASTING
 esca surfcasting americano  esca surfcasting arenicola
Nome Descrizione Reperibilità e costi
Arenicola Anellide marino dal colore bruno-rossastro è tra le esche più utilizzate dalla spiaggia. Gradita a tutti i pesci di fondo risulta micidiale nei confrontii delle mormore. Si innesca utilizzando I’apposito ago. Risulta poco selettiva nei confronti delle prede di taglia. La si trova commercializzata in pratiche confezioni di polistirolo contenenti circa 10 capi al prezzo € 5,00/ € 7,00 temperatura di conservazione 10/12 gradi
Americano Chiamato anche canadese, questo grosso anellide e particolarmente indicate per tentare le prede di taglia, come orate, grosse mormore, spigole e saraghi. Lo si innesca intero con I’apposito ago stando attenti ai morsi e a non far fuoriuscire troppo sangue, e avendo anche cura di far ricadere la testa in prossimità della punta dell’amo La si trova commercializzato in pratiche confezioni di polistirolo contenenti circa 5 capi al prezzo € 3,50 / € 4,00 – temperatura di conservazione 6/8 gradi (frigo reparto verdure)
Bibi Mattatore di saraghi, questo verme è tra le esche piu selettive. I grossi esemplari possono essere utilizzati per la ricerca dell’orata da record, mentre quelli più piccoli sono molto indicati per i saraghi, e in particolari luoghi anche per le mormore fuori misura. Lo si innesca facendolo passare sulla lenza con un ago cavo facendolo poi scivolare sul collo dell’amo per non far perdere il prezioso liquidi interno
La si trova commercializzato in pratiche confezioni di polistirolo contenenti circa 5 capi al prezzo € 3,50 / € 4,50- temperatura di conservazione 6/8 gradi (frigo reparto verdure) Viene venduto anche congelato ma la resa cala notevolmente
Rimini Verme particolare dal colore bruno dorato, viene utilizzato per la cattura degli sparidi e in particolar modo dell’orata. Inquietante per aspetto e dimensione, viene utilizzato a pezzi, tagliando le porzioni da innesco partendo dalla coda con I’ausilio di una forbice senza toccarlo con le mani per evitare di spezzarlo e di essere morsi. II trancio lo si innesca a calza con I’ausilio dell’ago e bloccato con qualche giro di filo elastico per evitare che si afflosci su se stesso in fasedi lancio
Viene commercializzato in contenitori con acqua di mare, e gli esemplari hanno una dimensione media tra i 100/140 grammi per circa 30/40 centimetri di lunghezza. II prezzo oscilla in base al peso. Per un esemplare di 120 grammi il prezzo medio si attesta intorno a € 12,00/15,00. Sostituendo I’acqua giornalmente pud vivere anche un mese pur essendo tagliato
Granchio Esca molto gradita da orate e saraghi, il granchio è un’esca particolarmente selettiva. Lo si usa prevalentemente vivo innescandolo con un apposite amo che andra inserito posteriormente tramite un arte e attraverso il carapace facendolo fuoriuscire dalla parte opposta. Non regge i lanci violenti. E’ un’esca che gode dell’ “onore” di essere masticata. l’amo quindi dovrà necessariamente essere d’acciaio Granchio di scoglio: Si raccoglie direttamente nelle zone ricche di scogli e anfratti sul bagnasciuga, magari adescandolo con dei pezzi di pesce e raccogliendolo direttamente con le mani stando attenti alle chele che andranno rimosse. Granchio di sabbia: banchi di pescheria
Cannolicchio Mollusco dall’odore forte è molto utilizzato durante le mareggiate per tentare saraghi, orate e grosse mormore. Lo si innesca come un verme una volta private delle valve. II colore è bianco. Rappresenta una delle migliori alternative a vermi e anellidi In pescheria. Prezzo € 8,00/12,00 al kg
Paguro Eccezionale per orate e saraghi, questo crostaceo ha un indice di gradimento altissimo. I   grossi esemplari, chiamati anche” mano di diavolo” durante le mareggiate possono sedurre anche le grosse spigole. Si innesca intero, privandolo della conchiglia utilizzando un martello  senza danneggiare I’animale, e facendo ricadere la dura e coriacea testa sul gambo    dell’amo. La sola sacca ventrale è micidiale per le mormore. Solitamente lo si trova in pescheria al prezzo di € 0,50/1,00 ad esemplare, ma alcuni negozi specializzati li vendono allo stesso prezzo conservandoli in  acquario.
Murice Volgarmente conosciuto come boccone è un’esca destinata ai grossi sparidi. Altamente selettivo è gradito “solo” ad orate e saraghi. Lo si innesca interno, privandolo della dura conchiglia e della parte callosa. E’ fortemente aromatico. Nella gestione dell’animale e consi-gliabile utilizzare un paio di guanti per non ritrovarsi le mani di colore rosso… porpora.
Repenbilei in pescheria al prezzo di 0,30/0,50 ad esemplare, può essere raccolto nei bassi fondali, nelle pozze di marea e nelle zone delle banchine portuali
Sardina Esca generica per eccellenza il clupeide viene prevalentemente utilizzato intero, innescato a salsicciotto con del filo elastico per tentare grossi pesci. Particolarmente gradito alle spigole ei gronghi nei torbido durante le mareggiate più violente In pescheria. II prezzo risulta compreso tra le 2,50/ 3,50 al kg
Cefalopodi Esche molto resistenti e visibili, vengono utilizzate durante le mareggiate. Possono essere innescate a pezzi per tentare i grufolatori come i saraghi o intere per qualche grosso predatore come spigole, gronghi, e lecce.
In pescheria. Oscilla se trattasi di totani, calamari o polpi Ma sempre compreso tra € 8,00/15,00 al kg

ALTRI ARTICOLI:

  1. LE ESCHE DEL SURFCASTING – BEACH LEGERING
  2. Esca reperibile sempre e ad ogni costo