IL CARPFISHING

IL CARPFISHING

Carp-fishing -La storia

Il carpfishing nasce negli anni 50 in Inghilterra,in quel tempo le carpa di grossa taglia erano diventate sempre più diffidenti alla solita pesca a fondo con l’esca che copriva l’amo.
In un lago inglese fu avvistato un’esemplare di oltre 20kg che i locali avevano battezzato “Clarissa” e sembrava essere imprendibile ai pescatori soliti della pesca a fondo.Finalmente un pescatore riuscì a catturarla presentandole un’esca separata dall’amo,da lì cominciò a svilupparsi questa pesca che prese il nome di Carpfishing.
Il principio di base è rimasto lo stesso ma l’attrezzatura ha avuto una grande evoluzione con canne di carbonio. Rod-pod in fibra e centinaia di gusti per aromatizzare le boiles.

Le boiles

Le boiles sono delle speciali esca di forma sferica ricavate da un mix di: legante e aromatizzante
Legante: tra i migliori leganti per le boiles,il migliore è sicuramente l’albume dell’uovo(efficace ed economica). In alternativa si può usare il glutine di mais(alto valore proteico).
Aromatizzante: la scelta dell’additivo da aggiungere all’impasto varia fra un gran numero,lo scopo è quello di raggiungere un sapore esclusivo in modo da farlo riconoscere alle carpa .
Le boiles possono essere usate anche nella fase della pasturazione infatti se si pastura con le boiles al sapore che useremo per mettere all’amo,le carpe, abboccheranno solo a questo sapore(se è di loro gradimento).

L’hair-rig

In inglese il significato è “trucco del cappello” ed è il modo di innescare le boiles, (fig.1) infatti le carpe di grandi dimensioni non abboccheranno mai alla solita esca montato sull’amo perchè quando viene soffiato(prima di ingoiare)l’esca non ha un movimento naturale
carpfishing

Bisogna sapere che le carpe non ingoiano subito l’esca ma prima ci “giocano” un po’ ,poi le “aspirano” e le risputano per 3 o 4 volte prima di ingoiarle definitivamente.La carpa che trova la nostra esca vedrà la boiles uguale a quelle della pasturazione e non si insospettirà,non vedrà neanche l’amo perché  coperto dalla boiles quindi inizierà a soffiarla e poichè gli ami che si usano sono in carbonio,l’esca presenterà piùo meno lo stesso peso di quelle usate per pasturare,a questo punto la ingoierà,ma anche se adesso si accorgesse dell’amo sarà troppo tardi perché quando andra’ a risputare l’esca  si allamerà da sola.
Realizzare l’hair-rig è molto facile basta un’amo in carbonio con l’occhiello e del filo in seta apposito:innanzi tutto bisogna far passare il filo di seta nell’occhiello e fare un cappio per fermare la boile;poi una volta trovata la giusta misura tra l’amo e l’ultima boiles,con l’atro capo del filo si fanno circa 5 o 6 giri intorno all’amo e si reinserisce nel cappio.Il cappio fatto serve per inserire le boiles nell’hair rig con un apposito ago che prima inserito nella boiles e poi agganciato al cappio si tira verso l’amo e si inserisce la boiles,a questo punto bisogna mettere un ferma boiles o “stopper” tra la boiles e il cappio in modo che la boiles non fuoriesca nel lancio.(fig.2)

N.b. La lunghezza dell’hair rig dipende dalla grandezza delle boiles e dal numero di boiles che metteremo.
carpfishing-2
Un nuovo tipo di hair rig che si sta diffondendo nel carp fishing e quello con l’elastico, infatti non c’è bisogno di cambiare l’hair rig ogni qualvolta che dovremmo cambiare la grandezza delle boiles o il numero. L’innesco della boiles viene effettuato come se fosse un’ hair rig normale

Canne e mulinelli

Le canne da carp fishing devono avere molti requisiti fondamentali: potenza per lanciare ad una notevole distanza,la resistenza per contrastare carpe di oltre 20 kg poi deve essere ben bilanciata con i pesi tra piombo,mulinello e canna per raggiungere con precisione il punto di pasturazione.

La lunghezza delle canne va dai 12 piedi (3.60m ca.)ai 13 piedi (4.00 m ca.).una potenza di lancio compresa tra le 2 o tre libbre.

Le canne hanno un innesto a spigot ,ma recentemente sono state scoperte anche canne per il carp-fishing telescopiche ,ma la scelta non è tra le migliori infatti messe a paragone risultano molto più funzionali le canne con innesti a spigot che però risultano meno comode da trasportare delle altre.Le migliori canne si differenziano da alcuni parametri come: l’attacco del mulinello che deve essere a ghiera(fig.3) e non ad innesto veloce fuji;dagli anelli che in carbonio devono esser attaccati alla canna tramite tre ponti,e la leggerezza.carpPer quanto riguarda i mulinelli,le caratteristiche fondamentali sono la robustezza,l’affidabilità e la capacità di contenere almeno 100/150 metri di filo,comunque non è necessario che abbiamo uno specifico rapporto di recupero,ma devono essere provvisti di una leva che sblocca e che blocca la bobina in modo da rilasciare il filo senza che il pesce se ne accorga.Per ovvi motivi le bobine non dovranno essere in plastica,ma rame o meglio ancora se in acciaio inox,questo per ridurre l’attrito del filo nel momento del lancio.(fig.4)carp4

Gli accessori

Il carp-fishing necessita di molti accessori che a prima vista possono sembrare ingombranti e inutili,ma per chi pratica soltanto questa tecnica non può  farne a meno,questi accessori non servono soltanto nel momento in cui si sta’ pescando ma anche prima.

Gli accessori che non possono mancare a un carpista oltre alle canne e ai mulinelli sono: portacanne, borsa portaminuteria  avvisatori acustici ,avvisatori visivi bilancia, rod pod ,cobra e fionde , carp sack poggiapesci portaboiles guadino carp  e naturalmente macchina fotografica,oltre a questi che si rivelano davvero funzionali ci sono altre minuterie che non possono mancare come:ami,piombi,filo,fermaboiles,e alcuni strumenti come il trapanetto e l’aghetto che servono per l’innesco delle boiles.Il più importante oltre al pod è sicuramente l’avvisatore acustico che sostituisce quello che una volta veniva usato per lo stesso scopo che è il campanellino,oggi esistono vari tipi di avvisatori che ci permettono di sapere addirittura in che modo la carpa sta mangiando ad esempio in calata o di lato… si può regolare la sensibilità in base al piombo che si sta usando oppure a seconda del vento. Tra le migliori marche per gli accessori del carpfishing sono: fox, daiwa e rod hutchinson.

2 commenti

Lascia un commento